FAST FIND : NW3424

Ultimo aggiornamento
17/04/2015

Programma “6000 Campanili”: interventi ammissibili e provvedimenti emanati

Il programma che destina contributi statali a favore dei piccoli comuni per interventi infrastrutturali di adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione di edifici pubblici, reti viarie o infrastrutture telematiche, salvaguardia e messa in sicurezza del territorio. AGGIORNAMENTO APRILE 2015.
A cura di:
  • Piero de Paolis

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 09/04/2015 è stato pubblicato il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 30 gennaio 2015, che reca l’elenco degli interventi ulteriori interventi nell'ambito del primo programma “6000 Campanili” di cui all'art. 18, comma 9, del D.L. "del fare" 69/2013 (L. 98/2013), che accedono al finanziamento assentito dal D.L. 133/2014 (cosiddetto “sblocca Italia”, convertito in legge dalla L. 164/2014, il quale ha previsto il rifinanziamento delle richieste nell’ambito del programma in questione, in misura poi quantificata dal Ministero dell’economia e delle finanze in ulteriori 100 milioni di euro). I nuovi interventi sono individuati tramite scorrimento della graduatoria già predisposta.
Si veda di seguito il riepilogo sulle caratteristiche del programma e sui provvedimenti emanati.

CARATTERISTICHE DEL PROGRAMMA E PROVVEDIMENTI EMANATI
Il comma 9 dell’art. 18 del D.L. 69/2013 (cosiddetto decreto “del fare”, convertito in legge dalla L. 98/2013) ha destinato 100 milioni di euro a contributi statali a favore dei piccoli comuni (con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti), e a favore delle unioni composte da comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti e dei comuni risultanti da fusione tra comuni, ciascuno dei quali con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti per le seguenti tipologie di interventi.

 

A) Interventi infrastrutturali di adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione di edifici pubblici ivi compresi gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche

- Adeguamento normativo di edifici pubblici esistenti (a titolo esemplificativo: sicurezza sismica, sicurezza antincendio, risparmio energetico, sicurezza sui luoghi di lavoro, eliminazione di barriere architettoniche, ecc.)

- Ristrutturazione e rifunzionalizzazione di edifici pubblici

- Nuova costruzione di edifici pubblici

B) Realizzazione e manutenzione di reti viarie e infrastrutture accessorie e funzionali alle stesse o reti telematiche di NGN e WI-FI

- Interventi sulle reti viarie di competenza comunale ivi compresi gli eventuali lavori connessi a sottostanti sottoservizi (fognature, acquedotti, pubblica illuminazione, cablaggio, ecc.)

C) Salvaguardia e messa in sicurezza del territorio

Regimazione idraulica, consolidamento di frane, prevenzione incendi boschivi, bonifiche ambientali, ecc.

 

In seguito:

  • con il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 30 agosto 2013, n. 317, è stata approvata la Convenzione stipulata tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e l’ANCI prot. n. 14010/2013 del 29 agosto 2013, disciplinante i criteri per l’accesso all’utilizzo delle risorse (convenzione poi modificata con l’atto aggiuntivo approvato dal decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 26 settembre 2013, n. 355);
  • con il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 27 dicembre 2013 è stato approvato l'elenco degli interventi ammessi al finanziamento del primo Programma “6000 Campanili”, nei limiti dell'importo disponibile di 100 milioni di euro;
  • con il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 13 febbraio 2014, n. 46 (e successiva rettifica di errori materiali operata dal decreto 13 marzo 2014), è stato approvato l'ulteriore elenco degli interventi ammessi al primo programma “6000 Campanili” e finanziati dalla legge di stabilità del 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità 2014), che ha destinato ulteriori 50 milioni di euro allo stesso programma;
  • con il decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133 (cosiddetto “sblocca Italia”, convertito in legge dalla L. 164/2014) si è previsto il rifinanziamento delle richieste nell’ambito del primo programma “6000 Campanili”, in misura poi quantificata dal Ministero dell’economia e delle finanze in ulteriori 100 milioni di euro;
  • con il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 30 gennaio 2015 è stato approvato l’elenco degli interventi che accedono al finanziamento assentito dal D.L. 133/2014, individuati tramite scorrimento della graduatoria già predisposta.

La modalità operativa del fondo prevede la stipula di singole convenzioni tra i Comuni finanziati e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 

Dalla redazione

  • Pianificazione del territorio
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Enti locali
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Sostegno e valorizzazione di piccoli comuni e comunità montane

Pubblicata nella G.U. 02/11/2017, n. 256 la legge che adotta misure per la valorizzazione e lo sviluppo dei piccoli comuni e loro centri storici. Sintesi delle tematiche più importanti: recupero e riqualificazione dei centri storici; promozione di alberghi diffusi; misure per il contrasto all'abbandono di immobili; acquisizione di case cantoniere e realizzazione di circuiti e itinerari turistico-culturali; pianificazione paesaggistica; sviluppo della rete in banda ultra larga e programmi di e-government.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Enti locali

Nuovi progetti di interventi nei piccoli comuni: il D.M. 20/11/2015 che approva ulteriori interventi ammessi

Lo stanziamento, di 100 milioni, è stato previsto dal D.L. 133/2014 "sblocca Italia". Beneficiari i comuni con meno di 5.000 abitanti nonché le unioni e le fusioni di comuni, purché siano in regola con i vincoli di finanza pubblica e non abbiano già beneficiato del programma “6.000 campanili”. Priorità alla riduzione del rischio idrogeologico ed alla sicurezza nelle scuole.
A cura di:
  • Piero de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Rifiuti
  • Provvidenze
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Cantieri temporanei e mobili
  • Distanze tra le costruzioni
  • Formazione
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza

Tutte le misure contenute nel D.L. 69/2013 («decreto del fare») dopo la conversione in legge

INFRASTRUTTURE E OPERE PUBBLICHE: Piano città; Fondi sblocca cantieri; Expo 2015; Infrastrutture strategiche. SEMPLIFICAZIONE PER L’EDILIZIA: Modifica della sagoma e ristrutturazione edilizia; Distanze tra edifici; Interventi di edilizia libera; Permesso di costruire in presenza di vincoli; SCIA e comunicazione di inizio lavori; Agibilità; Proroga titoli abilitativi e convenzioni urbanistiche; Tariffe Consiglio superiore dei LL.PP.; Strutture ricettive all’aperto. AMBIENTE: Autorizzazione paesaggistica; Acque sotterranee emunte; Materiali di scavo; Norme Impianti poco inquinanti. APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI: Anticipazione del prezzo; Dimostrazione requisiti; Offerte anomale; Appalti su lotti; Garanzia globale di esecuzione; Subcontratti di fornitura; Banca dati sui contratti pubblici; Determinazione del prezzo. FISCO E PREVIDENZA: Responsabilità solidale fiscale; Impignorabilità della prima casa; Durc. SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO E NEI CANTIERI: Volontariato; Duvri; Attività a basso rischio; Corsi di formazione; Verifiche periodiche attrezzature di lavoro; Semplificazione adempimenti nei cantieri; Prestazioni lavorative di breve durata. FINANZA PUBBLICA: Fondo di garanzia e incentivi alle PMI; Utilizzo dei fondi strutturali europei; Indennizzo per ritardi nei procedimenti amministrativi. TESTI NORMATIVI AGGIORNATI: Testo Unico dell’Edilizia; Testo Unico della sicurezza; Codice dei contratti pubblici e Regolamento di attuazione; Codice dell’ambiente.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Massimo Pipino
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica

Contributo “Sabatini-ter” per investimenti in beni strumentali

La cosiddetta “Sabatini-ter” offre all’impresa risorse finanziarie prima di effettuare l’investimento, riduzione del tasso di interesse e possibilità di avere una garanzia dell’80% sul finanziamento. Tra le spese ammissibili rientrano: acquisto di macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali sostenute per la costituzione, ampliamento, diversificazione e trasformazione dei processi produttivi di strutture produttive esistenti o nuove. L’agevolazione è operativa dal 02/05/2016 (fino al 01/05/2016 vigeva la “Sabatini-bis”), ed è stata prorogata fino al 31/12/2018 ed ulteriormente ampliata ad altre categorie di investimenti ad opera della Legge di bilancio 2017 (L. 232/2016).
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Fondo di garanzia per la prima casa: il D.M. 31/07/2014 con le regole attuative ed il Protocollo d'intesa ABI-MEF

Criteri, condizioni e modalità per l'operatività della garanzia dello Stato sui mutui per l’acquisto della prima casa ai sensi della legge di stabilità 2014. Soggetti beneficiari, soggetti per i quali è prevista una priorità, operazioni ammissibili alla garanzia del Fondo, caratteristiche dell’immobile, soggetti finanziatori e garanzia. Il Protocollo d'intesa tra ABI e Ministero dell'economia e finanze stipulato in data 08/10/2014.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Imprese
  • Provvidenze
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Alberghi e strutture ricettive

Credito d’imposta ristrutturazione alberghi strutture ricettive - Click day 2019

  • Leggi e manovre finanziarie
  • Finanza pubblica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al fondo per la progettazione definitiva ed esecutiva nei comuni a rischio sismico (2019)

  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Emilia Romagna: contributi ai Comuni per studi di fattibilità

  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Veneto: bando per la rottamazione delle vecchie stufe a biomassa

05/10/2013

12/07/2018

27/06/2018

19/06/2018

16/06/2018