FAST FIND : NR1905

L. R. Sardegna 22/12/1989, n. 45

Norme per l'uso e la tutela del territorio regionale.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 12/03/2020, n. 10
- L.R. 21/02/2020, n. 3
- L.R. 11/01/2019, n. 1
- L.R. 03/07/2017, n. 11
- L.R. 04/02/2016, n. 2
- L.R. 23/04/2015, n. 8
- L.R. 02/08/2013, n. 19
- L.R. 30/06/2011, n. 12
- L.R. 07/08/2009, n. 3
- L.R. 25/11/2004, n. 8
- L.R. 29/04/2003, n. 3
- L.R. 22/04/2002, n. 7
- L.R. 13/11/1998, n. 31
- L.R. 12/08/1998, n. 28
- L.R. 13/12/1994, n. 38
- L.R. 12/12/1994, n. 36
- L.R. 07/05/1993, n. 23
- L.R. 29/12/1992, n. 22
- L.R. 22/06/1992, n. 11
- L.R. 18/12/1991, n. 37
- L.R. 01/07/1991, n. 20
- L.R. 15/01/1991, n. 6
Scarica il pdf completo
19042 6233488
TITOLO I - FINALITÀ, SOGGETTI, STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233489
Art. 1 - (Finalità)

1. La Regione autonoma della Sardegna, in attuazione dell'articolo 3 della lettera f) dello statuto speciale approvato con legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3, disciplina le attività di uso e tutela del territorio regionale secondo le norme della presente legge e della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233490
Art. 2 - (Soggetti)

1. I soggetti della pianificazione territoriale sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233491
Art. 2 bis - (Conferenza di copianificazione)

N44

1. La conferenza di copianificazione è la sede in cui gli enti competenti si esprimono sugli strumenti di pianificazione del territorio di competenza dei soggetti della pianificazione territoriale al fine di:

a) verificare il rispetto delle previsioni della legge e della normativa vigente in materia urbanistica edilizia e paesaggistica;

b) verificare l'adeguamento e la conformità agli strumenti di pianificazione sovraordinati o agli altri atti adottati a tutela di rilevanti interessi pubblici in materia di paesaggio, ambiente, assetto idrogeologico e adattamento ai cambiamenti climatici;

c) esprimere le valutazioni in merito agli aspetti connessi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233492
Art. 3 - (Strumenti e livelli della pianificazione territoriale)

1. Sono strumenti per l'uso e la tutela del territorio:

a) a livello regionale:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233493
Art. 4 - (Ambiti di competenza degli strumenti)

1. La Regione, N31i Comuni singoli o associati e le Comunità montane per quanto previsto dall'articolo 7 della legge 3 dicembre 1971, n. 1102, esercitano, negli ambiti delle rispettive competenze definiti dalla presente legge, le funzioni relative alla pianificazione urbanistica concer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233494
TITOLO II - LA PIANIFICAZIONE REGIONALE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233495
Art. 5 - (Direttive e vincoli regionali, schemi di assetto territoriale)

1. Allo scopo di orientare e coordinare l'attività urbanistica, la Regione emana direttive per la formazione, l'adeguamento, la gestione degli strumenti urbanistici.

2. Le direttive stabiliscono criteri e modalità per il dimensionamento dei piani di cui all'articolo 4.

3. Le direttive inoltre prevedono: i limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza tra i fabbricati nonché i rapporti massimi tra spazi pubblici o riservati alle attività collettive, a verde pubblico e a parcheggi da osservarsi all'atto della formazione degli strumenti di pianificazione urbanistica.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233496
Art. 6 - (Servizi per la pianificazione regionale)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233497
Art. 7 - (Direttiva per i centri storici)

1. Al fine di tutelare i valori della identità regionale depositati nell'insediamento storico, la Giunta regionale, su proposta dell'Assessore competente, entro un anno dall'entrata in vigore della presente legge, con apposita direttiva istituisce e coordina presso gli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233498
Art. 8 - (Direttiva per le zone agricole)

1. Entro sei mesi dall'approvazione della presente legge, la Regione emana apposita d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233499
Art. 9 - (Direttiva per le aree urbane)

1. La Giunta regionale, sentiti gli enti locali interessati, individua e norma con ap

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233500
Art. 10 - (Piani territoriali paesistici: contenuti)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233501
Art. 10 bis - (Piano paesaggistico territoriale: tutela delle zone di rilevante interesse paesistico - ambientale)

1. Sono N25 dichiarati inedificabili in quanto sottoposti a vincolo di integrale conservazione dei singoli caratteri naturalistici, storico - morfologici e dei rispettivi insiemi:

a) i terreni costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea della battigia, anche se elevati sul mare, con esclusione di quelli ricadenti nelle zone omogenee A, B, e D, nonché nelle zone C e G contermini agli abitati, tutte come individuate negli strumenti urbanistici vigenti in base al decreto assessoriale 20 dicembre 1983, n. 2266/U;

b) le zone umide incluse nell'elenco di cui al DPR 13 marzo 1976, n. 448;

c) i fiumi compresi in un apposito elenco approvato dalla Giunta regionale tra quelli isc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233502
Art. 11 - (Piano Paesaggistico Regionale - Procedure)

N9

1. La proposta di PPR è pubblicata, per un periodo di sessanta giorni, all'albo di tutti i comuni interessati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233503
Art. 12 - (Norme di salvaguardia)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233504
Art. 13 - (Tutela delle fasce costiere - Norme di salvaguardia e di utilizzazione)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233505
Art. 14 - (Procedimenti cautelari)

1. Per comprovati motivi di urgenza ed in relazione alle finalità di cui all’articolo 1, la Giunta regionale pu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233506
Art. 15 - (Esecuzione delle ordinanze di demolizione)

1. L'Assessorato regionale competente in materia urbanistica è autorizzato a concedere, ai Comuni che ne facciano richiesta, l'utilizzazione dei mezzi meccanici di proprietà della Regione e degli enti ed organi st

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233507
TITOLO III - LA PIANIFICAZIONE PROVINCIALE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233508
Art. 16 - (Pianificazione provinciale)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233509
Art. 17 - (Procedura di approvazione del piano urbanistico provinciale)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233510
Art. 18 - (Piano Urbanistico della Comunità Montana)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233511
TITOLO IV - LA PIANIFICAZIONE COMUNALE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233512
Art. 19 - (Contenuti del piano urbanistico comunale)

1. Il piano urbanistico comunale prevede.

a) un'analisi della popolazione con l'indicazione delle possibili soluzioni assunte a base della pianificazione;

b) le attività produttive insediate nel territorio comunale con la relativa dotazione di servizi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233513
Art. 20 - (Procedura di approvazione del piano urbanistico comunale o intercomunale)

N46

1. Entro centoventi giorni dall'entrata in vigore della Legge di semplificazione 2018, i comuni, singoli o associati, deliberano l'avvio del procedimento per la formazione del PUC. Contestualmente i comuni, singoli o associati, comunicano all'autorità competente in materia ambientale l'avvio del processo di VAS del PUC e, laddove non si sia ancora dato corso, avviano l'elaborazione dello Studio comunale di assetto idrogeologico ai sensi degli articoli 8 e 37 delle Norme tecniche di attuazione del Piano di assetto idrogeologico (PAI). La mancata deliberazione di avvio del procedimento determina la decadenza dall'erogazione dei contributi economici di cui all'articolo 41 della legge regionale n. 45 del 1989.

2. Il PUC, nella sua stesura preliminare, è presentato dal sindaco al consiglio comunale entro i successivi centottanta giorni. Il Piano urbanistico preliminare contiene gli indirizzi per la pianificazione, le analisi e le valutazioni preliminari inerenti agli aspetti relativi all'assetto idrogeologico, agli aspetti paesaggistici, ambientali, storico-culturali e insediativi, richieste ai fini dell'adeguamento al PPR e il Rapporto ambientale preliminare comprendente le informazioni richieste dall'Allegato VI alla parte II del decreto legislativo n. 152 del 2006.

3. Entro gli stessi termini il consiglio comunale adotta lo Studio comunale di assetto idrogeologico, di cui al comma l, e lo sottopone alla procedura di approvazione da parte del Comitato istituzionale dell'Autorità di bacino di cui all'articolo 7 della legge regionale 6 dicembre 2006, n. 19 (Disposizioni in materia di risorse idriche e bacini idrografici). In attesa dell'adozione dello studio comunale di assetto idrogeologico da parte dell'Autorità di bacino regionale, nelle nuove aree di pericolosità il consiglio comunale prevede, quali misure di salvaguardia di cui al comma 7 dell'articolo 65 del decreto legislativo n. 152 del 2006, l'applicazione delle relative norme del PAI.

4. Il consiglio comunale, entro i successivi trenta giorni, delibera sul Piano urbanistico preliminare e lo trasmette all'autorità competente in materia ambientale. Il Piano è pubblicato sul sito internet istituzionale del comune, dell'autorità competente in materia ambientale e della Regione, ai fini della consultazione preliminare di cui all'articolo 13 del decreto legislativo n. 152 del 2006, ed è presentato, unitamente all'autorità competente in materia ambientale, in apposite sedute di consultazione pubblica.

5. L'adozione preliminare dello Studio comunale di assetto idrogeologico da parte del Comitato istituzionale dell'Autorità di bacino costituisce l'atto necessario per la prosecuzione dell'iter approvativo del PUC.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233514
Art. 20 bis - (Adeguamento degli strumenti di pianificazione al Piano paesaggistico regionale)

N26

1. I comuni adeguano i propri strumenti urbanistici al PPR nei termini in esso stabiliti che non devono essere superiori a ventiquattro mesi dall'entrata in vigore della Legge di semplificazione 2018, se ricompresi nel primo ambito omogeneo del PPR o, negli altri casi, dall'entrata in vigore del PPR relativo al proprio ambito di appartenenza.

2. Sino all'adeguamento del proprio strumento urbanistico generale al PPR, i comuni tenuti all'adeguamento non possono adottare e approvare qualsiasi variante agli strumenti generali vigenti, fatti salvi gli atti di pianificazione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233515
Art. 21 - (Strumenti di attuazione del piano urbanistico comunale)

1. Gli strumenti di attuazione del piano urbanistico comunale o intercomunale sono:

a) il piano particolareggiato;

b) il piano di lottizzazione convenzionata;

c) il piano per gli insediamenti produttivi;

d) il piano per l'edilizia economica e popolare;

d bis) piani di utilizzo del litorale;N27

e) le concessioni ed autorizzazioni edilizie.

2. Gli strumenti di cui ai punti "a), b), c), d) e d bis)"N28, sono approvati, secondo le procedure di cui all'articolo precedente, con deliberazione del consiglio comunale in conformità a quanto previsto dal piano urbanistico comunale e nel rispetto delle direttive emanate dalla Regione ai sensi dell'articolo 5 e secondo i contenuti previsti dalle leggi 17 agosto 1942, n. 1150, 18 aprile 1962, n. 167, e 22 ottobre 1971, n. 865 e successive modifiche ed integrazioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233516
Art. 22 - (Strumenti urbanistici attuativi - Norme particolari)

1. Il piano per l'edilizia economica e popolare di cui alla legge 18 aprile 1962, n. 167, e successive modifiche, si attua sia in zone edificate che in zone non edificate con interventi di nuova costruzione e/o di recupero del patrimonio edilizio esistente. Nei P.E.E.P. ch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233517
Art. 22 bis (Piano di utilizzo dei litorali (PUL))

N41

1. Il Piano per l'utilizzo dei litorali (PUL) è lo strumento con cui i comuni disciplinano l'utilizzazione delle aree demaniali marittime con finalità turistico-ricreative e regolamentano l'organizzazione del territorio immediatamente contiguo ai litorali, compresa l'accessibilità viaria e pedonale delle aree nel loro complesso e dei singoli siti ai sensi dell'articolo 29 della legge regionale n. 23 del 1985, e successive modifiche ed integrazioni.

2. Il PUL "anche in variante al Piano urbanistico comunale" N52 estende la propria disciplina anche ad ambiti contigui, ricompresi nella fascia dei 2.000 metri dalla linea di battigia, in funzione delle interrelazioni fra diversi elementi e componenti paesaggistico-ambientali, sociali, economiche che siano in stretta attinenza con i diversi gradi di antropizzazione rilevabili nel contesto e che abbiano influenza sulla strategia di utilizzazione degli ambiti demaniali. In caso di sovrapposizione con eventuali altri piani attuativi il piano urbanist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233518
Art. 23 - (Programma pluriennale di attuazione)

1. Le previsioni contenute negli strumenti generali di pianificazione urbanistica ter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233519
Art. 24 - (Contenuto e approvazione del programma pluriennale di attuazione)

1. Il programma pluriennale di attuazione deve contenere:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233520
Art. 25 - (Concessione edilizia)

1. Nei Comuni dotati di programma pluriennale di attuazione ai sensi del precedente articolo 23 la concessione a edificare è data per le aree incluse nei programmi stessi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233521
Art. 26 - (Esproprio delle aree)

1. Qualora entro i termini stabiliti dal programma pluriennale di attuazione gli aventi titolo singolarmente o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233522
Art. 27 - (Comparto edificatorio)

1. Il comparto edificatorio definisce gli ambiti territoriali minimi entro cui l'intervento edilizio deve e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233523
Art. 28 - (Accordo di programma)

1. I soggetti, singoli o associati, della pianificazione urbanistico - territoriale previsti dall'articolo 2 della presente legge, possono stipulare con soggetti pubblici e privati accordi di programma finalizzati alla realizzazione di un complesso di opere nei settori industriale, artigianale, agricolo, turistico, commerciale, residenziale e dei servizi.

2. La serie di opere ed interventi oggetto dell'accordo di programma deve essere finalizzata all'obiettivo primario di crescita economica e produttiva del territorio interessato ed in particolare all'incr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233524
Art. 28 bis - (Accordi di programma di particolare interesse economico e sociale)

N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233525
Art. 29 - (Condotta urbanistica e paesaggistica)

N46

1. Le forme associative dei comuni, secondo i principi di collaborazione istituzionale, sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, esercitano le funzioni urbanistiche e paesaggistiche previste dalle normative nazionali e regionali che disciplinano la materia.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233526
TITOLO V - ORGANI DI CONTROLLO E CONSULTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233527
Art. 30 - (Organi di controllo - Modifica all'articolo 23 della legge regionale 23 ottobre 1978 n. 62)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233528
Art. 31 - (Organi consultivi)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233529
Art. 32 - (C.T.R.U. - Composizione e funzionamento)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233530
Art. 32 bis - (Osservatorio regionale per l'urbanistica e l'edilizia)

N41

1. L'Osservatorio regionale per l'urbanistica e l'edilizia è un organo tecnico consultivo della Giunta regionale, istituito con de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233531
Art. 32 ter - (Commissione permanente sulle problematiche edilizie e urbanistiche della disabilità)

N41

1. Al fine di monitorare le problematiche edilizie e urbanistiche della disabilità, di redigere linee guida per il loro superamento, di individuare le relative soluzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233532
TITOLO VI - TUTELA "DEL PAESAGGIO E DEI BENI AMBIENTALI" N1
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233533
Art. 33 - (Commissioni provinciali per le bellezze naturali)

1. N19

2. N20

3. Le commissioni provinciali di cui all'articolo 2 della legge 29 giugno 1939, n. 1497, e di cui all'articolo 31 del decreto del Presidente della Repubblica 3 dicembre 1975, n. 805, sono nominate con decreto del Presidente della Giunta regionale previa deliberazione della Giunta regionale, durano in car

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233534
Art. 34 - (Autorizzazioni)

1. Le richieste di autorizzazione di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233535
TITOLO VII - NORME REGIONALI DI ATTUAZIONE DI DISPOSIZIONI STATALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233536
Art. 35 - (Contributo per la realizzazione delle opere di urbanizzazione)

1. Le somme percepite dalle amministrazioni comunali a titolo di contributo per la re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233537
Art. 36 - (Adempimenti dell'Amministrazione comunale)

1. L'amministrazione comunale deve adottare le deliberazioni di cui al primo comma dell'articolo 5 e al primo comma dell'articolo 10 della legge 28 gennaio 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233538
TITOLO VIII - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233539
Art. 37 - (Sezioni specializzate per il controllo degli atti in materia urbanistica)

1. Fino alla costituzione delle sezioni specializzate per il controllo degli atti in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233540
Art. 38 - (Strumenti urbanistici)

1. Gli studi di disciplina delle zone F adottati ai sensi della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233541
Art. 39 - (Abrogazione di leggi regionali)

1. La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233542
Art. 40 - (Modifica della legge regionale 11 ottobre 1985 n. 23)

1. Il quinto comma dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233543
Art. 41 - (Contributi per la predisposizione degli strumenti urbanistici)

N42

1. La Regione è autorizzata a concedere finanziamenti ai comuni e loro forme associative per la redazione di piani urbanistici generali e piani attuativi di iniziativa pubblica, come definiti dall'articolo 21, per un importo non superiore al 90 per cento della spesa sostenuta e rite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233544
Art. 42 - (Potenziamento degli uffici periferici dell'Assessorato regionale competente in materia urbanistica)

1. Al fine di dare compiuta attuazione alle disposizioni di cui alla presente legge attraverso il potenziamento funzionale degli uffici periferici dell'Assessorato regionale competente in materia urbanistica, la dotazione organica del ruolo unico regionale prevista nella tabella A allegata alla legge regionale 14 novembre 1988, n. 42, è incrementata di 12 unità della VI “qualifica”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233545
Art. 43 - (Norma finanziaria)

1. Le spese derivanti dall'applicazione della presente legge sono quantificate in lire 2.690.000.000 annue.

2. Alle stesse si fa fronte quanto a lire 2.640.000.000, ai sensi dell'articolo 30 della legge regionale 5 maggio 1983, n. 11, con storno dal capitolo 03016 del bilancio della Regione per l'anno 1988, mediante utilizzo della riserva di cui alla voce 5 - provvedimenti per interventi nel territorio - della tabella A allegata alla legge regionale 4 giugno 1988, n. 11 (legge finanziaria 1988); quanto a lire 50.000.000.000 con lo storno di pari importo dal capitolo 03016 del bilancio della Regione per l'anno 1989, mediante utilizzo della riserva di cui alla voce 1 della tabella A allegata alla legge regionale 30 maggio 1989, n. 18 (legge finanziaria 1989).

3. Nel bilancio della Regione per l'anno 1989 sono introdotte le seguenti variazioni in aumento:

STATO DI PREVISIONE DELL'ASSESSO

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19042 6233546
Art. 44 - (Entrata in vigore)

La presente legge entra in vigore nel giorno della sua pubblicazione.



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Finanza pubblica
  • Pianificazione del territorio
  • Enti locali
  • Provvidenze
  • Aree urbane
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Difesa suolo
  • Enti locali
  • Provvidenze

Lombardia: contributi per la manutenzione urgente del territorio a favore dei piccoli comuni

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Difesa suolo

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pianificazione del territorio

L’installazione di impianti pubblicitari stradali

Pianificazione delle attività, dimensioni, caratteristiche, ubicazione e distanze da rispettare dentro e fuori dai centri abitati, autorizzazioni (enti competenti, documentazione da produrre, tempistica per il rilascio o il diniego, durata, rinnovo e decadenza, sanzioni, obblighi del titolare, rapporto con le autorizzazioni edilizie), sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Mediazione civile e commerciale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Enti locali
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • DURC
  • Appalti e contratti pubblici
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Lavoro e pensioni
  • Impianti sportivi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Fonti alternative
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Compravendita e locazione

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)