Articolo abrogato dalla L.R. 03/12/1991, n. 44.

L’articolo 81 così recitava:

“Art. 81 - Controllo successivo di legittimità

In caso di evidente pericolo o danno nel ritardo, le deliberazioni indicate nell'articolo precedente possono essere dichiarate immediatamente esecutive col voto espresso dai due terzi dei votanti.

Le deliberazioni suddette debbono essere inviate alla Commissione provinciale di controllo entro il termine previsto dall'art. 79; in mancanza si intendono decadute.

La Commissione, entro quindici giorni dal ricevimento delle deliberazioni, ne pronuncia l'annullamento, qualora riscontri in esse vizi di legittimità.

Restano salvi dagli effetti della deliberazione compiuti prima del verificarsi della decadenza o della pronunzia di annullamento.

Della facoltà prevista dal primo comma l'ente non può valersi durante i periodi di amministrazione straordinaria e dalla data della indizione dei comizi per le elezioni amministrative fino alla nomina della nuova amministrazione.”

Dalla redazione

  • Urbanistica
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lazio: incentivi per la riqualificazione dei mercati su aree pubbliche

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Finanza pubblica

D.L. “Milleproroghe” 183/2020 (L. 21/2021), tutte le disposizioni di interesse tecnico

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Finanziamento di progetti di sviluppo infrastrutturale o riqualificazione nei comuni delle isole minori

Il Fondo è destinato al finanziamento di progetti immediatamente eseguibili finalizzati allo sviluppo infrastrutturale o di riqualificazione del territorio dei comuni nelle isole minori.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Agricoltura e Foreste
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Umbria: contributi per le infrastrutture viarie per lo sviluppo di agricoltura e silvicoltura

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Contributi ai comuni per interventi di rigenerazione urbana

La misura prevede l’assegnazione di contributi ai comuni per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. Le risorse complessive ammontano a 8,5 miliardi di euro per gli anni dal 2021 al 2034.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Specifiche tecniche uniformi per i veicoli a motore

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Emissioni veicoli - Obblighi di comunicazione dei costruttori

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Dichiarazioni per l'immissione in commercio di idrofluorocarburi per il 2022

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali