Flash news del
14/05/2018

Split payment: chiarimenti vari, non applicazione alle fatture dei CTU

L'Agenzia delle entrate, con la Circolare 07/05/2018, n. 9/E, illustra le novità in tema di scissione dei pagamenti (c.d. "split payment") nelle prestazioni a enti pubblici, società controllate e società quotate in borsa, in vigore dal 01/01/2018.

Le novità conseguono alle modifiche normative introdotte dall'art. 3 del D.L. 16/10/2017, n. 148, che ha ridefinito l’ambito dei soggetti pubblici tenuti all’applicazione del meccanismo, esten-dendolo di fatto a tutte le società controllate dalla pubblica amministrazione, ed in seguito alle quali è stato in precedenza emanato il D.M. 09/01/2018.

Quanto in particolare alla fatturazione da parte dei Consulenti tecnici d'ufficio (CTU), la Circolare - richiamando anche in particolare la precedente Circolare 19/02/1982, n. 9 - chiarisce che questi sono tenuti ad emettere fattura nei confronti dell'amministrazione della giustizia, con esposizione dell'IVA e senza applicazione dello split payment.

Per quanto non contemplato nella Circolare in oggetto, sono richiamate come valide le indicazioni fornite con: Circolare 09/02/2015, n. 1/E; Circolare 13/04/2015, n. 15/E; Circolare 07/11/2017, n. 27/E.

Dalla redazione