Flash news del
12/04/2019

Umbria: linee guida regionali per l’accertamento della conformità sismica dopo le NTC 2018

La Delib. G.R. Umbria n. 347 del 2019 ha approvato le linee guida sulle verifiche di conformità delle opere e costruzioni in zona sismica alle norme tecniche sulle costruzioni. Le previsioni approvate si applicano a tutti i procedimenti in corso e non conclusi alla data del 10/04/2019.

Le linee guida approvate con la Delib. G.R. Umbria 25/03/2019, n. 347, pubblicata sul BUR 10/04/2019, n. 17, rispondono alla necessità di adottare a normativa nazionale e regionale vigenti - ovvero dopo le NTC 2018 (D. Min. Infrastrutture e Trasp. 17/01/2018) e la relativa Circolare esplicativa (Circ. Min. Infrastrutture e Trasp. 21/01/2019, n. 7) - disposizioni finalizzate al raccordo procedimentale ed istruttorio degli adempimenti di competenza regionale in materia sismica.
La finalità è quella di fornire a tutti gli operatori del settore, pubblici e privati, regole certe e chiari percorsi procedurali.

Le previsioni approvate si applicano a tutti i procedimenti in corso e non conclusi alla data del 10/04/2019 e definiscono:
- i termini e modalità per acquisire ed istruire la Verifica di Sicurezza (VdS). L’attività istruttoria si fonda sulle disposizioni dettate dal paragrafo 8.3 del D. Min. Infrastrutture e Trasp. 17/01/2018. (NTC 2018). Gli adempimenti istruttori sono posti in essere esclusivamente nel caso in cui gli illeciti da sanare investono aspetti strutturali degli edifici, oppure nel momento in cui viene presentata autonoma e spontanea istanza per l’accertamento di conformità. Il termine per la conclusione del procedimento di verifica della VdS è di 90 giorni decorrenti dalla presentazione della relativa documentazione, nel caso di istanza autonoma, o dalla ricezione della documentazione da parte del Comune. Qualora dall’esame della VdS risulti la necessità di eseguire degli interventi per legittimare quanto eseguito questi sono soggetti ad autorizzazione preventiva, al contrario, in caso di conformità delle opere realizzate alle NTC 2018, l’ufficio adotta una presa d’atto della conformità, dandone comunicazione al Comune e all’interessato. Al fine di accelerare l’azione della P.A. tali accertamenti sono condotti dal Genio Civile regionale su base documentale (ovvero sulla base della documentazione progettuale e fotografica) mentre gli accertamenti di ordine tecnico in situ (ovvero gli ulteriori accertamenti di carattere tecnico cui al comma 2 dell’art. 96 del D.P.R. n. 380/2001) sono da compiere solo quando strettamente necessario e sono comunque commisurati alla zona sismica e alla tipologia di costruzione;
- i casi di applicazione delle segnalazioni all’Autorità Giudiziaria, ai sensi dell’art. 96 del D.P.R. n. 380/2001, delle violazioni delle norme vigenti in materia di edilizia antisismica, quando non attenga a fatti procedurali (art. 139, comma 1, della L.R. Umbria n. 1/2015 - lett. e));
- i casi di applicazione della sanzione amministrativa disciplinata, di cui art. 139, comma 1, della L.R. Umbria n. 1/2015 - lett. e) e all’articolo 269, comma 3 della L.R. Umbria n. 1/2015.
 

Dalla redazione