FAST FIND : NR30001

D. P.G.R. Toscana 30/07/2013, n. 41/R

Regolamento di attuazione dell’articolo 4 bis della legge regionale 26 luglio 2002, n. 32 (Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro) in materia di servizi educativi per la prima infanzia.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D.P.G.R. 20/06/2014, n. 33/R
- D.P.G.R. 26/06/2018, n. 31/R
- D.P.G.R. 02/10/2018, n. 55/R

Scarica il pdf completo
988167 4976485
Preambolo

Visto l’articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l’articolo 42 dello Statuto;

Vista la legge regionale 26 luglio 2002, n. 32 (Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro) e in particolare l’articolo 4 bis;

Visto il parere del Comitato tecnico di direzione espresso nella seduta del 30 maggio 2013;

Visto il parere della competente struttura di cui all’articolo 17, comma 4 d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976486
Titolo I - OGGETTO E DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976487
Capo I - Ambito di applicazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976488
Art. 1 - Oggetto

1. Il presente regolamento, in attuazione dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976489
Capo II - Caratteristiche generali del sistema integrato dei servizi educativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976490
Art. 2 - Classificazione dei servizi

1. I servizi educativi di cui all’articolo 4 della l.r. 32/2002 costituiscono un sistema integrato e consistono in:

a) nido d’infanzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976491
Art. 3 - Forme di gestione dei servizi

1. Al fine di realizzare un’offerta qualificata e diversificata basata sull’integrazione fra pubblico e privato, s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976492
Art. 4 - Partecipazione delle famiglie

1. I titolari dei servizi educativi garantiscono la costituzione di organismi di part

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976493
Art. 5 - Progetto pedagogico e progetto educativo del servizio

1. Il progetto pedagogico e il progetto educativo costituiscono i documenti fondamentali di riferimento di ogni servizio educativo.

2. Il progetto pedagogico è il documento generale in cui vengono esplicitati i valori, gli o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976494
Art. 6 - Funzioni di coordinamento gestionale e pedagogico dei servizi

1. I soggetti titolari o gestori pubblici e privati dei servizi educativi garantiscono per gli stessi le funzioni di direzione gestionale e di coordinamento pedagogico al fine di assicurare la qualità, la coerenza e la continuità degli interventi sul piano educativo, nonché l’omogeneità e l’efficienza sul piano organizzativo e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976495
Art. 7 - Funzioni di coordinamento gestionale e pedagogico comunali

1. I comuni realizzano il coordinamento gestionale e pedagogico dei servizi educativi al fine di garantire il necessario raccordo tra i servizi pubblici e privati presenti sul territorio e la qualificazione del sistema integrato.

2. Le funzioni di coordinamento pedagogico sono svolte da soggetti in possesso dei titoli di studio di cui all’articolo 15.

3. Le funzioni di coordinamento pedagogico e gestionale si realizzano con il concorso d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976496
Art. 8 - Organismi di coordinamento gestionale e pedagogico zonali

1. Al fine di garantire al contempo coerenza e dinamismo progettuale nell’ambito del sistema integrato territoriale dei servizi educativi, le Conferenze zonali per l’istruzione costituiscono, al proprio interno, organismi di coordinamento gestionale e pedagogico dei servizi educativi.

2. Negli organismi di cui al comma 1 le funzioni di coord

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976497
Art. 9 - Funzioni delle aziende unità sanitarie locali

1. D’intesa con i comuni, le aziende USL, ai sensi della legge 23 dicembre 2000, n. 388 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato “Legge finanziaria 2001”), vigilano sul funzionamento dei servizi educa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976498
Art. 10 - Criteri di accesso ai servizi educativi e sistemi tariffari

1. I servizi educativi che rientrano nel sistema pubblico dell’offerta, composto dai servizi a titolarità pubblica e da quelli a titolarità privata accreditati e convenzionati ai sensi degli articoli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976499
Capo III - Personale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976500
Art. 11 - Personale dei servizi

1. Il funzionamento dei servizi educativi è garantito dagli educatori e dal personale ausiliario, che operano secondo il principio della collegialità e nel quadro degli indirizzi del coordinamento gestionale e pedagogico per l&r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976501
Art. 12 - Formazione

1. La formazione degli educatori e del personale ausiliario è svolta in ogni servizio educativo nell’ambito di una programma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976502
Art. 13 - Titoli di studio degli educatori

1. Per ricoprire il ruolo di educatore è necessario il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

a) laurea o laurea magistrale conseguita in corsi afferenti alle classi pedagogiche o psicologiche;

b) master di primo o secondo livello avente ad oggetto la prima infanzia per coloro che sono in possesso di laurea in discipline umanistiche o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976503
Art. 14 - Titoli di studio del personale ausiliario

1. Il personale addetto alla cucina con funzione di cuoco possiede l’attestato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976504
Art. 15 - Titoli di studio per lo svolgimento delle funzioni di coordinamento pedagogico

1. I soggetti che svolgono le funzioni di coordinamento pedagogico sono in possesso di laurea o laurea magistrale conseguita in corsi afferenti alle classi pedagogiche o psicologiche, o di titoli equipollenti riconosciuti dal Ministero dell’istruzione, dell’universit&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976505
Art. 16 - Requisiti di onorabilità del personale e contrattualistica di riferimento

1. Costituisce requisito per l’esercizio delle funzioni di coordinamento pedago

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976506
Capo IV - Strumenti a sostegno della scelta educativa delle famiglie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976507
Art. 17 - Carta dei servizi

1. I soggetti titolari pubblici e privati dei servizi educativi adottano la carta dei servizi quale strumento che rende trasparente ed esigibile il livello qualitativo dei servizi erogati e che regola i rapporti tra i se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976508
Art. 18 - Elenco comunale degli educatori

1. I comuni possono istituire elenchi degli educatori al fine di mettere a disposizione delle famiglie personale qualificato per lo sv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976509
Capo IV - Standard e caratteristiche strutturali comuni ai servizi educativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976510
Art. 19 - Standard di base e funzionalità degli spazi

1. Il servizio educativo è collocato, di norma, in un edificio con destinazione esclusiva. Qualora la destinazione non sia esclusiva è comunque assicurata autonomia funzionale.

2. I comuni individuano, in relazione alle caratteristiche dell’edificio, i casi in cui alcuni spazi di quest’ultimo possono essere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976511
Art. 20 - Caratteristiche degli spazi esterni

1. L’area esterna del servizio educativo è recintata, attrezzata a verde e di uso esclusivo dei bambini durante l’orario di apertura del servizio stesso e non è inferiore alla superficie interna messa a disposizione dei bambini.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976512
Titolo II - NIDO D’INFANZIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976513
Capo I - Definizione e requisiti strutturali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976514
Art. 21 - Nido d’infanzia

1. Il nido d’infanzia è un servizio educativo di interesse pubblico rivo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976515
Art. 22 - Caratteristiche degli spazi interni

1. Nel nido d’infanzia gli spazi interni destinati ai bambini e quelli a disposizione degli adulti possiedono caratteristiche in grado di consentirne un utilizzo flessibile. Tali spazi sono organizzati in modo tale da favorire i bambini nell’usufruirne in modo libero e autonomo, secondo quanto previsto nel progetto pedagogico ed educativo, nonché garantendo un facile collegamento con l’area esterna.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976516
Art. 23 - Standard dimensionali per gli spazi interni

1. Gli spazi del nido d’infanzia destinati a ingresso, unità funzionali e spazi comuni hanno, complessivamente, una superficie minima di 5 metri quadrati per bambino.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976517
Art. 24 - Organizzazione degli spazi destinati ai bambini

1. Gli ambienti del nido d’infanzia destinati ad accogliere esperienze e attività dei bambini, anche in piccolo gru

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976518
Art. 25 - Ricettività e dimensionamento

1. La ricettività minima e massima del nido d’infanzia è fissata rispettivamente in sette e sessanta posti.

2. Possono accedere al nido d’infanzia bambini che abbiano compiuto tre mesi e che non abbiano compiuto i tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno ed

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976519
Capo II - Requisiti organizzativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976520
Art. 26 - Modalità di offerta del servizio

1. Il calendario annuale di funzionamento del nido d’infanzia prevede l’apertura per almeno quarantadue settimane, con attività svolta almeno dal lunedì al venerdì compresi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976521
Art. 27 - Rapporto numerico tra educatori e bambini

1. “Il rapporto numerico tra educatori e bambini è riferito a non meno dell’80 per cento dei bambini complessivamente iscritti al nido d’infanzia ed è” N4 calcolato per le diverse fasce di età nel modo seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976522
Titolo III - SERVIZI INTEGRATIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976523
Capo I - Spazio gioco
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976524
Sezione I - Definizione e requisiti strutturali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976525
Art. 28 - Spazio gioco

1. Lo spazio gioco è un servizio educativo dove i bambini sono accolti al matt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976526
Art. 29 - Caratteristiche degli spazi interni

1. Nello spazio gioco gli spazi interni destinati ai bambini e quelli a disposizione degli adulti possiedono caratteristiche in grado di consentirne un utilizzo flessibile. Tali spazi sono organizzati in modo tale da favorire i bambini nell’usufruirne in modo libero e autonomo, secondo quanto previsto nel progetto pedagogico ed educativo, nonché garantendo un facile collegamento con l’area esterna.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976527
Art. 30 - Standard dimensionali per gli spazi interni

1. Gli spazi dello spazio gioco destinati a ingresso, unità funzionali e spazi comuni hanno, complessivamente, una superficie minima di 4 metri quadrati per bambino.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976528
Art. 31 - Organizzazione degli spazi destinati ai bambini

1. Gli ambienti dello spazio gioco destinati ad accogliere esperienze e attività dei bambini anche in piccolo gruppo, conte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976529
Art. 32 - Ricettività e dimensionamento

1. La ricettività minima e massima dello spazio gioco è fissata rispettivamente in sei e cinquanta posti.

2. Possono accedere allo spazio gioco bambini che hanno compiuto diciotto mesi di età e che non hanno compiuto tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno ed

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976530
Sezione II - Requisiti organizzativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976531
Art. 33 - Modalità di offerta del servizio

1. Il calendario annuale di funzionamento dello spazio gioco prevede l’apertura per almeno tre mesi.

2. L’orario quotidian

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976532
Art. 34 - Rapporto numerico tra educatori e bambini

1. “Il rapporto numerico tra educatori e bambini è riferito a non meno dell’80 per cento dei bambini complessivamente iscritti allo spazio gioco ed è”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976533
Capo II - Centro per bambini e famiglie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976534
Sezione I - Definizione e requisiti strutturali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976535
Art. 35 - Centro per bambini e famiglie

1. Il centro per bambini e famiglie è un servizio nel quale si accolgono i bam

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976536
Art. 36 - Caratteristiche degli spazi interni

1. Nel centro bambini e famiglie gli spazi interni destinati ai bambini e quelli a disposizione degli adulti possiedono caratteristiche in grado di consentirne un utilizzo flessibile. Tali spazi sono organizzati in modo ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976537
Art. 37 - Standard dimensionali per gli spazi interni

1. Gli spazi destinati a ingresso e ambienti per il gioco del centro per bambini e famiglie hanno, complessivamente, una superficie minima di 5 metri quadrati per bambino.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976538
Art. 38 - Organizzazione degli spazi destinati ai bambini e ai genitori

1. Gli ambienti del centro per bambini e famiglie destinati ad accogliere esperienze e attività dei bambini anche in piccolo gruppo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976539
Art. 39 - Ricettività e dimensionamento

1. La ricettività minima e massima del centro per bambini e famiglie è fissata rispettivamente in sei e quaranta posti.

2. In considerazione della non corrispondenza tra bambini iscritti e freq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976540
Sezione II - Requisiti organizzativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976541
Art. 40 - Modalità di offerta del servizio

1. Il calendario annuale di funzionamento del centro per bambini e famiglie prevede l’apertura per almeno tre mesi, con attività svolta almeno due giorni al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976542
Art. 41 - Rapporto numerico tra educatori e bambini

1. “Il rapporto numerico tra educatori e bambini del centro bambini e famiglie è di non più di dieci bambini per educatore ed è rife

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976543
Capo III - Servizio educativo in contesto domiciliare
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976544
Sezione I - Definizione e requisiti strutturali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976545
Art. 42 - Servizio educativo in contesto domiciliare

1. Il servizio educativo in contesto domiciliare è un servizio educativo per piccoli gruppi di bambini, realizzato con personale educativo presso un’abitazione.

2. Il servizio educativo in contesto domiciliare può accogliere fino a sei bambini contemporaneamente e può essere attivato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976546
Art. 43 - Spazi interni ed esterni

1. Gli ambienti e gli spazi del servizio educativo in contesto domiciliare, interni ed esterni, nonché gli impianti degli stessi possiedono i requisiti previsti dalla normativa in materia di sicurezza, igiene e sanità, per la salvaguardia della salute e del benessere dei bambini e del personale addetto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976547
Sezione II - Requisiti organizzativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976548
Art. 44 - Modalità di offerta del servizio

1. Il calendario annuale di funzionamento del servizio educativo in contesto domiciliare prevede l’apertura per almeno otto mesi, con attività svolta almeno dal lunedì al venerd&igra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976549
Art. 45 - Disposizioni di carattere organizzativo

1. In caso di apertura quotidiana di sei o più ore, la gestione del servizio non può essere affidata ad un solo educatore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976550
Titolo IV - CONTINUITÀ VERTICALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976551
Capo I - Continuità verticale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976552
Art. 46 - Centri educativi integrati zerosei

1. Per la realizzazione della continuità verticale, di cui all’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976553
Art. 47 - Standard generali

1. Il centro zerosei accoglie bambini da tre mesi a sei anni in un’unica struttura in cui si svolgono, in modo inte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976554
Art. 48 - Progetto pedagogico ed educativo

1. Il progetto pedagogico e il progetto educativo, di cui all’articolo 5, preve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976555
Titolo V - AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO, ACCREDITAMENTO E FUNZIONI DI VIGILANZA E CONTROLLO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976556
Capo I - Autorizzazione al funzionamento e accreditamento
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976557
Art. 49 - Autorizzazione al funzionamento e accreditamento

1. Per i servizi educativi a titolarità di soggetti privati l’autorizzazione al funzionamento costituisce condizione per l’accesso del servizio edu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976558
Art. 50 - Requisiti e procedimento di autorizzazione

1. Il soggetto titolare di un servizio educativo presenta domanda di autorizzazione allo sportello unico per le attività produttive (SUAP) del comune in cui intende esercitare l’attività.

2. La richiesta di autorizzazione al funzionamento contiene l’attestazione del possesso dei requisiti previsti dal presente regolamento, nonché dai regolamenti comunali, con particolare riferimento a:

a) standard dimensionali e caratteristiche della struttura;

b) ricettività della struttura e rapporti numerici fra operatori e bambini;

c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976559
Art. 51 - Requisiti e procedimento per l’accreditamento

1. Il soggetto titolare di un servizio educativo presenta domanda di accreditamento al SUAP del comune in cui intende esercitare l’attività oppure, in caso di servizi già autorizzati, in cui il servizio ha sede.

2. La richiesta di accreditamento contiene l’attestazione del possesso dell’autorizzazione al funzionamento o dei relativi requisiti.

3. Il soggetto richiedente l’accreditamento assicura altresì:

a) un programma annuale di formazione degli educatori per un minimo di venti ore di cui sia possibile documentare l’effettiva realizzazione e che trovi riscontro all’interno dei contrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976560
Art. 52 - Convenzioni

1. I comuni possono convenzionarsi con le strutture accreditate per ampliare la propr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976561
Capo II - Obblighi informativi e funzioni di vigilanza e controllo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976562
Art. 53 - Obblighi informativi dei soggetti titolari e gestori dei servizi educativi

1. I soggetti titolari dei servizi educativi autorizzati inseriscono nel sistema informativo regionale i dati riferiti alle proprie unità di offerta entro il termine stabilito dal comune. Il comune inserisce i dati di propria competenza e valida

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976563
Art. 54 - Vigilanza sui servizi educativi

1. I comuni vigilano sul funzionamento dei servizi educativi presenti sul loro territorio mediante almeno due ispezioni annuali senza preavviso, al fine di verificare il benessere dei bambini e l’attuazione del progetto pedagogico ed educativo del servizio. Le modalità di effettuazione delle ispezioni sono definite dai regolamenti comunali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976564
Capo III - Finanziamenti per gli edifici adibiti a servizi educativi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976565
Art. 55 - Destinazione degli edifici adibiti a servizi educativi

1. Gli edifici adibiti a servizi educativi gestiti dai comuni o da altri soggetti pubblici, che hanno usufruito di finanziamenti regionali in conto capitale, non possono essere destinati per cinque anni ad uso diverso da quello per il quale è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976566
Titolo VI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976567
Capo I - Disposizioni transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976568
Art. 56 - Disposizioni transitorie relative ai servizi educativi già autorizzati

1. Le disposizioni di cui al titolo II e al titolo III, capi I e II si applicano ai servizi educativi già autorizzati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976569
Art. 57 - Disposizioni transitorie relative agli spazi esterni

1. I servizi educativi già autorizzati alla data di entrata in vigore del presente regolamento che non dispongono di una zona coperta e pavimentata nell’area esterna, come previsto all’articolo 20, comma 2, provvedono all’adeguamento dell’area stessa in occasione dei primi lavori di ristr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988167 4976570
Art. 58 - Abrogazioni

1. Il titolo III del regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 8 agosto 2003, n. 47/R (Regolamento di esecuzione della legge regionale 26 luglio 2002, n. 32 “Testo unico dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Scuole

Adeguamento antincendio di scuole e asili nido: normativa, adempimenti e scadenze

Le norme antincendio per le scuole (le norme tecniche prescrittive di cui al D.M. 26/08/1992, la Regola Tecnica Verticale (RTV) di cui al D.M. 07/08/2017); Adeguamento strutture esistenti: proroghe varie e scadenze (ultima proroga al 31/12/2018, definizione di priorità ai sensi del D.M. 21/03/2018); Classificazione delle scuole e requisiti per quelle di minori dimensioni; Adempimenti burocratici; Asili nido (normativa di riferimento, adeguamento degli asili nido).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico

Finanziamenti agevolati per efficientamento energetico di edifici scolastici (D.M. 22/02/2016)

Si analizza in forma schematica e tabellare il D.M. 14/04/2015, n. 66 che dà attuazione all'articolo 9 del D.L. 91/2014, e il successivo D.M. 22/02/2016, n. 40, recante la riprogrammazione delle risorse finanziarie residue, individuando i criteri e le modalità di concessione, erogazione e rimborso dei finanziamenti a tasso agevolato per interventi di incremento dell’efficienza energetica degli edifici scolastici, ivi inclusi gli asili nido, e universitari. AGGIORNAMENTO 17/07/2018: prorogato al 31/12/2018 il termine di presentazione delle domande.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Calamità/Terremoti
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Rifiuti
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Il D.L. 91/2017 comma per comma

Analisi sintetica delle disposizioni rilevanti del settore tecnico contenute nel D.L. 20/06/2017, n. 91 (c.d. “DL Mezzogiorno” convertito con modificazioni dalla L. 03/08/2017, n. 123), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • DURC
  • Enti locali
  • Fonti alternative
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Prevenzione Incendi
  • Protezione civile
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Demanio idrico
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Accise
  • Acque
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Scuole
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Calamità/Terremoti
  • Commercio e mercati
  • Avvisi e bandi di gara
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica