FAST FIND : AR1764

Ultimo aggiornamento
18/12/2020

Il riesame della valutazione immobiliare

Con l’introduzione della Norma UNI 11558/14, della Norma UNI 11612/16 e delle linee guida dell’ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, oltre naturalmente la Direttiva 2014/17/EU dell'Unione Europea e il Decreto Legislativo n. 72 del 21 aprile 2016, gli standard internazionali di stima sono diventati una realtà in pratica cogente anche nel nostro paese. Il controllo della loro effettiva applicazione da parte dei periti è stato demandato, sino a oggi con scarso successo pratico, alle banche. A latere esiste però uno strumento operativo il cui approfondimento e la costante applicazione potrebbe innescare una veloce penetrazione nel nostro paese dell’uso degli standard, oggi ignorato o disatteso da oltre il 90% dei valutatori immobiliari: il riesame della valutazione immobiliare.
A cura di:
  • Graziano Castello

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Catasto e registri immobiliari

Le basi scientifiche della valutazione immobiliare

L’applicazione degli standard internazionali di stima presuppongono una procedura di valutazione – da parte del perito incaricato – di carattere oggettivo, inattaccabile di fronte a qualsiasi contestazione e accusa di soggettività. Perché ciò accada è necessario, appunto, che siano seguiti degli standard, vale a dire delle norme procedurali oggettive universalmente riconosciute e uguali per tutti
A cura di:
  • Graziano Castello
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Catasto e registri immobiliari

Il valutatore immobiliare di livello avanzato ai sensi della norma UNI 11558 e la prassi UNI PdR 19/2016

Sia la Norma UNI 11558:2014 che l’UNI PdR 19:2016 prevedono, per quanto attiene la certificazione del Valutatore Immobiliare, due livelli distinti di competenza in materia: il valutatore di livello base e il valutatore di livello avanzato. La differenza tra i due livelli viene sostanzialmente stabilita – dalle predette norme – su un discrimine di mera conoscenza dei metodi di stima. Il valutatore base è tenuto a conoscere i metodi di valutazione basati sul confronto di mercato, sulla capitalizzazione diretta e sul criterio del costo, mentre il valutatore avanzato è tenuto a conoscere tutti i metodi di stima (compresi, quindi, quello del valutatore base) inclusi i metodi definibili come “complessi”.
A cura di:
  • Graziano Castello
  • Edilizia e immobili
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Compravendita e locazione
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fisco e Previdenza

Il paradosso della stima: riflessioni sulla valutazione immobiliare secondo gli IVS

Quarto contributo dedicato al tema delle valutazioni immobiliari, illustra la riflessione per una migliore comprensione della valutazione immobiliare condotta secondo gli IVS, sugli errori più comuni nella scelta dei valori immobiliari e degli altri dati necessari per l’esecuzione delle stime sia secondo il metodo classico o il metodo expertise e sia in maniera conforme agli standard.
A cura di:
  • Graziano Castello
  • Edilizia e immobili
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Catasto e registri immobiliari
  • Compravendita e locazione

Ricerca dei dati per l’esecuzione delle stime secondo gli IVS

Sesto contributo dedicato al tema delle valutazioni immobiliari, l’articolo illustra la ricerca dei dati per la corretta esecuzione delle stime secondo gli IVS, che rappresenta l’aspetto più arduo di tutto il processo di valutazione, sia per la scarsa trasparenza del nostro mercato immobiliare e sia per la mancanza di metodi concreti per condurre tale tipo di osservazioni.
A cura di:
  • Graziano Castello

Dalle Aziende

  • Informatica

Green Public Procurement: la Sostenibilità ambientale quale requisito obbligatorio per accedere alla detrazione fiscale Superbonus 110%

L’attività dei professionisti, chiamati all’applicazione del Green Public Procurement e quindi della sostenibilità ambientale anche per gli interventi che rientrano nell’ambito dei lavori privati. A stabilirlo è l’articolo 119 comma 1 lettera a) del Decreto Rilancio che impone, per i materiali isolanti, il rispetto dei criteri ambientali minimi quale requisito obbligatorio per usufruire delle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus e quindi applicabili alla più nota definizione Superbonus 110.
  • Informatica

Quali software preferire per la progettazione di edifici?

Facilità d’uso, affidabilità, performance, costi, integrazione: ecco cosa non può mancare al tuo software di progettazione architettonica
  • Informatica

Edifici a energia quasi zero: le novità!

Dal primo gennaio 2021 è obbligatorio progettare edifici a consumo zero, siano essi pubblici o privati.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme tecniche

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha certificato il primo sistema CRM: è RI-STRUTTURA di Fibre Net

A meno di un anno dall’ottenimento della Valutazione Tecnica Europea ETA (European Technical Assessment che attesta le prestazioni e l’idoneità all’impiego di un prodotto da costruzione in Comunità Europea) il sistema RI-STRUTTURA è oggi a tutti gli effetti il primo sistema CRM – Composite Reinforced Mortar – per uso strutturale certificato in Italia ai sensi del p.to 11.1 cap C del D.M.17.1.2018 e risulta, pertanto, conforme alle NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI 2018
  • Informatica

Esempio di analisi per Sisma Bonus di un edificio in muratura con Sismicad

Il calcolo strutturale di un edificio, necessario per gestire il sisma bonus, prevede diversi passi. Questo semplice caso di edificio in muratura fa riferimento alla norma per Sisma Bonus del DM 07/02/17, adotta le NTC 2018 e relativa Circolare esplicativa, e può aiutare a comprendere meglio l’approccio da adottare.
  • Informatica

I vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici con gli ottimizzatori di potenza

Massimizzare la produttività dell’impianto fotovoltaico ed aumentarne la flessibilità di progettazione. Scopri tutti i vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici anche con ottimizzatori con il software ACCA Solarius-PV
  • Informatica

Blumatica Detrazioni Fiscali: il software perfettamente in linea con il portale ENEA

ll software Blumatica per il calcolo e la gestione delle pratiche di detrazione fiscale, per gli interventi di risparmio energetico degli edifici è in linea con il portale ENEA.
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

PRO_SAP Raddoppia!

A partire dal 12 marzo 2020 2S.I. ha fornito gratuitamente licenze Start-up ai progettisti che non avevano la possibilità di recarsi in ufficio. Ora 2S.I. ha pensato a sconti speciali per l’acquisto di licenze aggiuntive.