Flash news del
04/02/2019

Risorse ai piccoli comuni per messa in sicurezza di scuole, strade e edifici pubblici - Nuove FAQ

Sono state pubblicate sul sito del Ministero dell'interno nuove FAQ relative all'assegnazione di contributi ai comuni con popolazione inferiore ai 20.000 abitanti, per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

Dal 01/02/2019 sono online sul sito del Ministero dell'interno nuove risposte ai quesiti più frequenti (FAQ) che arrivano dal territorio per chiarimenti sull'utilizzo dei contributi destinati alla messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale per i comuni fino a 20.000 abitanti.

Una precisazione ricorrente nelle risposte del Ministero dell'interno è che gli interventi devono essere di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

***

Si ricorda che l'art. 1, commi 107-114, della Legge di bilancio 2019 (L. 30/12/2018, n. 145), prevede l'assegnazione, per l'anno 2019, di un contributo nel limite complessivo di 400 milioni di euro ai comuni con popolazione inferiore ai 20.000 abitanti, al fine di favorire gli investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e del patrimonio comunale.

I contributi sono ripartiti tra i comuni:
- con popolazione inferiore ai 2.000 abitanti, nella misura di 40.000 euro ciascuno;
- con popolazione tra 2.000 e 5.000 abitanti, nella misura di 50.000 euro ciascuno;
- con popolazione tra 5.001 e 10.000 abitanti nella misura di 70.000 euro ciascuno;
- con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti nella misura di 100.000 euro ciascuno.

Ai sensi del comma 109, il comune beneficiario del contributo deve iniziare l'esecuzione dei lavori entro il 15/05/2019.

Il comma 110 disciplina l’erogazione dei contributi da parte del Ministero dell'interno agli enti beneficiari con le seguenti modalità:
- per il 50%, previa verifica dell'avvenuto inizio dell'esecuzione dei lavori, attraverso il sistema di monitoraggio previsto dal comma 112;
- e per il restante 50% previa trasmissione, al Ministero dell'interno, del certificato di collaudo, o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori.

Il comma 113 dispone l’effettuazione di controlli a campione da parte del Ministero dell'interno, in collaborazione con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sulle opere pubbliche oggetto del contributo.

In attuazione dei suddetti commi, con il Decreto del Ministero dell'interno del 10/01/2019 sono stati attribuiti ai comuni aventi popolazione fino a 20.000 abitanti i contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifìci pubblici e patrimonio comunale, nel limite complessivo di 394,49 milioni di euro, per l'anno 2019.
I contributi sono assegnati, tenendo conto della quota stabilita per fascia di popolazione, nelle misure indicate negli allegati da A) a T), al Decreto.

 

 

 

Dalla redazione