FAST FIND : NN14019

D. Min. Politiche Agricole, Alim. e Forest. 22/07/2015

Istituzione del registro unico dei controlli ispettivi sulle imprese agricole.
Scarica il pdf completo
2194023 2207770
[Premessa]



IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DI CONCERTO CON

IL MINISTRO DELL’INTERNO


Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;

Visto l’art. 33 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante “Riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59” che stabilisce, al comma 3, lettera b) , che il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali svolga, tra l’altro, le funzioni e i compiti di prevenzione e repressione - a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207771
Art. 1. - Registro unico dei controlli ispettivi

1. È istituito, presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il registro unico dei controlli ispettivi, di seguito denominato RUCI integrato nell’anagrafe nazionale delle aziende agricole attraverso il SIAN.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207772
Art. 2. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto:

a) per impresa agricola si intende l’impresa condotta dall’imprenditore agricolo di cui all’art. 2135 del codice civile e che svolge le attività ivi indicate, nonché dai soggetti ad esso equi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207773
Art. 3. - Informazioni contenute nel RUCI

1. Il RUCI è costituito da un archivio informatico attraverso il quale sono rese disponibili le seguenti informazioni sui singoli controlli ispettivi, ivi inclusi quelli straordinari e urgenti, con esclusione di quelle concernenti fatti di reato a carico delle persone fisiche titolari delle ditte individuali o legali rappresentanti delle altre imprese, eseguiti a carico delle imprese agricole:

a) data del controllo;

b) anno di riferimento del controllo;

c) ente competente del controllo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207774
Art. 4. - Connettività

1. Al fine della tempestiva acquisizione dei dati, i soggetti di cui all’art. 2, comma 1, lettere d), e) e f), trasmettono al RUCI, eventualmente anche per il tramite del Registro unico dei controlli regional

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207775
Art. 5. - Trattamento e sicurezza dei dati

1. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali è il titolare del trattamento dei dati conservati nel RUCI ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e ne assicura la gestione tecnica e informatica.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207776
Art. 6. - Disposizioni finali

1. Tutte le amministrazioni pubbliche interessate provvedono all’attuazione del presente decreto con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e comunque senza nu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207777
Allegato I - Dati contenuti nel RUCI

A) Data del controllo

1- Se il controllo è stato eseguito in più giornate indicare la data di conclusione

B) Anno di riferimento

1. Annualità di competenza del controllo (non sempre coincidente con l’anno nel quale il controllo è eseguito)

C) Ente competente del controllo

1. Ente/Organismo/Amministrazione responsabile del procedimento nel quale è collocato il controllo (per esempio: Organismi Pagatori che delegano i controlli)

D) Ente esecutore del controllo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207778
Allegato II - Elementi minimi del verbale di accertamento

[anno/numero] del Verbale di accertamento

per la Parte verbalizzanti:

[qualifica, nome e cognome];

ente esecutore del controllo

per la Parte impresa agricola controllata:

Impresa agricola: [lo stabilimento, il deposito di prodotti alimentari, il punto vendita] sito in [indirizzo della sede visita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2194023 2207779
Allegato III - Modalità di accesso al RUCI

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Agricoltura e Foreste
  • Edilizia e immobili
  • Catasto e registri immobiliari

Reddito dominicale: definizione, variazioni e relativa denuncia, esenzione

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze

Basilicata: sostegno alla costituzione e sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agricoltura e Foreste

Umbria: contributi per le infrastrutture viarie per lo sviluppo di agricoltura e silvicoltura

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Agricoltura e Foreste
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Aree rurali
  • Provvidenze

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Difesa suolo
  • Finanza pubblica
  • Agricoltura e Foreste

Toscana: contributi per interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico

Dalla Regione Toscana 5 milioni di euro destinati al sostegno di investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici. Il contributo concedibile è pari all'80% della spesa prevista a progetto per le aziende agricole e del 100% per gli enti pubblici o progetti collettivi. L’importo massimo di contributo erogabile è pari a 400 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Energia e risparmio energetico
  • Mercato del gas e dell'energia

Certificazione dei gestori dei sistemi di stoccaggio del gas

  • Energia e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali