FAST FIND : NR15902

L.R. Basilicata 12/11/2004, n. 18

Norme sulla sanatoria degli abusi edilizi di cui all’art. 32 del D.L. 30.9.2003, n. 269.
Scarica il pdf completo
33059 7480889
Art. 1 - (Oggetto della legge)

1. La presente legge disciplina la possibilità, i limiti, le condizioni e le modalità per l'ammissibilità a sanatoria degli abusi edilizi di cui all

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480890
Art. 2 - (Definizioni)

1. Ai fini delle disposizioni di cui al presente titolo, si intendono per:

a) "condono edilizio" o "sanatoria": la sanatoria straordinaria degli illeciti amministrativi derivanti dalla commissione di abusi edilizi, introdotta dall'articolo 32 del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480891
Art. 3 - (Opere non suscettibili di sanatoria)

1. Non possono formare oggetto di sanatoria le opere abusive rientranti tra le tipologie di cui all'allegato 1 del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269 che:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480892
Art. 4 - (Opere suscettibili di sanatoria)

1. Fatti salvi i divieti di cui all'articolo 3, possono accedere al condono edilizio le opere abusive rientranti tra le tipologie di cui all'Allegato 1 del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269. Alle tipologie di seguito riportate, si applicano le seguenti limitazioni:

A. opere eseguite su immobili non soggetti a vincoli di tutela che:

1) abbiano comportato interventi di nuova costruzione, ampliamenti e/o sopraelevazioni di manufatti esistenti, anche se non conformi agli strumenti urbanistici vigenti alla data del 31 marzo 2003, aventi una volumetria non superiore a 210 metri cubi per singola richiesta di titolo abilitativo in sanatoria, e, nel caso di più richieste riferite ad un immobile funzionalmente autonomo, aventi una volumetria complessiva non superiore a 630 metri cubi;

2) abbiano comportato, nei casi di edilizia residenziale non destinata a prima abitazione del richiedente la sanatoria, un ampliamento di manufatti esistenti, già oggetto di condono ai sensi delle disposizioni di cui ai capi IV e V della legge 28 febbraio 1985, n. 47, ovvero ai sensi dell'articolo 39 della legge 23 dicembre 1994, n. 724, non superiore al 5 per cento della volumetria della costruzione originaria e, comunque, una volumetria non superiore a 75 metri cubi; N13

3) abbiano comportato interventi di ristrutturazione edilizia senza aumento di unità immobiliari, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari fissati dal D.M. 05/07/1975 e non abbiano comportato il mutamento d'uso di parcheggi con vincolo di pertinen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480893
Art. 4 bis - (Mancata prestazione)

N6

Dopo l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480894
Art. 5 - (Procedura per il rilascio del titolo in sanatoria)

1. Le domande relative alla definizione degli illeciti edilizi sono presentate al Comune entro e non oltre il 10 dicembre 2004.

2. Sono ritenute validamente presentate le domande già inoltrate ai sensi del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito in legge dall'articolo 1 della legge 24 novembre 2003, n. 326 e successive modificazioni e integrazioni. Le domande presentate successivamente al 7 luglio 2004 sono esaminate dai Comuni nell'osservanza della presente legge. È fatta salva la facoltà per gli interessati di procedere al ritiro, alla modifica e alla integrazione delle stesse, entro la data del 10 dicembre 2004. N1

3. Le domande di sanatoria sono definite dai Comuni competenti con provvedimento da adottarsi entro il "31 dicembre 2022" N10. Il termine può essere interrotto una sola volta per richieste di integrazioni grafiche e documentali. La definizione dell'istanza s'intende inte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480895
Art. 6 - (Misura integrativa dell'oblazione)

1. La misura dell'oblazione determinata dalla tabella C allegata al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480896
Art. 7 - (Quota integrativa oneri concessori)

1. Per le opere abusive oggetto di sanatoria gli oneri di concessione sono incrementati del 100 per cento.

2. Le risorse derivanti dall'incremento degli oneri concessori di cui al comma 1 vengono prioritariamente impiegate dai Comuni per far fronte alle spese occorrenti alla demolizione degli abusi edilizi realizzati nel territorio di rispettiva comp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33059 7480897
Art. 8 - (Modifica di norme)

"Art. 13 - (Disposizioni urgenti in materia di sanatoria degli abusi): 1. I procedimenti relativi alle domande di rilascio di titolo edilizio in sanatoria presentate ai sensi e nei termini previsti al Capo IV della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Edilizia e immobili

Responsabilità del direttore dei lavori negli appalti privati

PREMESSA - NORMATIVA DI RIFERIMENTO Le disposizioni del Codice civile; Il Testo unico edilizia - D.P.R. 380/2001 - RESPONSABILITÀ CIVILE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Obbligo di controllare la regolarità dell’esecuzione dell’opera; Il DL non è obbligato a vigilare sulle attività di semplice esecuzione; Responsabilità solidale del DL e dell’impresa per vizi dell'immobile; Responsabilità di DL e progettista; Responsabilità extracontrattuale del DL ex art. 1669 c.c. - RESPONSABILITÀ PENALE DEL DIRETTORE DEI LAVORI Responsabilità per mancata osservanza a permesso di costruire e leggi urbanistiche; Presupposti per l’esonero della responsabilità del DL; Responsabilità del DL per omessa vigilanza anche in caso di assenza dal cantiere; Responsabilità del DL anche per opere non rientranti nell'incarico.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

La sanatoria degli abusi edilizi

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Appalti di lavori privati

Il reato di abuso d'ufficio in materia edilizia

Contesto normativo - Elementi costitutivi del reato: la condotta dell’agente (violazione di specifiche regole di condotta, omissione di astensione in caso di conflitto di interessi), l’evento del reato (procurare un ingiusto vantaggio patrimoniale, arrecare un ingiusto danno) e la configurazione del dolo (dolo intenzionale come volontà di cagionare l’evento in via primaria, gli elementi sintomatici del dolo) - Concorso del privato nel reato.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria

Requisiti igienico-sanitari nelle costruzioni

Requisiti igienico-sanitari generali delle abitazioni (altezza dei locali, superficie minima, bagni, riscaldamento, temperatura di progetto, ventilazione ed esclusione di condizioni di umidità, aspirazione di fumi ed esalazioni); Requisiti igienico-sanitari in edifici condonati e nel caso di recupero di sottotetti; Deroghe per interventi di efficientamento termico; Titoli abilitativi e requisiti igienico-sanitari: autocertificazione o parere di conformità igienico-sanitaria.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Urbanistica
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili

Ingiunzione di pagamento per inottemperanza all'ordine di demolizione

Sanzione amministrativa pecuniaria; art. 31, D.P.R. 06/06/2001, n. 380, comma 4-bis; L. 11/11//2014 n. 164; natura punitiva; natura ripristinatoria; giurisdizione del giudice amministrativo; legittimità dell’ordine di demolizione; atto vincolato; atto derivato; ordine di demolizione adottato in vigenza di sequestro penale; validità ed efficacia dell'ingiunzione di pagamento; legittimità dell’ordine di demolizione; principio di legalità e irretroattività delle sanzioni amministrative; L. 24/11/1981 n. 689; condizioni di efficacia; termine di prescrizione; permanenza dell'illecito.
A cura di:
  • Giulio Tomasi
  • Compravendita e locazione
  • Imprese
  • Calamità
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Provvidenze

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)