Flash news del
14/06/2018

Lombardia: indicazioni sui corsi abilitanti e di aggiornamento per i tecnici competenti in acustica

Pubblicati sul BURL 11/06/2018, n. 24 due decreti che forniscono ulteriori indicazioni sui corsi abilitanti e di aggiornamento dei tecnici competenti in acustica ambientale riconosciuti dalla Regione Lombardia ai sensi del D. Leg.vo 42/2017.

Il D. Leg.vo 42/2017 ha previsto, tra i compiti della Regione, la verifica della conformità dei corsi abilitanti alla professione di tecnico competente in acustica ed il riconoscimento dei medesimi corsi, ai fini della validità per il soddisfacimento dei requisiti richiesti dall'articolo 22 del decreto per l’iscrizione nell'elenco nazionale dei tecnici competenti in acustica. I requisiti che devono essere soddisfatti dai corsi, ai fini della validità per il soddisfacimento, da parte di chi li abbia frequentati con profitto, di quanto richiesto per l’iscrizione nell’elenco nazionale dei tecnici competenti dall’articolo 22 del D. Leg.vo 42/2017, sono definiti dall’allegato 2, parte B dello stesso decreto legislativo.
Con D. Dirig.R. Lombardia 07/06/2018, n. 8327 sono state approvate le indicazioni per i corsi abilitanti alla professione di tecnico competente in acustica ed è stato aggiornato il modulo per la presentazione, da parte dei soggetti erogatori di corsi, di istanza per il riconoscimento della conformità e validità degli stessi ai fini del riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ai sensi del D. Leg.vo 42/2017.
Il provvedimento disattende alcune delle indicazioni formulate dal Tavolo tecnico nazionale di coordinamento contenute nelle Linee guida, perché non previste dal D. Leg.vo 42/2017 e non argomentate, come la composizione della Commissione d’esame; le Linee guida prevedono che tutti i membri della Commissione debbano essere tecnici competenti in acustica mentre il decreto stabilisce che, per corrispondere alla finalità della presenza in commissione d’esame della professionalità caratteristica del tecnico competente in acustica, sia sufficiente che almeno uno dei componenti sia un tecnico competente in acustica. Il decreto, invece, come richiesto dai pareri espressi dal Tavolo tecnico nazionale di coordinamento, ritiene opportuno che il soggetto erogatore del corso integri le informazioni da fornire con la presentazione dell’istanza di riconoscimento con il numero di discenti e con il rapporto discenti/docenti, e modifica pertanto in tal senso il modulo dell’allegato 2 al D. Dirig.R. Lombardia 14026/2017.

Con D. Dirig.R. Lombardia 07/06/2018, n. 8330 sono state approvate le indicazioni e la modulistica per la presentazione della comunicazione preventiva di corsi di aggiornamento per tecnici competenti in acustica. Sulla base della valutazione che la comunicazione preventiva alla Regione del corso soddisfi ampiamente le esigenze di acquisizione delle informazioni relative allo stesso e la successiva trasmissione al Ministero dell’Ambiente, senza che vi debba essere un provvedimento di autorizzazione formale che si configura come un inutile appesantimento burocratico, il provvedimento stabilisce che i corsi, erogati da soggetti aventi sede legale nella Regione, possano essere ritenuti validi ai fini dell’aggiornamento professionale se il soggetto erogatore del corso ha provveduto a comunicarli preventivamente alla Regione, utilizzando il modulo allegato al decreto, e se gli insegnamenti del corso di aggiornamento sono riconducibili ad uno o più moduli dello schema di cui al punto 6, della parte B dell’allegato 2 al D. Leg.vo 42/2017.
 

Dalla redazione