Flash news del
04/05/2018

Progettazione semplificata lavori pubblici di manutenzione ordinaria [bozza decreto]

Approda in Conferenza unificata (prima riunione tecnica il 22/05/2018) la bozza di decreto attuativo dell'art. 23 del D. Leg.vo 50/2016, comma 3-bis, il quale disciplina una progettazione semplificata degli interventi di manutenzione ordinaria fino a un importo di 2.500.000 Euro.

Il provvedimento - che nella bozza disponibile introduce una nuova definizione di "manutenzione ordinaria" (ferme restando peraltro la definizione già contenuta nell'art. 3 del D.P.R. 380/2001, TU edilizia) - dispone in sostanza che gli interventi di manutenzione ordinaria sono di regola progettati in un unico livello, sulla base del piano di manutenzione dell'opera (ove esistente) ed in ogni caso di un quadro conoscitivo basato su tutta la documentazione tecnica disponibile oppure, in mancanza, sugli accertamenti ritenuti necessari.

Sono disciplinati gli elaborati di progetto, tra i quali assume particolare importanza la relazione tecnico-illustrativa, nella quale il progettista riferisce in merito alla valutazione delle diverse alternative, motivando la scelta fatta.

Occorre in ogni caso prevedere, a valle dell'intervento di manutenzione, l'aggiornamento della documentazione sullo stato di consistenza dell'opera.

Elaborati ulteriormente semplificati sono previsti in caso di "manutenzione di pronto intervento", definito come un intervento di manutenzione non programmata da effettuarsi con la massima tempestività a seguito di un guasto, malfunzionamento o imprevisto calo di prestazione (condizioni che debbono puntualmente essere motivate a cura del RUP).

Dalla redazione