Flash news del
12/02/2019

Sicilia: linee guida per le procedure di opere pubbliche

Pubblicata sul sito del Dipartimento Regionale Tecnico della Regione Sicilia la Circolare del Dirigente Generale prot. n. 29212 del 06/02/2019 che ha stabilito le Linee guida per la definizione delle procedure di avvio e conduzione del processo delle opere pubbliche in Sicilia. Obiettivo della circolare è ricalibrare sui canoni dettati dal nuovo quadro normativo il processo che porta alla realizzazione di un’opera pubblica.

La Circ. Dirig.R. Sicilia 06/02/2019, n. 29212 è stata predisposta per chiarire, in relazione alla specificità della normativa regionale, l’iter della progettazione delle opere pubbliche individuato dal Codice dei contratti pubblici (D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50), come recepito in Sicilia con la L.R. Sicilia n. 8/2016 modificativa della dalla L.R. Sicilia n. 12/2011 (Disciplina dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture).
L’obiettivo della circolare è ricalibrare sui canoni dettati dal nuovo quadro normativo il processo che porta alla realizzazione di un’opera pubblica.

La Circolare, dopo aver rilevato come il Codice degli appalti approvato con il D. Leg.vo n. 50 del 2016 abbia introdotto innovazioni riguardanti il ciclo dell’opera pubblica, evidenzia come il nuovo Codice abbia cristallizzato una netta distinzione tra progettazione ed esecuzione dei lavori, con rilevanti impatti nel processo che porta alla realizzazione dell’opera.
L’effetto della distinzione tra progetto ed esecuzione dei lavori, insieme all’introduzione di altri nuovi istituti, quale ad esempio il dibattito pubblico, determinano in ciascuna delle fasi, una diversificazione di attività precedentemente previste “disgiunte” oppure “accorpate”. Ciò riguarda innanzitutto gli strumenti di programmazione ma anche progettuali e di finanziamento.

La Circolare è composta dai seguenti nove paragrafi:
1. Workflow dell’opera pubblica;
2. La fase iniziale - Il documento di indirizzo alla progettazione;
3. La programmazione degli acquisti di beni e servizi nel nuovo Codice;
4. Le indagini;
5. Progetto di fattibilità tecnica ed economica;
6. Il programma triennale dei lavori pubblici;
7. Il progetto definitivo;
8. Il progetto esecutivo;
9. L’affidamento dei lavori.
In particolare, nel paragrafo 1 la Circolare riporta un diagramma di flusso delle principali attività - programmazione, verifica e validazione, progetto, approvazioni, affidamento, finanziamento - strutturato in 24 passi.
Negli altri paragrafi la Circolare, dopo aver richiamato o riportato per ognuno le previsioni contenute nel nuovo Codice (articolo 21, articolo 23, articolo 26 del D. Leg.vo n. 50/2016), fornisce i chiarimenti relativi.
 

Dalla redazione