FAST FIND : AR758

Ultimo aggiornamento
19/07/2018

Trattamento IVA lavori di costruzione e recupero di edifici, opere e impianti

Nuove costruzioni di edifici, opere e impianti; Interventi di restauro e ristrutturazione su qualsiasi edificio; Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su fabbricati abitativi; Interventi di manutenzione straordinaria su edifici di edilizia residenziale pubblica; Forniture di materiali; Trattamento delle prestazioni professionali; Tipologie contrattuali ammissibili; Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate; Esempi pratici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
954989 4925843
PREMESSA

Sono qui evidenziati e illustrati tutti i casi in cui sono previste riduzioni di aliquota IVA per prestazioni di servizi o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925844
ALIQUOTE AGEVOLATE PER NUOVE COSTRUZIONI, INTERVENTI DI RESTAURO E RISTRUTTURAZIONE E RELATIVE FORNITURE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925845
Nuove costruzioni di edifici, opere e impianti

Per le prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto finalizzate alla realizzazione di nuove costruzioni, il D.P.R. 633/1972 contempla alcune fattispecie in cui si applicano aliquote IVA agevolate, ridotte rispetto all’aliquota ordinaria.

Si tratta in particolare delle fattispecie elencate nella seguente tabella.


Tipologia di operazione

Aliquota IVA

Rif. normativo

Costruzione di fabbricati o porzioni di fabbricato di cui allart. 13 della L. 02/07/1949, n. 408 (c.d. “Legge Tupini”) N1effettuate nei confronti di soggetti in possesso dei requisiti per l’applicazione delle agevolazioni sulla “prima casa” di abitazione N2.

4%

D.P.R. 633/1972

Tabella A, parte II

n. 39

Costruzione di fabbricati o porzioni di fabbricato di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925846
Interventi di restauro e ristrutturazione su qualsiasi edificio

Per le prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto finalizzati alla realizzazione di interventi di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia e di ristrutturazione urbanistica - rispettivamente di cui all’art. 3 del D.P.R. 380/2001 (comma 1, lettere c)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925847
Forniture di materiali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925848
Individuazione delle forniture agevolabili

Per le forniture di materie prime e semilavorati destinati alla realizzazione di nuove costruzioni o interventi di recupero del patrimonio edilizio, il D.P.R. 633/1972 contempla alcune fattispecie in cui si applicano aliquote IVA agevolate, ridotte rispetto all’aliquota ordinaria.

Si tratta in particolare delle fattispecie elencate nella seguente tabella, relative peraltro a forniture destinate all’esecuzione delle medesime opere (nuove costruzioni o interventi di recupero) per le quali sono previste aliquote agevolate.

Secondo quanto chiarito dalla Circolare 02/03/1994, n. 1, l’aliquota IVA ridotta è estensibile anche alle relative prestazioni di posa in opera da parte del soggetto cedente, che si configurino come operazioni accessorie nei sensi indicati dall’art. 12 del D.P.R. 633/1972.


Tipologia di operazione

Aliquota IVA

Rif. normativo

Cessione di beni finiti per la costruzione, anche in economia, di fabbricati o porzioni di fabbricato di cui allart. 13 della L. 02/07/1949, n. 408 (c.d. “Legge Tupini”)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925849
Individuazione e identificazione dei beni oggetto di agevolazione

Quanto alla individuazione dei beni oggetto di agevolazione, la norma fa riferimento a “beni, escluse le materie prime e semilavorate”.

Si intendono come tali - secondo quanto chiarito nella Circolare 17/04/1981, n. 14 ed in seguito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925850
Applicabilità solamente all’ultima fase della commercializzazione

La Circolare 1/1994 del Ministero delle finanze ha chiarito che l’aliquota agevolata prevista per le forniture di beni finiti spetta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925851
Dichiarazione da rilasciarsi da parte dell’acquirente

In diversi documenti di prassi (si cita, tra i tanti, la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925852
Allacciamento a reti di teleriscaldamento

Ai sensi del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925853
Tipologie contrattuali ammissibili, ammissione dei subappalti

La previsione dell’aliquota agevolata riferita alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto può applicarsi anche in presenza di contratti d’opera che hanno per oggetto la realizzaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925854
Trattamento delle prestazioni professionali

Le prestazioni professionali (progettazione, direzione dei lavori, collaudo, ecc.), anche se relative ad interventi soggetti ad aliquota agevolata, scontano viceversa l’aliquota IVA pie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925855
Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925856
Fornitura di traverse e rotaie per linee ferroviarie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925857
Interventi su aree o manufatti di interesse archeologico

Con la Risoluzione 28/04/2009, n. 113/E, l’Agenzia delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925858
Reti e impianti di comunicazione elettronica
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925859
Alberghi e strutture ricettive
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925860
ALIQUOTE AGEVOLATE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SU FABBRICATI ABITATIVi E RELATIVE FORNITURE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925861
Normativa di riferimento e condizioni generali

L’art. 7 della L. 488/1999 (comma 1, lettera b), dispone che sono soggette all’IVA con l’aliquota del 10% le prestazioni aventi per oggetto interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 3 del D.P.R. 380/2001 (comma 1, lettere a), b), c) e d)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925862
Sovrapposizione con le norme del D.P.R. 633/1972, conseguente efficacia limitata agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria

Con riferimento agli interventi di restauro e risanamento conservativo, agli interventi di ristrutturazione edilizia ed a quelli di ristrutturazione urbanistica, l’aliquota IVA del 10% è prevista, come in precedenza illustr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925863
Interventi di manutenzione straordinaria su edifici di edilizia residenziale pubblica

Per gli edifici di edilizia residenziale pubblica l’aliquota IVA del 10% è prevista, per le sole prestazioni di servizi aventi a oggetto la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di cui all’art. 3 del D.P.R: 380/

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925864
Quali sono gli interventi edilizi agevolabili

Il riferimento è alla definizione degli interventi che viene data dalla normativa edilizia, per la quale occorre fare riferimento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925865
Quali sono gli immobili su cui possono essere effettuati gli interventi agevolabili

Per comprendere cosa si debba intendere per “fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata” oc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925866
Interventi eseguiti su singole unità immobiliari

Rientrano nella norma gli interventi eseguiti su singole unità immobiliari classificate nelle categorie catastali da A/1 ad A/11, esclusa la c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925867
Interventi eseguiti su pertinenze di singole unità immobiliari

Rientrano nell’ambito applicativo della disposizione gli interventi eseguiti sulle pertinenze di singole unità immobiliari a destinazione abitativa, cioè gli immobili funzionalmente connessi all’unità abitativa e tali da costi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925868
Interventi eseguiti sulle parti comuni di interi fabbricati

Sono agevolabili gli interventi di recupero eseguiti sulle parti comuni di interi fabbricati a prevalente destinazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925869
Interventi eseguiti su edifici di edilizia residenziale pubblica (singole unità o parti comuni)

Rientrano nell’ambito di applicazione dell’aliquota IVA agevolata al 10% anche gli interventi eseguiti su edifici di edilizia residenziale pubblica connotati dalla prevalenza della destinazione abitativa, individuata secondo i criteri già indicati in precedenza (pertanto sia ove si tratti di interventi eseguiti sulle parti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925870
Interventi eseguiti su edifici adibiti a residenza di collettività (singole unità o parti comuni)

Rientrano nell’ambito di applicazione dell’aliquota IVA agevolata al 10% anche gli interventi eseguiti su edifici assimilati alle case di abitazione non di lusso ai sensi dell’art. 1 della L. 659/1961 - quali ad esempio orfanotrofi, ospizi, brefotrofi, conventi - che costituiscano stabile residenza di collettivit&agrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925871
Quali sono i “beni significativi” e come vanno esclusi dall’IVA al 10%
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925872
Quali sono i “beni significativi”

I beni che costituiscono una parte significativa del valore delle forniture effettuate nell’ambito degli interventi di recupero, il cui costo va scorporato ed assoggettato all’aliquota IVA ordinaria per la parte eccedente il valore residuo della prestazione, sono individuati dal D.M. 29/12/1999 nei seguenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925873
Come va individuato il valore dei “beni significativi”

L’art. 1 della L. 205/2017, comma 19, (Legge di bilancio 2018) ha fornito interpretazione autentica delle norme in commento, chiarendo prima di tutto che la determinazione del valore dei “beni significativi” deve essere effettuata sulla base dell’autonomia funzionale delle parti staccate rispetto al manufatto principale. In altri termini, le parti staccate che non siano connotate da un’autonomia funzionale rispetto al bene principale (ad esempio il bruciatore di una caldaia) rientrano nel valore dello stesso, anche se singolarmente di importo elevato.

La L. 205/2017 ha così codificato N12 l’interpretazione già fornita dall’Agenzia delle entrate con la Circolare 08/04/2016, n. 12/E, la quale al punto 17.2 ha chiarito che ad esempio - ove nel quadro di un intervento di installazione di infissi siano forniti anche componenti e parti staccate degli stessi - è necessario verificare se tali parti siano connotate o meno da una autonomia funzionale rispetto al manufatto principale:

- in presenza di detta autonomia il componente o la parte staccata non devono essere ricompresi nel valore dell’infisso, ai fini della verifica della quota di valore eventualmente non agevolabile;

- viceversa, se il componente o l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925874
Irrilevanza della tipologia di prestazione e del valore degli altri materiali

La menzionata Risoluzione 25/E/2015 ha chiarito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925875
Come scorporare il valore dei “beni significativi” e indicarlo in fattura

L’art. 7 della L. 488/1999 (comma 1, lettera b), dispone che per la parte di costo attribuibile ai beni significativi, come sopra individuati, “l’aliquota ridotta si applica fino a concorrenza del valore complessivo della prestazione relativa all’intervento di recupero, al netto del valore dei predetti beni”. In altri termini, la base imponibile da assoggettare all’aliquota IVA del 10% risulta costituita dalla differenza tra i due importi e dalla parte di valore del bene significativo corrispondente a tale differenza. L’ammontare che residua deve invece essere assoggettato all’aliquota IVA piena.

L’applicazione del meccanismo risulterà più chiara tramite i due esempi pratici di seguito proposti.


Esempio 1 (calcolo aliquote)

Un contribuente si avvale di un’impresa per lavori di manutenzione ordinaria dei servizi igienici nel proprio appartamento, consistenti nella sostituzione di pavimenti e rivestimenti e nella sostituzione degli apparecchi idrico-sanitari e della rubinetteria. Il preventivo proposto ed approvato prevede una spesa complessiva (al netto dell’IVA) di 8.000 Euro, costituita da 5.000 Euro per la fornitura di sanitari e rubinetterie, 1.000 Euro per la fornitura di altri materiali e 2.000 Euro per la mano d’opera.

In applicazione dell’art. 7 della L. 488/1999, le aliquote IVA da applicare saranno:

- 10% su 3.000 Euro (valore della prestazione, cioè in pratica mano d’opera e altre forniture di beni non “significativi”);

- 10% su 3.000 Euro (valore dei beni significativi- sanitari e rubinetterie - forniti, fino a concorrenza del valore della prestazione);

- 22% su 2.000 Euro (valore dei beni significativi eccedente il valore della prestazione).


Esempio 2 (calcolo aliquote)

Un contribuente si avvale di un’impresa per lavori di manutenzione straordinaria nel proprio appartamento, consistenti nella sostituzione dell’impianto di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria con altro di migliore efficienza energetica. Il preventivo proposto ed approvato prevede una spesa complessiva (al netto dell’IVA) di 18.000 Euro, costituita da 5.000 Euro per la fornitura di una nuova caldaia, 5.000 Euro per la fornitura di altri materiali e 8.000 Euro per la mano d’opera.

In applicazione dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925876
Tipologie contrattuali ammissibili, esclusione dei subappalti

La più volte menzionata Circolare 71/2000 ha chiarito che - poiché nella norma agevolativa in oggetto non viene fatto esplicito riferimento al contratto di appalto - le prestazioni con aliquota IVA del 10% possono essere oggetto anche di un contratto d’opera professionale o di altre tipologie di accordi negoziali N9.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925877
Casi particolari e chiarimenti vari dell’Agenzia entrate
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925878
Operazioni di manutenzione programmata e obbligatoria

La Circolare 71/2000 ha chiarito - come poi in seguito confermato anche dalla Risoluzione 04/03/2013, n. 15/E -

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925879
Prestazioni professionali (esclusione)

Non possono usufruire dell’aliquota IVA al 10% - restando pertanto assoggettate all’aliquota IVA piena - le prestazioni rese da professionisti (i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925880
Forniture non effettuate dal soggetto che esegue l’intervento

Come già chiarito, anche i beni finiti e le materie prime e semilavorate utilizzati per la realizzazione dell’intervento di recupero rientrano nella previsione agevolativa di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925881
Stufe a pellet

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
954989 4925882
Alberghi e strutture ricettive



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Compravendite e locazioni immobiliari: prontuario operativo delle imposte indirette (IVA, registro, ipotecaria e catastale)

1. DEFINIZIONI UTILI (1.1. Distinzione tra fabbricati abitativi e strumentali; 1.2. Determinazione della data di ultimazione della costruzione o dell’intervento; 1.3. Terreni edificabili; 1.4. Reverse charge (inversione contabile)) - 2. OPERAZIONI IMMOBILIARI RILEVANTI E NON AI FINI IVA - 3. REGIME DELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI (3.1. Compravendite immobiliari imponibili IVA ed esenti; 3.2. Compravendite immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; 3.3. Compravendite immobiliari Casi particolari; 3.4. Compravendite immobiliari Determinazione della base imponibile) - 4. REGIME DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (4.1. Locazioni immobiliari imponibili IVA ed esenti; 4.2. Locazioni immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; 4.3. Locazioni immobiliari - Casi particolari) - 5. TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - 6. TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - 7 TRATTAMENTO FISCALE DELLE CONVENZIONI URBANISTICHE E DEGLI ATTI CONSEGUENTI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Imposte indirette
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Trattamento IVA costruzione, compravendita e locazione di residenze turistico alberghiere

DEFINIZIONE DI RESIDENZA TURISTICO ALBERGHIERA - TRATTAMENTO IVA DELLE RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (IVA sui contratti di appalto per la costruzione; IVA sulle compravendite; IVA sulle locazioni; Differenza fra locazione ed altre prestazioni di servizi) - DETRAIBILITÀ DELL’IVA SU COSTRUZIONE, ACQUISTO O RISTRUTTURAZIONE.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Catasto e registri immobiliari
  • Leasing immobiliare
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fonti alternative

Profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

ACCATASTAMENTO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E LORO COMPONENTI (Profili generali e inquadramento normativo; Quando sussiste e quando non sussiste l’obbligo di accatastare l’impianto; Qualificazione degli impianti come beni mobili o immobili) - PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA NELL’AMBITO DI ATTIVITÀ AGRICOLA (Connessione tra attività agricola e produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica; Immobili ospitanti gli impianti fotovoltaici realizzati su fondi agricoli) - CESSIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce un bene immobile ; Cessione di lastrico solare comprendente impianto fotovoltaico ; Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce pertinenza) - REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di parti destinate alla realizzazione di impianti fotovoltaici; Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti fotovoltaici) - LOCAZIONE O LEASING DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Locazione o leasing di impianti fotovoltaici ; Locazione di terreni destinati a ospitare impianti fotovoltaici) - COSTITUZIONE O CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE (Diritto di superficie e impianti fotovoltaici; Trattamento fiscale cessione o costituzione del diritto di superficie).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Manutenzione straordinaria e ristrutturazione edilizia: differenze ed applicazione D.L. 133/2014

Consiglio di Stato: la nuova definizione degli interventi edilizi introdotta dal D.L. “sblocca Italia” 133/2014 (ampliamento della categoria della manutenzione straordinaria con inclusione dei frazionamenti ed accorpamenti) si applica solo agli interventi effettuati dopo l’entrata in vigore del medesimo D.L. 133/2014. Riflessi della pronuncia sul regime fiscale degli interventi e delle compravendite.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Interventi edilizi e regole fiscali: vantaggi, limiti, consigli ai tecnici

Attraverso esempi concernenti le più frequenti tipologie di intervento (ristrutturazione, sopraelevazione, recupero sottotetto, ampliamento con “Piano Casa”, demolizione e ricostruzione, efficientamento energetico, cambio destinazione d’uso, frazionamento ed accorpamento, ecc.) verranno illustrate le opportunità di conseguire risparmi d’imposta e le criticità di cui il tecnico deve tener conto per massimizzare il vantaggio fiscale per il cliente. Ne emerge l’importanza di una conoscenza precisa della materia - caratterizzata da regole e procedure in genere complesse, di difficile interpretazione, soggette a frequenti modificazioni - e di uno stretto coordinamento, già a partire dalla fase progettuale e di impostazione della pratica edilizia, tra il tecnico ed altri professionisti, al fine di evitare contestazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate con possibile perdita dei benefici ed irrogazione di sanzioni.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi