FAST FIND : NR32798

L. R. Abruzzo 02/12/2011, n. 42

Nuova disciplina del Parco Naturale regionale Sirente Velino.
Scarica il pdf completo
1626440 7549981
Art. 1 - Finalità

N11

1. Nell'ambito dei principi e delle finalità generali di cui agli articoli 1 e 2 della legge regionale 21 giugno 1996, n. 38 (Legge quadro sulle aree protette della Regione Abruzzo per l'Appennino Parco d'Europa) ed in conformità alla legge 6 dicembre 1991, n. 394 (Legge quadro sulle aree protette), nel definire i nuovi confini del Parco naturale regionale Sirente Velino e disciplinare il funzionamento dell'Ente Parco Natura le Regionale Sirente Velino e dei suoi organi, la Regione persegue le seguenti finalità ed obiettivi:

a) tutelare e conservare le specie e gli habitat naturali nonché valorizzare le caratteristiche geologiche, pedologiche, paesaggistiche, storico-archeologiche e paleontologiche del territorio del Parco;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549982
Art. 2 - Ente Parco e confini

N12

1. I confini del Parco naturale regionale Sirente Velino sono individuati come da cartografia in scala 1:100.000 allegata alla presente legge (Allegato 1) e come da cartografia in scala 1:25.000 depositata presso il competente ufficio della Giunta regionale.

2. Il ter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549983
Art. 3 - Ente Parco

1. È istituito l'Ente Parco Naturale Regionale del Sirente-Velino, ai sensi dell'art. 11 della L.R. 21 giugno 1996, n. 38.

2. Sono organi dell'Ente Parco:

a) il Presidente;

b) il Consiglio direttivo;

c) la Comunità del Parco;

d) il Revisore unico. N14

3. Il Presidente è nominato con decreto del Presidente della Regione, su proposta della Comunità del Parco, d'intesa con l'Assessore preposto, tra soggetti dotati di esperienza e competenza in materia amministrativa e in materia di tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio pubblico, naturalistico ed ambientale. N14

4. La proposta di cui al comma 3 è formalizzata dalla Comunità del Parco con apposita deliberazione approvata a maggioranza assoluta. N14

5. Il Presidente:

a) ha la legale rappresentanza dell'Ente, ne coordina l'attività, convoca e presiede le sedute del Consiglio direttivo;

b) esercita i poteri di cui all'articolo 29 della L. 394/1991 e le altre funzioni attribuitegli dalla legge e dallo Statuto;

c) in casi straordinari di necessità ed urgenza, adotta provvedimenti di competenza del Consiglio direttivo, portandoli a ratifica nella prima seduta utile; qualora il Consiglio direttivo non sia ancora costituito, richiede preventivamente il parere dell'ufficio regionale preposto che può oppone motivato diniego entro sette giorni dalla data di notifica della richiesta. N14

6. Il Consiglio direttivo è composto dal Presidente e da sei membri dei quali:

a) tre nominati con decreto del Presidente della Giunta regionale su designazione della Comunità del Parco come espressione del territorio dell'area protetta, previa votazione segreta con voto l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549984
Art. 3 bis - Comitato consultivo

N16

1. È istituito con funzioni consultive tecnico-scientifiche il Comitato consultivo, composto da:

a) Presidente del Parco;

b) Direttore del Parco;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549985
Art. 4 - Piano del Parco e Regolamento

1. Il Piano ed il Regolamento del Parco sono predisposti dall'Ente Parco in base ai criteri e alle finalità della presente legge. Il Piano, approvato dal Consiglio direttivo, è adottato dalla Regione secondo la procedura prevista dall'art. 14 della L.R. n. 38/1996. La predisposizione del Piano del Parco è effettuata entro e non oltre 18 mesi dall'insediamento del Consiglio Direttivo. Qualora ciò non avvenga, la Giunta regionale esercita i poteri sostitutivi per la predisposizione del Piano del Parco.

2. Il Piano, nella sua predisposizione generale e prima definizione progettuale, deve tener conto dei dati e degli studi esistenti e, per gli aspetti carenti, procedere alle necessarie integrazioni. Deve inoltre tenere in considerazione gli strumenti urbanistici comunali definitivamente adottati ed approvati al momento della pubblicazione della presente legge. In particolare deve contenere:

a) le ana

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549986
Art. 5 - Effetti del Piano del Parco

1. Il Piano del parco ha valore di Piano territoriale regionale e sostituisce, secondo le modalità di cui al comma 2, le norme difformi dei piani urbanistici di qualsiasi livello, fatta eccezione per il Piano paesistico di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549987
Art. 6 - Regolamento

1. Il Regolamento disciplina le attività consentite in conformità alle previsioni e prescrizioni degli strumenti di pianificazione. Esso disciplina in particolare:

a) la tipologia e le modalità di costruzione di opere e manufatti;

b) le attività artigianali, commerciali, di servizio e agro-silvo-pastorali e quelle agricole multifunzionali; N18

c) il soggiorno e la circolazione del pubblico e dei mezzi di trasporto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549988
Art. 7 - Piano pluriennale economico e sociale

1. Nel rispetto delle finalità della presente legge, ed in coerenza con gli obiettivi contenuti nel Piano del Parco, la Comunità del Parco promuove iniziative coordinate atte a favorire le attività economiche, sociali e culturali delle collettività residenti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549989
Art. 8 - Statuto

1. Lo Statuto, tenuto conto di quanto stabilito nell'art. 13 della L.R. 21 giugno 1996, n. 38, definisce e disciplina l'ordinamento amministrativo dell'Ente Parco.

2. Lo Statuto, inoltre, stabilisce:

a) le finalità, l'organizzazione, i compi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549990
Art. 9 - Norme transitorie di salvaguardia

1. All'interno del Parco naturale regionale del Sirente-Velino sono consentiti, anche se difformi dalle previsioni del Piano per il Parco, gli interventi previsti dai Piani paesistici. N2

2. In ogni caso, sono vietati i seguenti interventi:

a) asportazione, anche parziale, e danneggiamento delle formazioni minerali;

b) modificazioni del regime delle acque, fatti salvi gli interventi che assicurano il deflusso minimo vitale previa autorizzazione dell’Ente Parco. Sono consentiti altresì interventi di restauro e difesa ambientale con opere di bioingegneria naturalistica; N6

c) la caccia, la cattura, il danneggiamento ed in genere qualunque attività che possa costituire pericolo o turbamento per le specie animali, per le uova e per i piccoli nati, ivi compresa l'immissione di specie estranee, ad eccezione di eventuali reintroduzioni che si rendano necessarie od opportune per il ripristino di perduti equilibri o di prelievi per scopi scientifici, che siano stati debitamente autorizzati dall'ISPRA. Detti prelievi e abbattimenti devono avvenire in conformità al Regolamento del Parco o, nelle more della sua approvazione, alle diret

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549991
Art. 10 - Personale

1. La pianta organica del Parco regionale del Sirente-Velino è approvata dalla Giunta regionale, su proposta del Consiglio direttivo, nel rispetto di quanto previsto dal D.L. 78/2010 sul contenimento della spesa in materia del pubblico impiego, nonché dall'art. 26 della L.R. n. 6/2009 sulle procedure autorizzatorie per le assunzioni. Le assunzioni di personale, ancorché previste in pianta organica, devono comunque essere contenute nei limiti di bilancio dell'Ente. Per le assunzioni a tempo determinato si applicano le di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549992
Art. 10-bis - Funzioni associate

N21

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549993
Art. 11 - Articolazione in zone

1. Il territorio del Parco naturale regionale del Sirente-Velino può essere articolato nelle seguenti zone:

a) Zona A: di eccezionale valore naturalistico (Riserva integrale), per la conservazione dell'ambiente naturale nella sua integrità, con l'ammissione di interventi finalizzati esclusivamente alla ricerca scientifica ed al ripristino ecologico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549994
Art. 12 - Vigilanza e sorveglianza

N22

1. Ai sensi del comma 1 dell'articolo 27 della L. 394/1991, la vigilanza sulla gestione del Parco è esercitata dalla Regione.

2. La sorveglianza sul ter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549995
Art. 13 - Affitti, acquisti, espropriazioni, indennizzi

1. L'Ente Parco, anche sulla base delle indicazioni contenute nel Piano del Parco e nel Piano pluriennale econ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549996
Art. 14 - Misure di incentivazione

1. Agli Enti destinatari il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini del Parco, si applicano i benefici di cui all'art. 7 della legge n. 394/1991. Inoltre ad essi è attribui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549997
Art. 15 - Sanzioni

1. Salvo che il fatto non costituisca reato, ovvero violazione per la quale sia prevista da altre norme di legge una sanzione amministrativa, ogni violazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549998
Art. 16 - Non cumulabilità degli incarichi

N23

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7549999
Art. 17 - Norme transitorie

1. È abrogata la legge regionale 7 marzo 2000, n. 23(Parco naturale regionale "Sirente-Velino": adeguamento alla L.R. 21 giugno 1996, n. 38 e revisione dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7550000
Art. 18 - Modifiche ed integrazioni all'art. 23 della L.R. n. 1/2010 (Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2010 e pluriennale 2010 - 2012 della Regione Abruzzo - Legge Finanziaria Regionale 2010)

1. All'art. 23 della L.R. 9 gennaio 2010, n. 1 (Disposizioni finanziarie per la reda

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7550001
Art. 19 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Uffi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626440 7550002
Allegato

N24

Parte di provvedimento in formato grafico

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione
  • Demanio idrico
  • Demanio
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Concessioni demaniali marittime, canoni aggiornati, proroghe e scadenze

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Enti locali

Lombardia: contributi agli enti locali per la rimozione di manufatti contenenti amianto

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale

Classificazione dei rifiuti in base all'origine e in base alla pericolosità

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la rimozione di coperture e altri manufatti in cemento-amianto da edifici privati - ed. 2020

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Specifiche tecniche uniformi per i veicoli a motore

  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Emissioni veicoli - Obblighi di comunicazione dei costruttori

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW