FAST FIND : NR24460

L.R. Toscana 11/02/2010, n. 9

Norme per la tutela della qualità dell'aria ambiente.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 21/03/2011, n. 10
- L.R. 18/06/2012, n. 29
- L.R. 07/01/2015, n. 2
- L.R. 24/02/2016, n. 15
- L.R. 12/04/2016, n. 27
- L.R. 31/03/2017, n. 15
- L.R. 27/12/2017, n. 80
Scarica il pdf completo
41620 4468547
Preambolo


Visto l’articolo 4, comma 1, lettere c) ed l), dello Statuto;

N22

Visto il decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 171 (Attuazione della direttiva 2001/81/CE relativa ai limiti nazionali di emissione di alcuni inquinanti atmosferici);

Visto il decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128 (Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, a norma dell'articolo 12 della legge 18 giugno 2009, n. 69); N23

Visto il decreto legislativo 13 agosto 2010 n. 155 (Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa); N23

N22

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale);

N22

N22

Visto il parere favorevole del Consiglio dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468548
Capo I - Disposizioni generali


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468549
Art. 1 - Oggetto

1. La presente legge, in conformità alla normativa comunitaria e statale vigente in materia, detta norme per la tutela della qualità dell’aria ambiente, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e di salvaguardare l’am

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468550
Art. 2 - Competenze della Regione

01. La Regione, fatto salvo quanto diversamente stabilito dalla normativa regionale, esercita tutte le funzioni amministrative, di pianificazione, di programmazione, di indirizzo e controllo in materia di tutela della qualità dell’aria ambiente, non riservate dalla normativa nazionale allo Stato o ad enti diversi dalla Regione e dalla Provincia.N29

1. Il Consiglio regionale:

a) approva il piano regionale per la qualità dell’aria ambiente, ed i relativi aggiornamenti;

b) individua i valori limite di emissione di cui all’articolo 271, comma 3, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale).

2. Sono di competenza della Giunta regionale le funzioni relative:

a) all’individuazione e classificazione delle zone ed agglomerati di cui al decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 155 (Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa), nonché al riesame della classificazione da effettuarsi almeno ogni cinque anni secondo quanto previsto dall’articolo 4 dello stesso d.lgs. 155/2010; N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468551
Art. 2 bis - Oneri istruttori

N31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468552
Art. 3 - Competenze e dei comuni

N32

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468553
Art. 4 - Comitato regionale di coordinamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468554
Capo II - Rete regionale di rilevamento della qualità dell’aria ambiente e strumenti conoscitivi e informativi


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468555
Art. 5 - Rete regionale di rilevamento della qualità dell’aria ambiente

N37

1. La rete regionale di rilevamento della qualità dell’aria ambiente è costituita dall’insieme delle postazioni individuate ai sensi del comma 3; essa costituisce parte integrante del sistema informativo regionale di cui alla normativa regionale in materia di società dell’informazione e di sistema informativo ed è conforme alle disposizioni ed agli standard tecnologici e informativi di cui alla legge regionale 5 ottobre 2009, n. 54 (Istituzione del sistema informativo e del sistema sta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468556
Art. 6 - Inventario regionale delle sorgenti di emissione (IRSE)

1. Presso la struttura regionale competente in materia di tutela della qualità dell’aria ambiente è istituito l’inventario regionale delle sorgenti di emissione (IRSE) al fine di acquisire ed elaborare i dati e le informazioni relative ai principali inquinanti nonché ai gas climalteranti introdotti in atmosfera dalle sorgenti di emissione presenti sul territorio regionale.

2. L’IRSE è costituito da una serie organizzata, dettagliata ed aggiornata di dati e informazioni, relativi alle sostanze inquinanti e ai gas climalteranti introdotti in atmosfera da attività antropiche e naturali ed alle relative modalità di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468557
Art. 7 - Rapporto annuale sulla qualità dell'aria ambiente e informazione al pubblico

N52

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468558
Capo III - Strumenti di programmazione


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468559
Art. 8 - Valutazione della qualità dell’aria ambiente e classificazione del territorio regionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468560
Art. 9 - Piano regionale per la qualità dell’aria ambiente

1. Il piano regionale per la qualità dell’aria ambiente (PRQA) è lo strumento di programmazione con il quale la Regione, in attuazione “delle strategie e degli indirizzi definiti nel programma regionale di sviluppo (PRS) di cui all’articolo 7 della legge regionale 7 gennaio 2015, n. 1 (Disposizioni in materia di programmazione economica e finanziaria regionale e relative procedure contabili. Modifiche alla l.r. 20/2008)”N18 ed “in coerenza”N50 con il piano ambientale ed energetico regionale (PAER) di cui alla l.r. 14/2007, persegue una strategia regionale integrata sulla tutela della qualità dell’aria ambiente e sulla riduzione delle emissioni dei gas climalteranti, con riferimento alla zonizzazione e classificazione del territorio ed alla valutazione della qualità dell’aria secondo quanto previsto all’articolo 2, comma 2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468561
Art. 10 - Procedure per l’approvazione del piano e raccordo con gli atti della programmazione regionale settoriale e locale e con gli atti della pianificazione territoriale

1. Il piano, le modifiche e gli aggiornamenti dello stesso sono approvati secondo il procedimento di cui al titolo II della “l.r. 65/2014

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468562
Art. 11 - Attuazione del piano

1. L’attuazione in forma integrata degli obiettivi, finalità ed indirizzi di cui all’articolo 9, comma 3, lettera b), attraverso l’individuazione delle azioni e misure di risanamento, miglioramento e mantenimento della qualità dell’aria amb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468563
Art. 12 - Piano di azione comunale (PAC)

1. Sulla base della valutazione della qualità dell’aria ambiente e della classificazione delle zone e agglomerati di cui all’articolo 8, la Giunta regionale individua i comuni tenuti all’elaborazione ed approvazione del PAC.

2. In attuazione degli obiettivi, finalità ed indirizzi di cui all’articolo 9, comma 3, lettera b), nonché nel rispetto dei criteri e delle modalità stabilite ai sensi dell’articolo 2, comma 2, lettera g), il PAC individua:

a) gli interventi strutturali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468564
Art. 13 - Gestione delle situazioni a rischio di superamento dei valori limite e delle soglie di allarme

1. L’ARPAT, nel rispetto delle linee guida di cui all’articolo 2, comma 2, lettera g), elabora un rapporto sui livelli dei principali inquinanti monitorati dalla rete regionale; tale rapporto è trasmesso alla Giunta regionale N44 e ai comuni di cui all’articolo 12, comma 1, e alle aziende USL competenti per territorio.

2. Nel rapporto di cui al comma 1, sono indicate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468565
Art. 14 - Poteri sostitutivi

1. Fermo restando quanto previsto all'articolo 13, comma 3-bis, la Regione esercita i poteri sostitutivi di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468566
Capo IV - Disposizioni finanziarie


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468567
Art. 15 - Norma finanziaria

1. Le risorse per l’attuazione degli interventi di cui alla presente legge sono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468568
Capo V - Regolamento di attuazione


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468569
Art. 16 - Regolamento di attuazione

1. La Giunta regionale approva, con apposito regolamento, le modalità per la r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468570
Capo VI - Disposizioni finali e transitorie


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468571
Art. 17 - Disposizioni transitorie

1. Fino all’approvazione del piano di cui all’articolo 9, mantiene efficacia il piano regionale di risanamento e mantenimento della qualità dell’aria approvato con deliberazione del Consiglio regionale 25 giugno 2008, n. 44, in attuazione della normativa nazionale in materia di tu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468572
Art. 17 bis - Disposizioni transitorie relative agli interventi contingibili di cui all’articolo 13

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
41620 4468573
Art. 18 - Abrogazioni

1. Sono abrogate le seguenti leggi e disposizioni:

a) legge regionale 5 maggio 1994, n. 33 (Norme per la tutela della qualità dell’aria);

b) legge regionale 3 febbraio 1995, n. 19 (Modifica della legge regionale 5 maggio 1994, n. 33 “Norme per la tutela della qualità dell’aria”);

c) legge regionale 13 agosto 1998, n. 63 (Norme in materia di zone a rischio di episodi acuti di inquinamento atmosferico e modifiche alla L.R. 5 maggio 1994, n. 33);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Inquinamento atmosferico
  • Impiantistica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Gas fluorurati a effetto serra (F-gas): disciplina, certificazione e attestazione (patentino frigoristi)

PREMESSA, F-GAS E SOGGETTI COINVOLTI (Premessa; Gas fluorurati a effetto serra o F-gas; Soggetti coinvolti, obblighi e divieti) - NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Regolamento europeo di riferimento e provvedimenti di esecuzione; Normativa italiana di riferimento) - OBBLIGHI DEGLI OPERATORI (Definizione di operatore; Principali obblighi dell’operatore) - CERTIFICAZIONE E ATTESTAZIONE PER PERSONE E IMPRESE (C.D. “PATENTINO FRIGORISTI”) (Generalità; Obbligo di certificazione per le persone fisiche; Obbligo di certificazione per le imprese; Obbligo di attestazione della formazione per le persone fisiche; Obbligo di iscrizione nel Registro telematico nazionale; Tabella riepilogativa degli obblighi) - SISTEMA DI ACCREDITAMENTO E CERTIFICAZIONE (Autorità nazionali competenti; Organismo di accreditamento; Organismi di certificazione; Organismi di attestazione di formazione e organismi di valutazione della conformità) - BANCA DATI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI - SANZIONI.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Inquinamento atmosferico
  • Tutela ambientale
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Trasporti
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Contributi ai comuni per incentivare la mobilità urbana sostenibile

Il programma è destinato ai comuni con popolazione residente non inferiore a 50.000 abitanti ed è finalizzato al cofinanziamento di progetti di mobilità urbana sostenibile alternativi all'uso di autovetture private, quali la realizzazione di nuove piste ciclabili, nonché lo sviluppo del trasporto condiviso e del mobility management. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 15 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Inquinamento atmosferico
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Contributi agli enti locali per la realizzazione di piste ciclabili

La misura prevede la concessione di contributi agli enti locali per l’abbattimento degli interessi sui mutui relativi ad investimenti per la realizzazione di piste ciclabili. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 6.239.431,80 euro. Ciascun ente locale ammesso potrà godere del totale abbattimento degli interessi, su uno o più mutui, sino all'importo massimo complessivo di 3 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Riduzione delle emissioni nazionali di inquinanti atmosferici

Premessa e quadro normativo - Sostanze inquinanti e limiti di emissione - Flessibilità - Programmi nazionali di controllo dell'inquinamento atmosferico - Altre disposizioni previste dalla Direttiva (UE) 2016/2284 - Attuazione della Direttiva e abrogazione della disciplina precedente.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Prevenzione Incendi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Impianti termici civili: requisiti tecnici, limiti di emissione, abilitazione alla conduzione, soggetti coinvolti, obblighi e sanzioni

PREMESSA, DEFINIZIONI E NORMATIVA APPLICABILE - REQUISITI TECNICI E COSTRUTTIVI DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI (Requisiti generali; Deroga per gli impianti rientranti nella uni 11528; Disposizioni relative agli apparecchi misuratori delle pressioni, applicabili agli impianti rientranti nella UNI 11528; Adeguamento degli impianti preesistenti al 25/06/2014) - ABILITAZIONE ALLA CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI (Requisiti generali; Rilascio del patentino e gradi di abilitazione; Revoca del patentino) - VALORI LIMITE DI EMISSIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI E CONTROLLI (Valori limite; Valori limite per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Frequenza dei controlli sul rispetto dei valori limite; Attestazione del rispetto dei valori limite; Altri documenti da allegare al libretto di centrale per i medi impianti termici; Controlli per gli impianti termici civili entrati in esercizio prima del 20/12/2018; Comunicazioni o ripristino di conformità per i medi impianti termici) - OBBLIGHI DEL PRODUTTORE, DEL FABBRICANTE E DELL’INSTALLATORE (Attestazione di conformità del produttore; Obblighi dell’installatore; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Impianti preesistenti; Obblighi del responsabile dell’esercizio e della manutenzione - Iscrizione nel registro autorizzativo per i medi impianti) - SANZIONI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW