FAST FIND : CM1158

Le potenzialità del modello BIM e di una piattaforma a servizio dell’emergenza Covid-19

Da ACCA un interessante progetto, in cui viene applicata la metodologia BIM per ottenere il modello costruttivo degli ospedali per la terapia intensiva.
ACCA SOFTWARE

 

 

Il Covid-19 avrà impatti pesantissimi e senza precedenti su diversi ambiti della nostra vita, da quello sociale a quello economico. Tuttavia questa situazione di emergenza ci sta offrendo la grande opportunità di accelerare nella sperimentazione di soluzioni innovative.

ACCA, in collaborazione con alcuni utenti, ha realizzato con Edificius un modello BIM del progetto CURA per il trattamento delle patologie respiratorie, supportandosi con la piattaforma usBIM.platfom, per sfruttarne le funzionalità avanzate di ambiente di condivisione di dati ed applicazioni integrate per gestire il modello BIM in formato IFC-Open BIM.

Inoltre ha reso il modello BIM disponibile a tutti per la navigazione online caricandolo sulla piattaforma BIM VOYAGER.

Il progetto CURA e l’esperienza di ACCA

Il progetto CURA (Connected Units for Respiratory Ailments) è un’iniziativa internazionale open source che propone il riutilizzo di container per creare unità di terapia intensiva compatte, da installare rapidamente in qualsiasi città del mondo, in risposta alle situazioni d’emergenza (come quella appunto del Covid-19).

L’idea ci ha colpiti ed abbiamo voluto da subito implementare questo straordinario progetto trasformando un semplice modello 3D in un modello BIM!

Con Edificius, il software BIM per la progettazione architettonica, è stato modellato rapidamente il modulo base, completo di impianti, arredi e persino di personaggi animati che simulano un’interazione medico-paziente e restituiscono una visione dinamica della scena.

Il modulo base è replicabile in base alle esigenze, ricreando così un’organizzazione completa e autosufficiente.

È stata realizzata una composizione “a pettine” con:

  • ingresso con zona filtro esterno-interno
  • blocco con servizi per il personale ospedaliero (bagni, spogliatoi, ecc.)
  • ambienti per la sanificazione
  • ingresso pazienti
  • ingresso all’area della terapia intensiva
  • terapia intensiva
  • area riposo per il personale
  • collegamenti orizzontali realizzati con elementi gonfiabili.

Tutti i percorsi sono stati studiati per evitare il rapporto diretto tra ambienti interni e ambienti esterni e limitare la possibilità di contagio.

La modellazione BIM degli impianti è stata realizzata agevolmente con Edificius-MEP: definite le tipologie di impianti da realizzare, gli oggetti da utilizzare (tubazioni e condotti, valvole, apparecchiature, griglie) sono stati scelti dalla Libreria Oggetti BIM.

In tempi rapidissimi si è riusciti ad ottenere un modello BIM esecutivo, completo di tutte le informazioni utili all’intero ciclo di vita del manufatto.

Con questo esempio, abbiamo sperimentato noi stessi che il BIM può migliorare il lavoro dei professionisti anche in tempi di emergenza, ottimizzando i tempi della progettazione, semplificando le operazioni di scambio tra professionisti ma soprattutto, assicurando un controllo costante su tutti i processi edilizi che interessano il manufatto.

La metodologia BIM, dunque, dà un apporto fondamentale anche alla progettazione di ospedali e strutture ideate per fronteggiare qualsiasi tipo d’emergenza, permettendo:

  • tempi rapidi di realizzazione
  • gestione condivisa del modello
  • collaborazione anche “a distanza”
  • gestione dell’intero ciclo di vita del manufatto
  • rapidità di modifica del modello e di tutte le informazioni ad esso associate.

 

Naviga il modello con un solo modulo base

Naviga il modello completo

 

 

 

 




  

Per maggiori informazioni:
ACCA software S.p.A.
Contrada Rosole 13 
83043 Bagnoli Irpino (AV)
tel. 0827/69504
fax 0827/601235
info@acca.it
www.acca.it

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili

La riforma del Testo unico dell’edilizia, riflessioni e considerazioni

Alcune riflessioni e considerazioni di commento in merito alla revisione del Testo unico dell’edilizia in corso ed alle prime indiscrezioni in merito ai contenuti della bozza su cui l’apposita Commissione è al lavoro.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dove getto i rifiuti?

Un breve excursus su come, in Giappone, abbiano affrontato (e risolto) l’annoso problema della raccolta dei rifiuti urbani, tratto dalla tesina d’esame di una brillante, giovanissima, studentessa.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Cemento armato

I sistemi costruttivi a pareti portanti ICF (Insulating Concrete Forms)

Questo contributo fornisce alcune informazioni di base sui sistemi costruttivi a pareti portanti in cemento armato ICF (Insulating Concrete Forms) offrono la possibilità di realizzare pareti e solai mediante casserature isolanti “a perdere”, autoportanti, realizzate in polistirolo, che sfruttano la resistenza offerta da quest’ultimo per contenere il calcestruzzo fluido fino alla sua completa maturazione, che avviene in condizioni ottimali di umidità e di temperatura.
A cura di:
  • Cristian Angeli
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia residenziale
  • Norme tecniche

Progettare la tenuta all’aria nelle costruzioni in legno

Nelle costruzioni in legno spesso l’esecuzione dei lavori è molto più importante dei calcoli progettuali: garantire all’edificio un’elevata ermeticità, ovvero essere privo di spifferi, è naturalmente di primaria importanza. Ogni perdita rappresenta un difetto costruttivo, un dettaglio non correttamente analizzato a livello progettuale o non realizzato secondo le indicazioni del tecnico ed è fonte di diverse problematiche più o meno gravi. Questo contributo, riferito al caso specifico delle strutture in legno, illustra i diversi modi con cui può essere garantita la tenuta all’aria, a seconda che si stia lavorando su pareti a telaio, X-Lam o altri sistemi costruttivi.
A cura di:
  • Franco Piva
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Catasto e registri immobiliari

Il valutatore immobiliare di livello avanzato ai sensi della norma UNI 11558 e la prassi UNI PdR 19/2016

Sia la Norma UNI 11558:2014 che l’UNI PdR 19:2016 prevedono, per quanto attiene la certificazione del Valutatore Immobiliare, due livelli distinti di competenza in materia: il valutatore di livello base e il valutatore di livello avanzato. La differenza tra i due livelli viene sostanzialmente stabilita – dalle predette norme – su un discrimine di mera conoscenza dei metodi di stima. Il valutatore base è tenuto a conoscere i metodi di valutazione basati sul confronto di mercato, sulla capitalizzazione diretta e sul criterio del costo, mentre il valutatore avanzato è tenuto a conoscere tutti i metodi di stima (compresi, quindi, quello del valutatore base) inclusi i metodi definibili come “complessi”.
A cura di:
  • Graziano Castello

Dalle Aziende

  • Costruzioni in zone sismiche
  • Informatica
  • Norme tecniche

Classificazione del Rischio Sismico e documentazione per l’accesso al “Sisma Bonus 110%”

La stima della vulnerabilità degli edifici esistenti rappresenta, sicuramente, un problema di particolare importanza per il territorio italiano, dove una parte considerevole del patrimonio architettonico è stato realizzato antecedentemente all'entrata in vigore delle norme antisismiche.
  • Informatica

Sismicad 12.16: migliora il dialogo con Revit

Sismicad 12.16 migliora ancora lo scambio di informazioni con Revit in import ed export. Attraverso il plugin di Revit è possibile importare un lavoro di Sismicad con tutte le armature in famiglie native, ovvero elementi modificabili al suo interno. Un altro passo avanti per gestire la fase di progettazione con logiche BIM, in modo sempre più agile.
  • Edilizia e immobili

Otto milioni di italiani in case con problemi strutturali o di umidità, uno su dieci in abitazioni con inquinamento acustico

Con il Covid-19 arriva la rivoluzione del concetto di casa: gli spazi cambiano e c’è più attenzione alla salubrità degli ambienti interni per tutelare la salute. Nascono una nuova cultura del costruire e una nuova filosofia dell’abitare, protagoniste di SAIE, la fiera delle costruzioni.
  • Edilizia e immobili
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Ospedali e strutture sanitarie

Phonolook presso la palestra di Arino di Dolo

Un altro lavoro di miglioramento acustico è stato portato a termine grazie a Phonolook
  • Edilizia e immobili

SAIE 2020 è confermata: ecco le linee guida per la sicurezza.

SAIE - La Fiera delle Costruzioni. Progettazione, edilizia, impianti - (BolognaFiere 14 – 17 ottobre 2020) è confermata ed è pronta per la ripartenza.
  • Informatica

SuperBonus 110%: occasione di rilancio per l'edilizia e sfida per l'innovazione e la digitalizzazione del settore

Per cogliere appieno l’importante opportunità offerta dal SuperBonus sono richiesti requisiti tecnici che impongono elevati standard in termini di competenza tecnica e sinergia. Per ottenere il massimo lavora con il leader italiano del software per l’edilizia!
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

PRO_SAP e muratura armata

La muratura armata è una tecnologia che sta prendendo sempre più piede grazie al fatto che coniuga la sicurezza strutturale alle alte prestazioni termiche, inoltre ha ottima durabilità e non presenta le note problematiche di verifica dei nodi dei telai in CA che sono sorte con le recenti NTC 2018.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Prove di carico: il carico distribuito

Prove statiche su strutture orizzontali tramite carichi distribuiti