FAST FIND : AR748

Ultimo aggiornamento
21/06/2018

Infrastrutture energetiche transeuropee: quadro normativo e elenco aggiornato dei PIC

Orientamenti per lo sviluppo e l’interoperabilità delle infrastrutture energetiche transeuropee (Reg. UE 347/2013); Elenco unionale dei progetti di interesse comune - PIC (Reg. UE 540/2018); Procedure per il rilascio delle autorizzazioni (D.M. 29/07/2016); Finanziamento della rete transeuropea (Reg. 1316/2013).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
948503 4772571
Premessa

La normativa di riferimento per quanto riguarda le infrastrutture energetiche transeuropee, deriva dai seguenti principali provvedimenti:

-

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772572
Orientamenti per lo sviluppo delle infrastrutture energetiche transeuropee (Reg. UE 347/2013)

Il Regolamento 17/04/2013, n. 347 (Regolamento TEN-E), concernente orientamenti per lo sviluppo di infrastrutture energetiche transeuropee, intende intensificare gli sforzi per ottenere un livello di interconnessione elettrica tra gli Stati membri di almeno il 10% della capacità di produzione installata (come concluso dal Consiglio europeo di Barcellona del marzo 2002), nonché di rendere maggiormente efficiente e transfrontaliera la rete di approvvigionamento di gas. In particolare esso individua tre aree tematiche su cui concentrare gli sforzi (reti intelligenti, autostrade elettriche e trasporto di biossido di carbonio) e nove corridoi prioritari per l’elettricità, il gas e il petrolio (di cui 7 interessano l’Italia). Grazie a queste 12 priorità strategiche, da attuare entro il 2020, l’UE punta a raggiungere gli obiettivi stabiliti in materia di clima e di energia. Pertanto gli obiettivi principali del Regolamento sono lo sviluppo e l'interoperabilità tempestivi delle reti di energia transeuropee al fine di conseguire gli obiettivi di politica energetica del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE), per assicurare il funzionamento del mercato interno dell'energia e la sicurezza dell'appro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772573
Corridoi prioritari in cui è coinvolta l’Italia

In base all’allegato I, le reti in cui è coinvolta l’Italia sono:


Corridoi prioritari dell'elettricità

2) Interconnessioni di elettricità nord-sud nell'Europa occidentale (NSI West Electricity): interconnessioni tra gli Stati membri della regione e con l'area del Mediterraneo, compresa la Penisola Iberica, in particolare per integrare l'elettricità proveniente da fonti di energia rinnovabili e consolidare le infrastrutture di rete interne al fine di promuovere l'integrazione del mercato nella regione.

Stati membri interessati: Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Regno Unito.

3) Interconnessioni di elettricità nord-sud nell'Europa centro-orientale e sud-orientale (NSI East Electricity): interconness

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772574
Elenco unionale dei progetti di interesse comune (Reg. UE 540/2018)

L’articolo 4, comma 3 del Regolamento n. 347/2013 prevede l’istituzione di un elenco biennale della l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772575
Iter di approvazione e soggetti interessati

L’iter di approvazione dell’elenco prevede, tra l’altro l’avvenuta consultazione delle organizzazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772576
Contenuti dell’elenco

Nell’elenco sono riportati i progetti a sé stanti o come parti di cluster composti da diversi progetti di interesse comune e, alcuni progetti di interesse comune, sono raggruppati in quanto interdipendenti o (potenzialmente) concorrenziali. Inoltre vengono elencati i progetti precedentemente inclusi negli elenchi unionali istituiti dal Regolamento n. 1391/2013 e dal Regolamento 2016/89 non più considerati PIC e i progetti entrati a far parte di altri PIC.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772577
Progetti in cui è coinvolta l’Italia

In particolare l’Italia risulta coinvolta nei seguenti progetti.


Nel secondo corridoio prioritario “Interconnessioni di energia elettrica nord-sud nell'Europa occidentale” (NSI West Electricity):

2.4 Interconnessione fra Codrongianos (IT), Lucciana (Corsica, FR) e Suvereto (IT) (attualmente denominata “SACOI 3”)

2.5.1. Interconnessione fra Grande Ile (FR) e Piossasco (IT) (attualmente denominata “Savoia-Piemonte”)

2.14 Interconnessione fra Thusis/Sils (CH) e Verderio Inferiore (IT) (attualmente denominata “Greenconnector”)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772578
Procedure autorizzative dei progetti di interesse comune (D.M. 29/07/2016)

Con il D.M. 29/07/2016 (G.U. 15/09/2016, n. 216) è stato approvato il Manuale delle procedure per il procedimento di rilascio delle autorizzazioni applicabili ai progetti di interesse comune, in sostituzione di quello contenut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772579
Obiettivi

Il Manuale si propone l’obiettivo di fornire un’utile ed estensiva guida per i proponenti e tutti gli altri so

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772580
Autorità nazionale competente e procedimento di autorizzazione unica

Entrando nel vivo del contenuto del Manuale, dopo aver definito l’ambito di applicazione e le finalità, viene delineato il contesto giuridico amministrativo per le procedure di autorizzazione dei progetti di interesse comune, e in particolare vengono elencati alcuni degli obblighi procedurali, da considerarsi in linea con i principi costituzionali di buon andamento e di imparzialità dell’amministrazione e con le competenze amministrative asse

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772581
Modalità, tempi di svolgimento e procedura di conclusione del procedimento unico

Il Manuale definisce modalità, tempi di svolgimento e procedura di conclusione del procedimento unico: viene infatti ricordato che il termine massimo per la conclusione del procedimento non può essere superiore a 180 giorni, ed il rilascio dell’autorizzazione costituisce titolo a costruire ed esercitare l’infrastruttura in conformità al progetto approvato.

Nei casi in cui sia richiesta la valutazione di impatto ambientale (VIA), la conferenza dei servizi si esprime dopo essere entrata in possesso della valutazione medesima ed il termine di 180 giorni resta sospeso, per un massimo di 90 giorni, fino all’acquisizione della pronuncia sulla compatibilità ambientale. Se la VIA non interviene nel termine previsto per l’adozione del relativo provvedimento, l’Amministrazione competente (MATTM) si esprime in sede di conferenza di servizi, la quale si conclude nei 30 giorni successivi al termine predetto. Tale ultimo termine può essere prorogato di ulteriori 30 giorni, a richiesta della maggioranza dei soggetti partecipanti alla conferenza di servizi, nel caso che si appalesi la necessità di approfondimenti istruttori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772582
Procedure di valutazione ambientale

Per quanto riguarda le procedure di valutazione ambientale, esse si inseriscono nell’ambito del procedimento autorizzativo dei PIC in attuazione delle pertinenti disposizioni internazionali, comunitarie e nazionali finalizzate a garantire la tutela dell’ambiente e della salute umana, nonché la partecipazione del pubblico, anche in un contesto transfrontaliero.

La procedura di valutazione ambientale che interessa direttamente la realizzazione e l’esercizio delle infrastrutture energetiche riconducibili ai PIC è la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), così come definita ai sensi della Direttiva n. 2011/92/UE (Direttiva VIA). Essa è obbligatoria per tutte le tipologie di PIC che ricadono nell’Allegato I della suddetta Direttiva VIA, mentre per le tipologie di PIC ricadenti nell’Allegato II è previs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772583
Consultazione pubblica

La parte II del Manuale riporta una serie di procedure e pratiche per garantire la trasparenza e la partecipazione del pubblico: la consultazione pubblica, da effettuarsi nella fase di pre-applicazione del progetto, garantisce di trovare le soluzioni tecniche ottimali, oltre che promuovere l’accettabilità sociale da parte delle popolazioni interessate dalla realizzazione delle infrastrutture PIC. Vengono quindi stabilite le modalità di presentazione del progetto di consultazione, fase seguita dalla procedura di pre-applicazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772584
Finanziamenti della rete transeuropea (Reg. 1316/2013)

Le disposizioni finanziarie per rendere possibile la preparazione e la realizzazione di progetti di interesse comune nel quadro della politica europea in materia di reti transeuropee nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell'energia sono state previste dal Regolamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
948503 4772585
Struttura e contenuti del Regolamento

Il Regolamento, dopo aver fornito una serie di definizioni, stabilisce gli obiettivi principali del MCE: viene data la priorità ai collegamenti mancanti nel settore dei trasporti. Il meccanismo per collegare l'Europa (MCE) contribuisce inoltre al sostegno di progetti che presentano un valore aggiunto europeo e vantaggi significativi per la società e che non ricevono un finanziamento adeguato dal mercato. Gli obiettivi generali seguenti si applicano ai settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell'energia:

a) contribuire a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, conformemente alla strategia Europa 2020. Il conseguimento di questo obiettivo si misura in base al volume di investimenti privati, pubblici o in partenariato pubblico-privato in progetti di interesse comune;

b) consentire all'Unione di raggiungere i propri obiettivi in termini di sviluppo sostenibile, tra cui una riduzione minima del 20% delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai livelli del 1990 e un m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Mercato del gas e dell'energia
  • Energia e risparmio energetico

Mercato interno del gas: codice di rete per l’allocazione di capacità (Reg. UE 2017/459)

Sulla GUUE n. L 72 del 17/03/2017 è stato pubblicato il Regolamento (UE) n. 2017/459 del 16/03/2017 che istituisce un nuovo codice di rete relativo ai meccanismi di allocazione di capacità nei sistemi di trasporto del gas. Il provvedimento ha abrogato e sostituito il precedente Regolamento (UE) in materia n. 984/2013 del 14/10/2013.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Energia e risparmio energetico

Mercato interno dell’energia elettrica - Orientamenti in materia di allocazione della capacità a termine

Il Regolamento n. 2016/1719 ha stabilito gli orientamenti in materia di allocazione della capacità a termine per contribuire al funzionamento efficiente e allo sviluppo del sistema di trasmissione dell’energia elettrica nell'Unione europea.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese
  • Energia e risparmio energetico
  • Mercato del gas e dell'energia

Mercato interno dell’energia elettrica - Codice di rete per i sistemi HVDC e i parchi di generazione in corrente continua

Il Regolamento (UE) 2016/1447 aggiorna e integra il codice di rete nel caso di connessione dei sistemi in corrente continua ad alta tensione e dei parchi di generazione connessi in corrente continua.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Energia e risparmio energetico

Mercato interno dell’energia elettrica - Codice di rete di connessione della domanda

Il Regolamento (UE) 2016/1388 aggiorna e integra il codice di rete in materia di connessione della domanda e le condizioni di accesso alle reti per gli scambi transfrontalieri di energia elettrica.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Energia e risparmio energetico

Reti transeuropee per l’energia elettrica e il gas: Decisione (UE) n. 2015/1960

Pubblicati gli elenchi delle priorità annuali per la definizione dei codici di rete e degli orientamenti, da elaborare nel 2016, per l’istituzione del mercato interno dell’elettricità e del gas.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Efficientamento energetico e adeguamento normativo impianti di illuminazione pubblica

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Attuazione Protocollo di Kyoto
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico

Chiusura sportello finanziamenti agevolati efficientamento energetico edifici scolastici (D.M. 66/2015 e D.M. 40/2016)

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici