Flash news del
28/01/2018

BIM, decreto in vigore, facoltà delle stazioni appaltanti di utilizzarlo dal 27/01/2017

E' in vigore dal 27/01/2018 il D.M. 01/12/2017 che definisce le modalità e i tempi di progressiva introduzione degli strumenti BIM (Building Information Modeling) nelle opere pubbliche.

Più in particolare il provvedimento - in attuazione dell’art. 23 del D. Leg.vo 50/2016, comma 13 - definisce le modalità e i tempi di progressiva introduzione, da parte delle stazioni appaltanti, delle amministrazioni concedenti e degli operatori economici, dell’obbligatorietà dei metodi e degli strumenti elettronici specifici, quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture (Building Information Modeling, c.d. "BIM"), nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche.
Il decreto entra in vigore decorsi 15 giorni dalla data di pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, avvenuta il 12/01/2018, e pertanto il 27/01/2018. A partire da tale data, le stazioni appaltanti e le amministrazioni concedenti hanno facoltà di richiedere l'adozione dei metodi e degli strumenti elettronici in questione, anche con riferimento alle varianti riguardanti progetti di opere relativi a bandi di gara pubblicati antecedentemente. L'obbligo scatta invece secondo le tempistiche definite dall'art. 6 del decreto, progressivamente a far data dal 01/01/2019.

Dalla redazione