FAST FIND : AR1241

Ultimo aggiornamento
11/07/2019

Indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO - FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI - ACQUISIZIONE DEL CIG - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS (Casellario informatico; AVCPass; Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio) - ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE (Certificati di esecuzione dei lavori; Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento) - ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA - SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI (Avvalimento nel sistema unico di qualificazione; Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”; Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica; Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti) - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
2820313 5745953
COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO

Con il Com. ANAC 22/04/2016 (con ulteriori precisazioni del 03/05/2016), il Com. ANAC 04/05/2016, il Com. ANAC 11/05/2016, il Com. ANAC 31/05/2016 R, il Com. ANAC 08/06/2016

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745954
FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI

In primo luogo, l’ANAC ribadisce la regola generale secondo la quale il D. Leg.vo 50/2016 si applica:

- alle procedure e ai contratti per le quali i bandi o avvisi con cui si indice la procedura di scelta del contraente siano pubblicati successivamente alla data di entrata in vigore;

- in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, alle procedure e ai contratti in cui, alla data di entrata in vigore, non siano ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte.

Quanto alla data di entrata in vigore, pur essendo questa teoricamente fissata al 19/04/2016 N1 va preliminarmente ricordato il Com. ANAC 22/04/2016 ove - in lettura combinata con le successive precisazioni del 03/05/2016 - si afferma in buona sostanza che, essendo il Codice stato conoscibile solamente nella tarda serata del giorno 19/04/2016, per i soli bandi o avvisi pubblicati nella giornata del 19/04/2016 continua ad operare il pregresso regime giuridico, mentre le disposizioni del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745955
ACQUISIZIONE DEL CIG

L’art. 37 del D. Leg.vo 50/2016, comma 1, dispone al primo periodo che le stazioni appaltanti, fermi restando gli obblighi di utilizzo di strumenti di acquisto e di negoziazione, anche telematici, previsti dalle vigenti disposizioni in materia di contenimento della spesa, possono procedere direttamente e autonomamente all’acquisizione di forniture e servizi di importo inferiore a 40.000 euro e di lavori di importo inferiore a 150.000 euro, nonché attraverso l’effettuazione di ordini a valere su strumenti di acquisto messi a disposizione dalle centrali di committenza.

Detta disposizione innova il precedente quadro normativo, ove era previsto invece (art. 33 del D. Leg.vo 163/2006, comma 3-bis) che a partire dal 01/11/2015 i Comuni non capoluogo di provincia procedessero all’acquisizione di lavori, beni e servizi attraverso forme di aggregazione, fatta salva la possibilità di procedere autonomamente per i soli acquisti di beni, servizi e lavori di valore inferiore a 40.000 Euro.

Vista l’apertura operata dal nuovo Codice, il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745956
OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO

Le indicazioni dell’ANAC riguardano anche le modalità per l’effettuazione delle comunicazioni obbligatorie da parte delle stazioni appaltanti all’Osservatorio, in attesa che venga data attuazione alle novità previste in proposito dai commi 8, 9 e 10 dell’art. 213 del D. Leg.vo 50/2016 e che vengano conseguentemente adeguati i sistemi informatici.

Nelle more, posta la necessità di non interrompere i flussi informativi, il Com. ANAC 11/05/2016 (punto 3) ha precisato che:

- per le procedure avviate prima dell’entrata in vigore del D. Leg.vo 50/2016, restano fermi gli obblighi di comunicazione previsti dal D. Leg.vo 163/2006 e dal D.P.R. 207/2010, che devono essere assolti secondo le modalità di trasmissione già determinate dall’ANAC;

- anche per le procedure avviate dopo l’entrata in vigore del D. Leg.vo 50/2016, restano fermi, per il periodo transitorio, tutti gli obblighi di comunicazione dei dati e delle informazioni previgenti, nonché le indicazioni fornite dall’ANAC, tenendo conto che per quanto riguarda i contratti “esclusi”, il riferimento alle casistiche enucleate agli artt. 19, 21, 22, 23, 24 e 26 del D. Leg.vo 163/2006 deve intendersi riferito agli artt. 4-20 del D. Leg.vo 50/2016.

Per l’assolvimento dei predetti obblighi potranno continuare ad utilizzarsi le modalità telematiche già in uso, accessibili dalla sezione “servizi” del sito ANAC. Per agevolare dette operazioni, l’ANAC ha fornito una “tabella di corrispondenza” tra i pregressi riferimenti (ancora riportati nelle interfacce dei servizi online forniti dall’Autorità e che quindi vanno selezionati per svolgere i menzionati adempimenti) e quelli attuali. La tabella è riportata di seguito.


Segue una tabella recante la tavola di corrispondenza tra i riferimenti del nuovo Codice e quelli del vecchio quadro normativo, ai fini dell’utilizzo dei sistemi informativi ANAC.


INFORMAZIONE PREVISTA NEL NUOVO CODICE

INFORMAZIONE PRESENTE NEI MODELLI DISPONIBILI SUL SITO DELL’AUTORITÀ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745957
SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745958
Casellario informatico

Il Com. ANAC 11/05/2016 (punto 3) R si sofferma sui casi in cui occorre effettuare la comunicazione ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 207/2010, lettere r) e s), ai fini dell’inserimento nel casellario informatico, delle esclusioni dalle procedure di affidamento di servizi e forniture per mancanza dei requisiti dell’art. 38 del D. Leg.vo 163/2006, e delle altre notizie ritenute utili emerse in fase di gara.


Anche a tal fine l’ANAC fornisce una tavola di corrispondenza tra requisiti richiesti dal pregresso art. 38 del D. Leg.vo 163/2006 e l’attuale art. 80 del D. Leg.vo 50/2016, di seguito riportata.


D. LEG.VO 50/2016

D. LEG.VO 163/2006

Rif. art. 80 del D. Leg.vo 50/2016, comma 5, lettera b)

Rif. art. 38 del D. Leg.vo 163/2006, comma 1, lettera a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745959
AVCPass

A proposito del sistema AVCPass, il Com. ANAC 11/05/2016 (punto 3) R ha chiarito che la tabella riportata al paragrafo precedente va utilizzata anche ai fini dell’utilizzo del sistema AVCpass. Sul punto erano peraltro stati già forniti altri chiarimenti con il Com. ANAC 04/05/2016.

L’art. 81 del D. Leg.vo 81/2008, commi 1 e 2, prevede il superamento del sistema AVCPass gestito dall’ANAC e l’istituzione di una nuova Banca dati nazionale degli operatori economici gestita dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. In particolare, si prevede che la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-professionale ed economico e finanziario per la partecipazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745960
Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio

La tabella riportata in precedenza va utilizzata anche per la comunicazione da parte delle imprese delle informazioni relative alle variazioni intercorse nei requisiti generali o nella direzione tecnica previste dall’art. 8 del D.P.R. 207/2010, co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745961
ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745962
Certificati di esecuzione dei lavori

Per ottemperare all’obbligo di trasmissione dei certificati di esecuzione lavori (CEL) all’Osservatorio da parte delle stazioni appaltanti - nel periodo transitorio - i certificati relativi all’esecuzione di lavori affidati con procedu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745963
Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento

Per ottemperare all’obbligo di pubblicare sul sito del Ministero delle infrastrutture e trasporti e sulla piattaforma digitale istituita presso l’ANAC gli atti di programmazione di lav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745964
ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA

Con il Com. ANAC 31/05/2016 R il Presidente ANAC ha fornito indicazioni operative sulle procedure che devono essere attuate dalle stazioni appaltanti nel caso sussista il motivo di esclusione dalla partecipazione ad una procedura di appalto o concessione di cui all’art. 80 del D. Leg.vo 50/2016, comma 5, lettera g), ossia quando l’operatore economico viene iscritto nel casellario informatico tenuto dall’Osservatorio dell’ANAC per aver presentato false dichiarazioni o falsa documentazione ai fini del rilascio dell’attestazione di qualificazione. In tali circostanze l’esclusione opera per tutto il periodo durante il quale perdura l’iscrizione nel casellario informatico.

Tale causa di esclusione corrisponde come visto a quella prevista dal previgente art. 38 del D. Leg.vo 163/2006, comma 1, lettera m-bis).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745965
SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI

Con il Com. ANAC 03/08/2016 R sono state integrate le indicazioni già fornite con il precedente Com. ANAC 31/05/2016

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745966
Avvalimento nel sistema unico di qualificazione

Fino all’entrata in vigore delle Linee guida sul sistema unico di qualificazione, deve intendersi applicabile anche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745967
Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”

Fino all’entrata in vigore delle Linee guida sul sistema unico di qualificazione, devono intendersi applicabili anche gli abrogati commi 12-bis, 14-b

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745968
Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica

Fino all’entrata in vigore delle Linee guida sul sistema unico di qualificazione, deve intendersi applicabile anche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745969
Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti

Per i contratti integrativi e di variazione di attestazione in corso sottoscritti con una SOA prima del 19/04/2016 (data di entrata in vigore del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2820313 5745970
SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI

I chiarimenti di seguito sintetizzati fanno riferimento al Com. ANAC 08/062016: “Questioni interpretative relative all’applicazione delle disposizioni del D. Leg.vo 50/2016 nel periodo transitorioR.


OGGETTO

CHIARIMENTO

Affidamento servizi sociali Allegato IX del D. Leg.vo 50/2016 R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna: interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici - Bando 2019

Con il bando la Regione Emilia Romagna mette a disposizione oltre 5 milioni di euro per il triennio 2019/2021 per sostenere i gli enti pubblici nel conseguire obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e nell'edilizia residenziale pubblica. Le spese ammissibili possono riguardare la realizzazione di impianti solari, la redazione di diagnosi energetiche, attestati di prestazione energetica degli edifici, opere edili connesse alla realizzazione degli interventi energetici, oneri di sicurezza. Gli interventi saranno cofinanziati fino al 40% con un contributo massimo di 500 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Appalti e contratti pubblici

Gli accordi quadro per i contratti pubblici

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - DISCIPLINA Oggetto; Durata; Accordi quadro conclusi con un solo operatore economico; Accordi quadro conclusi con più operatori economici; Accordi quadro nei settori speciali - ACCORDI QUADRO TRAMITE CONSIP - GIURISPRUDENZA Partecipazione illegittima e alterazione della par condicio tra gli operatori; Accordi quadro e oneri di sicurezza aziendali; Estrazione a sorte nelle procedure per i confronti competitivi; Accordo quadro stipulato da centrale di committenza.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Difesa suolo

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Barriere architettoniche
  • Provvidenze

Sicilia: finanziamenti ai Comuni per la creazione di parchi gioco inclusivi

Quasi quattro milioni di euro dalla Regione Sicilia per creare nuovi parchi gioco dotati di attrezzature utilizzabili sia dai bambini normodotati che con disabilità. I parchi dovranno sorgere in spazi comunali individuati dalle amministrazioni cittadine e il contributo è previsto nella misura massima di cinquantamila euro. L’area prescelta dovrà essere posizionata in una zona priva di barriere architettoniche, accessibile e già frequentata da bambini. I Comuni dovranno compartecipare con proprie risorse finanziarie nella misura minima del 10 per cento del costo complessivo del progetto e ciascun Comune, pena l’esclusione, potrà presentare una sola istanza, eventualmente per più aree da attrezzare, ma sempre nei limiti del finanziamento massimo.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione

Veneto: 25 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico

La Regione Veneto ha messo a disposizione 25.000.000,00 euro per il secondo bando per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico. Si tratta di contributi a fondo perduto riconosciuti nell'aliquota massima del 90% della spesa ammissibile per un importo massimo di 1.500.000 euro. La finalità del bando è la promozione dell'eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche attraverso le seguenti misure: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti, anche attraverso l'utilizzo di "mix tecnologici".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica

Gas fluorurati a effetto serra: obblighi di comunicazione alla banca dati e tenuta dei registri

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Divieto dell'uso di gas fluorurati a effetto serra