FAST FIND : NR31607

L. R. Basilicata 26/06/2014, n. 11

Modifiche ed integrazioni alla L.R. 28 ottobre 2011, n. 21 - Norme in materia di autorizzazione delle attività specialistiche odontoiatriche.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 15/10/2019, n. 19
- L.R. 22/11/2018, n. 38
- L.R. 24/07/2017, n. 19
Scarica il pdf completo
1231763 5883838
Articolo 1 - Finalità

1. Con la presente legge sono assicurati i requisiti strutturali, impiantistici e organizzativi per l'esercizio dell'attività ambulatoriale odontoiatrica, al fine di garantire uniformità del trattamento e l'erogazione di prestazioni specialistiche, come definito dalla Legge n. 409/85.

2. Le procedure per la comunicazione ed il rilascio dell'autorizzazione all'apertura e all'e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883839
Articolo 2 - Definizioni

1. Ai fini della presente legge, si intende per "studio professionale di odontoiatria", non soggetta al regime della preventiva autorizzazione, bensì alla semplice comunicazione di inizio attività, lo studio ove il singolo professionista, anche in forma associata o societaria, esclusivamente con altri specialisti della stessa disciplina, svolga solo attività odontoia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883840
Articolo 3 - Requisiti minimi strutturali

1. Le strutture di cui al co. 2 dell'art. 2 devono adeguare i propri requisiti strutturali a quelli previsti dalla L.R. 28/2000 e smi, integrati dai requisiti previsti per gli studi odontoiatrici nella presente legge.

2. La dotazione minima degli ambienti di uno studio odontoiatrico è la seguente:

- spazi per attesa, accettazione e attività amministrativa adeguatamente arredati e con numero di posti a sedere commisurato ai volumi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883841
Articolo 4 - Requisiti minimi impiantistici

1. Tutti i locali devono essere dotati di:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883842
Articolo 5 - Requisiti minimi organizzativi per l'esercizio dell'attività ambulatoriale odontoiatrica

1. Durante lo svolgimento delle attività diagnostiche e terapeutiche negli ambulatori odontoiatrici è obbligatoria la presenza di un odontoiatra o medico iscritto all'Albo degli Odontoiatri.

2. Non

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883843
Articolo 6 - Requisiti minimi per l'esercizio dell'attività ambulatoriale odontoiatrica

1. Per l'esercizio dell'attività di odontoiatria deve essere prevista la seguente dotazione minima di attrezzature, strumenti e arredi:

- apparecchio radiologico endorale e collare o grembiule di gomma piombifera;

- strumenti per le visite in quantità adeguata ai carichi di lavoro giornalieri (specchietti, spatoline, sonde parodontali, sp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883844
Articolo 7 - Norma transitoria

1. Le disposizioni sui requisiti obbligatori, di cui alla presente legge, trovano immediata applicazione nel caso di attivazione di nuove strutture e nel caso di ampliamento o trasformazioni di strutture già autorizzate.

2. Per le strutture già in esercizio, l’adeguamento di cui all’art. 3, fermo restando l’osservanza degli obblighi derivanti dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883845
Articolo 8 - Abrogazioni

1. È abrogata la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1231763 5883846
Articolo 9 - Pubblicazione

1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pub

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Distributori di carburanti
  • Trasporti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Provvidenze
  • Ospedali e strutture sanitarie

Emilia Romagna: 6,2 milioni di euro per sanità green e mobilità elettrica

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici delle aziende sanitarie regionali e di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica dei veicoli aziendali. La Regione Emilia-Romagna sostiene le Aziende sanitarie pubbliche regionali affinché vengano conseguiti obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e ad incentivare politiche di mobilità elettrica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Titoli abilitativi
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico

Infrastrutturazione digitale e banda larga negli edifici

CONTESTO NORMATIVO - L’ETICHETTA “EDIFICIO PREDISPOSTO ALLA BANDA LARGA” - RIFERIMENTI TECNICI PER PROGETTISTI E INSTALLATORI - INFRASTRUTTURA FISICA E COLLEGAMENTO A “EDIFICI PREDISPOSTI” (Utilizzo condiviso delle infrastrutture fisiche; Coordinamento delle opere sulle infrastrutture fisiche; Semplificazioni procedurali per le richieste di utilizzazione di suolo pubblico; Infrastrutturazione fisica interna all’edificio ed accesso) - SISTEMA INFORMATIVO DELLE INFRASTRUTTURE DI COMUNICAZIONE (SINFI) (Finalità del SINFI; Dati catalogati nel SINFI; Obblighi e modalità operative ai fini del SINFI).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impianti sportivi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Lombardia: fondi per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi - Iniziativa 1 anno 2018

Il bando è finalizzato a garantire l’utilizzo pieno ed in sicurezza degli impianti sportivi a tutti i cittadini, garantendone l’accessibilità, incrementandone la fruibilità, migliorando la sostenibilità gestionale, qualificando l'offerta dei servizi per gli utenti, anche attraverso la realizzazione di spazi aggiuntivi che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali collegate all'impianto sportivo. Il contributo regionale è a fondo perduto in conto capitale. Domande dal 17 settembre al 19 ottobre.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione

Compravendita di immobili e cessioni di cubatura

LA FASE DELLE TRATTATIVE PER L’ACQUISTO DI UN IMMOBILE (Usuali accertamenti da eseguire nel corso delle trattative preliminari ; Eventuale incarico ad agente immobiliare; Proposta irrevocabile di acquisto) - IL CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DELL’IMMOBILE (C.D. “COMPROMESSO”) (Finalità e contenuti del preliminare immobiliare; Eventuale trascrizione e/o registrazione del preliminare; Scoperta di vizi di carattere giuridico o di fatto dopo la stipula del preliminare; Preliminare di vendita di immobile altrui; Rifiuto della banca di concedere il mutuo necessario all’acquirente; Il c.d. “preliminare di preliminare”) - IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI (Nozione ed elementi essenziali; Acquisto da parte di soggetti coniugati in regime di comunione dei beni; Compravendita stipulata per atto pubblico (rogito notarile); Documenti necessari per procedere alla stipula del rogito; Indicazione del prezzo della compravendita e criterio del c.d. “prezzo valore”; Agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa) - VIZI DELL’IMMOBILE OGGETTO DI COMPRAVENDITA - RESPONSABILITÀ DEL COSTRUTTORE E DEL VENDITORE (Differenza tra responsabilità del costruttore-venditore e del venditore; Tutela degli acquirenti di immobili da costruire; Garanzia per rovina e difetti di cose immobili (art. 1669 del Codice civile)) - LE AZIONI A TUTELA DELL’ACQUIRENTE - ATTI CONCERNENTI IMMOBILE TOTALMENTE O PARZIALMENTE ABUSIVO (Assenza o totale difformità dal titolo edilizio; Difformità parziale dal titolo edilizio; Scioglimento della comunione di immobile abusivo) - GLI ONERI CONDOMINIALI IN CASO DI VENDITA IMMOBILIARE - LA VENDITA DI IMMOBILI DA COSTRUIRE - LA CESSIONE DI CUBATURA - IL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA VENDITA - C.D. “RENT TO BUY”.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Standards

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019