Flash news del
22/10/2018

Conflitti di interessi nell'affidamento di contratti pubblici: bozza di Linee guida ANAC

L'ANAC ha posto in consultazione pubblica dal 19/10/2018 al 19/11/2018 lo schema di Linee guida recanti "Individuazione e gestione dei conflitti di interesse nelle procedure di affidamento di contratti pubblici".

L’articolo 42 del D. Leg.vo 50/2016 introduce una disciplina particolare per le ipotesi di conflitto di interesse nell’ambito delle procedure di affidamento dei contratti pubblici, richiedendo alle stazioni appaltanti la previsione di misure adeguate per contrastare frodi e corruzione nonché per individuare, prevenire e risolvere in modo efficace ogni ipotesi di conflitto di interesse nello svolgimento delle procedure di aggiudicazione degli appalti e delle concessioni, in modo da evitare qualsiasi distorsione della concorrenza e garantire la parità di trattamento di tutti gli operatori economici.

Sulla base di tali previsioni, l'ANAC ha ritenuto opportuno adottare una bozza di Linee guida, ai sensi dell’articolo 213, comma 2, del D. Leg.vo 50/2016, con i seguenti obiettivi:
- agevolare le stazioni appaltanti nell’attività di individuazione, prevenzione e risoluzione dei conflitti di interesse nelle procedure di gara favorendo la standardizzazione dei comportamenti e la diffusione delle buone pratiche;
- favorire la regolarità delle procedure di gara;
- garantire imparzialità, trasparenza, efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa;
- garantire i soggetti coinvolti nelle procedure dal rischio dell’assunzione di responsabilità;
- prevedere misure che evitino l’introduzione di oneri eccessivi per le stazioni appaltanti e i soggetti chiamati a operare nelle procedure di affidamento di contratti pubblici.

La bozza di Linee guida è articolata in 4 parti:
1. Definizioni e ambito di applicazione del conflitto di interesse nelle procedure di gara;
2. Obblighi dichiarativi e di comunicazione;
3. Obbligo di astensione ed esclusione dalla gara del concorrente;
4. La prevenzione del rischio, con una tabella contenente indicazioni per l’individuazione delle situazioni di rischio.

La bozza di Linee guida è posta in consultazione fino al 19/11/2018

Dalla redazione