FAST FIND : NN1408

D.P.R. 24/05/1988, n. 203

Attuazione delle direttive CEE nn. 80/779, 82/884, 84/360 e 85/203 concernenti norme in materia di qualita' dell'aria (L.183/87).
Stralcio.
Con le modifiche introdotte da:
- D.L. 30/06/1989, n. 245 (L. 04/08/1989, n. 288)
- Sentenza C. Cost. 13/04/1992, n. 185
- D.P.R. 18/04/1994, n. 420
- Sentenza C. Cost. 19/06/1997, n. 234
- D. Leg.vo 04/08/1999, n. 351
- L. 28/12/2001, n. 448
- D. Min. Ambiente 02/04/2002, n. 60
- D. Leg.vo 03/04/2006, n. 152
- D. Leg.vo 13/08/2010, n. 155
Scarica il pdf completo
53548 890423
“Art. 1.

N8 1. Il presente decreto detta norme per la tutela della qualità dell’aria ai fini della protezione della salute e dell’a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890424
“Art. 2.

N8 Ai fini del presente decreto si intende per:

1. Inquinamento atmosferico: ogni modificazione della normale composizione o stato fisico dell’aria atmosferica, dovuta alla presenza nella stessa di uno o più sostanze in quantità e con caratteristiche tali da alterare le normali condizioni ambientali e di salubrità dell’aria; da costituire pericolo ovvero pregiudizio diretto o indiretto per la salute dell’uomo; da compromettere le attività ricreative e gli altri usi legittimi dell’ambiente; alterare le risorse biologiche e gli ecosistemi ed i beni materiali pubblici e privati.

2. Valori limite di qualità de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890425
Art. 3.

N8

N7 “1. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente, di concerto con i Ministri della sanità e dell’industria del commercio e dell’artigianato, sono fissati ed aggiornati i valori limite ed i valori guida di qualità dell’aria, validi su tutto il territorio nazionale.”

2. Con decreto del Ministro dell’ambiente, di concerto con i Ministri della sanità e dell’industria d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890426
“Art. 4.

N8 1. Fatte salve le competenze dello Stato, la tutela dell’ambiente dall’inquinamento atmosferico spetta alle regioni, che la esercitano nell’ambito dei principi contenuti nel presente decreto e delle altre leggi dello Stato. In particolare è di competenza delle regioni:

a) la formulazione dei piani di rilevamento, prevenzione, conservazione e risanamento del proprio territo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890427
“Art. 5.

N8 1. É di competenza delle provin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890428
“Art. 6.

N9 1. In attesa di una riforma organica delle competenze per il rilascio de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890429
“Art. 7.

N8 1. Ai fini del rilascio dell’autorizzazione la regione accerta:

a) che siano previste tutte le misure appropriate di prevenzione dell’inquinamento atmosferico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890430
“Art. 8.

N8 1. L’impresa, almeno quindici giorni prima di dare inizio alla messa in esercizio degli impianti, ne dà

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890431
“Art. 9.

N8 1. L’autorità competente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890432
“Art. 10.

N8 1. In caso di inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie, l’autorità regionale competent

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890433
“Art. 11.

N8 1. Le prescrizioni dell’autorizz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890434
“Art. 12.

N8 1. Per gli impianti esistenti deve ess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890435
“Art. 13.

N8 1. La regione, tenuto conto, oltre che dello stato dell’ambiente atmosferico e dei piani di risanamento, anche delle caratteristiche tecniche degli impianti, del tasso di utilizzazione e della durata della vita residua degli impianti, della qualità e quantità delle sostanze inquinanti contenute nelle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890436
“Art. 14.

N8 1. Le disposizioni di cui agli articol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890437
“Art. 15.

N9 1. Sono sottoposte a preventiva autori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890438
“Art. 16.

N8 1. Entro tre mesi dalla data di entrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890439
“Art. 17.

N8 1. L’art. 6 non si applica alle centrali termoelettriche e alle raffinerie di olii minerali.

2. Le autorizzazioni di competenz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890440
“Art. 18.

N8 1. Le domande di autorizzazione ed i p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890441
“Art. 19.

N8 1. L’approvazione dei progetti d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890442
“Art. 20.

N6 1. La tabella A dell’allegato I

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890443
“Art. 21.

N6 1. Per i fini indicati nel presente de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890444
“Art. 22.

N6 1. I metodi di prelievo ed analisi degli inquinanti dell’aria contenuti nell’allegato II al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890445
“Art. 23.

N6 1. Al fine di verificare la corrispond

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890446
“Art. 24.

N9

N4 “1. Chi inizia la costruzione di un nuovo impianto senza l’autorizzazione, ovvero ne continua l’esercizio con autorizzazione sospesa, rifiutata, revocata, ovvero dopo l’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890447
“Art. 25.

N8 1. Chi, esercitando un impianto esistente, non presenta alle autorità competenti, ai sensi dell’art. 12, la domanda di autorizzazione nel termine prescritto, è punito con l’arresto fino a due anni o con l’ammenda da lire cinquecentomila a lire due milioni.

2. Chi, nel caso previsto dal comma 1, non osser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53548 890448
“Art. 26.

N8 1. I titolari degli impianti che non utilizzano i combustibili conformi alle prescrizioni che saranno adottate ai sensi dell’art. 16 sono puniti con l’arresto sino a due anni o con l’ammenda da lire cinquecentomila a lire due milioni.”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Impianti termici civili: requisiti tecnici, limiti di emissione, abilitazione alla conduzione, soggetti coinvolti, obblighi e sanzioni

PREMESSA, DEFINIZIONI E NORMATIVA APPLICABILE - REQUISITI TECNICI E COSTRUTTIVI DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI (Requisiti generali; Deroga per gli impianti rientranti nella uni 11528; Disposizioni relative agli apparecchi misuratori delle pressioni, applicabili agli impianti rientranti nella UNI 11528; Adeguamento degli impianti preesistenti al 25/06/2014) - ABILITAZIONE ALLA CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI (Requisiti generali; Rilascio del patentino e gradi di abilitazione; Revoca del patentino) - VALORI LIMITE DI EMISSIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI E CONTROLLI (Valori limite; Valori limite per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Frequenza dei controlli sul rispetto dei valori limite; Attestazione del rispetto dei valori limite; Altri documenti da allegare al libretto di centrale per i medi impianti termici; Controlli per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Comunicazioni o ripristino di conformità per i medi impianti termici) - OBBLIGHI DEL PRODUTTORE, DEL FABBRICANTE E DELL’INSTALLATORE (Attestazione di conformità del produttore; Obblighi dell’installatore; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Impianti preesistenti; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Iscrizione nel registro autorizzativo per i medi impianti) - SANZIONI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

RIFIUTI, NON RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI (Rifiuti; Non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006); Sottoprodotti) - CESSAZIONE DELLA QUALITÀ DI RIFIUTO (END OF WASTE) E ATTIVITÀ DI RECUPERO (Condizioni da rispettare per la cessazione della qualità di rifiuto; Criteri end of waste e decreti emanati; Autorizzazioni a impianti di recupero in assenza di criteri end of waste; Controllo dei provvedimenti autorizzatori adottati; Aggiornamento autorizzazioni rilasciate all’uscita di criteri end of waste; Disposizioni transitorie per le autorizzazioni in essere al 03/11/2019) - CONDIZIONI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO (Condizioni per la qualifica di sottoprodotto; Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti) - CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO DI SPECIFICHE TIPOLOGIE DI SOSTANZE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Albo nazionale dei gestori ambientali

Albo gestori ambientali, normativa, categorie, iscrizione, responsabile tecnico, modulistica

L’ALBO GESTORI AMBIENTALI (Scopo e articolazione; Normativa di riferimento; Categorie di iscrizione all’Albo gestori ambientali) - OBBLIGO, ESONERI, REQUISITI, GARANZIE, DURATA, RINNOVO (Obbligo iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali; Esoneri; Requisiti di iscrizione; Garanzie finanziarie; Durata e rinnovo dell’iscrizione; Modulistica) - RESPONSABILE TECNICO IMPRESE ISCRITTE ALL’ALBO GESTORI AMBIENTALI (Figura del responsabile tecnico; Requisiti del responsabile tecnico; Regime transitorio soggetti iscritti al 16/10/2017.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Disciplina delle terre e rocce da scavo: sintesi operativa dopo il D.P.R. 120/2017

DEFINIZIONE E CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA Definizione di “terre e rocce da scavo”; Categorie di terre e rocce da scavo; Materiali provenienti da demolizioni; Immersione in mare di materiale derivante da attività di escavo e attività di posa in mare di cavi e condotte - SUOLO ESCAVATO ALLO STATO NATURALE UTILIZZATO IN SITU Riutilizzo in situ del suolo escavato naturale; Suolo naturale nel quale siano presenti “materiali di riporto”; Piano preliminare di utilizzo in sito delle terre e rocce da scavo per opere sottoposte a VIA - CONDIZIONI PER QUALIFICARE LE TERRE E ROCCE DA SCAVO COME “SOTTOPRODOTTI” Condizioni comuni a tutti i cantieri; Terre e rocce da scavo nelle quali siano presenti “materiali di riporto”; Onere di attestazione del corretto avvenuto utilizzo; Cantieri con oltre 6.000 mc di scavo per opere soggette a VIA o AIA; Cantieri con meno di 6.000 mc di scavo per opere non soggette a VIA o AIA; Cantieri con oltre 6.000 mc di scavo per opere non soggette a VIA o AIA; Trasporto delle terre e rocce qualificate sottoprodotti - TERRE E ROCCE DA SCAVO QUALIFICABILI COME “RIFIUTI”; Condizioni al cui verificarsi le terre e rocce da scavo sono qualificate “rifiuti”; Deposito temporaneo delle terre e rocce da scavo qualificate rifiuti - TERRE E ROCCE DA SCAVO IN SITI CONTAMINATI Attività di scavo in siti oggetto di bonifica; Piano dettagliato e campionamento del suolo; Piano operativo; Utilizzo delle terre e rocce scavate nel sito; Presenza di “materiali di riporto” - ATTUAZIONE E LINEE GUIDA.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Limiti di emissione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Pubblica Amministrazione
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni