FAST FIND : NE295

Dir. Cons. UE 21/12/1989, n. 686

DIRETTIVA DEL CONSIGLIO del 21 dicembre 1989 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli stati membri relative ai dispositivi di protezione individuale.

Con le modifiche introdotte da:
- DIRETTIVA 93/68/CEE DEL CONSIGLIO del 22 luglio 1993
- DIRETTIVA 93/95/CEE DEL CONSIGLIO del 29 ottobre 1993
- DIRETTIVA 96/58/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 3 settembre 1996
- REGOLAMENTO (CE) N. 1882/2003 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 29 settembre 2003
- REGOLAMENTO (UE) N. 1025/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 ottobre 2012

Dalla redazione

  • Dispositivi di protezione individuale
  • Sicurezza

Dispositivi di protezione individuale (DPI), progettazione, fabbricazione e immissione in commercio (Reg. UE 425/2016)

Il Regolamento (UE) 09/03/2016, n. 425, stabilisce i requisiti per la progettazione e la fabbricazione dei dispositivi di protezione individuale (DPI) che devono essere messi a disposizione sul mercato. Abroga dal 21/04/2018 la precedente Direttiva 89/686/CEE; consentita fino alla stessa data la messa a disposizione sul mercato di prodotti conformi e immessi sul mercato prima del 21/04/2019; attestati di certificazione CE e approvazioni rilasciati a norma della Direttiva 89/686/CEE rimangono validi fino al 21/04/2023, salvo che non scadano prima.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Cantieri temporanei e mobili
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Sicurezza

Dispositivi di protezione cadute dall'alto: regime giuridico e normativa applicabile

Una Circolare Ministeriale chiarisce che i dispositivi installati permanentemente nelle opere vanno considerati come prodotti da costruzione, con conseguente applicazione della relativa normativa.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Sicurezza

Sicurezza: l’esperienza dei lavoratori non può sostituire la formazione

Necessaria la formazione sull'uso dell'attrezzatura di lavoro. Non basta l'esperienza decennale del lavoratore sui macchinari. L’esperienza e la competenza del lavoratore non possono sostituire in nessun modo la formazione impartita dal datore di lavoro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Sicurezza

Sicurezza: il datore di lavoro deve sempre fornire i dispositivi di protezione

La Corte di Cassazione conferma l’obbligo di fornire ai propri dipendenti i dispositivi di protezione individuale necessari a prevenire i rischi in materia di sicurezza sul lavoro. L’obbligo non è escluso in caso di presenza del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione sul luogo di lavoro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Sicurezza

Sicurezza: il datore di lavoro è responsabile del mancato utilizzo dei DPI

In materia di infortuni la responsabilità del datore di lavoro cessa solo col rischio elettivo. Il ruolo di «preposto» alla sicurezza va attribuito in via formale.
A cura di:
  • Anna Petricca

05/02/2018

16/09/2013