FAST FIND : NR25333

L. P. Trento 30/07/2010, n. 17

Disciplina dell'attività commerciale.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.P. 19/01/2021, n. 1
- L.P. 28/12/2020, n. 15
- L.P. 06/08/2020, n. 6
- L.P. 23/12/2019, n. 13
- L.P. 29/12/2017, n. 17
- D. Pres. P. 27/09/2017, n. 16-69/Leg.
- L.P. 16/06/2017, n. 4
- L.P. 29/12/2016, n. 20
- L.P. 29/12/2016, n. 19
- L.P. 21/07/2016, n. 11
- L.P. 30/12/2015, n. 20
- L.P. 30/12/2014, n. 14
- L.P. 22/04/2014, n. 1
- L.P. 09/08/2013, n. 16
- L.P. 15/05/2013, n. 9
- L.P. 27/12/2012, n. 25
- L.P. 04/10/2012, n. 21
- L.P. 27/12/2011, n. 18
- L.P. 01/08/2011, n. 12
- L.P. 27/12/2010, n. 27
- L.P. 03/08/2010, n. 19
Scarica il pdf completo
42493 7114269
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114270
Art. 1 - Finalità

1. La Provincia autonoma di Trento con questa legge persegue le seguenti finalità:

a) la trasparenza del mercato, la concorrenza, la libertà d'impresa e la libera circolazione delle merci;

b) la promozione di un migliore assetto funzionale, territoriale e urbanistico degli insediamenti commerciali, con particolare attenzione alle esigenze di tutela ambientale e di salvaguardia del territorio, di rivitalizzazione degli insediamenti storici, di tutela della qualità del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114271
Art. 2 - Casi di esclusione

1. Questa legge non si applica:

a) alle farmacie, se vendono esclusivamente prodotti farmaceutici, specialità medicinali, dispositivi medici e presìdi medico-chirurgici;

b) ai titolari di rivendite di generi di monopolio, se vendono esclusivamente generi di monopolio;

c) alle associazioni dei produttori ortofrutticoli costituite ai sensi della legge 27 luglio 1967, n. 622 (Organizzazione del mercato nel settore dei prodotti ortofrutticoli);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114272
Capo II - Commercio al dettaglio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114273
Sezione I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114274
Art. 3 - Definizioni

1. Per i fini di questo capo s'intende:

a) per "commercio al dettaglio" l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende, su aree private in sede fissa o mediante altre forme di distribuzione, direttamente al consumatore finale;

b) per "esercizi di vicinato" gli esercizi di vendita al dettaglio aventi superficie di vendita non superiore a 150 metri quadrati;

c) per "medie strutture di vendita" gli esercizi di vendita al dettaglio aventi sup

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114275
Art. 4 - Settori merceologici

1. L'attività commerciale può essere esercitata con riferimento ai segu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114276
Art. 5 - Requisiti soggettivi per l'esercizio dell'attività commerciale

1. Per i requisiti morali e professionali necessari all'esercizio dell'attività commerciale ", compresa quella del commercio su aree pubbliche,"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114277
Art. 6 - Subingresso

1. Il regolamento di esecuzione determina i casi e le procedure relative al subingres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114278
Art. 7 - Ulteriori disposizioni in materia di commercio

1. Fermo restando il rispetto delle norme igienico-sanitarie, nei locali destinati al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114279
Sezione II - Commercio al dettaglio su aree private in sede fissa
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114280
Art. 8 - Esercizi di vicinato

1. Fermo restando il rispetto delle norme urbanistiche e ambientali, “l'apertura e l'ampliamento della superficie” N31 degli esercizi di vicinato sono subordinati al rispetto dei criteri di programmazione urbanistica del settore commerciale e sono soggetti a dichiarazione di inizio attività da presentare al comune competente per territorio ai sensi dell'articolo 23 della legge provinciale 30 novembre 1992, n. 23 (legge provinciale sull'attività amministrativa).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114281
Art. 9 - Medie strutture di vendita

1. Fermo restando il rispetto delle norme urbanistiche e ambientali, “l'apertura e l'ampliamento della superficie” N31 delle medie strutture di vendita sono subordinati al ri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114282
Art. 10 - Grandi strutture di vendita

1. L'apertura delle grandi strutture di vendita è soggetta ad autorizzazione del comune competente per territorio. Il regolamento di esecuzione può prevedere, disciplinandone i meccanismi, la presentazione di una dichiarazione di inizio attività in luogo dell'autorizzazione.

2. L'apertura di grandi strutture di vendita è consentita, in coerenza con la disciplina e gli strumenti di pianificazione in materia di urbanistica e di ambiente, secondo quanto previsto dall'articolo 11 in relazione ai principi di tutela ambientale, di salvaguardia del t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114283
Art. 11 - Condizioni per l'apertura delle grandi strutture di vendita

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 10, comma 6, l'apertura di strutture con superficie di vendita al dettaglio superiore a quella stabilita dall'articolo 3, comma 1, lettera c), è consentita nel rispetto dei criteri di programmazione urbanistica del settore commerciale previsti dall'articolo 13.

2. Per la definizione dei criteri di programmazione urbanistica relativi all'apertura delle strutture previste dal comma 1, la deliberazione prevista dall'articolo 13 è approvata, previo parere della competente commissione permanente del Consiglio provinciale, sulla base di analisi di carattere urbanistico e ambientale che considerano in modo particolare i parametri relativi al contenimento dell'impatto territoriale e ambientale di strutture di elevata dimensione, la promozione della qualità del territorio, del tessuto urbano e dei centri storici nonché le esi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114284
Art. 12 - Centri commerciali al dettaglio

1. Si considera centro commerciale al dettaglio anche la struttura che per effetto di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114285
Art. 13 - Urbanistica commerciale

1. Con deliberazione della Giunta provinciale, nel rispetto del piano urbanistico provinciale, sono approvati i criteri di programmazione urbanistica del settore commerciale.

2. La deliberazione stabilisce, tra l'altro:

a) i criteri per l'individuaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114286
Art. 13-bis - Ulteriori disposizioni relative all'urbanistica commerciale

N82

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114287
Sezione III - Commercio al dettaglio su aree pubbliche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114288
Art. 14 - Esercizio dell'attività

1. Il commercio su aree pubbliche può essere svolto:

a) su posteggi dati in concessione;

b) su qualsiasi area purché in forma itinerante.

2. L'esercizio del commercio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114289
Art. 15 - Autorizzazioni

1. L'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche è soggetto ad autorizzazione rilasciata a persone fisiche, a società di persone, a società di capitali regolarmente costituite o a cooperative, ed è subordinato al possesso da parte del richiedente del requisito della regolarità contributiva ai sensi della disciplina statale in materia.

2. "La procedura per la verifica del requisito della regolarità contributiva nei casi previsti dal comma 1 è avviat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114290
Art. 16 - Adempimenti dei comuni

1. La Giunta provinciale, sulla base delle finalità e dei criteri indicati nell'articolo 28, comma 13, del decreto legislativo n. 114 del 1998, delibera gli indirizzi generali per lo svolgimento dell'attività di commercio su aree pubbliche mediante posteggi. Sulla base di questi indirizzi i comuni stabiliscono:

a) i criteri, i limiti e le modalità per l'istituzione, lo spostamento e l'ampliamento dei mercati;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114291
Art. 17 - Mercati riservati alla vendita diretta di prodotti agricoli

1. Per promuovere la costituzione e lo sviluppo di mercati riservati alla vendita diretta di prodotti agricoli d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114292
Art. 18 - Mercati tipici

1. I mercati tipici presentano le seguenti caratteristiche:

a) sono organizzati da soggetti promotori diversi dagli enti locali sul cui territorio si svolge il mercato tipico;

b)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114293
Sezione IV - Tabelle speciali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114294
Art. 19 - Tabelle speciali

1. L'attività commerciale riferita alle tabelle speciali riservate ai titolari di farmacie, di rivendite di generi di monopolio e di impianti di distribuzione automatica di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114295
Sezione V - Forme speciali di vendita al dettaglio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114296
Art. 20 - Forme speciali di vendita al dettaglio

1. Fatto salvo quanto previsto dai commi 2 e 3, per l'esercizio delle forme speciali di vendita al dettaglio e per l'esibizione o illustrazione di cataloghi e l'effettuazione di qualsiasi al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114297
Art. 20 bis - Attività temporanea di vendita al dettaglio

N15

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114298
Art. 20 ter - Hobbisti

N42

1. Per i fini di questa legge sono hobbisti coloro che vendono, in modo saltuario e occasionale, merci e prodotti di modico valore, anche usati, non appartenenti al settore alimentare, compresi gli oggetti di propria produzione che presentano i caratteri tipici dell'artigianato, anche artistico, per la realizzazione dei quali è sufficiente una comune capacità progettuale e di esecuzione.

2. Gli hobbisti devono essere in possesso dei requisiti morali previsti dall'articolo 5 e devono munirsi di un tesserino identificativo contenente gli appositi spazi per la vidimazione, rilasciato dal comune di residenza o dal comune capoluogo della provincia per i residenti in un'altra regione o nella provincia auton

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114299
Art. 20 quater - Giornate del riuso

N72

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114300
Sezione VI - Pubblicità dei prezzi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114301
Art. 21 - Pubblicità dei prezzi

1. Qualunque prodotto esposto per la vendita al dettaglio, ovunque collocato, sia nelle vetrine sia all'interno dell'esercizio o in tutte le aree dove ha accesso il pubblico, indica in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico, me

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114302
Sezione VII - Orari di vendita
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114303
Art. 22 - Comuni a economia turistica e ad attrazione commerciale

1. La Giunta provinciale, sentite le organizzazioni locali dei consumatori, delle imprese del commercio e dei lavoratori dipendenti, definisce con deliberazione le caratteristiche per l'individuazione dei comuni a economia turistica e attribuisce la relativa qualificazione. La qualificazione può essere limitata a determinati periodi dell'an

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114304
Art. 23 - Orari di vendita

1. Gli esercenti determinano liberamente gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio, nel rispetto dei limiti e delle disposizioni di quest'articolo.

2. Fatto salvo quanto disposto dall'articolo 24 in ordine

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114305
Art. 24 - Chiusura degli esercizi di vendita

1. Gli esercizi di vendita al dettaglio osservano la chiusura domenicale e festiva, nonché una mezza giornata di chiusura infrasettimanale stabilita dal comune.

2. In deroga al comma 1 l'apertura domenicale e festiva è consentita:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114306
Art. 25 - Parere sugli orari di vendita e sulla chiusura degli esercizi di vendita

1. Al fine di favorire un'intesa e nel rispetto delle normative vigenti in materia di lavoro, per la definizione de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114307
Art. 26 - Commercio in forma itinerante

1. L'esercizio del commercio in forma itinerante è consentito negli stessi ora

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114308
Art. 27 - Disposizioni speciali

1. Questa sezione non si applica agli esercizi commerciali interni ai campeggi, villaggi e complessi turistici e alberghieri che effettuano la vendita esclusivamente a favore delle persone alloggiate, nonché agli esercizi di vendita al dettaglio situati nelle aree di servizio lungo le autostrade, nelle stazioni ferroviarie, di autolinee e aeroportuali.

2. Fatta eccezione per quanto disposto dal comma 3 questa sezione non si applica, inoltre:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114309
Sezione VIII - Vendite presentate al pubblico come occasioni particolarmente favorevoli
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114310
Art. 28 - Vendite presentate al pubblico come occasioni particolarmente favorevoli

1. Sono regolate da questa sezione le vendite speciali, straordinarie, di saldi, di fine stagione, di promozione, di liquidazione, di realizzo, di rimanenze di magazzino, a prezzi scontati o ribassati, le offerte e tutte le altre vendite che, con sinonimi, comparativi, superlativi o altri nomi di fantasia sono presentate come occasioni particolarmente favorevoli per gli acquirenti, anche prospettate al pubblico attraverso mezzi pubblicitari o d'informazione inviati, consegnati, indirizzati tramite mezzi informatici o in qualunque modo destinati al consumatore o a gruppi di consumatori.

2. Nelle vendite previste dal comma 1 è vietato il riferimento, nella presentazione o nella pubblicità della vendita, a procedure fallimentari e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114311
Art. 29 - Pubblicità e prezzi

1. La pubblicità che fa diretto o indiretto riferimento ai prezzi e contestualmente all'occasione favorevole d'acquisto non deve essere generica, ma indica anche l'entità o la percentuale dello sconto o del ribasso effettuato rispetto al prezzo di vendita al dettaglio più basso, per lo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114312
Art. 30 - Separazione delle merci

1. Le merci offerte nelle vendite regolate da questa sezione sono separate in modo chiaro e inequivocabil

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114313
Art. 31 - Esaurimento delle merci

1. I prezzi pubblicizzati sono praticati nei confronti di tutti i compratori fino a e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114314
Art. 32 - Prodotti per l'alimentazione e per l'igiene della persona e della casa

1. Fatto salvo quanto disposto dal comma 2 questa sezione non si applica alle vendite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114315
Art. 33 - Vendite sottocosto

1. Per le vendite sottocosto si applica il decreto del Presidente della Repubblica 6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114316
Sezione IX - Riviste e giornali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114317
Art. 34 - Riviste e giornali

1. “L'apertura e l'ampliamento” N31 delle rivendite di riviste e giornali sono soggetti a dichiarazione di inizio attività da presentare al comune competente per territorio ai sensi dell'articolo 23 della legge provinciale sull'attività amministrativa.

2. Con deli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114318
Capo III - Commercio all'ingrosso
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114319
Art. 35 - Commercio all'ingrosso

1. Per "commercio all'ingrosso" s'intende l'attività svolta da chiunque acquista professionalmente merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso o al dettaglio, a utilizzatori p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114320
Capo IV - Distributori di carburante
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114321
Art. 36 - Impianti stradali e autostradali di distribuzione di carburante per autotrazione

1. L'installazione e l'esercizio di impianti stradali e autostradali di distribuzione di carburante per autotrazione sono soggetti ad autorizzazione del dirigente della struttura provinciale competente in materia di commercio, rilasciata previo parere dell'ente proprietario o del gestore della strada o autostrada. Il rilascio dell'autorizzazione è comunicato al comune interessato e all'ufficio delle dogane di Trento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114322
Art. 37 - Rifornimento self-service di gas metano e di GPL per autotrazione

N61

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114323
Art. 38 - Incompatibilità degli impianti stradali e autostradali di distribuzione di carburante con la disciplina viabilistica e la sicurezza della circolazione stradale

1. I casi di incompatibilità degli impianti stradali e autostradali di distrib

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114324
Art. 39 - Impianti di distribuzione di carburante per autotrazione a uso privato

1. L'installazione e l'esercizio di impianti di distribuzione di carburante per autotrazione a uso privato di ogni capacità e sistema di erogazione da parte di imprese e di amministrazioni pubbliche locali, destinati esclusivamente al prelevamento del carburante occorrente ai mezzi e automezzi dell'impresa o dell'amministrazione pubbli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114325
Art. 40 - Ristrutturazione e modifiche degli impianti

1. La ristrutturazione parziale e la ristrutturazione totale degli impianti stradali e autostradali di distribuzione di carburante sono subordinate all'aggiornamento dell'autorizzazione esistente, previo parere dell'ente proprietario o del gestore della strada o autostrada. L'aggiornamento dell'autorizzazione è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114326
Art. 41 - Sospensione dell'attività e chiusura degli impianti di distribuzione di carburante

1. La sospensione dell'attività di distribuzione di carburante degli impianti stradali e autostradali per un periodo pari o inferiore a trenta giorni N20 è comunicata alla struttura provinciale competente in materia di commercio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114327
Art. 42 - Controllo sul gettito delle accise

1. Per disporre di strumenti di quantificazione delle entrate della Provincia relative al gettito delle accise sui carburanti per autotrazione, ferme restando le comunicazioni prev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114328
Art. 43 - Disposizioni varie

1. Per l'installazione e l'esercizio, nonché per la ristrutturazione e le modifiche di impianti di distribuzione di carburante per unità da diporto e per aeromobili si applicano gli articoli 36 e 40, commi 1, 2 e 4. L'autorizzazione consente esclusivamente il rifornimento di unità da diporto e di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114329
Art. 44 - Provvedimenti attuativi

1. Il regolamento di esecuzione di questo capo stabilisce:

a) le modalità di esercizio degli impianti stradali e autostradali di distribuzione di carburante anche con riferimento al rifornimento con sistema self-service;

b) le condizioni e le modalità per il rifornimento self-service di gas metano "e di GPL"N51 per autotrazione;

c)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114330
Capo V - Manifestazioni fieristiche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114331
Art. 45 - Finalità

1. L'attività fieristica è libera. La Provincia garantisce la libera co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114332
Art. 46 - Definizioni

1. Per i fini di questo capo s'intende:

a) per "manifestazioni fieristiche" le fiere ed esposizioni limitate nel tempo che costituiscono manifestazioni a scopo commerciale per l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114333
Art. 47 - Tipologia delle manifestazioni fieristiche

1. Le manifestazioni fieristiche comprendono la seguente tipologia:

a) le grandi fiere commerciali, intese come esposizioni a carattere generale, non limitate a particolari categorie di prodotti e aperte al pubblico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114334
Art. 48 - Qualifica delle manifestazioni fieristiche

1. Le manifestazioni fieristiche assumono la qualifica di internazionale, nazionale o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114335
Art. 49 - Comunicazione e svolgimento della manifestazione fieristica

1. L'organizzatore presenta la comunicazione per lo svolgimento della manifestazione fieristica al comune territorialmente competente in caso di manifestazione fieristica locale, alla struttura provinciale competente in materia di commercio in caso di manifestazioni fieristiche nazionali e internazionali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114336
Art. 50 - Calendario delle manifestazioni fieristiche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114337
Capo VI - Controlli e sanzioni amministrative
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114338
Art. 51 - Vigilanza

1. Le funzioni di vigilanza sul rispetto di questa legge, dei regolamenti di esecuzione e dei provvedimenti attuativi sono svolte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114339
Art. 52 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti il commercio al dettaglio in sede fissa

1. Chi esercita le attività disciplinate dall'articolo 8 senza possedere i requisiti d'accesso per l'attività commerciale esercitata o senza aver presentato la dichiarazione di inizio attività è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1.500 a 9.000 euro. Inoltre il sindaco ordina la chiusura immediata dell'esercizio.

2. Chi esercita le attività disciplinate dall'articolo 9 senza possedere i requisiti d'accesso per l'attività commerciale esercitata o senza aver presentato la dichiarazione di inizio attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114340
Art. 53 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti il commercio al dettaglio su aree pubbliche

1. Chi esercita le attività disciplinate dal capo II, sezione III, senza possedere i requisiti d'accesso per l'attività commerciale esercitata o senza possedere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114341
Art. 54 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti le vendite presentate al pubblico come occasioni particolarmente favorevoli

1. La violazione dell'articolo 28, comma 4, è punita con la sanzione amministr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114342
Art. 55 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti il commercio all'ingrosso

1. Chi esercita le attività disciplinate dall'articolo 35 senza possedere i re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114343
Art. 56 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti i distributori di carburante

1. E' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 5.000 a 30.000 euro chi:

a) installa ed esercita un impianto stradale o autostradale di distribuzione di carburante in assenza della prescritta autorizzazione;

b) installa ed esercita un impianto di distribuzione di carburante per unità da diporto e per aeromobili in assenza della prescritta autorizzazione.

2. E' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1.000 a 6.000 euro chi:

a) installa ed esercita un'attività di distribuzione di carburante per autotrazione a uso privato o ristruttura totalmente in assenza della prescritta autorizzazione o della dichiarazione di inizio attività se prevista dal regolamento di esecuzione;

b) ristruttura totalmente o parzialmente un impianto stradale o autostradale di distribuzione di carburante in assenza del preventivo aggiornamento dell'autorizzazione;

c) in caso di “chiusura definitiva dell'impianto stradale o autos

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114344
Art. 57 - Sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti le manifestazioni fieristiche

1. L'utilizzo abusivo della qualifica di manifestazione fieristica internazionale o n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114345
Art. 58 - Ulteriori disposizioni in materia di sanzioni amministrative

01. La vendita di merci o prodotti da parte di soggetti privi del tesserino identificativo previsto dall'articolo 20 ter o in possesso di tesserino identificativo privo della vidimazione relativa alla vendita in corso di svolgimento è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 300 a 1.800 euro. N44

1. Per la violazione delle ulteriori disposizioni di questa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114346
Art. 59 - Decadenza dalle autorizzazioni e chiusura degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio

1. E' dichiarata la decadenza dall'autorizzazione relativa alla grande struttura di vendita se il titolare:

a) non inizia l'attività entro due anni dalla data del rilascio dell'autorizzazione, salvo proroga in caso di comprovata necessità;

b) sospende per un periodo superiore a un anno l'esercizio dell'attività, salvo proroga in caso di comprovata necessità, indipenden

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114347
Art. 60 - Sospensione e decadenza dall'autorizzazione all'installazione e all'esercizio dell'attività di distribuzione di carburante

1. Fatta salva l'applicazione delle sanzioni previste dall'articolo 56, il dirigente della struttura provinciale competente in materia di commercio sospende l'autorizzazione, anche relativamente a singoli componenti dell'impianto:

a) per gli impianti di distribuzione di carburante a uso privato, in caso di mancata presentazione o irregolarità della certificazione prevista dall'articolo 39, comma 3;

b) in caso di esercizio dell'impianto o di parte di esso in violazione delle prescrizioni tecniche in materia di sicurezza, di tutela ambientale e di prevenzione incendi stabilite dall'autorizzazione N60.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114348
Capo VII - Interventi di promozione del commercio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114349
Art. 61 - Interventi per favorire l'insediamento e la permanenza di attività economiche in zone montane

N62

1. Per favorire l'insediamento, il ripristino o la permanenza di attività nei comuni privi o carenti di servizi commerciali la Provincia può concedere ai comuni medesimi, tenuto conto della dislocazione dei centri abitati e del loro grado di accessibilità, contributi nella misura massima del 90 per cento della spesa ammessa per la costruzione o l'acquisto di immobili, nonché per l'ampliamento, la ristrutturazione e la trasformazione di immobili di proprietà degli stessi comuni da destinare, a titolo gratuito e per il per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114350
Art. 62

omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114351
Art. 63 - Valorizzazione dei luoghi storici del commercio

1. Per le finalità previste dall'articolo 1, comma 1, lettera b), e mediante le iniziative disciplinate da quest'articolo, la Provincia promuove la conoscenza e la valorizzazione delle attività commerciali aventi valore storico, artistico, architettonico e ambientale, che costituiscono testimonianza della storia, dell'arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale, artigianale e mercatale locale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114352
Art. 64 - Incentivi per la valorizzazione dei luoghi storici del commercio

1. Per valorizzare i luoghi storici del commercio, la Provincia concede ai comuni contributi nella misura massima del 90 per cento della spesa ammissibile, secondo criteri e modalità stabiliti con deliberazione della Giunta provinciale.

2. Al fine di favorire l'aggregazione soc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114353
Art. 65 - Promozione della filiera corta dei prodotti agricoli

1. Per favorire l'accesso diretto del consumatore al mercato delle produzioni agricol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114354
Art. 66 - Contributi per favorire l'incremento della rete distributiva di gas metano e di impianti ecocompatibili

1. Per contribuire alla ristrutturazione e all'ammodernamento della rete distributiva di carburante e per sviluppare la diffusione di prodotti ecocompatibili e di impianti a limitato impatto ambientale la Provincia può concedere:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114355
Art. 67 - Promozione e sviluppo del sistema fieristico provinciale

1. Per promuovere lo sviluppo e la qualità del sistema fieristico provinciale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114356
Art. 68 - Iniziative della Provincia per la promozione del commercio

1. Per promuovere l'attività commerciale la Provincia può realizzare in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114357
Capo VIII - Disposizioni varie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114358
Art. 69 - Limitazioni alla vendita di bevande alcoliche e superalcoliche

1. omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114359
Art. 70 - Osservatorio provinciale del commercio e degli esercizi di somministrazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114360
Capo IX - Disposizioni finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114361
Art. 71 - Disposizioni attuative e abrogative

1. Fatto salvo quanto demandato espressamente a deliberazioni della Giunta provinciale, con uno o più regolamenti approvati previo parere del Consiglio delle autonomie locali e della competente commissione permanente del Consiglio provinciale sono stabilite le disposizioni per l'attuazione di questa legge. I regolamenti possono demandare a deliberazione della Giunta provinciale la specificazione di proprie disposizioni, con riguardo a contenuti tecnici e procedurali. I regolamenti e le deliberazioni di attuazione possono prevedere disposizioni transitorie per la prima applicazione della legge.

2. Sono abrogati:

a) il capo I del titolo I della legge provinciale 2 settembre 1978, n. 35 (Disciplina della promozione delle fiere, mostre ed esposizioni nel territorio della provincia ed ulteriori interventi per l'incremento delle attività commerciali), e le sue seguenti modificazioni:

b) la legge provinciale 22 dicembre 1983, n. 46 (Disciplina del settore commerciale della provincia autonoma di Trento), e le sue seguenti modificazioni:

1) legge provinciale 4 luglio 1984, n. 1;

2) legge provinciale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114362
Art. 72 - Disposizioni transitorie in materia di strutture di vendita

1. Agli esercizi di vicinato qualificabili come forme speciali di vendita al dettaglio ai sensi dell'articolo 3, comma 1, lettera i), è consentita la prosecuzione dell'attività sulla base della comunicazione prevista dall'articolo 8, comma 1, della legge provinciale sul commercio se presentata prima dell'entrata in vigore di questa legge.

2. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore di questa legge la Giunta provinciale, previa intesa con il Consiglio delle autonomie locali, approva con deliberazione i criteri di programmazione urbanistica del settore commerciale riferiti alle strutture di vendita al dettaglio. Nell'ambito di tali criteri sono previste anche specifiche disposizioni di natura ambientale, paesaggistica e architettonica, anche riferite agli interventi nei centri storici e anche con riguardo ai parametri edilizi, finalizzate ad assicurare uno sviluppo equilibrato del territorio, della qualità urbana e di un sistema di mobilità sostenibile, mediante forme di pianificazione integrata tra le varie attività della vita urbana. I predetti criteri considerano la presenza di addensamenti di esercizi commerciali e dei settori merceologici rappresentati. La deliberazione può individuare anche la documentazione da allegare alla richiesta di autorizzazione o alla presentazione della dichiarazione di inizio attività per l'apertura, l'ampliamento e il trasferimento delle strutture di vendita al fine di comprovarne la conformità ai predetti criteri.

3. I criteri di programmazione urbanistica del settore commerciale stabiliti dalla deliberazione prevista dal comma 2 prevalgono sugli strumenti di pianificazione territoriale e trovano quindi immediata applicazione anche in deroga agli strumenti urbanistici qualora più restrittivi rispetto ai medesimi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114363
Art. 73 - Disposizioni transitorie in materia di strutture commerciali con particolari caratteristiche

1. Salvo quanto previsto da quest'articolo, a decorrere dalla data di entrata in vigore di questa legge la realizzazione delle strutture di vendita al dettaglio aventi le caratteristiche già previste dall'articolo 14, commi 10 e 11, del decreto del Presidente della Giunta provinciale 18 dicembre 2000, n. 32-50/Leg, concernente "Regolamento di esecuzione della legge provinciale 8 maggio 2000, n. 4 (Disciplina dell'attività commerciale in provincia di Trento)", è disciplinata secondo quanto previsto da questa legge per i centri commerciali al dettaglio ove abbiano le caratteristiche previste dall'articolo 3, comma 1, lettera e).

2. La realizzazione delle strutture già disciplinate dall'articolo 14, comma 10, del decreto del Presidente della Giunta provinciale n. 32-50/Leg del 2000 per le quali, alla data di entrata in vigore di questa legge, sia stato richiesto il rilascio dei necessari provvedimenti edilizi abilitativi, ivi compresi quelli necessari ai cambi di destinazione d'uso, o l'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114364
Art. 74 - Disposizioni transitorie in materia di riviste e giornali

1. L'articolo 34 si applica a decorrere dal 1° gennaio 2015; fino alla predetta d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114365
Art. 75 - Disposizioni transitorie in materia di distributori di carburante

1. Fatto salvo quanto disposto dagli articoli 42 e 43, comma 3, nonché da quest'articolo, fino alla data stabilita dal regolamento previsto dall'articolo 44 o dalle deliberazioni di attuazione previste da questa legge continuano ad applicarsi la legge provinciale n. 46 del 1983 e le relative disposizioni regolamentari o deliberazioni di attuazione, in quanto compatibili con questa legge.

2. Per le domande aventi a oggetto l'installazione e l'esercizio di impianti di distribuzione di carburante presentate successivamente alla data di entrata in vigore di questa legge le disposizioni del capo IV trovano applicazione a partire dalla predetta data per la parte che non necessita di disciplina di attuazione.

3. Le concessioni per l'installazione e l'esercizio di impianti stradali o autostradali di distribuzione di carburante rilasciate ai sensi dell'articolo 53, primo comma, della legge provinciale n. 46 del 1983 sono convertite di diritto in autorizzazioni ai sensi dell'articolo 36, a decorrere dalla data di entrata in vigore di questo comma. N16

3 bis. In attuazione della senten

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114366
Art. 76 - Altre disposizioni transitorie

1. N80

1 bis. Tenuto conto di quanto disposto dall'articolo 181, comma 4 bis, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19), convertito in legge, con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, le concessioni relative al commercio al dettaglio su aree pubbliche in scadenza il 31 dicembre 2020 sono rinnovate per dodici anni, previa verifica della sussistenza dei requisiti di onorabilità e professionalità prescritti, compresa l'iscrizione ai registri camerali quale ditta attiva se non sussistono gravi e comprovate cause di impedimento temporaneo all'esercizio dell'attività, secondo quanto previsto con apposita deliberazione della Giunta provinciale. "Le concessioni in scadenza al 31 dicembre 2020 sono in ogni caso prorogate fino al completamento della p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114367
Art. 77 - Disposizioni finanziarie

1. omissis N12

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114368
Art. 78 - Entrata in vigore e clausola sospensiva

1. Questa legge entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
42493 7114369
Tabella A

omissis



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Testo coordinato con modifiche fino alla L.P. 21/2012.

Dalla redazione

  • Urbanistica
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lazio: incentivi per la riqualificazione dei mercati su aree pubbliche

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica

Veneto: bando per il finanziamento di progetti dei distretti del commercio

La Regione Veneto promuove il consolidamento dei Distretti del Commercio mediante lo sviluppo di azioni strategiche che ne sostengano e strutturino l'evoluzione in sinergia con i temi dell'attrattività del territorio. Previsti contributi in conto capitale per: interventi strutturali e infrastrutturali su spazio pubblico, accessibilità, ristrutturazione dell’arredo urbano e del patrimonio edilizio pubblico destinato al commercio, misure di sostenibilità energetica ed ambientale, sistemi di sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Aree urbane
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica

Lombardia: interventi di riqualificazione dei borghi storici

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Aree urbane

Lombardia: interventi finalizzati all’avvio di processi di rigenerazione urbana

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica
  • Aree urbane
  • Provvidenze

Umbria: 3,5 mln per interventi di riqualificazione dei paesaggi rurali

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)