FAST FIND : NN13561

Com. ANAC 17/03/2015

Art. 37, decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90 convertito in legge n.114/2014 (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari). Riordino e aggiornamento delle modalità di trasmissione all’A.N.AC. delle varianti in corso d’opera.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Comunicato ANAC 17/02/2016

Scarica il pdf completo
1652517 6270596
1. Premessa

L’art. 37, D.L. n. 90/2014, convertito con modificazioni in Legge n. 114/2014, ha introdotto l’obbligo di trasmissione all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) delle varianti in corso d’opera dei contratti pubblici di lavori. In ordine a tali obblighi l’ANAC ha pubblicato vari comunicati riassumibili come segue:

- primo comunicato del 16/07/2014

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270597
2. Completezza e coerenza della documentazione da trasmettere

Una prima necessità è quella di assicurare la chiarezza e la coerenza delle informazioni e degli atti da trasmettere. È emerso che sovente i dati non sono facilmente desumibili dalla documentazione e non sempre risultano chiaramente organizzati, quando non risultano carenti o assenti. Anche perché, soprattutto in taluni settori, la documentazione è organizzata secondo procedure e modelli che si discostano da quelli previsti dal regolamento di attuazione del codice dei contratti.

Per ovviare a tali disfunzioni è stato predisposto un «modulo di trasmissione» (All. I) in modo che le informazioni salienti richieste dall’art. 37, della L. n. 114/2014 e dai precedenti comunicati (qui confermati) siano già estratte, controllate e raccolte in elenchi prima della trasmissione. È altresì necessario che ciascuna comunicazione contenga essa stessa in allegato l’elenco generale della documentazione con eventuali codici di lettura e consultazione; lo stesso elenco si troverà nel supporto informatico e ogni documento elettronico recherà un nome idoneo a identificarne i contenuti. Ogni CIG (con relativo CUP) dovrà essere oggetto di una distinta trasmissione di variante secondo il modello in All.I, salvo i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270598
3. Ambito di applicazione dell’obbligo di trasmissione

Le stazioni appaltanti sono tenute a trasmettere all’ANAC la documentazione di cui all’art. 37, comma 1, Legge n. 114/2014, qualora:

- l’importo dell’appalto a base di gara sia superiore alla soglia comunitaria di cui all’art. 28 del D. Leg.vo n. 163/2006;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270599
4. Ulteriori chiarimenti sulla trasmissione delle varianti nei settori speciali

Sono pervenute varie richieste di chiarimenti all’ANAC circa l’obbligo di comunicazione delle varianti per in contratti disciplinati nella Parte III, D. Leg.vo n. 163/2006. Segnatamente, sono state rappresentate le difficoltà di comunicare le varianti ricadenti nell&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270600
5. Obbligo di trasmissione delle varianti del Contraente Generale

Sono soggette all’obbligo di trasmissione ad ANAC le varianti in corso d’opera inerenti i contratti del Contraente Generale che ai sensi dell’art. 176, comma 5, lett. a),

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270601
6. Estensione dell’obbligo di trasmissione a: transazioni, accordi bonari, varianti negli appalti integrati prima dell’inizio dei lavori e lavori complementari

Per disporre di un quadro completo dell’aumento di spesa, si rende necessario includere con la trasmissione della variante anche gli atti relativi alle transazioni o accordi bonari rispettivamente ex artt. 239 e 240 del codice, eventualmente espletati prima della variante. La trasmissione di quest’ultimi non costituisce un nuovo adempimento perché gli accordi bonari devono essere trasmessi all’Autorità in forz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270602
7. Coordinamento con gli obblighi di comunicazione all’Osservatorio in forza di precedenti comunicati della soppressa AVCP

In considerazione del rinvio operato al comma 1 dell’art. 37 Legge n. 114/2014 all’art. 7, comma 8 del D. Leg.vo n. 163/2006 (Codice dei contratti pubblici) e del disposto del secondo comma dell’art. 37, si precisa che:

a) Per le varianti aventi le caratteristiche di cui al comma 1, dell’art. 37, Legge n. 114/2014 (di importo superiore al 10% del valore del contratto originario, relative ad appalti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270603
8. Il modulo per la trasmissione delle varianti

Il modulo di trasmissione delle varianti (All. I) è stato predisposto per due finalità: da un lato rendere più leggibili documentazioni approntate con le più varie modalità, come anche accennato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270604
9. Effetti della trasmissione

Le varianti che non rientrano negli obblighi di trasmissione indicati nel presente comunicato saranno di norma c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270605
10. Organo cui compete la trasmissione della documentazione

Il soggetto cui compete la trasmissione delle varianti nei casi previsti dall’art. 37

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1652517 6270606
Allegato I

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Whistleblowing: la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti

NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUL WHISTLEBLOWING - AMBITO DI APPLICAZIONE DEL WHISTLEBLOWING - SEGNALAZIONI ANONIME E RISERVATEZZA - TIPOLOGIA DI SEGNALAZIONI CONSIDERATE - CONDIZIONI PER LA TUTELA E CESSAZIONE DELLA STESSA.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Professioni

Direzione, esecuzione e contabilità dei lavori pubblici

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza

Gli affidamenti di somma urgenza o in caso di calamità nel D. Leg.vo 50/2016

APPLICABILITÀ DELLA PROCEDURA DI SOMMA URGENZA (Quali sono i casi di somma urgenza e di protezione civile; Limiti di importo) - DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO (Constatazione dello stato di urgenza e redazione del verbale; Affidamento dei lavori; Perizia giustificativa, invio e contenuti; Copertura della spesa e approvazione dei lavori; Autocertificazione dell’affidatario e verifiche successive; Fissazione dei corrispettivi e intervento dell’ANAC) - VIGILANZA ANAC SULLA LEGITTIMITÀ DELLE PROCEDURE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Disposizioni antimafia
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Obblighi di pubblicazione e trasmissione di dati relativi ad appalti e contratti pubblici

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Linee guida ANAC e altri provvedimenti attuativi e collegati al Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016)

Gerarchia delle fonti del diritto in tema di contratti pubblici; Mappa completa e aggiornata di tutti i provvedimenti da emanare, emanati e in corso di emanazione organizzata per classificazione tematica, con riferimento a: oggetto, norma che ne prevede l’emanazione, tipo provvedimento, stato dell’iter, disciplina transitoria, con accesso a tutti i testi completi aggiornati e ad approfondimenti redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria