FAST FIND : NN7340

L. 25/06/2005, n. 109

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonché per la tutela del diritto d’autore. Disposizioni concernenti l’adozione di testi unici in materia di previdenza .obbligatoria e di previdenza complementare
In vigore dal 26/06/2005.
Scarica il pdf completo
59566 3041815
Art. 1.

1. Il decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59566 3041816
Art. 2.

1. All’articolo 1, comma 50, della legge 23 agosto 2004, n. 243 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) nel primo periodo le parole: «un decreto legislativo recante un testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia previdenziale» sono sostituite dalle seguenti: «uno o più decreti legislativi recant

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59566 3041817
Allegato - Modificazioni apportate in sede di conversione al decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63

Omissis. Si veda il testo coordinato del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Dighe
  • Costruzioni
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Norme tecniche e amministrative per le dighe e gli sbarramenti di ritenuta

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Difesa suolo
  • Provvidenze

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Agricoltura e Foreste
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Aree rurali
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Lazio: 10 milioni di euro per i Comuni del litorale

Ammonta a 10 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lazio per la riqualificazione e la sostenibilità delle aree costiere, destinato ai 24 Comuni litoranei, che potranno partecipare singolarmente o anche in forma associata. Il contributo regionale può raggiungere un massimo del 90% del costo dei progetti presentati, con l’importo concedibile compreso tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 3 milioni di euro. Molti i tipi di intervento ammessi, tutti con un’impostazione generale nettamente orientata a promuovere l’innovazione e l'ecosostenibilità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi nuove metropolitane ancora non in esercizio al 29/11/2015 ma in possesso di progetti approvati

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988