FAST FIND : FL6098

Flash news del
23/11/2020

Superbonus 110% e cappotto termico dall’interno: quando è possibile

La detrazione del 110% è applicabile negli edifici vincolati anche senza intervento trainante, purché vi sia miglioramento energetico dell’intero edificio. In questi casi, pertanto, è applicabile l’isolamento termico dall’interno. Analisi degli altri casi in cui è possibile (non lo è) eseguire l'isolamento termico dall'interno.

APPLICABILITÀ DEL SUPERBONUS AGLI EDIFICI VINCOLATI -A tal riguardo rileva la norma prevista dal comma 2, art. 119 del D.L. 34/2020 (“Decreto Rilancio”), dove si prevede che - nel caso in cui un edificio sia sottoposto ad almeno uno dei vincoli previsti dal D. Leg.vo 42/2004 (“Codice dei beni culturali e del paesaggio”) o gli interventi trainanti di efficientamento energetico siano vietati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali, è possibile effettuare direttamente un intervento trainato anche in assenza del trainante.
Ciò a condizione che l’intervento trainato (o l’insieme degli interventi trainati effettuati nell’edificio), porti comunque a un miglioramento minimo di due classi energetiche in relazione all’intero edificio (oppure al conseguimento della classe energetica più alta, la A4, per gli edifici che siano già in A3).
In altri termini, in tutte le situazioni in cui sull’edificio vincolato è possibile compiere l’intervento trainato senza l’intervento trainante, il salto di classe energetica deve comunque riguardare tutto l’edificio e non solo
la singola unità immobiliare.

CAPPOTTO TERMICO DALL’INTERNO IN EDIFICIO VINCOLATO - Dalla possibilità per gli edifici vincolati di effettuare l’intervento trainato sulla singola unità immobiliare in assenza di trainante, discende direttamente che nell’ambito dei predetti interventi trainati, e nel rispetto di tutti i requisiti previsti dalla norma agevolativa, possa rientrare anche l’installazione del cappotto termico dall’interno (inteso come intervento interessante l’involucro edilizio in misura inferiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio).
Tale possibilità è stata confermata dal Direttore dell’Agenzia delle entrate Avv. Ernesto Maria Ruffini durante l'Audizione sul tema del “Superbonus” svoltasi il 18/11/2020 (vedi allegato).

CAPPOTTO TERMICO DALL’INTERNO IN EDIFICIO NON VINCOLATO - Diversa è la situazione del cappotto termico interno sulla singola unità immobiliare, se l’edificio non è vincolato. Si tratta del particolare caso in cui l’intervento trainante di isolamento termico dell’involucro edilizio sia compiuto sulla singola unità immobiliare in condominio non funzionalmente indipendente, agendo quindi sulle sole parti comuni perimetrali riferite alla singola unità immobiliare.
In questo caso non si tratta di un intervento “trainato” come avviene per l’edificio vincolato, ma di un vero e proprio intervento “trainante” sulle parti comuni dell’edificio, che può essere eseguito anche sulle sole parti riferite alla singola unità immobiliare non funzionalmente autonoma sita in edificio plurifamiliare, nel rispetto di stringenti condizioni, e cioè:
- che venga compiuto su almeno un quarto della superficie disperdente lorda dell’intero edificio;
- che garantisca comunque il miglioramento minimo di due classi energetiche, o il conseguimento della classe energetica più alta, con riferimento all’intero edificio;
- che sia autorizzato dall’assemblea di condominio, dato che viene effettuato su parti comuni condominiali (seppure riferite alla singola unità immobiliare).
Si vedano in proposito:
- Superbonus 110% su singola unità immobiliare in condominio: come e quando
- Superbonus 110% e intervento su lastrico solare in condominio)

Ne segue che in questi casi, trattandosi di intervento trainante da eseguirsi sulle parti comuni, non è consentito sostituirlo con un intervento di isolamento termico dall’interno, che non sarebbe con tutta evidenza eseguito sulle parti comuni come prescritto dalla norma. In tal senso si è già espressa l’Agenzia delle entrate, con l’Interpello 24/09/2020, n. 408.

A giudizio di chi scrive - argomentando dalle conclusioni cui si è giunti qui sopra - se invece l'intervento trainante di isolamento termico deve essere fatto su edificio unifamiliare o unità immobiliare autonoma, è ammissibile l'isolamento dall'interno, poiché in questo limitato caso non sussiste l'obbligo di effettuare l'intervento sulle parti comuni.

CATEGORIE CATASTALI ESCLUSE - Si ricorda in ogni caso che il Superbonus è esclluso per immobili appartenenti alle seguenti categorie catastali:
- A/1: abitazioni di tipo signorile;
- A/8: Abitazioni in ville;
- A/9: castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici non aperti al pubblico.

Dalla redazione