FAST FIND : NN2350

D.P.R. 18/04/1994, n. 420

Regolamento recante semplificazione delle procedure di concessione per l'installazione di impianti di lavorazione o di deposito di oli minerali.
Con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 26/06/2015, n. 105
Scarica il pdf completo
54505 1971250
Art. 1. - Oggetto del regolamento

1. Il presente regolamento disciplina le procedure di concessione e autorizzazione pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971251
Art. 2. - Opere soggette a concessione

1. Ai sensi dell'art. 16, primo comma, della legge 9.1.1991, n. 9,R sono soggette a concessione da parte del Ministero la costruzione e la gestione di:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971252
Art. 3. - Modalità di presentazione della domanda di concessione e di autorizzazione

1. Con decreto ministeriale, da adottarsi entro quindici giorni dalla entrata in vigo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971253
Art. 4. - Procedura per il rilascio di concessione

1. Il Ministero, dopo un preliminare esame della domanda di concessione, entro trenta giorni dal ricevimento della stessa, provvede ad inviarne copia alle amministrazioni ed agli enti, tra quelli indicati nei commi da 2 a 8 del presente articolo, di cui sia necessario acquisire il parere, sulla base dei criteri indicati. Dell'avvio del procedimento viene data notizia all'interessato. In caso di domanda incompleta o irregolare, il termine di trenta giorni decorre dal ricevimento della documentazione integrativa richiesta.

2. Il Ministero delle finanze emette un parere circa gli aspetti fiscali connessi con la realizzazione o l'ampliamento degli impianti di cui all'art. 2.

Il parere del Ministero delle finanze è vincolante ai fini dell'adozione del decreto di concessione di cui al successivo dodicesimo comma.

3. Il Ministero dei trasporti e della navigazione esprime il proprio parere in merito alla installazione e all'ampliamento degli impianti di cui all'art. 2 qualora gli stessi siano costieri secondo la definizione dell'art. 44 del regio decreto 20.7.1934, n. 1303.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971254
Art. 5. - Opere soggette ad autorizzazione

1. Ai sensi dell'art. 16, secondo comma, della legge 9.1.1991, n. 9, R sono soggette ad autorizzazione da parte del Ministero, la costruzione e la gestione di nuovi impianti che non amplino la capacità di lavorazione di ol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971255
Art. 6. - Procedure per il rilascio di autorizzazione

1. Il Ministero esamina la domanda, richiede entro trenta giorni il parere del Ministero delle finanze e, qualora sia necessario, quello di altre amministrazioni o enti tra quelli di cui ai commi da 3 a 8 del precedente art. 4. Dell'avvio e proc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971256
Art. 7. - Soppressione della commissione petrolifera

1. É soppressa la commissione interministeriale per la disciplina petrolifera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971257
Art. 8. - Termini dei procedimenti

1. Il Ministro, entro quindici giorni dall'entrata in vigore del presente regolamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971258
Art. 9. - Autorizzazione per inizio lavori

1. In attesa del perfezionamento del provvedimento di concessione di cui all'art. 2 o del provvedimento di autorizza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971259
Art. 10. - Esercizio provvisorio

1. Fatti salvi gli adempimenti di sicurezza ed ambientali, il Ministero può autorizzare l'esercizio provvisorio degli impianti o delle modifiche rea

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971260
Art. 11. - Collaudo

1. I titolari di concessione o autorizzazione di cui al presente decreto non possono condurre in via definitiva la gestione dei propri impianti o delle modifiche d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971261
Art. 12. - Competenza dei prefetti

1. Restano salve le competenze dei prefetti di cui alla legge 21.3.1958, n. 327 e 2.2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971262
Art. 13. - Norme transitorie

1. Il presente regolamento si applica anche alle domande pervenute prima della data di entrata in vigore d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971263
Art. 14. - Abrogazione e modificazione di norme

1. Ai sensi dell'art. 2, ottavo comma, della legge 24.12.1993, n. 537, dalla data di entrata in vigore del presente regolamento sono da intendersi abrogati gli artt. 13, 14, 16 primo comma, 19, 22 commi 1, 2, 3, 4 e 6, 23, 28, 41 commi primo e secondo, e 46 del regio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54505 1971264
Art. 15. - Entrata in vigore del regolamento

1. Il presente regolamento entra in vigore il 27 dicembre 1994.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Incidenti rilevanti
  • Sicurezza
  • Prevenzione Incendi

La prevenzione degli incidenti rilevanti

INDICAZIONI GENERALI (Normativa di riferimento sulla prevenzione degli incidenti rilevanti; Tempistiche applicative; Assetto delle funzioni di governance) - OBBLIGHI GENERALI E DI NOTIFICA (Obblighi generali; Obbligo di notifica e termini per la trasmissione; Contenuti della notifica; Modalità per la trasmissione della notifica) - POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA - RAPPORTO DI SICUREZZA - COSTRUZIONE DI UN NUOVO STABILIMENTO RIR DI SOGLIA SUPERIORE E MODIFICHE - PIANI DI EMERGENZA (Piani di emergenza interna (PEI); Piani di emergenza esterna (PEE)) - URBANIZZAZIONI E TITOLI EDILIZI (Pianificazione urbanistica; Titoli abilitativi edilizi; Verifiche di prevenzione incendi) - QUADRO SANZIONATORIO.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Prevenzione Incendi

Norme di Prevenzione incendi

NORMATIVA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI (Codice di prevenzione incendi (RTO) e successive modifiche; Attività “normate” e “non normate” ai fini della normativa di prevenzione incendi; Cessazione del “doppio binario” e normativa di prevenzione incendi applicabile; Norme tecniche alternative al Codice di prevenzione incendi; Attività cui si applica la RTO e possibili eccezioni) - REGOLE TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI E CHIARIMENTI; (Lavorazione, trasporto e distribuzione di gas infiammabili; Impianti di distribuzione carburanti e ricarica veicoli elettrici; Depositi o rivendite di alcoli; Autodemolizioni; Locali di pubblico spettacolo e impianti sportivi; Alberghi e strutture ricettive; Scuole; Ospedali e strutture sanitarie; Attività commerciali; Uffici; Biblioteche, archivi, musei, gallerie, edifici tutelati in genere; Impianti termici; Autorimesse, parcheggi, locali per ricovero natanti e aeromobili; Edifici di civile abitazione e condomini; Stazioni, aerostazioni, porti e metropolitane; Interporti; Gallerie stradali e ferroviarie; Varie).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Scuole
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili

Antincendio scuole e asili nido: classificazione, normativa, adeguamento

CLASSIFICAZIONE DELLE SCUOLE A FINI DI PREVENZIONE INCENDI - NORME DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE SCOLASTICHE - ADEGUAMENTO STRUTTURE SCOLASTICHE ESISTENTI (Ultima proroga al 31/12/2021; Definizione di priorità ai sensi del D.M. 21/03/2018; Classificazione delle scuole e requisiti per quelle di minori dimensioni; Adempimenti burocratici; Asili nido).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Uffici e luoghi di lavoro

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

OBBLIGHI DI CARATTERE GENERALE - VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO (Revisione della valutazione dei rischi di incendio) - MISURE DI CARATTERE ORGANIZZATIVO E TECNICO (Designazione e formazione degli addetti; Misure di carattere generale; Vie e uscite di emergenza; Misure per la rivelazione e l'allarme in caso di incendio; Mezzi per l’estinzione dell’incendio - Manutenzione e controllo; Controlli e manutenzione sulle misure di protezione antincendio; Informazione e formazione dei lavoratori) - PIANO E MISURE DI EMERGENZA (Contenuti e criteri di redazione del piano di emergenza; Assistenza alle persone disabili in caso di incendio) - RAPPORTO CON LA NORMATIVA ANTINCENDIO - SANZIONI - PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E L’ESERCIZIO DI EDIFICI E/O LOCALI DESTINATI AD UFFICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Prevenzione Incendi

Antincendio strutture sanitarie: classificazione, normativa, adeguamento

CLASSIFICAZIONE STRUTTURE SANITARIE A FINI DI PREVENZIONE INCENDI - NORME DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE SANITARIE - ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE SANITARIE ESISTENTI AL 26/12/2012 (Fondi per l’edilizia sanitaria e piano di adeguamento; Termini di adeguamento per le strutture sanitarie ospedaliere o residenziali; Termini di adeguamento per le strutture sociosanitarie (ambulatori specialistici).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica