FAST FIND : AR1709

Ultimo aggiornamento
05/04/2020

Scadenzario fiscale termini rinviati o sospesi per l’emergenza Coronavirus

TABELLA RIEPILOGATIVA - SOSPENSIONE TERMINI DAL 21/02/2020 NELLE PRIME “ZONE ROSSE” - SOSPENSIONE DAL 02/03/2020 PER LE CATEGORIE DI SOGGETTI PIÙ COLPITE - SOSPENSIONE ADEMPIMENTI PER TUTTI I CONTRIBUENTI DAL 08/03/2020.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
6263669 6272405
PREMESSA

Sono qui trattate tutte le disposizioni recanti rinvii di adempimenti e versamenti fiscali previsti per far fronte all’emergenza Coronavirus (Covid-19).

Per i provvedimenti di riferimento, a parte quelli direttamente qui richiamati, si veda:

Per tutto quanto non espressamente rientrante nella sospensione dei termini di seguito indicata, continuano a valere le ordinarie scadenze fiscali, per le quali si rinvia a



6263669 6272406
TABELLA RIEPILOGATIVA

Questa tabella riepiloga i rinvii e le sospensioni di termini finora disposti, che sono poi trattati con maggiore dettaglio nei paragrafi successivi.


PER CHI

COSA

PERIODO

Tutti i soggetti (persone fisiche e non) residenti o aventi sede nei Comuni indicati nell’Allegato 1 al D.P.C.M. 23/02/2020 (Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; Regione Veneto: Vò).

Versamenti e adempimenti tributari e ritenute alla fonte.

Tra il 21/02/2020 e il 31/03/2020, con recupero a partire da maggio 2020.

Soggetti indicati all’art. 8 del D.L. 9/2020 e all’art. 61 del D.L. 18/2020.

Ritenute alla fonte; contributi previdenziali e assistenziali; premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro; versamenti IVA.

Dal 02/03/2020 fino:

- al 30/04/2020 per ritenute, contributi e premi (31/05 per alcuni soggetti);

- fino alla fine di marzo per i versamenti IVA.

Recupero a partire da maggio 2020 (giugno per alcuni soggetti).

Tutti i soggetti (persone fisiche e non) residenti o aventi sede in Italia.

Adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale.

Dal 08/03/2020 al 31/05/2020, con recupero entro il 30/06/2020.

Imprese e professionisti con giro d’affari (ricavi o compensi) non superiore a 2 milioni di Euro.

Ritenute alla fonte; contributi previdenziali e assistenziali; premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro; versamenti IVA.

Dal 08/03/2020 al 31/05/2020, con recupero a partire da maggio 2020.

Imprese e professionisti con giro d’affari (ricavi o compensi) non superiore a 400.000 di Euro.

Non assoggettamento dei compensi a ritenute d’acconto su redditi di lavoro autonomo e provvigioni.

Somme percepite tra il 17/03/2020 e il 31/03/2020, con recupero a partire da maggio 2020.



6263669 6272407
SOSPENSIONE TERMINI DAL 21/02/2020 NELLE PRIME “ZONE ROSSE”

Il D. Min. Economia e Fin. 24/02/2020 (G.U. 26/02/2020, n. 48) ha previsto la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari e delle ritenute alla fonte - inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli atti previsti dall’art. 29 del D.L. 78/2020 - scadenti nel periodo compreso tra il 21/02/2020 e il 31/03/2020, in favore di tutti i soggetti, persone fisiche e non che al 21/02/2020 avevano la residenza o la sede nei Comuni indicati nell’Allegato 1 al D.P.C.M. 23/02/2020 (Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; Regione Veneto: Vò).


Ai sensi dell’art. 62 del D.L. 18/2020, comma 5, i versamenti sospesi possono essere effettuati;

- in unica soluzione, entro il 31/05/2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, il termine scade il 30/06/2020), senza applicazione di sanzioni e interessi;

- scaglionati fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, le rate decorrono dal mese di giugno 2020).



6263669 6272408
SOSPENSIONE DAL 02/03/2020 PER LE CATEGORIE DI SOGGETTI PIÙ COLPITE

Ai sensi del combinato disposto tra l’art. 8 del D.L. 9/2020 e l’art. 61 del D.L. 18/2020, si prevede la sospensione, a far data dal 02/03/2020 compreso, dei seguenti adempimenti:

a) versamenti delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, di cui agli artt. 23 e 24 del D.P.R. 600/1973, in scadenza fino al 30/04/2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, la sospensione riguarda i termini in scadenza fino al 31/05/2020);

b) adempimenti e versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, in scadenza fino al 30/04/2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, la sospensione riguarda i termini in scadenza fino al 31/05/2020);

c) versamenti IVA in scadenza nel mese di marzo 2020.

Ai sensi dell’art. 61 del D.L. 18/2020, comma 4, questi versamenti possono essere effettuati;

- in unica soluzione, entro il 31/05/2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, il termine scade il 30/06/2020), senza applicazione di sanzioni e interessi;

- scaglionati fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020 (per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, le rate decorrono dal mese di giugno 2020).


La sospensione opera in favore dei seguenti soggetti:

- imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator, che abbiano domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Italia;

- federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche N1, nonché soggetti che gestiscono stadi, impianti sportivi, palestre, club e strutture per danza, fitness e culturismo, centri sportivi, piscine e centri natatori;

- soggetti che gestiscono teatri, sale da concerto, sale cinematografiche, ivi compresi i servizi di biglietteria e le attività di supporto alle rappresentazioni artistiche, nonché discoteche, sale da ballo, nightclub, sale gioco e biliardi;

- soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse, ivi compresa la gestione di macchine e apparecchi correlati;

- soggetti che organizzano corsi, fiere ed eventi, ivi compresi quelli di carattere artistico, culturale, ludico, sportivo e religioso;

- soggetti che gestiscono attività di ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e pub;

- soggetti che gestiscono musei, biblioteche, archivi, luoghi e monumenti storici, nonché orti botanici, giardini zoologici e riserve naturali;

- soggetti che gestiscono asili nido e servizi di assistenza diurna per minori disabili, servizi educativi e scuole per l’infanzia, servizi didattici di primo e secondo grado, corsi di formazione professionale, scuole di vela, di navigazione, di volo, che rilasciano brevetti o patenti commerciali, scuole di guida professionale per autisti;

- soggetti che svolgono attività di assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili;

- aziende termali e centri per il benessere fisico;

- soggetti che gestiscono parchi divertimento o parchi tematici;

- soggetti che gestiscono stazioni di autobus, ferroviarie, metropolitane, marittime o aeroportuali;

-soggetti che gestiscono servizi di trasporto merci e trasporto passeggeri terrestre, aereo, marittimo, fluviale, lacuale e lagunare, ivi compresa la gestione di funicolari, funivie, cabinovie, seggiovie e ski-lift;

- soggetti che gestiscono servizi di noleggio di mezzi di trasporto terrestre, marittimo, fluviale, lacuale e lagunare;

- soggetti che gestiscono servizi di noleggio di attrezzature sportive e ricreative ovvero di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli;

- soggetti che svolgono attività di guida e assistenza turistica;

- organizzazioni non lucrative di utilità sociale, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale.


6263669 6272409
Chiarimenti sule attività coinvolte

La Risoluzione Agenzia entrate 18/03/2020, n. 12/E Visualizza PDF , riporta a titolo indicativo i codici ATECO riconducibili alle attività sopra elencate. Ulteriori indicazioni a proposito dei codici ATECO sono contenuti anche nella Risoluzione Agenzia entrate 21/03/2020, n. 14/E Visualizza PDF

La Circolare Agenzia entrate 03/04/2020, n. 8/E Visualizza PDF , ha chiarito in proposito (punti 1.2 e 1.3) che:

- per poter beneficiare della sospensione in esame, è necessario che le attività rientranti tra quelle oggetto di sospensione siano svolte in maniera prevalente rispetto alle altre esercitate dalla stessa impresa (intendendosi per tali quelle da cui deriva, nell’ultimo periodo d’imposta per il quale è stata presentata la dichiarazione, la maggiore entità dei ricavi o compensi);

- le sospensioni previste dall’art. 61 del D.L. 18/2020 possono riguardare anche soggetti che svolgono attività non espressamente riconducibili ai codici ATECO indicati nelle richiamate risoluzioni. Ciò a condizione che la propria attività sia riconducibile nella sostanza a una delle categorie economiche indicate.



6263669 6272410
SOSPENSIONE ADEMPIMENTI PER TUTTI I CONTRIBUENTI dal 08/03/2020

Il comma 1 dell’art. 62 del D.L. 18/2020 sospende per tutti i soggetti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa in Italia gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale in scadenza nel periodo compreso tra il 08/03/2020 e il 31/05/2020.

Ai sensi dell’art. 62 del D.L. 18/2020, comma 6, questi adempimenti (ad esempio la dichiarazione IVA) possono essere effettuati entro il 30/06/2020, senza applicazione di sanzioni.


Il comma 2 dell’art. 62 del D.L. 18/2020 dispone che per imprese e professionisti con giro d’affari (ricavi o compensi) non superiore a 2 milioni di Euro, sono sospesi i versamenti da autoliquidazione che scadono nel periodo compreso tra il 08/03/2020 e il 31/05/2020, relativi a:

- ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilato (artt. 23 e 24 del D.P.R. 600/1973) e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale;

- IVA (per i soggetti con domicilio o sede nelle province di Bergamo, Cremona, Lodi e Piacenza, la sospensione dell’IVA opera anche se il giro d’affari è superiore a 2 milioni di Euro);

- contributi previdenziali e assistenziali e premi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro.


Ai sensi dell’art. 62 del D.L. 18/2020, comma 5, i versamenti sospesi possono essere effettuati;

- in unica soluzione, entro il 31/05/2020, senza applicazione di sanzioni e interessi;

- scaglionati fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.


La Circolare Agenzia entrate 03/04/2020, n. 8/E Visualizza PDF , ha chiarito in proposito (punti 1.12 e 1.21) che la sospensione degli adempimenti fiscali comprende anche la registrazione degli atti, e pertanto chi se ne avvale può temporaneamente omettere anche il versamento della relativa imposta di registro. Vedi Sospensione adempimenti fiscali: chi non registra l’atto può sospendere anche l’imposta.



6263669 6272411
NON APPLICAZIONE RITENUTE AI SOGGETTI SOTTO 400.000 EURO

Il comma 7 dell’art. 62 del D.L. 18/2020 dispone che - per imprese e professionisti con giro d’affari (ricavi o compensi) non superiore a 400.000 Euro - i ricavi e i compensi percepiti tra il 17/03/2020 e il 31/03/2020 non sono assoggettati da parte del sostituto d'imposta alle ritenute d'acconto sui redditi di lavoro autonomo nonché sulle provvigioni inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento di affari (artt. 25 e 25-bis del D.P.R. 600/1973).

Tale agevolazione è applicabile a condizione che nel mese precedente i soggetti in questione non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.


I soggetti che si avvalgono della opzione sopra citata devono:

1) rilasciare un’apposita dichiarazione dalla quale risulti che i ricavi e compensi non sono soggetti a ritenuta ai sensi della disposizione in esame;

2) effettuare i relativi versamenti:

- in unica soluzione, entro il 31/05/2020, senza applicazione di sanzioni e interessi;

- scaglionati fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.



legislazionetecnica.it

Riproduzione riservata

Dalla redazione

Emergenza sanitaria coronavirus: rassegna stampa per professionisti e imprese

Rassegna dei principali articoli della stampa specializzata su: CONTRATTI PUBBLICI, CANTIERI, SICUREZZA (Contratti pubblici; Lavori e cantieri; Sicurezza sul lavoro) - INCENTIVI E AGEVOLAZIONI (Mutui; Contributi e incentivi a lavoratori autonomi e professionisti; Contributi a lavoratori dipendenti e CIG; Locazioni; Fisco, sospensione adempimenti e versamenti; Regolarità contributiva e DURC; Garanzie e contributi alle imprese) - VARIE (Condominio; Sospensione procedimenti e processi; Rinvio scadenze ambientali; Adempimento nei contratti privati; Privacy).
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Coronavirus (Covid-19) - Tutti i provvedimenti

Tutti i provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza sanitaria (Coronavirus Covid-19): STATO DI EMERGENZA - DECRETI LEGGE - DECRETI E DELIBERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - ORDINANZE DI PROTEZIONE CIVILE - ORDINANZE E CIRCOLARI DEL MINISTERO DELLA SALUTE - PROVVEDIMENTI DI MINISTERI E AMMINISTRAZIONI (Ministero dell’economia e finanze e Agenzia delle entrate; Ministero del lavoro; Ministero dello svilupppo economico) - PROVVEDIMENTI DELL’ANAC.
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Fisco e Previdenza
  • Lavoro e pensioni

La responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore negli appalti pubblici e privati

DISCIPLINA DELLA SOLIDARIETÀ RETRIBUTIVA E CONTRIBUTIVA (Normativa di riferimento per appalti pubblici e privati; Ambito applicativo; Durata del vincolo di obbligazione in solido; Modifiche introdotte dal D.L. 25/2017) - ULTERIORI NORME SPECIFICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI - TUTELA GENERALE IN VIA RESIDUALE DISPOSTA DAL CODICE CIVILE - SICUREZZA SUL LAVORO - SOLIDARIETÀ FISCALE, LE NORME ORA SOPPRESSE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici

Superbonus risparmio energetico e consolidamento antisismico

ECOBONUS POTENZIATO (Caratteristiche generali; Interventi agevolabili; Esempi di calcolo della detrazione; Requisiti, asseverazioni e attestazioni dei professionisti, assicurazione RC; Edifici coinvolti e soggetti beneficiari) - SISMABONUS POTENZIATO - IMPIANTI FOTOVOLTAICI E SISTEMI DI ACCUMULO (Interventi agevolabili; Cumulo; Requisiti; Soggetti beneficiari) - COLONNINE DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI - SCONTO IN FATTURA O CREDITO D’IMPOSTA - CONTROLLI E SANZIONI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

REGOLE FISCALI PER IL SISMABONUS (Differenza tra Sismabonus e Bonus ristrutturazioni; Agevolazioni applicabili dal 04/08/2013 al 31/12/2016; Agevolazioni applicabili dal 01/01/2017 al 31/12/2021; Sismabonus e interventi di demolizione e ricostruzione; Sismabonus e immobili merce delle imprese; Acquisto direttamente dall’impresa di case antisismiche; Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulabilità con altre agevolazioni; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Guida dell’Agenzia entrate sul Sismabonus) - CLASSIFICAZIONE E ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale con le linee guida; Professionisti abilitati ; Classificazione del rischio sismico).
A cura di:
  • Alfonso Mancini