FAST FIND : NR9220

L. R. Puglia 27/07/2001, n. 20

Norme generali di governo e uso del territorio.
Scarica il pdf completo
26376 8884573
TITOLO I - PRINCIPI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884574
Art. 1 - (Finalità)

1. La Regione Puglia, in attuazione dei principi generali dell'ordinamento italiano e comunitario, nel rispetto delle leggi dello St

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884575
Art. 2 - (Principi)

1. La presente legge assicura il rispetto dei principi di:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884576
TITOLO II - SOGGETTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E URBANISTICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884577
Art. 3 - (Pianificazione del territorio pugliese)

1. La pianificazione del territorio si articola nei livelli regionale, metropolitano, provinciale e comunale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884578
TITOLO III - PROCESSO DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE REGIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884579
Art. 4 - (Documento regionale di assetto generale)

1. La Giunta regionale, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, approva il Documento regionale di assetto generale (DRAG) in coerenza con i programmi, gli obiettivi e le suscettività socio-economiche del territorio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884580
Art. 5 - (Procedimento di formazione e variazione del DRAG)

1. Per garantire il più ampio coinvolgimento della intera comunità regionale nella definizione dei programmi, obiettivi e suscettività socio-economiche del territorio, il Presidente della Giunta regionale convoca la Conferenza programmatica regionale, alla quale partecipano i rappresentanti dell'ANCI, dell'UPI e dell'UNCEM, le associazioni, le forze sociali, economiche e professionali.

2. Il Presidente della Giunta regionale, al fine della elaborazione dello schema di Documento, indice con proprio decreto una Conferenza di servizi, alla quale partecipano rappresentan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884581
TITOLO IV - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884582
Art. 6 - (Piano territoriale di coordinamento provinciale)

1. N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884583
Art. 7 - (Procedimento di formazione e variazione del PTCP)

1. Il Presidente della Provincia, al fine della elaborazione dello schema di PTCP, indice una Conferenza di servizi, alla quale partecipano i rappresentanti delle Amministrazioni statali, delle Amministrazioni comunali, delle Comunità montane, delle Autorità di bacino, dei Consorzi di bonifica, per acquisirne previamente le manifestazioni di interesse.

2. Il Consiglio provinciale, su proposta della Giunta provinciale, adotta lo schema di PTCP.

3. Lo schema di PTCP è depositato presso la segreteria della Provincia. Dell'avvenuto deposito è dato avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia nonché su almeno due quotidiani a diffusione provinciale.

4. I Comuni possono presentare le loro proposte sullo schema di Piano entro sessanta giorni dalla data di avviso sul Bollettino uffi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884584
Art. 7-bis - (PTC della Città metropolitana di Bari)

N22

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884585
TITOLO V - PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884586
Art. 8 - (Strumenti della pianificazione urbanistica comunale)

1. La pianificazione urbanistica comunale si effettua mediante il Piano urbanistico generale (PUG) e i PUE.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884587
Art. 9 - (Contenuti del PUG)

1. Il PUG si articola in previsioni strutturali e previsioni programmatiche.

2. Le previsioni strutturali:

a) identificano le linee fondamen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884588
Art. 10 - (PUG intercomunale)

1. È facoltà dei Comuni procedere alla formazione di un PUG intercomunale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884589
Art. 11 - (Formazione del PUG)

1. Il Consiglio comunale adotta, su proposta della Giunta, un Documento programmatico preliminare (DPP) contenente gli obiettivi e i criteri di impostazione del PUG. Nei Comuni ricadenti all'interno del comprensorio di una Comunità montana, il DPP deve prendere in considerazione le previsioni contenute nel piano pluriennale di sviluppo socio-economico in relazione al singolo Comune.

2. Il DPP è depositato presso la segreteria del Comune e dell'avvenuto deposito è data notizia mediante pubblicazione di avviso su almeno tre quotidiani a diffusione nella provincia o nella città metropolitana di Bari. N20

3. Chiunque può presentare proprie osservazioni al DPP, anche ai sensi dell'articolo 9 della l. 241/1990, entro venti giorni dalla data del deposito.

4. La Giunta comunale, sulla base del DPP di cui al comma 1 e delle eventuali osservazioni, propone al Consiglio comunale l'adozione del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884590
Art. 12 - (Variazione del PUG)

1. Il Comune procede alla variazione delle previsioni strutturali del PUG mediante lo stesso procedimento previsto dall'articolo 11.

2. La deliberazione motivata del Consiglio comunale che apporta variazioni alle previsioni programmatiche del PUG non è soggetta a verifica di compatibilità regionale, provinciale, metropolitana. N20

3. La deliberazione motivata del Consiglio comunale che apporta variazioni agli strumenti urbanistici generali vigenti non è soggetta ad approvazione regionale di cui alla legge regionale 31 maggio 1980, n. 56 (Tutela ed uso del territorio), o a verifica di compatibilità regionale, provinciale, metropolitana di cui alla presente legge quando la variazione deriva da:

a) verifica di perimetrazioni conseguenti alla diversa scala di rappresentazione grafica del piano;

b) precis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884591
Art. 13 - (Misure di salvaguardia)

1. Per il periodo di due anni a decorrere dalla data di adozione del PUG, il Comune sospende ogni determinazione sulle domande di co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884592
Art. 14 - (Perequazione urbanistica)

1. Al fine di distribuire equamente, tra i proprietari interessati dagli interventi, i diritti edificatori attribuiti dalla pianific

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884593
Art. 15 - (Piani urbanistici esecutivi)

1. Al PUG viene data esecuzione mediante PUE di iniziativa pubblica o di iniziativa privata o di iniziativa mista.

2. In relazione agli interventi in esso previsti, il PUE può assumere le finalità e gli effetti di uno o più piani o programmi, anche settoriali o tematici, attuativi dello strumento urbanistico generale, oppure previsti dalla vigente normativa statale o regionale, ivi compresi i programmi integrati di cui all'articolo 16 della legge 17 febbraio 1992, n. 179, i programmi di recupero urbano, di cui all'articolo 11 del dec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884594
Art. 16 - (Formazione dei PUE)

1. I PUE possono essere redatti e proposti:

a) dal Comune;

b) dai proprietari che rappresentino, in base alla superficie catastale, almeno il 51 per cento degli immobili compresi entro il perimetro dell'area interessata. Il loro concorso è sufficiente a costituire il consorzio ai fini della presentazione al Comune della proposta di piano esecutivo e del relativo schema di convenzione;

c) dalle società di trasformazione urbana previste dalla normativa vigente.

2. Decorso il termine eventualmente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884595
Art. 17 - (Efficacia del PUE)

1. La deliberazione di approvazione del PUE ha efficacia di dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità e urgenza degli int

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884596
Art. 18 - (Rapporti fra PUG e PUE)

1. Il PUE può apportare variazioni al PUG qualora non incida nelle previsioni strutturali del PUG, ferma l'applicazione del procedi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884597
TITOLO VI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884598
Art. 19 - (Sospensione e revoca dei Programmi pluriennali di attuazione)

1. L'obbligo di formazione del programma pluriennale di attuazione dello strumento urbanistico generale è comunque sospeso sino all

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884599
Art. 20 - (Norme di prima attuazione)

1. Gli strumenti comunali di pianificazione urbanistica già adottati alla data di entrata in vigore della presente legge sono approvati secondo le disposizioni stabilite dalla l.r. 56/1980.

2. Le varianti agli strumenti comunali di pianificazione urbanistica già adottate alla data di entrata in vigore della presente legge, fino all'approvazione delle stesse, seguono le disposizioni stabilite dalla l.r. 56/1980

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884600
Art. 21 - (Poteri sostitutivi)

N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884601
Art. 22 - (Poteri di annullamento)

N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884602
Art. 23 - (Norme per il rilascio delle autorizzazioni in zone soggette a tutela paesaggistica)

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884603
Art. 24 - (Sistema informativo territoriale regionale)

N11

1. La Giunta regionale istituisce, presso l’Assessorato competente in materia di pianificazione e assetto del territorio, il Sistema informativo territoriale (SIT) al fine di elaborare un quadro conoscitivo comune e accessibile, funzionale alla formazione e gestione degli strumenti di tutela del territorio e della pianificazione regionale, provinciale, metropolitana e comunale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
26376 8884604
Art. 25 - (Abrogazioni e disposizioni finali)

1. Sono abrogate tutte le disposizioni incompatibili con la presente legge.

2. Per quanto non disciplinato dalla presente legge continuano ad applicarsi le disposizioni statali e re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Enti locali
  • Pianificazione del territorio
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica

Abruzzo: contributi ai piccoli Comuni per la pianificazione urbanistica

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distanze tra le costruzioni
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio

Distanze legali tra le costruzioni, fasce di rispetto e vincoli di inedificabilità

AMBITO APPLICATIVO DELLE NORME SULLE DISTANZE (Valenza delle norme sulle distanze legali; Concetto di “costruzione” o “edificio” ai fini delle norme sulle distanze legali) - DISTANZE TRA EDIFICI NEI RAPPORTI TRA VICINI (Distanze tra costruzioni; Muro sul confine; Muro di cinta; Particolari manufatti edilizi (pozzi, cisterne, tubi, ecc.); Alberi e siepi; Luci e vedute; Patti in deroga tra privati; Violazione delle norme sulle distanze e tutela dei diritti dei vicini) - DISTANZE TRA EDIFICI AI FINI DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI (Distanze nelle nuove costruzioni; Distanze negli interventi di demolizione e ricostruzione; Costruzioni in confine con le piazze e le vie pubbliche; Distanze tra edifici e deroghe del Piano Casa; Deroghe a distanze e altezze per interventi finalizzati al risparmio energetico) - MODALITÀ DI CALCOLO DELLE DISTANZE TRA EDIFICI (In genere; Modalità di misurazione; Rilevanza delle sporgenze ai fini del calcolo; Cosa debba intendersi per “parete finestrata”; Computo dei balconi aggettanti) - FASCE DI RISPETTO E VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ (Cimiteri; Strade pubbliche; Ferrovie; Aeroporti; Suoli boschivi interessati da incendi; Corsi d’acqua pubblici; Linee elettriche).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Pianificazione del territorio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Urbanistica

La realizzazione delle opere di urbanizzazione nel D. Leg.vo 50/2016

PREMESSA (Gli oneri di urbanizzazione; I riferimenti nel T.U. dell’edilizia e nella Legge urbanistica; Quali sono le opere di urbanizzazione) - LA DISCIPLINA NEL “VECCHIO” D. LEG.VO 163/2006 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Opere non realizzate a scomputo ma in base a convenzione) - LA DISCIPLINA NEL NUOVO D. LEG.VO 50/2016 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Decorrenza della disciplina del D. Leg.vo 50/2016) - ALTRI CASI DI OPERE PUBBLICHE REALIZZATE A SPESE DEL PRIVATO - DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE OPERE (Criteri di determinazione; Variazione del valore stimato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Provvidenze

Emilia Romagna: contributi ai comuni per la redazione dei Piani urbanistici generali (PUG)

Il bando regionale mette a disposizione dei Comuni un milione 800 mila euro per la redazione dei Piani urbanistici generali comunali (PUG). I Comuni potranno avere un contributo fino al 70% della spesa e avranno tempo fino al 15/10/2018 per presentare la domanda, che dovrà contenere un cronoprogramma con le tempistiche e la programmazione finanziaria delle attività per la formazione del Piano.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Standards
  • Pianificazione del territorio

Regolamento edilizio comunale tipo: contenuti, valenza, iter di approvazione

Intesa 20/10/2016 della Conferenza unificata che reca il Regolamento edilizio tipo ai sensi del D.L. “sblocca Italia” 133/2014. Nell'articolo sono fornite indicazioni su che cosa è il Regolamento edilizio comunale, i suoi contenuti ed il procedimento di approvazione, sui contenuti del Regolamento tipo, sull'iter della sua approvazione e del successivo recepimento da parte degli enti territoriali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)