12 2020

FAST FIND : RB1466

Scadenze fiscali per le imprese e i professionisti n. 12/2020

A cura di: STUDIO DE STROBEL - FORTI - Commercialisti associati, Revisori dei conti - 00195 Roma, Via Montello 20 - Email studio@studioassociatodestrobelforti.it - Tel. +39 06 3720440.
6949066 6949714
02/12/2020
6949066 6949715
Contratti di locazione ed affitto di beni immobili - Versamento imposta

Termine ultimo per il versamento dell’imposta di registro: 2 novembre 2020;

- sulle cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite di contratti di locazione, aventi effetto dal 2 novembre 2020;

- sui contratti pluriennali di locazione relativi ad immobili urbani, relativamente alle annualità successive alla prima con inizio dal 2 novembre 2020.

Entro tale termine deve provvedersi altresì alla registrazione del contratto presso l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate a cui va rilasciato l’attestato dell’avvenuto pagamento.

Art. 17, D.P.R. 26/04/1986, n. 131


6949066 6949716
10/12/2020
6949066 6949717
Modello 770/2020 - Trasmissione

(Scadenza originaria 31/10/2020 prorogata al 02/11/2020 dal momento che il 31 ottobre cadeva di sabato - PROROGA al 10.12.2020 disposta dall’art. 10, D.L. 137/2020)

Termine ultimo per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei sostituti d’imposta Modello 770/2020 contenente i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2019, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate, nonché il riepilogo dei crediti, nonché gli altri dati contributivi ed assicurativi richiesti.

Il Modello 770 deve essere inoltre utilizzato dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell’anno 2019 od operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni operate ed i crediti d’imposta utilizzati.

Art. 4, D.P.R. 22/07/1998, n. 322 e successive modificazioni


6949066 6949718
16/12/2020
6949066 6949719
IVA - Fatture di importo inferiore a € 300,00

Per le fatture relative ai beni e servizi acquistati nel corso del mese, di importo inferiore a € 300,00, può essere annotato, entro 15 giorni, con riferimento a tale mese ed in luogo di ciascuna, un documento riepilogativo nel quale devono essere indicati i numeri delle fatture, l’ammontare complessivo imponibile delle operazioni e l’ammontare dell’imposta, distinta secondo l’aliquota.

Risoluzione Agenzia Entrate n. 80/E/2012


6949066 6949720
IVA - Operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale

Entro il giorno 15 del mese successivo le operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale possono essere annotate, con riferimento a ciascuna giornata, in un’unica registrazione, indicando l’ammontare globale dei corrispettivi delle operazioni imponibili e delle relative imposte, nel registro previsto dall’art. 24 del D.P.R. n. 633/1972. In base all’art. 15 D.P.R. n. 435/2001 non è più obbligatorio allegare al registro stesso gli scontrini di chiusura giornaliera. La procedura è ammessa anche per le operazioni certificate da ricevute fiscali.

Circ. Agenzia Entrate 19/02/1997, n. 45/E


6949066 6949721
IVA - Fatturazione differita

Termine ultimo per emettere le fatture inerenti le cessioni di beni poste in essere nel corso del mese precedente, la cui consegna o spedizione risulti da documento idoneo a identificare i soggetti tra i quali è avvenuta l’operazione, oltre ad evidenziare la data e il numero dei documenti di trasporto di riferimento.

È possibile emettere fattura differita anche per le prestazioni di servizi, purché tali servizi siano adeguatamente documentati e la relativa fattura rechi il dettaglio delle operazioni.

La fattura differita deve essere annotata e deve concorrere alla liquidazione iva del mese precedente (mese di consegna del bene - effettuazione dell’operazione).

Art. 21, D.P.R. 26/10/1972, n. 633, comma 4


6949066 6949722
IVA - Versamento mensile

Termine ultimo per il versamento dell’imposta sul valore aggiunto sulla base della liquidazione relativa al mese precedente. Il versamento non dovrà essere effettuato se di importo inferiore a € 25,82 nel qual caso viene rinviato e sommato a quello del mese successivo.

Art. 1, D.P.R. 23/03/1998, n. 100, come sostituito dal D.P.R. 07/12/2001, n. 435, art. 11


6949066 6949723
IVA - Versamento mensile - Contribuenti mensili che affidano la contabilità a terzi

I contribuenti che affidano la contabilità a terzi possono optare per la liquidazione dell’IVA sulla base delle risultanze del secondo mese precedente.

Art. 1, D.P.R. 23/03/1998, n. 100, come sostituito dal D.P.R. 07/12/2001, n. 435, art. 11


6949066 6949724
Ritenuta sui redditi di lavoro dipendente e sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente

Termine ultimo per il pagamento della ritenuta a titolo di acconto (riferita al mese precedente) dell’imposta sul reddito delle persone fisiche dovuta dai percipienti, con obbligo di rivalsa.


6949066 6949725
Ritenuta sui redditi di lavoro autonomo e su altri redditi

Termine ultimo per il pagamento della ritenuta a titolo di acconto (riferita al mese precedente) dell’imposta sui compensi comunque denominati corrisposti, anche sotto forma di partecipazione agli utili, per prestazioni di lavoro autonomo, ancorché non esercitate abitualmente ovvero rese a terzi o nell’interesse di terzi o conseguenti l’assunzione di obblighi di fare, non fare o permettere, nonché della ritenuta a titolo d’imposta sui compensi di cui sopra corrisposti a soggetti non residenti.


6949066 6949726
Ritenuta sulle provvigioni inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento di affari

Termine ultimo per il pagamento della ritenuta a titolo di acconto (riferita al mese precedente) dell’imposta sulle provvigioni comunque denominate corrisposte per le prestazioni anche occasionali inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento di affari.

Art. 25-bis, D.P.R. 29/09/1973, n. 600


6949066 6949727
Ritenuta sui compensi per avviamento commerciale e sui contributi degli enti pubblici

Termine ultimo per il pagamento della ritenuta a titolo di acconto (riferita al mese precedente) dell’imposta sui compensi corrisposti per la perdita di avviamento in applicazione della legge 27 gennaio 1963, n. 19

Art. 28, D.P.R. 29/09/1973, n. 600


6949066 6949728
Addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche

Termine ultimo per il pagamento della addizionale regionale all’IRPEF applicata al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF e versata se per lo stesso anno ove risulti dovuta l’IRPEF.

Ogni singola Regione e Provincia autonoma può stabilirne l’aliquota entro i limiti fissati dalla legge statale.

Art. 52, D. Leg.vo 15/12/1997, n. 446


6949066 6949729
Addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche

Termine ultimo per il pagamento della addizionale comunale all’IRPEF applicata al reddito complessivo determinato ai fini dell’Irpef nazionale e dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima.

È facoltà di ogni singolo Comune istituirla, stabilendone l’aliquota e l’eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale.

Art. 52, D. Leg.vo 15/12/1997, n. 446


6949066 6949730
INPS - Contributi previdenziali e assistenziali

Termine ultimo per il versamento dei contributi relativi alle retribuzioni corrisposte nel mese precedente e per la richiesta dell’eventuale differenza a credito del datore di lavoro (conguaglio tra somme a debito per contributi ed eventuali trattenute ai lavoratori pensionati e somme a credito per assegni familiari, indennità di malattia e di maternità, rimborso retribuzione ai donatori di sangue, indennità per riposi giornalieri alle lavoratrici madri, integrazioni salariali, assegni per congedo matrimoniale, sgravi di oneri sociali ecc.).


6949066 6949731
INPS - Gestione separata - Contributo previdenziale

Termine ultimo per il versamento all’INPS del contributo previdenziale dovuto da parte dei committenti sui compensi corrisposti nel mese precedente.


6949066 6949732
Nuova imposta municipale propria (Nuova IMU) - Versamento a saldo

Termine ultimo per il versamento del saldo della nuova IMU per l’anno 2020. L’imposta è stata abolita per gli immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze, sempre se trattasi di categorie catastali non di lusso (cioè diverse da A/1, A/8 e A/9) dalla legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208)

Si ricorda che dal 2020 è stata prevista l’abolizione dell’Imposta unica comunale (IUC) nelle sue componenti relative all’Imposta municipale propria (IMU) ed al Tributo sui servizi indivisibili (TASI), e l’unificazione delle due imposte nella nuova IMU, mentre restano confermate le disposizioni relative alla Tassa sui rifiuti.

La nuova IMU prevedeva l’obbligo di versare come prima rata di acconto il 50% di quanto versato nel corso del 2019 a titolo di IMU e TASI. Per la TASI si prendeva il 50% dell’importo versato dal contribuente proprietario senza tenere conto della parte eventualmente versata dall’inquilino.

Con Circolare n. 1/DF del Dipartimento delle Finanze venivano disciplinate due ipotesi particolari:

- Immobile ceduto nel corso del 2019: in questi casi l’acconto non era dovuto.

- Immobile acquistato nel corso del primo semestre 2020: in questo caso l’acconto non sarebbe stato dovuto utilizzando il metodo storico, tuttavia il MEF apriva alla possibilità di utilizzare il metodo previsionale e quindi di versare sulla base dei mesi di possesso nel corso del primo semestre 2020 utilizzando le aliquote in vigore nel 2019, sempre che non fossero già state deliberate le aliquote 2020 dal Comune;

Art. 13, D.L. 06/12/2011, n. 201 (L. 22/12/2011, n. 214)

Art. 17, D. Leg.vo 09/07/1997, n. 241


6949066 6949733
21/12/2020
6949066 6949734
CONAI - Dichiarazione mensile

Termine ultimo per i produttori e gli importatori di imballaggi per la presentazione della dichiarazione periodica inerente al mese precedente, contenente il dettaglio evidenziante il numero e la data di protocollo delle bolle doganali e per il versamento del contributo ambientale prelevato o dovuto per il mese precedente.

Gli importi calcolati vanno comunicati al CONAI mediante i moduli predisposti dal consorzio (uno per materiale).

Si ricorda che la dichiarazione mensile è obbligatoria in presenza di un contributo ambientale dovuto, per singolo materiale, di importo superiore a € 31.000,00 nell’anno precedente.

Gli importi che risultano dalla dichiarazione devono essere versati entro 90 giorni.

D. Leg.vo 03/04/2006, n. 152


6949066 6949735
28/12/2020
6949066 6949736
Acquisti/Cessioni intracomunitari - Elenchi mensili

Termine ultimo per la presentazione, ove dovuta, degli elenchi Intrastat (acquisti e vendite intracomunitari) relativi al mese precedente.


6949066 6949737
IVA - Versamento acconto

Termine ultimo per imprese ed esercenti arti e professioni in regime IVA per la liquidazione ed il versamento dell’acconto IVA 2020.

Normativa Collegata: L. 29/12/1990, n. 405, art. 6, co. 2



6949066 6949738
NOTA DI AGGIORNAMENTO

IL CALENDARIO FISCALE A SEGUITO DELLE SOSPENSIONI/CANCELLAZIONI RECATE DAL DECRETO RISTORI (D.L. 137/2020) E DAL DECRETO RISTORI BIS (D.L. 149/2020)


1. IMU: Cancellazione della seconda rata

L’art. 9 del D.L. 28 ottobre 2020, n. 137 ha disposto che “in considerazione degli effetti connessi all’emergenza epidemiologica da COVID-19, per l’anno 2020, non è dovuta la seconda rata dell’imposta municipale propria (IMU) di cui all’articolo 1, commi da 738 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, concernente gli immobili e le relative pertinenze in cui si esercitano le attività indicate nella tabella di cui all’allegato 1 al presente decreto, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.”

L’esenzione della seconda rata dell’IMU è quindi prevista per gli immobili e le relative pertinenze in cui si svolgono le attività interessate dalle limitazioni o dalle chiusure dettate dal DPCM del 24 ottobre 2020, a condizione che il proprietario sia gestore delle attività esercitate negli immobili in questione.


2. L’art. 7 D.L. 149/2020 ha disposto la sospensione dei termini che scadevano il 16/11/2020 riferiti ai versamenti:

- delle ritenute alla fonte di cui agli articoli 23 e 24 D.P.R. 600/1973 (ritenute sui redditi di lavoro dipendente e sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente) e delle trattenute relative alle addizionali regionali e comunali;

- dell’IVA;

a favore dei:

- soggetti che esercitano le attività economiche sospese, su tutto il territorio nazionale, ai sensi del P.C.M. 03.11.2020 (es. palestre, piscine, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche e sale da ballo, cinema e teatri);

- soggetti che svolgono le attività dei servizi di ristorazione aventi domicilio fiscale, sede legale o operativa nelle “zone arancioni” e nelle “zone rosse”;

- soggetti che operano nei settori economici individuati nell’allegato 2 al Decreto Ristori bis, oppure esercitano attività alberghiera, attività di agenzia di viaggio o quella di tour operator, che hanno domicilio fiscale, sede legale o operativa nelle cosiddette “zone rosse”.


NUOVA SCADENZA: I versamenti sospesi devono essere effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, entro il 16.03.2021 in unica rata o in quattro rate mensili di pari importo a partire dal 16.03.2021.


3. L’art. 11 D.L. 149/2020 ha disposto la sospensione dei versamenti relativi ai contributi previdenziali ed assistenziali che scadevano il 16.11.2020.

In sintesi:


Soggetti interessati

Condizione: Area geografica

Differimento termine

Datori di lavoro che esercitano le attività di cui all’allegato 1

Intero territorio nazionale

Contributi previdenziali (no Inail) dal 16.11.2020 al 16.03.2021

Datori di lavoro che esercitano le attività di cui all’allegato 2

- Territori delle “zone rosse”

- Estensione ai territori delle “zone arancioni” operata dalla Circolare INPS 128/2020

Contributi previdenziali (si Inail) dal 16.11.2020 al 16.03.2021


4. L’art. 13 d.l. 137/2020 ha disposto la sospensione dei versamenti relativi ai contributi previdenziali e dei premi inail in scadenza il 16.12.2020

In sintesi:


Soggetti interessati

Condizione: Area geografica

Differimento termine

Datori di lavoro interessati dalle limitazioni recate dal DPCM 24.10.2020

Intero territorio nazionale

Contributi previdenziali (si Inail) dal 16.12.2020 al 16.03.2021


5. L’art. 98 D.L. 104/2020 (cosiddetto “decreto agosto”) ha disposto il differimento del termine di versamento della seconda rata degli acconti IRPEF, IRES ed IRAP 2020

L’art 6 D.L. 149/2020 ha esteso il beneficio, inizialmente previsto per i soggetti ISA che avevano subito nel primo semestre 2020 una riduzione di almeno il 33% del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019, a quei soggetti che, indipendentemente dalla dimostrazione dell’intervenuto calo del 33% di fatturato:

- operano nei settori economici individuati negli allegati 1 e 2 del D.L. 149/2020 ed hanno domicilio fiscale o sede operativa nelle “zone rosse”;

- esercitano l’attività di gestione di ristoranti nelle “zone arancioni”.


NUOVA SCADENZA: 30.04.2021

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica

Finanziamenti per la costruzione di scuole innovative nei comuni con meno di 5.000 abitanti

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia scolastica
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Finanziamenti per messa in sicurezza di palestre e mense scolastiche

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Finanziamenti alle città per interventi di adattamento ai cambiamenti climatici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Efficienza e risparmio energetico

Finanziamenti per interventi di efficienza energetica e risparmio idrico su edifici pubblici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Impiantistica

Lombardia: contributi agli enti locali per la sostituzione di caldaie inquinanti

A cura di:
  • Anna Petricca