FAST FIND : NN15484

Deliberaz. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 10/04/2014, n. 10

3122457 3122457
SISTRI - Servizio di realizzazione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

1. Con riferimento ai contratti secretati, di cui all’art. 17, del D.Lgs. n. 163/2006, la norma affida all’Autorità di vigilanza il compito di verificare, con riferimento alle concrete fattispecie contrattuali, la legittimità della sottrazione alle ordinarie procedure di affidamento, nell’ottica di salvaguardia di quei superiori principi di derivazione comunitaria, miranti a garantire l’economicità, la trasparenza e - pur con alcuni limiti - la libera concorrenza. A tale ultimo proposit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
3122457 3707483
[Premessa]

Il Consiglio


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707484
Premessa

A seguito del parere sul progetto "Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti" (SISTRI) reso da DigitPA i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707485
Il progetto SISTRl

Il progetto prevede di dotare gli utenti di dispositivi elettronici USB, per accedere al sistema, trasmettere dati e memorizzare informazioni; una black box da installare su ciascun veicolo che trasporta rifiuti e che serve a monitorare il percorso del carico dal produttore al centro di smaltimento; apparecchiature di videosorveglianza installate negli impianti di discarica, di incenerimento e coincenerimento, con la funzione di controllare l'ingresso e l'uscita degli automezzi. Il sistema prevede l'erogazione di servizi alle imprese e servizi per l'indagine analitica e statistica, attraverso un Centro Operativo Nazionale (con una struttura secondaria per garantire la continuità del servizio in caso di eventi disastrosi).

Il Centro Operativo garantisce l'accessibilità dei servizi agli utenti riconosciuti attraverso un "front office multicanale" e l'archiviazione delle informazioni, tramite la creazione di un data base informatico, che viene alimentato dagli stessi utenti del sistema e al quale possono accedere, con differenti livelli di sicurezza, anche le Amministrazioni competenti, nonché le diverse forze di Polizia.

Attraverso un sistema di sicurezza, le quantità, qualità, i percorsi e la destinazione finale dei rifiuti saranno costantemente tenuti sotto controllo, in tempo reale, e questo dovrebbe rendere più difficili abusi, truffe e smaltimenti illeciti. Una volta a regime, si verrà così a creare un sistema a rete che dovrebbe consentire di conoscere la movimentazione completa dei rifiuti dalla produzione alla destinazione finale.

La parte centrale dell'infrastruttura SISTRI è rappresentata da un Data Center mission critica! di nuova generazione; in particolare, la soluzione di networking e sicurezza che interconnette le componenti elaborative e di archiviazione è basata sul modello Top-of-Rack e sfrutta le funzionalità VDC (Virtual Device Context) e VPC (Virtual Port Channels). Fatto L'articolo 1 comma 1116 della legge 296/2006 -legge finanziaria 2007 - stanziava 5 milioni di euro per la creazione di un sistema informatico di tracciamento dei rifiuti.

Il progett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707486
Contratto con SELEX e costo del progetto SISTRI

Il contratto tra il Ministero e la SELEX venne stipulato in data 14 dicembre 2009, successivamente integrato con atto aggiuntivo del 10 novembre 2010, stipulato a causa di difficoltà varie, tra cui, quelle per la consegna dei dispositivi USB e delle Black Box, l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707487
Applicabilità dell'art. 17 comma 4 del Codice dei contratti pubblici

Quanto all'aspetto specifico dell'applicabilità della procedura prevista dall'art. 17 comma 4 del Codice dei contratti pubblici, come prima ricordato e in sintesi, il Gabinetto del Ministro pro-tempore richiese un parere all'Ufficio Legislativo, il quale, in data 15 febbraio 2007, rilevava che il progetto relativo al sistema per la tracciabilità dei rifiuti SISTRI poteva essere oggetto di "segretazione" e che nella fattispecie sussisteva "il presupposto di speciale esigenza di segretezza ... per evitare la gara, sia pure informale, con conseguente individuazione dell'unico operatore economico, da scegliere quale altro contraente".

A ciò si diede corso tramite il predetto provvedimento ministeriale di "segretazione" del 23 febbraio 2007, confermato, a seguito di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707488
Provvedimento di declassificazione

Nel decreto adottato il 21 settembre 2011, il Presidente del Consiglio dei Ministri, nello stabilire che "il Progetto SIST

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707489
Stato di attuazione del progetto

Risulta sulla base dei verbali della Commissione di vigilanza istituita ai sensi dell'art. 5 del contratto stipulato in data 14.12.2009, che SELEX abbia eseguito le seguenti prestazioni: a) Realizzazione Centro operativo primario; b) Realizzazione Centro operativo secondario; c) Dispositivi US

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707490
Commissione parlamentare di inchiesta

Sul progetto SISTRI venne istituita nella precedente XVI legislatura una commissione parlamentare di inchiesta (legge n. 6/2009) che ha concluso le attività con l'approvazione di una relazione inviata ai Presidenti di Camera e Senato il 4 marzo 2013 a cura del Presidente Gaetano Pecorella (relatori Bratti e Russo).

La relazione - disponibile sul sito della Camera dei Deputati - offre un'ampia ed articolata conoscenza dei fatti.

Da una rapida consultazione della corposa relazione, tra l'altro, si apprende che anche gli utenti sono obbligati a versare contributi destinati primariamente a pagare la quota fissa (a copertura dell'investimento iniziale, per cinque anni), ed anche la quota variabile.

In altri termini, gli utenti del sistema che SI Iscrivono al SISTRI versano un contributo a copertura sia della quota fissa che di quella variabile; tuttavia, la quota fissa viene garantita dal Ministero mentre la quota variabile resta a rischio della SELEX.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707491
Valutazioni

In primis, è stata verificata la sussistenza dei presupposti di ammissibilità della presente istruttoria, posto che l'art. 6 comma 7 letto b), seconda parte del Codice dei contratti pubblici statuisce che "non sono soggetti a .... vigilanza dell'Autorità i contratti di cui agli artt. 16, 17, 18".

In merito a tale aspetto (SELEX ha contestato i presupposti dell'attività di vigilanza dell'Autorità richiamando la letto b), comma 7 del predetto art. 6 del Codice dei contratti pubblici), si ribadiscono le valutazioni contenute nella deliberazione Avcp n. 48/2012 in ordine alla normativa sull'affidamento, esecuzione e vigilanza dei contratti segretati: "il compito che, in ordine agli stesse il Codice affida all'AVCP può essere ragionevolmente delineato nella verifica, con riferimento alle concrete fattispecie contrattuali, della legittimità della sottrazione alle ordinarie procedure di affidamento, nell'ottica di salvaguardia di quei superiori principi di derivazione comunitaria, miranti a garantire l'economicità} la trasparenza e - pur con alcuni limiti - la libera concorrenza. A tale ultimo proposito, appare un'attribuzione naturalmente discendente dalla prima, quella di accertare la corretta individuazione degli operatori economici che possono accedere agli affidamenti esclusi".

Chiarito questo preliminare aspetto sulla qualificazione dell'intervento dell'Autorità e sulla sua ammissibilità, in relazione alla questione centrale relativa ai presupposti di legittimità della sottrazione alle ordinarie procedure di gara dell'affidamento del progetto SISTRI, si osserva che, prima della radicale riscrittura dell'art. 17 del Codice - come integrato dalla legge n. 102/2009 - ad opera dell'art. 33, comma 3, del d.lgs. n. 208/2011 (in vigore dal 15.01.2012), l'affidamento posto in essere dal Ministero dell'Ambiente - pur potendo rivestire il carattere della secretazione (tale da imporre una particolare limitazione della platea dei possibili esecutori) - non rientrava, a stretto termine di legge, nella fattispecie dei "contratti secretati" disciplinata dall'art. 17 nell'assetto normativo vigente al tempo dell'affidamento diretto.

Appare utile riportare i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707492
Conclusioni

Con riferimento alla procedura in oggetto, a conclusione del procedimento di vigilanza e alla luce delle varie decisioni del Consiglio (verbale n. 30 del 25.9.2013 e verbale n. 39 del 18.12.2013, punto n. 82), al MATTM è stato inviata una comunicazione delle risultanze istruttorie, a cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3122457 3707493
Il Consiglio

- ritiene che l'affidamento del progetto SISTRI non sia conforme all'art 17, comma 1 del Codice dei contratti pubblici nella versione vigente al tempo dell'affidamento stesso e prima della modifica apportata a tale disposizione ad opera dell'art. 33, comma 3, del d.lgs. n. 208/2011R (in vigore dal 15.01.2012), nei limiti e secondo le motivazioni espresse nella parte in diritto;

ritiene in particolare che il progetto SISTRI - per quanto sia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Professioni

Direzione, esecuzione e contabilità dei lavori pubblici

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Emanuela Greco
  • Disposizioni antimafia
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Obblighi di pubblicazione e trasmissione di dati relativi ad appalti e contratti pubblici

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Autorità di vigilanza
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici

Indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO - FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI - ACQUISIZIONE DEL CIG - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS (Casellario informatico; AVCPass; Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio) - ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE (Certificati di esecuzione dei lavori; Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento) - ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA - SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI (Avvalimento nel sistema unico di qualificazione; Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”; Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica; Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti) - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

I compensi per i CTU negli arbitrati sui contratti pubblici

Compensi del CTU negli arbitrati sui contratti pubblici; Chiarimenti applicativi forniti dall’autorità (generalità, applicazione ai contratti pubblici dei compensi previsti per il CTU, unitarietà dell’incarico, cumulo tra compensi tabellari e “vacazioni”, aumento dell’onorario oltre il massimo tabellare, rimborsi spese); Rinvio ad approfondimenti.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Il subappalto nei contratti pubblici: nozione, limiti e condizioni

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria