Flash news del
17/04/2018

Il vano ascensore è escluso dal calcolo della volumetria del fabbricato

Il T.A.R. Puglia si è pronunciato sulla realizzazione del vano esterno di un ascensore definendolo un organismo privo di autonomia, come tale strumentale e servente rispetto all'edificio principale cui accede e quindi escludendolo dal calcolo delle volumetrie del fabbricato.

La Sent. TAR. Puglia Lecce 13/02/2018, n. 249 ha affermato che, per condivisa giurisprudenza amministrativa, la costruzione di un ascensore, con la realizzazione dei relativi vani di accesso, integra la realizzazione di semplici volumi tecnici, esclusi dal calcolo della volumetria degli edifici.

La sentenza ha inoltre richiamato il principio secodo il quale possono essere qualificati volumi tecnici, esclusi dal calcolo della volumetria e dell'altezza dell'intero fabbricato e che non vanno presi in considerazione anche ai fini del rispetto della normativa in materia di distanze tra i fabbricati frontistanti, soltanto quelli adibiti alla sistemazione di impianti in rapporto di strumentalità necessaria con l'uso dell'edificio in cui vengono collocati e che non possono essere sistemati all'interno della parte abitativa, come per es. gli impianti termici, gli impianti idrici e l'ascensore. 

Dalla redazione