FAST FIND : NR16867

L. R. Friuli Venezia Giulia 05/12/2005, n. 29

Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla L.R. 16 gennaio 2002, n. 2 "Disciplina organica del turismo".
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 12/03/2020, n. 3
- L.R. 08/07/2019, n. 9
- L.R. 28/12/2018, n. 28
- L.R. 27/03/2018, n. 12
- L.R. 10/11/2017, n. 37
- L.R. 04/08/2017, n. 31
- L.R. 12/05/2017, n. 14
- Sentenza C. Cost. 10/05/2017, n. 98
- L.R. 09/12/2016, n. 21
- L.R. 09/12/2016, n. 19
- L.R. 08/04/2016, n. 4
- L.R. 10/11/2015, n. 26
- L.R. 30/12/2014, n. 27
- L.R. 14/11/2014, n. 23
- L.R. 04/04/2013, n. 4
- L.R. 21/12/2012, n. 26
- L.R. 09/08/2012, n. 15
- L.R. 04/05/2012, n. 10
- L.R. 27/02/2012, n. 2
- L.R. 29/12/2011, n. 18
- L.R. 11/08/2011, n. 11
- L.R. 17/06/2011, n. 7
- L.R. 29/12/2010, n. 22
- L.R. 21/10/2010, n. 17
- L.R. 16/07/2010, n. 12
- L.R. 04/06/2010, n. 8
- L.R. 30/12/2009, n. 24
- L.R. 04/06/2009, n. 11
- L.R. 30/12/2008, n. 17
- L.R. 20/11/2008, n. 13
- L.R. 28/12/2007, n. 30
- L.R. 03/12/2007, n. 27
- D.P.G.R. 13/11/2007, n. 368
- L.R. 12/04/2007, n. 7
- L.R. 23/01/2007, n. 1
Scarica il pdf completo
34024 6241917
TITOLO I - DISPOSIZIONI COMUNI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241918
CAPO I - Principi generali, definizioni e ambito di applicazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241919
Art. 1 - (Principi generali e finalità)

1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell’articolo 4, primo comma, n. 6), della legge costituzionale 31 gennaio 1963, n. 1 (Statuto speciale della Regione Friuli - Venezia Giulia), in armonia con i principi di cui al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241920
Art. 2 - (Definizioni)

1. Ai fini della presente legge si intende per:

a) commercio all'ingrosso: l'attività svolta da chiunque professionalmente acquisti merci in nome e per conto proprio e le rivenda ad altri commercianti all'ingrosso o al dettaglio, o a utilizzatori professionali e a grandi consumatori;

b) commercio al dettaglio: l'attività svolta da chiunque professionalmente acquisti merci in nome e per conto proprio e le rivenda al consumatore finale;

c) vendita di "generi del settore alimentare"N98: la vendita di prodotti destinati alla nutrizione;

d) vendita di "generi del settore non alimentare"N98: la vendita di ogni altro prodotto diverso da quelli di cui alla lettera c);

e) generi non alimentari a basso impatto: i materiali dell'edilizia "ivi compresi quelli elettrici," N2 dell'agricoltura e della zootecnia, la ferramenta, i legnami, i mobili e gli articoli di arredamento, "gli elettrodomestici,"N2 i veicoli, incluse le imbarcazioni, e i prodotti a questi similari che richiedono ampie superfici di esposizione e di vendita in rapporto al numero di visitatori e acquirenti;

f) generi speciali: i prodotti ricompresi nei settori merceologici alimentari e non, posti in vendita nelle farmacie, nelle rivendite di generi di monopolio e presso i distributori di carburante, secondo le specifiche tabelle di cui all'allegato A;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241921
Art. 3 - (Settori merceologici)

1. Gli esercizi di vendita al dettaglio sono distinti nei seguenti settori merceologici:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241922
Art. 4 - (Esclusioni)

1. La presente legge non si applica nei confronti delle seguenti categorie:

a) titolari di farmacie e direttori di farmacie delle quali i Comuni assumono l'impianto e l'esercizio, qualora pongano in vendita esclusivamente prodotti farmaceutici, specialità medicinali, dispositivi medici e presidi medico-chirurgici, nonché medici veterinari qualora pongano in vendita in forma diretta, con divieto di pubblicizzazione e di esposizione, prodotti attinenti alla salute e al benessere degli animali in cura;

b) titolari di rivendite di generi di monopolio, qualora vendano esclusivamente generi di monopolio;

c) associazioni dei produttori ortofrutticoli costituite ai sensi della legge 27 luglio 1967, n. 622 (Organizzazione del mercato nel settore dei prodotti ortofrutticoli), e successive modifiche;

d) imprenditori agricoli, singoli o associati, i quali esercitino attività di vendita dei prodotti agricoli ai sensi dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241923
CAPO II - Esercizio dell'attività
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241924
Art. 5 - (Requisiti morali e professionali)

1. Ai fini della tutela del consumatore, l'esercizio, in qualsiasi forma, dell'attività commerciale e di somministrazione di alimenti e bevande, è consentito solo a chi sia in possesso dei "requisiti previsti dalla normativa vigente"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241925
Art. 6 - (Requisiti morali e condizioni ostative)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241926
Art. 7 - (Requisiti professionali)

1. L'esercizio dell'attività commerciale in sede fissa o sulle aree pubbliche di prodotti non alimentari è subordinato al possesso dei soli requisiti morali. N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241927
Art. 8 - (Corsi professionali)

1. I corsi professionali di cui all’articolo 71, comma 6, lettera a), del decreto legislativo 59/2010, vengono organizzati dal Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario (CATT FVG) e dai Centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali (CAT), senza delega ad altri soggetti, ferme restando le competenze degli organismi di formazione professionale ai sensi dell’articolo 71, comma 6, lettera c), del decreto legislativo 59/2010.N129

1-bis. I corsi professionali di cui all'articolo 5 della legge 3 maggio 1985, n. 204 (Disciplina d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241928
Art. 9 - (Commissione d'esame)

1. A conclusione del corso previsto all'articolo 8, comma 1, l'idoneità dei candidati è accertata da “commissioni costituite presso le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, nominate”N128 dalla giunta camerale per una durata di cinque anni, e composta da:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241929
Art. 9-bis - (Commissione esaminatrice relativa ai corsi professionali per agenti e rappresentanti di commercio)

N89

1. Le prove finali dei corsi professionali, istituiti e organizzati nella Regione Friuli-Venezia Giulia per l'abilitazione all'esercizio dell'attività di agente e rappresentante di commercio di cui alla legge 3 maggio 1985, n. 204 (Disciplina dell'attività di agente e rappresentante di commercio), "svolte dinanzi a commissioni territoriali"N176 d'esam

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241930
Art. 10 - (Titolarità dei requisiti)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241931
TITOLO II - COMMERCIO IN SEDE FISSA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241932
CAPO I - Tipologia degli esercizi di vendita
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241933
Art. 11 - (Esercizi di vicinato)

1. L'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento e la concentrazione degli esercizi di vicinato entro i limiti stabiliti all'articolo 2, comma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241934
Art. 12 - (Medie strutture di vendita)

1. L'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento e la concentrazione delle medie strutture aventi superficie di vendita non superiore a metri quadrati 400 sono soggetti a "segnalazione certificata"N98 di inizio attività al Comune. N48

2. L'apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento e la concentrazione delle medie strutture aventi superficie di vendita superiore a metri quadrati 400, sono soggetti ad autorizzazione del Comune per la quale è previsto il silenzio assenso, subordinato al possesso del titolo abilitativo edilizio e all'osservanza delle disposizioni “di cui al comma 4”N128.

3. N147

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241935
Art. 13 - (Grandi strutture di vendita)

1. L'apertura, l'ampliamento, il trasferimento di sede e la concentrazione delle grandi strutture di vendita, costituite da singoli esercizi o centri comme

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241936
Art. 14 - (Condizioni)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241937
Art. 14 bis - Superficie di vendita

N33

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241938
CAPO II - Urbanistica commerciale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241939
Art. 15 - (Piano comunale di settore del commercio)

1. La pianificazione commerciale tiene conto delle esigenze di equilibrato e armonico sviluppo del sistema distributivo, di salvaguardia e sviluppo sostenibile del territorio e dell'ambiente, nonché dell'interesse dei consumatori. A tal fine limitazioni all'insediamento di esercizi di vendita possono essere stabilite solo per le seguenti motivazioni:

a) tutela del territorio e dell'ambiente, in particolare sotto il profilo dello sviluppo sostenibile, anche geografico, nonché sotto il profilo urbanistico, edilizio, incluso l'inquinamento acustico, architettonico, storico-culturale, di viabilità e la tutela della salute e ludopatia;

b) tutela del pluralismo e dell'equilibrio sul territorio tra le diverse tipologie distributive, anche attraverso il recupero e la salvaguardia delle piccole e medie imprese già operanti sul territorio, in particolare nelle zone periferiche, e di limitare tali strutture in funzione di tutela della qualità del territorio in generale e della sua vivibilità, di riqualificazione di zone all'interno del centro urbano e di servizio reso ai consumatori, mirando a ottenere una più omogenea distribuzione dei servizi e di fruizione delle infrastrutture, soprattutto nelle citate zone periferiche;

c) occupazionali, in ordine alla tutela dei lavoratori e delle lavoratrici del settore, anche prevedendo l'impegno del proponente ad assumere a tempo indeterminato una percentuale del personale impiegato fra lavoratori in mobilità e/o in cassa integrazione ovvero soggetti percettori della misura di inclusione attiva di cui alla legge regionale 15/2015 residenti nel Comune interessato o in quelli contermini.

2. L'insediamento degli esercizi di vendita di grand

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241940
Art. 16 - (Localizzazione degli esercizi commerciali)

1. Gli esercizi di vicinato possono essere allocati in ogni zona urbanisticamente compatibile.

2. Gli esercizi di media struttura possono essere allocati:

a) senza vincolo di destinazione di zona omogenea propria a destinazione commerciale, solo nell'ambito delle aree di cui all'articolo 12, comma 4, lett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241941
Art. 17 - (Strumenti attuativi previsti per grandi strutture di vendita con superficie coperta complessiva superiore a 15.000 metri quadrati)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241942
Art. 18 - (Modalità di applicazione degli standard urbanistici per le aree da riservare a parcheggio per gli esercizi commerciali)

1. Gli standard urbanistici delle aree da riservare a parcheggio per gli esercizi commerciali sono stabiliti dagli strumenti urbanistici comunali, nel rispetto della normativa vigente, “secondo quanto prescritto in particolare all'allegato B bis”N128.

2. È ammesso reperire le aree da destinare a parcheggio alle distanze indicate “dall’articolo 3, comma 2, lettera c), della legge regionale 11 novembre 2009, n. 19 (Codice re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241943
CAPO III - Altre forme di vendita
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241944
Art. 19 - (Vendita negli outlet)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241945
Art. 20 - (Disciplina dei mercati agroalimentari all'ingrosso)

1. I mercati agroalimentari all'ingrosso sono gestiti come servizi di interesse pubblico in modo da assicurare la libera formazione del prezzo delle merci, nell'osservanza delle norme vigenti in materia di commercializzazione e in materia igienico-sanitaria.

2. I mercati agroalimentari all'ingrosso possono essere istituiti o gestiti dai Comuni o da altri enti pubblici territoriali, nonché da società per azioni o da società consortili per azioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241946
Art. 21 - (Spacci interni)

1. Le amministrazioni pubbliche, le imprese e i circoli privati, le cooperative di consumo e i loro consorzi, le associazioni di volontariato, le ONLUS, le associazioni e le cooperative senza fini di lucro, possono esercitare la vendita al dettaglio a favore rispett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241947
Art. 22 - (Distribuzione automatica)

1. La vendita al dettaglio a mezzo di apparecchi automatici, nel caso in cui non sia effettuata direttamente dall'esercente all'interno dell'esercizio di vendita o nelle sue immediate adiacenze, è soggetta alla "segnalazione certificata"N98 di inizio attività.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241948
Art. 23 - (Vendita per corrispondenza o altri sistemi di comunicazione)

1. La vendita al dettaglio per corrispondenza, inclusa la vendita per corrispondenza su catalogo, o tramite televisione o altri sistemi di comunicazione è soggetta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241949
Art. 24 - (Vendita diretta al domicilio dei consumatori o mediante contratti negoziati fuori dai locali commerciali)

1. La vendita al dettaglio o la raccolta di ordinativi di acquisto presso il domicilio dei consumatori è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241950
Art. 25 - (Esercizi che effettuano la vendita a soggetti diversi dal consumatore finale)

1. Gli esercizi commerciali all'ingrosso, inclusi i "cash and carry" e le tipologie similari, svolgon

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241951
Art. 26 - (Disposizioni concernenti il commercio equo e solidale)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241952
Art. 27 - (Commercio elettronico e certificazione di qualità)

1. Per commercio elettronico si intendono le operazioni commerciali disciplinate dal decreto legislativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241953
CAPO IV - Orari


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241954
Art. 28 - (Orari degli esercizi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241955
Art. 29 – (Giornate di chiusura degli esercizi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241956
Art. 29bis – (Ambito di applicazione dell’articolo 29)

N34

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241957
Art. 30 – (Deroghe per le località a prevalente economia turistica)

1. Nei comuni classificati come località a prevalente economia turistica, gli esercenti determinano liberamente le giornate di chiusura degli esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa, “anche”N134 in deroga a quanto disposto dall'articolo 29.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241958
Art. 30 bis - (Modalità di modifica degli ambiti di cui agli allegati C e D)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241959
Art. 31 - (Esclusioni)

1. La disciplina di cui al presente capo non si applica alle seguenti categorie di esercizi:

a) le farmacie;

b) le rivendite di generi di monopolio;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241960
CAPO V - Pubblicità dei prezzi e vendite straordinarie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241961
Art. 32 - (Pubblicità dei prezzi)

1. I prodotti esposti per la vendita al dettaglio, ovunque collocati, devono indicare in modo ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico, mediante la collocazione di un cartello o di altre modalità idonee allo scopo. Il prezzo dei gioielli, degli oggetti d'arte e di antiquariato e degli altri prodotti di notevole valore economico può essere esposto solo all'interno dell'eser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241962
Art. 33 - (Disciplina delle vendite di liquidazione)

1. Le vendite di liquidazione sono effettuate al fine di vendere in breve tempo le merci, presentando al consumatore l'acquisto come occasione particolarmente favorevole, a seguito di cessazione dell'attività commerciale, cessione dell'azienda, trasferimento di sede dell'azienda, trasformazione o rinnovo dei locali, trasformazione o rinnovo delle attrezzature.

2. L'effettuazione della vendita di liquidazione va comunicata in via telematica al SUAP del Comune ove ha sede l'esercizio non meno di quindici giorni prima della data di inizio della vendita medesima. La comunicazione indica, in particolare, l'ubicazione dei locali in cui viene effettuata la vendita di liquidazione, la data di inizio e la durata della vendita medesima. Entro il giorno precedente all'inizio della vendita di liquidazione, è comunicato un elenco analitico delle merci poste in vendita, distinte per articoli, con l'indicazione del prezzo praticato ordinariamente e dello sconto o ribasso espresso in percentuale sul prezzo normale di vendita che si intende praticare nel corso della liquidazione.N129

3. La cessione dell'azienda ricomprende tutte le fattispecie di trasferimento dell'azienda in proprietà o in gestione per atto tra vivi. Qualora la vendita di liquidazione sia stata comunicata per la cessazione dell'attività, è consentito, entro il termine di conclusione della vendita medesima, modificare il presupposto della cessazione in cessione; in tale ipotesi trova applicazione il comma 7, lettera b).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241963
Art. 34 – (Disciplina delle vendite di fine stagione)

N11

1. Le vendite di fine stagione, denominate anche saldi, riguardano i prodotti di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento, qualora non vengano venduti entro un certo periodo di tempo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241964
Art. 35 - (Disciplina delle vendite promozionali)

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241965
Art. 36 - (Vendite sottocosto)

1. Per vendita sottocosto si intende la vendita al pubblico di uno o più prodotti effettuata a un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto, maggiorato dell'i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241966
Art. 37 - (Disposizioni comuni alle vendite straordinarie)

1. La pubblicità relativa alle vendite, disciplinate agli articoli 33, 34, 35 e 36, deve essere presentata graficamente in modo non ingannevole per il consumatore e contenere un'informazione veritiera per quanto attiene sia la composizione merceologica, sia la qualità delle merci vendute, nonché gli sconti o ribassi praticati.

2. N15

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241967
CAPO VI - Variazioni soggettive e oggettive del titolo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241968
Art. 38 - (Sospensione e cessazione dell'attività)

1. La sospensione dell'attività degli esercizi di vendita al dettaglio di vicinato, di media e grande struttura, qualora debba protrarsi per più di trenta giorni, è comunicata dagli operatori commerciali al Comune almeno dieci giorni prima del suo inizio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241969
Art. 39 - (Subingresso)

1. Il trasferimento in gestione o in proprietà degli esercizi commerciali di cui agli articoli 11, 12 e 13, per atto tra vivi o a causa di morte, è soggetto alla "segnalazione certificata"N98 di inizio attività e comporta di diritto il trasferimento dell'esercizio a chi subentra, sempre che intervenga l'effettivo trasferimento dell'azienda e il subentrante sia in possesso dei requisiti di cui all'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241970
TITOLO III - COMMERCIO SULLE AREE PUBBLICHE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241971
CAPO I - Disciplina del commercio sulle aree pubbliche
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241972
Art. 40 - (Definizioni)

1. Ai fini della presente legge si intende per commercio sulle aree pubbliche, l'attività di vendita di merci al dettaglio e la somministrazione di alimenti e bevande effettuate:

a) sulle aree pubbliche, comprese quelle del demanio marittimo o sulle aree private delle quali il Comune abbia la disponibilità, attrezzate o meno, coperte o scoperte. Sono ar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241973
Art. 41 - (Ambito di applicazione)

1. Le norme del presente titolo si applicano anche:

a) agli industriali e agli artigiani che intendano esercitare il commercio sulle aree pubbliche dei loro prodotti, anche se l'attività di produzione è esercitata in forma itinerante o su posteggio;

b) ai soggetti che intendano vendere o esporre per la vendita al dettaglio sulle aree pubbliche opere di pittura, di scultura, di grafica e oggetti di antichità o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241974
Art. 42 - (Esercizio dell'attività)

1. Il commercio sulle aree pubbliche può essere esercitato da persone fisiche, società di persone, società di capitali regolarmente costituite o cooperative:

a) su posteggi dati in concessione, per un periodo compreso tra i nove e i dodici anni, nel rispetto “dei seguenti criteri di priorità, fermo restando che ulteriori criteri possono essere stabiliti dai Comuni nei regolamenti di cui all'articolo 48:

1) commercializzazione di prodotti tipici locali e del Made in Italy, inclusi i prodotti biologici o a km zero;

2) trasferimento del titolare dell'attività già presente nel mercato;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241975
Art. 43 - (Prescrizioni specifiche per l'esercizio dell'attività)

1. L'esercizio del commercio sulle aree pubbliche è subordinato al rispetto delle condizioni e delle modalità stabilite dal regolamento del Comune nel cui territorio viene esercitato.

2. Con il regolamento di cui al comma 1, l'esercizio del commercio sulle aree pubbliche è vietato o sottoposto a condizioni particolari ai fini della salvaguardia delle zone aventi valore archeologico, storico, artistico e ambientale. "In relazione a tali zone, i Comuni possono prevedere restrizioni specifiche alle tipologie merceologiche dei posteggi esistenti, sia per il settore alimentare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241976
Art. 44 - (Aree marittime e stradali)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241977
Art. 45 - (Sostituzioni)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241978
Art. 46 - (Divieti)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241979
Art. 47 - (Prescrizioni per i prodotti alimentari)

1. L'esercizio del commercio sulle aree pubbliche di prodotti alimentari, sia la vendita, sia la somministrazione di alimenti e bevande, avviene anche nel rispetto di quanto sancito dall'articolo 41, comma 2-ter, ed è soggetto alle norme di settore che tutelano le esigenze igienico-sanitarie.N82

1-bis. Nei mercati giornalieri di nuova istituzione, le aree destinate al commercio di prodotti alimentari sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241980
Art. 48 - (Disposizioni relative ai mercati)

1. L'esercizio del commercio sulle aree pubbliche nei mercati è soggetto a SCIA, previo ottenimento della concessione di posteggio di cui all'articolo 49.N82

2. L'istituzione, la soppressione o lo spostamento dei mercati, nonché le modalità del loro funzionamento sono disciplinati con regolamento comunale che, in conformità alle eventuali prescrizioni degli strumenti urbanistici, stabilisce l'ampiezza complessiva delle aree relative ai mercati sulla base delle caratteristiche socio - economiche del territorio, tenendosi conto dei consumi della popolazione residente e della clientela turistica e di passaggio, al fine di assicurare la migliore funzionalità e produttività del servizio da rendere al consumatore e un adeguato equilibrio con le installazioni commerciali a posto fisso e le altre forme di distribuzione in uso.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241981
Art. 49 - (Posteggi)

1. La concessione del posteggio nei mercati di cui all'articolo 48 è rilasciata in base ai criteri di priorità e per la durata di cui dall'articolo 42, comma 1, lettera a), può essere rinnovata e non può essere ceduta a nessun titolo, se non con l'azienda commerciale. N190

2. "L'operatore su aree pubbliche"N98 ha diritto a utilizzare il posteggio per tutti i prodotti oggetto della sua attività, fatto salvo il rispetto delle esigenze igienico-sanitarie, nonché delle prescrizioni e limitazioni di cui alla legislazione vigente.

3. I posteggi, tutti o parte di essi, debbono avere una superficie tale da poter essere utilizzati anche dagli autoveicoli attrezzati come punti di vendita, ovvero con attrezzatura permanente installata. Qualora il titolare del posteggio abbia uno di tali autoveicoli e la superficie dell'area concessa sia insufficiente, ha diritto a che venga ampliata o, se impossibile, che gli venga concesso, se disponibile, un altro posteggio più adeguato, a sua scelta, fermo restando il rispetto delle prescrizioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241982
Art. 50 - (Determinazione delle aree relative alle fiere)

1. Il commercio sulle aree destinate alle fiere, istituite e disciplinate dai regolamenti comunali, &egrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241983
Art. 51 - (Orari)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241984
Art. 52 - (Subingresso)

1. Al trasferimento in gestione o in proprietà dell'azienda ", o del ramo d'azienda,"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241985
Art. 53 - (Consistenza degli esercizi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241986
Art. 54 - (Disposizioni procedimentali)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241987
TITOLO IV - COMMERCIO DELLA STAMPA QUOTIDIANA E PERIODICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241988
CAPO I - Disciplina del commercio della stampa quotidiana e periodica
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241989
Art. 55 - (Definizione e ambito di applicazione)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241990
Art. 56 - (Punti vendita della stampa quotidiana e periodica)

1. L'apertura dei punti vendita della stampa quotidiana e periodica è soggetta a SCIA da inoltrarsi al SUAP del Comune competente per territorio.

2. Gli operatori possono ve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241991
Art. 57 - (Esenzione dall'autorizzazione)

1. Non è necessaria “la SCIA di cui all'articolo 56, comma 1,”N128 per:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241992
Art. 58 - (Parità di trattamento)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241993
Art. 59 - (Modalità di vendita)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241994
Art. 60 - (Piani comunali di localizzazione dei punti esclusivi di vendita)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241995
Art. 61 - (Criteri comunali relativi ai punti non esclusivi di vendita)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241996
Art. 62 – (Commercio su aree pubbliche)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241997
Art. 63 - (Orari)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241998
Art. 64 - (Disposizioni comuni sui Piani e criteri)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6241999
TITOLO V - SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242000
CAPO I - Disciplina dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242001
Art. 65 - (Definizioni)

1. Ai fini della presente legge si intende per:

a) somministrazione al pubblico di alimenti e bevande: la vendita per il consumo di tali prodotti nei locali dell'esercizio o in superfici aperte al pubblico a tal fine attrezzate annesse all'esercizio, anche quando effettuata con distributori automatici;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242002
Art. 66 - (Esclusioni)

1. Le norme della presente legge non si applicano all'attività di somministrazione di alimenti e bevande effettuata:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242003
Art. 67 - (Tipologia degli esercizi)

1. Ai fini della determinazione N59 delle autorizzazioni rilasciabili in ciascun Comune, gli esercizi di somministrazione sono distinti in:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242004
Art. 68 - (Disciplina delle attività di somministrazione di alimenti e bevande)

1. L’apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sono soggetti ad autorizzazione rilasciata dal Comune nel cui territorio è ubicato l’esercizio solo nelle zone soggette a tutela ai sensi dell’articolo 69. Negli altri casi, l’apertura e il trasferimento di sede degli esercizi medesimi sono soggetti a segnalazione certificata d’inizio attività. N62

2. L'ampliamento degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è soggetto a comunicazione al Comune competente per territorio.

3. È soggetto alla "segnalazione certificata"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242005
Art. 69 – (Indirizzi e criteri di programmazione)

N11

1. I Comuni, nel rispetto di quanto stabilito ai sensi dei commi 2 e 3, determinano i criteri e le condizioni relativi al rilascio delle autorizzazioni per la nuova apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione nelle zone del territorio da assoggettare a tutela. N62

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242006
Art. 70 - (Rilascio delle autorizzazioni ed esercizio dell'attività)

1. La domanda di autorizzazione all'apertura o al trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione, ai sensi dell'articolo 69, è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242007
Art. 71 - (Riunioni straordinarie)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242008
Art. 72 - (Subingresso)

1. Il trasferimento in gestione o in proprietà degli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è soggetto alla "segnalazione certificata"N98 di inizio attività e comporta di diritto il trasferimento dell'esercizio a chi subentra, sempre che sia provato l'effettivo trasferimento dell'azienda e il subentrante sia in possesso dei requisiti di cui all'articolo 5.

2. Il subentrante in possesso dei requisiti di cui all'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242009
Art. 73 - (Disposizioni per i distributori automatici)

1. L’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande per mezzo di distributori automatici, nel rispetto delle disposizioni igienico sanitarie e sempre che l’esercente sia in possesso dei requisiti di cui agli articoli 5 e 7, è soggetta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242010
Art. 74 - (Orari)

1. Gli orari di apertura e di chiusura degli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande sono stabiliti dai titolari nell'ambito della fascia oraria compresa fra le ore cinque e le ore tre del giorno successivo, con il solo limite minimo giornaliero di sette ore, da effettuarsi anche non consecutivamente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242011
Art. 75 - (Permanenza della clientela)

1. I clienti non possono accedere all'esercizio di somministrazione fuori dell'orario di apertura. Il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242012
Art. 76 - (Deroghe orarie)

1. Per comprovate esigenze di pubblico interesse ovvero qualora ne ricorra l'esigenza, i Comuni fissano liberamente la fasci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242013
Art. 77 - (Esclusioni)

1. Non sono soggette alle disposizioni in materia di orari:

a) le attività di somministrazione al domicilio del consumatore;

b

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242014
Art. 78 - (Pubblicità dei prezzi)

1. I prezzi dei prodotti destinati alla somministrazione debbono essere resi noti al pubblico e alla client

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242015
TITOLO VI - SANZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242016
CAPO I - Disposizioni sanzionatorie in materia di attività commerciale e somministrazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242017
Art. 79 - (Disposizioni comuni)

1. Le sanzioni di cui alla presente legge sono applicate in base alle norme di cui alla legge regionale 17 gennaio 1984, n. 1 (Norme per l'applicazione delle sanzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242018
Art. 80 - (Sanzioni amministrative relative al commercio in sede fissa)

1. La violazione delle disposizioni in materia di requisiti soggettivi di cui agli “articoli 5, 6 e 7”N128 è punita con una sanzione amministrativa da 1.600 euro a 10.000 euro. “La mancata comunicazione di cui all'articolo 5, comma 4, è punita con la medesima sanzione da 1.600 euro a 10.000 euro e con l'ordine di chiusura dell'attività.”N130

2. La violazione delle disposizioni di cui agli articoli 11, 12, comma 1, “14 bis”N130 e 39 N135 è punita con una sanzione amministrativa da 4.000 euro a 12.000 euro. La violazione delle disposizioni di cui agli articoli 12, comma 2, e 13 N160 è punita con una sanzione amministrativa da 15.000 euro a 60.000 euro. Nel caso di apertura degli esercizi commerciali senza la denuncia di inizio attività o senza la prescritta autorizzazione comunale il Comune, oltre alla sanzione amministrativa suindicata, dispone l’immediata chiusura dell’attività. La vendita di prodotti non appartenenti al settore merceologico "segnalato"N109 o autorizzato comporta la sanzione amministrativa “da 5.000 euro a 15.000 euro”N128 e il contestuale ordine di cessazione della vendita dei suddetti prodotti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242019
Art. 81 - (Sanzioni amministrative relative al commercio sulle aree pubbliche)

1. Chiunque eserciti il commercio sulle aree pubbliche senza la SCIA di cui all'articolo 42, in assenza o al di fuori del territorio della concessione di posteggio di cui all'articolo 42, comma 1, lettera a), e 49, comma 1, ovvero in violazione di quanto sancito all'articolo 43, commi 3 ter e 3 quater, è punito con una sanzione amministrativa da 2.500 euro a 15.000 euro e con la confisca delle attrezzature e della merce.N129

2. Ai fini del comma 1:

a) si considera senza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242020
Art. 82 - (Sanzioni amministrative relative alla stampa quotidiana e periodica)

1. Chiunque eserciti il commercio della stampa quotidiana e periodica senza “la SCIA di cui all'articolo 56, comma 1,”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242021
Art. 83 - (Sanzioni amministrative relative alla somministrazione)

1. Chiunque eserciti l'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande senza la SCIA o la comunicazione di cui all'articolo 68, commi 1, secondo periodo, 2 e 3, o senza l'autorizzazione di cui all'articolo 68, comma 1, primo periodo, ovvero quando sia stato disposto il divieto di esercizio o la sospensione dell'attività, è soggetto alla sanzione amministrativa da 1.500 euro a 15.000 euro, nonché alla chiusura dell'esercizio.N129

2. La violazione delle disposizioni di cui all'articolo 70, comma 5, in materia di esercizio dell'attività, e delle disposizioni di cui all'articolo 78, in materia di pubblicità dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242022
TITOLO VII - MONITORAGGIO E SVILUPPO DELL'ATTIVITÀ COMMERCIALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242023
CAPO I - Organismi operanti nel settore del commercio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242024
Art. 84 - (Osservatorio regionale del commercio)

1. È operante presso la Direzione centrale competente in materia di commercio l'Osservatorio regionale del commercio con le seguenti funzioni, svolte dalla Direzione medesima:

a) monitorare la rete distributiva commerciale e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, anche con riferimento alla consistenza, alla modificazione e all'andamento dei punti di vendita e di somministrazione, al commercio sulle aree pubbliche e alle altre forme di distribuzione, in c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242025
Art. 84-bis - (Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario)

N89

1. Per le finalità di cui all'articolo 23 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114 (Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59), può essere istituito il Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario di cui al comma 3, di seguito denominato CATT FVG, che è autorizzato dall'Amministrazione regionale a svolgere le attività di cui al medesimo articolo 23 e, in qualità di referente unico nei rapporti con l'Amministrazione regionale, a svolgere le seguenti funzioni amministrative delegate:

a) concessione degli incentivi di cui all'articolo 100 a favore delle piccole e medie imprese commerciali, turistiche e di servizio;

b) concessione degli incentivi a valere sul Fondo per contributi alle imprese turistiche e pubblici esercizi di cui all'articolo 38 della legge regionale 8 aprile 2016, n. 4 (Disposizioni per il riordino e la semplificazione della normativa afferente il settore terziario, per l'incentivazione dello stesso e per lo sviluppo economico);

c) concessione degli incentivi alle agenzie di viaggio e turismo “di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242026
Art. 85 - (Centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali)

1. I CAT possono essere costituiti dalle organizzazioni di categoria degli operatori del commercio, del turismo e dei servizi, rappresentative a livello provinciale o regionale, “firmatarie di contratti collettivi di lavoro o di accordi quadro nazionali” N44 cui aderiscano non meno di cinquecento imprese per le organizzazioni provinciali e non meno di "cinquemila" N90 imprese per le organizzazioni regionali; l'adesione di non meno di cinquecento imprese a livello provinciale o non meno di "cinquemila" N90imprese a livello regionale alle associazioni costituenti il CAT "è dichiarata entro il 31 marzo di ogni anno alla Direzione centrale competente in materia di commercio" N91. La sussistenza di meno di cinquecento imprese iscritte a livello provinciale o di meno di "cinquemila" N90 imprese iscritte a livello regionale comporta la revoca dell'autorizzazione di cui al comma 7. I CAT sono costituiti sotto forma di società per azioni, società a responsabilità limitata, o sotto forma di consorzi, operano a livello provinciale, ma possono anche consorziarsi tra loro per costituire uno o più Centri di coordinamento a livello regionale.

2. I CAT svolgono la loro attività per l'ammodernamento della rete distributiva a favore delle imprese del terziario, siano ques

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242027
Capo I bis -Centri commerciali naturali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242028
Art. 85-bis - Centri commerciali naturali

N89

1. Per centro commerciale naturale si intende un insieme di attività commerciali, artigianali e di servizi, localizzato in una zona dete

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242029
CAPO II - Aree urbane, locali storici e servizi di prossimità
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242030
Art. 86 - (Tutela, salvaguardia e valorizzazione delle aree urbane)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242031
Art. 87 – (Salvaguardia e valorizzazione dei locali storici e delle attività storiche del Friuli-Venezia Giulia)

1. La Regione salvaguarda e valorizza ", come locali storici,"N179 i pubblici esercizi, gli esercizi commerciali e le farmacie, in esercizio da almeno sessanta anni, che abbiano valore storico o artistico “e”N180 o che costituiscano testimonianza storica, culturale “e”N180 o tradizionale, regionale o locale.

1-bis. La Regione valorizza e salvaguarda, come attività storica, i pubblici esercizi e gli esercizi commerciali che risultino essere in esercizio da almeno sessanta anni. N177

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242032
Art. 88 - (Interventi di tutela e valorizzazione)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242033
Art. 89 – (Sostegno degli interventi di tutela e valorizzazione dei locali storici)

N72

1. Il Comune può concedere contri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242034
Art. 90 - (Vincoli di destinazione d'uso)

1. I locali storici censiti per i quali siano stati concessi i finanziamenti di cui all'articolo 89 sono vincolati, per un periodo di d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242035
Art. 91 - (Attribuzione del marchio)

1. I locali storici censiti nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, si avvalgono, previa predis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242036
Art. 92 - (Partecipazione alle spese di censimento)

1. La Regione partecipa alla spesa sostenuta dai Comuni per l'effettuazione del censimento con un con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242037
Art. 93 - (Servizi di prossimità)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242038
CAPO III - Interventi di sostegno
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242039
Art. 94 - (Tipologia degli interventi agevolativi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242040
Art. 95 - (Finanziamenti agevolati a medio-lungo termine a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizio)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242041
Art. 96 - (Finanziamenti agevolati a medio termine a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizio)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242042
Art. 97 - (Ammissibilità alle agevolazioni)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242043
Art. 98 - (Fondo per lo sviluppo delle piccole e medie imprese e dei servizi)

1. N45

2. N45

3. N45

3.1. N31 N45

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242044
Art. 99 - (Prestito partecipativo)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242045
Art. 100 - (Contributi per lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese commerciali, turistiche e di servizio)

N95

1. Al fine di promuovere e sostenere le micro, piccole e medie imprese commerciali, turistiche e di servizio, anche associate tra loro, i consorzi di imprese, nonché i centri commerciali naturali e di concorrere in particolare alla riqualificazione delle attività del terziario nei centri urbani, l'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere incentivi per:

a) lavori di ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione e straordinaria manutenzione nonché acquisto di arredi, attrezzature e strumentazioni nuove, comprese quelle necessarie per i pagamenti tramite moneta elettronica e per il commercio elettronico, e di sistemi di videosorveglianza e sicurezza innovativi, nonché per l'accrescimento dell'efficienza energetica;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242046
Art. 101 - (Assegnazione fondi)

N96

1. Le imprese presentano al CATT FVG le domande di contributo che possono essere prefinanziate con idonea fidejussione, ai sensi dell'articolo 39, comm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242047
Art. 102 - (Criteri e modalità di concessione dei contributi)

1. I criteri e le modalità di concessione dei contributi di cui all'articolo 100 sono definiti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242048
Art. 102-bis - (Ripartizione dei fondi)

N89

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242049
Art. 103 - (Misure a sostegno dei mercati agroalimentari all'ingrosso)

1. L'Amministrazione regionale, al fine di favorire la riqualificazione dei mercati agroalimentari all'ingrosso, può promuovere interventi di trasferimento, mantenimento, adeguamento alle normative di sicurezza e innovazione o ampliamento del patrimonio strutturale esistente, mediante la concessione di contributi in conto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242050
Art. 104 - (Ulteriori misure di sostegno)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242051
Art. 105 - (Clausola valutativa)

1. La Giunta regionale, con scadenza triennale, informa il Consiglio regionale circa l'attuazione della presente legge, dando evidenza dei risultati ottenuti nel perseguimento delle finalità previste dall'articolo 1, comma 2, avuto riguardo agli obiettivi programmati e alle scelte di pianificazione effettuate, in termini di effetti prodotti dagli interventi realizzati sul sistema socio-economico regionale.

2. Sulla base del monitoraggio effettuato dall'Osservatorio regionale del commercio e delle altre indagini e studi eventualmente disposti “dagli uffici competenti per materia”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242052
TITOLO VIII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 2/2002 (DISCIPLINA ORGANICA DEL TURISMO)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242053
CAPO I - Modifiche alla legge regionale 2/2002 (Disciplina organica del turismo)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242054
Art. 106 - (Modifiche alla legge regionale 2/2002)

1-3. N162

4-24. Omissis

25. N165

26. Omissis

27-29. N163

30. Il comma 3 dell'articolo 57 della legge regionale 2/2002 è sostituito dal seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242055
CAPO II - Disposizioni transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242056
Art. 107 - (Disposizioni transitorie)

1. Il Direttore generale della TurismoFVG è nominato entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente articolo.

2. Entro quindici giorni dall'entrata in vigore del presente articolo, con decreto del Presidente della Regione, previa deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale alle attività produttive, è nominato un Commissario straordinario incaricato di provvedere all'adozione degli atti amministrativi e gestionali necessari a garantire senza interruzioni il perseguimento delle finalità di pubblico interesse in campo turistico che attualmente sono in capo alle AIAT, nelle more della nomina del Direttore generale della TurismoFVG, e in particolare:

a) all'adozione di un bilancio di previsione consolidato per l'anno 2006 sulla base dei bilanci di previsione per l'anno 2006 adottati dai direttori delle AIAT, che funge da bilancio di previsione della TurismoFVG;

b) alla gestione del medesimo sino alla preposizione del Direttore generale.

3. Il Commissario si avvale di uno o più Vicecommissari, nominati con la procedura di cui al comma 2, cui può delegare compiti e funzioni riferiti alla gestione delle AIAT e alla liquidazione delle medesime. Il provvedimento di nomina determina l'indennità mensile di carica del Commissario e dei Vicecommissari, nonché la data di subentro dei medesimi al posto dei direttori delle AIAT.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242057
Art. 108 - (Abrogazioni)

1. Sono abrogate le seguenti disposizioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242058
TITOLO IX - DISPOSIZIONI PROCEDIMENTALI, TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242059
CAPO I - Disposizioni procedimentali, transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242060
Art. 109 - (Segnalazione certificata di inizio attività e domanda di titoli autorizzativi)

1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242061
Art. 109 bis - Segnalazione certificata d’inizio attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242062
Art. 110 - (Disposizioni transitorie)

1. Il titolare di più autorizzazioni di cui all'articolo 5, comma 1, lettere a), b) e d), della legge 287/1991 relative allo stesso esercizio ha diritto, sussistendone le condizioni, di attivare in altri locali o cedere, entro sei mesi dall'entrata in vigore della presente legge, le aziende della medesima tipologia. Decorso inutilmente tale termine, le autorizzazioni riguardanti la medesima azienda si intendono riunite in un unico titolo e i Comuni provvedono ad aggiornare il provvedimento esistente.

2. Le prescrizioni di cui all'articolo 18, comma 1, in materia di aree da riservare a parcheggi in edifici preesistenti e già con destinazione d'uso commerciale alla data del 18 giugno 2003, così come definita agli articoli 73 e 74 della legge regionale 19 novembre 1991, n. 52 (Norme regionali in materia di pianificazione territoriale e urbanistica), e successive modifiche, non trovano applicazione. Qualora gli edifici, comunque preesistenti alla data del 18 giugno 2003, siano localizzati all'interno del centro storico, così come definito dagli strumenti urbanistici comunali, la destinazione d'uso commerciale può anche essere successiva a tale data.

3. Ai Comuni che hanno adottato i Piani di settore, prima dell'entrata in vigore della presente legge, è consentito apportare le necessarie modifiche affinché possano essere utilizzate le superfici di vendita degli esercizi compresi tra i metri quadrati 801 e i metri quadrati 1.500. Le superfici sono riconosciute in aggiunta al contingente disponibile calcolato secondo le modalità regolamentari della media distribuzione.

4. Nelle more del recepimento delle disposizioni della presente legge e della relativa normativa attuativa, le definizioni di cui all'articolo 2, qualora più favorevoli al richiedente, trovano immediata applicazione anche con riferimento ai criteri, ai Piani di settore o nelle varianti urbanistiche adottate o approvate dai Comuni.

5. Con l'entrata in vigore della presente legge, i Comuni possono concedere nuove autorizzazioni per esercizi di somministrazione ancora disponibili in base alla precedente normativa, attribuendo la tipologia unica prevista dalla presente legge.

6. I riferimenti normativi a tipologie di somministrazione di alimenti e bevande non previste dalla presente legge si applicano a quelle in tutto o in parte corrispondenti all'elenco di cui all'articolo 67, che le hanno in tutto o in parte sostituite.

7. Il Fondo di cui all'articolo 98 prosegue senza soluzione di continuità n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242063
Art. 111 - (Modificazioni alla legge regionale 3/2001)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242064
Art. 112 - (Modificazioni all'articolo 71 della legge regionale 14/2002)

1. Il comma 1 bis dell'articolo 71 della legge regionale 31 maggio 2002, n. 14 (Disciplina organica dei lavori pubblici), è sostitui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242065
Art. 113 - (Abrogazioni)

1. Sono abrogate, in particolare:

a) la legge regionale 18 febbraio 1983, n. 17 (Disciplina della vendita di giornali e riviste e provvidenze per incrementare la diffusione della stampa);

b) la legge regionale 27 marzo 1992, n. 13 (Norme per la prima applicazione della legge 25 agosto 1991, n. 287, recante "Aggiornamento della normativa sull'insediamento e sull'attività dei pubblici esercizi", nel territorio della Regione Friuli-Venezia Giulia);

c) gli articoli 2 e 6 della legge regionale 26 agosto 1996, n. 36 (Finanziamenti per agevolare l'accesso al credito di imprese commerciali e del terziario, rapporti convenzionali con le banche, modificazioni a leggi agevolative nel settore del commercio, soppressione del Capo I della legge regionale 24 maggio 1988, n. 36);

d) la legge regionale 8 agosto 1997, n. 27 (Norme in materia di procedimento amministrativo nei settori delle attività commerciali e della somministrazione di alimenti e bevande nonché modifiche alla legge regionale 34/1995);

e) il comma 17 dell'articolo 20 della legge regionale 12 febbraio 1998, n. 3 (Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale e annuale della Regione);

f) l'articolo 106 e i commi 1 e 6 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242066
Art. 114 - (Disposizioni finanziarie)

1. Gli eventuali oneri derivanti dal disposto di cui all'articolo 84, comma 3, fanno carico - a decorrere dall'anno 2006 - all'unità previsionale di base 52.2.360.1.476 dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2005-2007, con riferimento al capitolo 9810 del documento tecnico allegato al bilancio medesimo.

2. Gli oneri derivanti dal disposto di cui all'articolo 84, comma 5, fanno carico - a decorrere dall'anno 2006 - all'unità previsionale di base 14.3.360.1.1300 dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2005-2007, con riferimento al capitolo 9188 del documento tecnico allegato al bilancio medesimo.

3. Gli oneri derivanti dal disposto di cui all'articolo 85, comma 2, fanno carico - a decorrere dall'anno 2006 - all'unità previsionale di base 14.2.360.1.1918 dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2005-2007, con riferimento al capitolo 9139 del documento tecnico allegato al bilancio medesimo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242067
Art. 115 - (Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione sul Bollettino U

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242068
ALLEGATO A (riferito agli articoli 2, comma 1, lettera f), e 22, comma 5) - Tabella farmacie, tabella rivendite di generi di monopolio, tabella impianti di distribuzione automatica di carburanti


1 - TABELLA FARMACIE

- Prodotti alimentari destinati ad una alimentazione particolare (decreto legislativo 111/1992) e integratori/complementi alimentari (decreto legislativo 169/2004).

- Prodotti cosmetici:

prodotti cosmetici (legge 713/1986 e successive modifiche) e mezzi per il loro impiego.

- Prodotti erboristici a base di ingredienti vegetali e integratori e complementi alimentari preconfezionati o preparati in farmacia in forme predosate.

- Disinfettanti e sostanze germicide o battericide; disinfestanti per uso animale e per ambienti; prodotti per la salubrità degli ambienti; insettorepellenti; insetticidi per uso umano e per uso veterinario; biocidi.

- Prodotti chimici e sostanze in genere, non di uso farmaceutico preconfezionati e allo stato sfuso.

- Pubblicazioni specializzate in materia di prevenzione e cura delle patologie quale supporto all'educazione sanitaria.

- Dispositivi medici (decreto legislativo 46/1997).

- Vari:

articoli per l'igiene della persona;

articoli di pu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242069
ALLEGATO B (riferito all'articolo 15, commi 7 e 10)


1. Criteri di indirizzo per la scelta della localizzazione degli esercizi di vendita di grande struttura

Per le finalità di cui all'articolo 15, comma 7, i Comuni si attengono, in particolare, ai seguenti criteri:

a) tenere in considerazione l'esigenza di consolidare il tessuto socio-economico costituito dalla rete distributiva degli esercizi di vicinato e di media struttura insediati all'interno delle aree storiche centrali così come riconosciute negli strumenti urbanistici comunali, in maniera da dimostrare e giustificare le nuove zone e insediamenti commerciali e il loro ampliamento all'esterno delle aree suddette; potranno essere inoltre valutate eventuali azioni anche con l'apporto partecipato delle organizzazioni di categoria del settore distributivo al fine di assicurare l'uso temporaneo e determinato di spazi di parcheggio situati nelle aree storiche centrali ovvero in loro prossimità, fermo restando il rispetto degli standard di parcheggi per le funzioni residenziali previsti dalla vigente normativa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242070
ALLEGATO B bis (riferito all'articolo 18, comma 1)

1. Parcheggi a servizio degli esercizi di vendita

1. La dotazione di parcheggi da prevedere per tipologia e dimensione degli esercizi di vendita è la seguente:

a) per esercizi fino a 400 metri quadrati di superficie di vendita, localizzati in zone a destinazione residenziale: 60 per cento della superficie di vendita;

b) per esercizi fino a 400 metri quadrati di superficie di vendita, localizza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242071
ALLEGATO C (riferito all'articolo 29, commi 3 e 4) - Elenco dei Comuni non turistici


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242072
ALLEGATO D (riferito agli articoli 30, comma 3, e 69, comma 1, lettera c) - Elenco delle località turistiche


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
34024 6242073
ALLEGATO E (riferito all'articolo 109, comma 2) - Procedimenti soggetti a silenzio assenso


ATTIVITÀ

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMPETENTE

TERMINI DI CONTROLLO

Iscrizione al REC

art. 5, comma 2

CCIAA

30 giorni

Iscrizione al ruolo agenti e rappresentanti di commercio

l. 204/1985

CCIAA

30 giorni

Iscrizione albo commercianti all’ingrosso

art. 5, comma 4

CCIAA

30 giorni

Commercio in sede fissa




Apertura, trasferimento, ampliamento e concentrazione” (2) delle medie e delle grandi strutture di vendita

artt. 12 e 13

Comune

90 giorni

Proroga della sospensione dell’attività

art. 38

Comune

30 giorni

Commercio sulle aree pubbliche




Rilascio nuove autorizzazioni

art. 42

Comune

60 giorni

Proroga della sospensione dell’attività

art. 81

Comune

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Impianti sportivi
  • Edilizia scolastica
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • DURC
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Provvidenze

Basilicata: sostegno alla costituzione e sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali

Dieci milioni di euro per favorire lo sviluppo e il riequilibrio del territorio agricolo, agevolare la permanenza degli imprenditori agricoli nel territorio rurale con il sostegno ad investimenti finalizzati alla diversificazione dell’attività attraverso la costituzione e lo sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali. È quanto prevede il bando pubblicato della Regione Basilicata. Possono essere finanziati gli interventi riguardanti il recupero funzionale di immobili accatastati dall'azienda agricola da almeno 5 anni, piccole costruzioni ex novo per la realizzazione di laboratori polifunzionali aziendali, agricampeggi, aree verdi attrezzate ed allestimento di spazi per musei sulle tradizioni contadine, sistemazioni esterne, piccole piscine e campetti, acquisto di nuovi impianti e attrezzature funzionali alla realizzazione del progetto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Emilia Romagna: 7 mln per agriturismi e fattorie didattiche

Contributi in conto capitale per la creazione e lo sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche. Le risorse a disposizione dell’Avviso ammontano a 7.144.216,00 euro e possono beneficiarne gli imprenditori agricoli, singoli o associati, che rientrino nella definizione di micro e piccola impresa. La misura sostiene: la ristrutturazione e l’ampliamento di fabbricati rurali, la qualificazione di spazi aperti di aziende agricole esistenti e l’acquisto di attrezzature da destinare all'attività agrituristica e/o di fattoria didattica. La percentuale di contributo varia in relazione alle diverse zone di aree rurali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica

Veneto: bando per il finanziamento di progetti dei distretti del commercio

La Regione Veneto promuove il consolidamento dei Distretti del Commercio mediante lo sviluppo di azioni strategiche che ne sostengano e strutturino l'evoluzione in sinergia con i temi dell'attrattività del territorio. Previsti contributi in conto capitale per: interventi strutturali e infrastrutturali su spazio pubblico, accessibilità, ristrutturazione dell’arredo urbano e del patrimonio edilizio pubblico destinato al commercio, misure di sostenibilità energetica ed ambientale, sistemi di sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Emilia Romagna: riqualificazione urbana nel distretto turistico balneare della costa emiliano-romagnola

La Regione Emilia Romagna rende disponibili 20 milioni di euro per la promozione dell'innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel Distretto Turistico Balneare della Costa emiliano-romagnola. Sono ammissibili gli interventi i cui lavori, servizi e forniture sono avviati a decorrere dal 01/01/2019 e i contributi sono concessi nella misura massima del 100% della spesa ammissibile per un importo massimo di 10 milioni di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Standards
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016