FAST FIND : AR1101

Ultimo aggiornamento
07/07/2015

La normativa tecnica sulla prestazione energetica degli edifici alla luce delle nuove UNI/TS 11300

Questo contributo riporta un quadro aggiornato della normativa tecnica sulla prestazione energetica degli edifici, dopo la pubblicazione delle nuove specifiche tecniche UNI/TS 11300, parti 1 e 2, in vigore da ottobre 2014. Dopo aver chiarito quali sono in principi di base della normativa tecnica europea e nazionale, vengono evidenziate le procedure di calcolo (energia termica utile per la climatizzazione e per l’acqua calda sanitaria, energia finale consegnata all’edificio) e vengono infine analizzate tutte le principali novità contenute nelle nuove edizioni delle UNI/TS 11300, parti 1 e 2.
A cura di:
  • Vincenzo Corrado

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

L’innovazione tecnologica nelle strategie e nei sistemi di isolamento termico e di contenimento energetico

L’innovazione tecnologica propone costantemente nuovi materiali e sistemi per le esigenze di isolamento termico e di miglioramento delle prestazioni di contenimento energetico degli edifici. Oltre al costante miglioramento qualitativo dei materiali già utilizzati e diffusi, un importante ambito di innovazione e ricerca tecnologica sta portando ad innovativi ed efficaci risultati, definendo nuovi materiali con prestazioni energetico-ambientali potenziate: l’ambito dell’isolamento ultrasottile, mutuato da differenti settori produttivi e sviluppato anche attraverso lo studio e l’applicazione delle nanotecnologie.
A cura di:
  • Domenico D'Olimpio
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Valutazione dei consumi energetici degli edifici - Analisi dinamica secondo la UNI EN 13790

La conoscenza dell’evoluzione termica dell’ambiente esterno , che caratterizza il comportamento termico in regime transitorio degli edifici, è di fondamentale importanza sia per la progettazione impiantistica che per la valutazione dei consumi energetici. Sono stati proposti numerosi metodi di calcolo per la soluzione di questo problema, ciascuno dei quali calcolo ha portato ad un codice di calcolo numerico quali, l’NBLSD, Il DOE-II, l’ENERGY PLUS, ecc. In questo contesto si è inserita la Norma EN 13790:2008, che definisce un modello termico a cinque resistenze ed una capacità (detto R5C1) per la descrizione di un edificio, proponendone anche una soluzione dinamica con un modello di calcolo orario semplificato. In questa nota si presenta la soluzione dinamica del modello R5C1 e se ne valutano le possibilità di utilizzo in campo impiantistico ed energetico degli edifici, con un modello che può facilmente essere implementato per calcolare i consumi energetici reali degli edifici sia per le condizioni invernali che per quelle estive e annuali.
A cura di:
  • Giuliano Cammarata
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Stima dei benefici dei sistemi di ventilazione controllata nel calcolo della prestazione energetica

Questo articolo illustra, anche mediante un caso applicativo, la motivazione che porta a sottostimare i benefici energetici dei sistemi di ventilazione controllata, particolarmente nella redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica, spesso togliendo significato alle proposte di interventi migliorativi che devono corredarlo. Sono proposte riflessioni e riferimenti bibliografici per un più corretto approccio del tempo di ritorno di un sistema di ventilazione meccanica sia con, che senza recupero di calore, nell’ambito del calcolo della prestazione energetica di un edificio. Viene altresì evidenziato come l’adozione di sistemi di ventilazione controllata contribuisce al miglioramento della qualità dell’ambiente interno, in conformità con i precetti delle Direttive UE.
A cura di:
  • Valentina Raisa
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Componenti e materiali smart per la realizzazione dell’edificio adattivo: l’innovazione tecnologica nella chiusura trasparente dell’involucro edilizio

La chiusura trasparente dell’involucro edilizio costituisce un fattore fondamentale nella determinazione e nel controllo dei parametri microclimatici indoor quali, in particolare, il carico termico solare interno, la temperatura dell’aria interna, i livelli di illuminazione degli ambienti. Un adeguato controllo di tali parametri, operato attraverso le caratteristiche tecnologiche di involucro, consente di ottimizzare la prestazione energetica passiva dell’edificio e di ridurre i regimi di funzionamento dei sistemi impiantistici preposti alla regolazione dei livelli di comfort ambientale indoor.
A cura di:
  • Domenico D'Olimpio
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Pianificazione del territorio
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impiantistica
  • Urbanistica
  • Energia e risparmio energetico

Sviluppo urbano sostenibile: un percorso complesso ma possibile

L’articolo illustra un possibile approccio che un Comune può adottare per perseguire gli obiettivi di sostenibilità ambientale e protezione del clima, di efficienza energetica, risparmio energetico e promozione delle fonti rinnovabili di energia nel proprio territorio amministrato. Oggi sono disponibili per le Amministrazioni Comunali le tecnologie innovative idonee ad assicurare un miglioramento dell’efficienza energetica negli usi finali, sono intercettabili fondi extra civici bilanci, mediante la partecipazione a programmi e bandi comunitari, nazionali e regionali, sono disponibili figure professionali in grado di guidare il programma comunale verso tali obiettivi.
A cura di:
  • Pasquale Capezzuto

Dalle Aziende

  • Norme tecniche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili

Superbonus 110%: soluzioni POROTON® per murature senza cappotto

Le recenti difficoltà per l’approvvigionamento di alcune tipologie di materiali edili, tra cui i sistemi isolanti tradizionali, unite all’incremento dei relativi prezzi, stanno causando non pochi disagi al settore dell’edilizia, mettendo in difficoltà anche cantieri già in corso. Le soluzioni costruttive POROTON® ad elevate prestazioni termiche consentono di realizzare murature portanti o di tamponatura in grado di soddisfare tutti i requisiti richiesti per l’applicazione del Superbonus 110%, senza ricorrere al rivestimento a cappotto e rispondendo a tutte le esigenze di committenti e progettisti: isolamento termico, ma anche comfort igrometrico, fonoisolamento, senza tralasciare la sicurezza sismica ed antincendio, con la garanzia di costi certi e pronta consegna.

BricsCAD: non un clone ma molto di più

La migliore alternativa ai più comuni CAD che non rinuncia alla qualità
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Informatica

Da REVIT® a CDS WIN

A partire dalla release 2021 i software STS sono stati notevolmente potenziati al fine di rendere possibile l’import integrale di tutta la progettazione eseguita in Revit® all’interno degli applicativi STS. A tal scopo, ad esempio, è stato sviluppato un plug-in che permette di impostare all’interno di Revit tutti i comandi presenti nell’input per Impalcati del CDS Win.
  • Norme tecniche
  • Informatica
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Soft.Lab al SAIE Bari per sostenere la ripartenza del mondo delle costruzioni

Dal 7 al 9 ottobre 2021 presso la Fiera del Levante di Bari, la software house che ha dato i natali allo SPACE, il programma che ha rivoluzionato l’approccio del calcolo strutturale in Italia, presenta numerose novità, tra nuovi software ed eventi esclusivi.
  • Edilizia e immobili
  • Catasto e registri immobiliari

ACTACOMP - Sistema di computo, controllo, contabilità e gestione dei cantieri

ACTACOMP offre un nuovo approccio alla redazione dei computi metrici e al controllo e alla gestione dei cantieri con moltissime nuove funzioni e procedure, potenti e complete ma nello stesso tempo semplici da utilizzare.
  • Norme tecniche
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Materiali e prodotti da costruzione

Il cappotto termico deve essere antincendio? Attenzione alla normativa in vigore!

Il cappotto termico deve essere antincendio? Per qualcuno è tuttora una lecita domanda, anche se, alla luce degli spiacevoli accadimenti degli ultimi anni causati o favoriti da isolanti termici combustibili dovrebbe essere ormai una decisa affermazione.
  • Informatica

Sismicad si evolve con Revit anche nell’acciaio

La progettazione strutturale in generale, e degli edifici in particolare, non può considerarsi avulsa da altre discipline e l’esigenza di condivisione di informazioni tra diversi settori tecnologici è imprescindibile, indipendentemente dal fatto che per una commessa siano richiesti contrattualmente requisiti BIM.
  • Informatica

Convention ACCA 2021, in arrivo la nuova edizione del grande evento dedicato ai professionisti dell’AEC

Dal 16 al 19 novembre approfondimenti e soluzioni su una serie di questioni importanti e impegnative che architetti, ingegneri, geometri e tecnici dell’edilizia devono affrontare oggi.