FAST FIND : CM1213

BIM ReCulT: HBIM per la digitalizzazione del patrimonio culturale

Il progetto BIM ReCulT dedicato all'Heritage BIM è stato premiato al BIM&Digital Awards 2020, concorso internazionale sui processi BIM.
ACCA SOFTWARE

 

 

Oggi è sempre più evidente che cultura, formazione, lavoro, intrattenimento, media convergono in spazi sempre più interconnessi dove i diversi "saperi" si integrano formando nuove prassi, a servizio anche dei processi di valorizzazione del patrimonio culturale.

Con questa consapevolezza nasce BIM ReculT, il progetto realizzato da ACCA software in sinergia con i Dipartimenti di Architettura e di Ingegneria delle strutture dell'Università Federico II di Napoli e le società Stress ed ETT e cofinanziato dall’Unione Europea, dallo Stato italiano e dalla Regione Campania nell’ambito del POR Campania FESR 2014-2020.

Il progetto ha permesso la realizzazione di una innovativa piattaforma tecnologica al servizio del settore del Cultural Heritage.

  

Il progetto BIM ReculT

Il progetto ha sfruttato le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie nelle costruzioni per consentire all'utente di fruire in modo interattivo dei contenuti culturali.

L’obiettivo è stato quello di applicare la metodologia BIM agli edifici monumentali/storici creando una piattaforma appositamente dedicata che supporti tutte le fasi del ciclo di vita dell'edificio comprese quelle connesse alla manutenzione, alla riqualificazione/restauro ed alla gestione del bene.

Attraverso tale progetto ACCA ha sviluppato applicativi di BIM authoriting per la creazione e l'uso di modelli informativi digitali open BIM dedicati alla gestione degli edifici storici (HBIM).

  

Tali software sono stati integrati con tecnologie altamente innovative (AR, VR) per valorizzare tali strutture e facilitarne la gestione con lo scopo:

  • di immergere a 360° gli utenti all’interno del bene storico;
  • di adottare soluzioni smart con cui facilitare l’utilizzo, la manutenzione e la gestione del bene.

L'uso del modello come strumento di conoscenza/valorizzazione

Il progetto BIM ReCulT ha mirato contestualmente allo sviluppo di applicativi e piattaforme collaborative mediante i quali visualizzare e interrogare i modelli HBIM, opportunamente caricati sul server, attraverso un comune browser.

In tal modo si consente l’utilizzo di tale tecnologia da parte di qualsiasi utente, anche dei meno esperti, permettendo di interagire in tempo reale con il modello anche con un semplice dispositivo smart (es. tablet).

 bim recult 

I modelli HBIM potranno poi anche essere fruiti attraverso strumenti di realtà aumentata per offrire esperienze immersive, utili a sostenere politiche d'incentivazione e valorizzazione del settore dei beni culturali.

Il caso studio

Il caso studio realizzato nel progetto BIM ReculT ha riguardato la chiesa di San Pietro in Vinculis a Napoli; l’attività è stata finalizzata alla digitalizzazione degli elementi caratterizzanti l'edificio.

Il progetto ha previsto la strutturazione e la creazione di:

  • oggetti HBIM;
  • schede informative;
  • una piattaforma collaborativa per la gestione condivisa del processo.

Sulla base dei dati documentari acquisiti mediante rilievo laser scanner, fotogrammetrico digitale e SLAM, il modello è stato gestito interamente in ambiente BIM.

Il premio

Il BIM&Digital Awards si pone come obiettivo principale la promozione di opere, progetti, tesi, ricerche e applicazioni innovative nel settore delle tecnologie digitali (BIM, ma non solo).

Il progetto 'H-BIM tools, la piattaforma collaborativa Web-based & HistoricBIM Toolbar' è risultato vincitore nella categoria 'Tecnologie digitali per il processo costruttivo'.

 

 

Per maggiori informazioni:
ACCA software S.p.A.
Contrada Rosole 13 
83043 Bagnoli Irpino (AV)
tel. 0827/69504
fax 0827/601235
info@acca.it
www.acca.it

Dalla redazione

  • Catasto e registri immobiliari
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia e immobili

Il riesame della valutazione immobiliare

Con l’introduzione della Norma UNI 11558/14, della Norma UNI 11612/16 e delle linee guida dell’ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, oltre naturalmente la Direttiva 2014/17/EU dell'Unione Europea e il Decreto Legislativo n. 72 del 21 aprile 2016, gli standard internazionali di stima sono diventati una realtà in pratica cogente anche nel nostro paese. Il controllo della loro effettiva applicazione da parte dei periti è stato demandato, sino a oggi con scarso successo pratico, alle banche. A latere esiste però uno strumento operativo il cui approfondimento e la costante applicazione potrebbe innescare una veloce penetrazione nel nostro paese dell’uso degli standard, oggi ignorato o disatteso da oltre il 90% dei valutatori immobiliari: il riesame della valutazione immobiliare.
A cura di:
  • Graziano Castello
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Aree urbane
  • Edilizia e immobili

La rigenerazione urbana ai tempi della pandemia

Di seguito un tentativo di riflessione sul futuro possibile della rigenerazione, urbana e territoriale, e sulla portata delle eterogenee norme inserite nell’articolo 10 del Decreto Semplificazione, alcune delle quali hanno prodotto reazioni eccessive, lasciando contemporaneamente insoluti aspetti significativi della pianificazione urbanistica e dei procedimenti edilizi.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Aree urbane
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Pianificazione dei trasporti alla scala urbana. Dal piano urbano di traffico (PUT) al piano urbano della mobilità (PUM) al piano urbano per la mobilità sostenibile (PUMS). Parte III

Il quadro di riferimento evolutivo dottrinario, normativo e procedurale. PARTE III: mobilità, sostenibilità, mobilità sostenibile. Paradigmi normativo-funzionali e tecnico-amministrativi per il governo integrato territorio-trasporti degli strumenti di piano settoriali di trasporto a scala urbana e metropolitana.
A cura di:
  • Francesco Guzzo
  • Francesco Saverio Capaldo
  • Gennaro Nasti
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Gli inquinanti sempre presenti negli ambienti domestici: fonti di inquinamento, effetti sulla salute, controllo

Il presente articolo sintetizza alcuni risultati relativi ad aspetti indagati e analizzati nella ricerca (“Sapienza” Università di Roma) “Innovative strategie di intervento e nuove tecnologie per la mitigazione delle problematiche di inquinamento ambientale indoor: individuazione di soluzioni tecnico-progettuali di riferimento per una efficace risposta tecnologico-ambientale degli edifici” (responsabile prof. Domenico D’Olimpio), le cui premesse sono state già pubblicate sul n.3/2019 dei Quaderni di Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Domenico D'Olimpio
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La sicurezza sismica degli edifici esistenti: quadro sintetico delle tecniche di intervento - Parte I

Nell'ambito dei possibili interventi per il miglioramento del comportamento antisismico di una struttura esistente, vengono sinteticamente elencate una serie di possibili soluzioni corredate da descrizioni delle finalità perseguite, sia per gli edifici in cemento armato che in muratura, con l'obiettivo di indirizzare il tecnico in fase di orientamento iniziale alla valutazione delle più opportune tecniche a seconda degli obiettivi specifici in termini di validità, costi e obiettivi che occorre perseguire.
A cura di:
  • Nicola Mordà
  • Carmine De Simone

Dalle Aziende

  • Informatica

Green Public Procurement: la Sostenibilità ambientale quale requisito obbligatorio per accedere alla detrazione fiscale Superbonus 110%

L’attività dei professionisti, chiamati all’applicazione del Green Public Procurement e quindi della sostenibilità ambientale anche per gli interventi che rientrano nell’ambito dei lavori privati. A stabilirlo è l’articolo 119 comma 1 lettera a) del Decreto Rilancio che impone, per i materiali isolanti, il rispetto dei criteri ambientali minimi quale requisito obbligatorio per usufruire delle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus e quindi applicabili alla più nota definizione Superbonus 110.
  • Informatica

Quali software preferire per la progettazione di edifici?

Facilità d’uso, affidabilità, performance, costi, integrazione: ecco cosa non può mancare al tuo software di progettazione architettonica
  • Informatica

Edifici a energia quasi zero: le novità!

Dal primo gennaio 2021 è obbligatorio progettare edifici a consumo zero, siano essi pubblici o privati.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme tecniche

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha certificato il primo sistema CRM: è RI-STRUTTURA di Fibre Net

A meno di un anno dall’ottenimento della Valutazione Tecnica Europea ETA (European Technical Assessment che attesta le prestazioni e l’idoneità all’impiego di un prodotto da costruzione in Comunità Europea) il sistema RI-STRUTTURA è oggi a tutti gli effetti il primo sistema CRM – Composite Reinforced Mortar – per uso strutturale certificato in Italia ai sensi del p.to 11.1 cap C del D.M.17.1.2018 e risulta, pertanto, conforme alle NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI 2018
  • Informatica

Esempio di analisi per Sisma Bonus di un edificio in muratura con Sismicad

Il calcolo strutturale di un edificio, necessario per gestire il sisma bonus, prevede diversi passi. Questo semplice caso di edificio in muratura fa riferimento alla norma per Sisma Bonus del DM 07/02/17, adotta le NTC 2018 e relativa Circolare esplicativa, e può aiutare a comprendere meglio l’approccio da adottare.
  • Informatica

I vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici con gli ottimizzatori di potenza

Massimizzare la produttività dell’impianto fotovoltaico ed aumentarne la flessibilità di progettazione. Scopri tutti i vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici anche con ottimizzatori con il software ACCA Solarius-PV
  • Informatica

Blumatica Detrazioni Fiscali: il software perfettamente in linea con il portale ENEA

ll software Blumatica per il calcolo e la gestione delle pratiche di detrazione fiscale, per gli interventi di risparmio energetico degli edifici è in linea con il portale ENEA.
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

PRO_SAP Raddoppia!

A partire dal 12 marzo 2020 2S.I. ha fornito gratuitamente licenze Start-up ai progettisti che non avevano la possibilità di recarsi in ufficio. Ora 2S.I. ha pensato a sconti speciali per l’acquisto di licenze aggiuntive.