FAST FIND : NR27604

Regolam. R. Lazio 04/04/2012, n. 5

Regolamento regionale di attuazione e integrazione dell’art. 1, comma 102, lettera b), della legge regionale 13 agosto 2011, n. 12 (Disposizioni collegate alla legge di assestamento di bilancio 2011-2013) recante norme sui criteri, le modalità e gli strumenti operativi per la gestione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Reg. R. 28/12/2017, n. 32
- Reg. R. 29/09/2017, n. 20
- Reg. R. 21/07/2014, n. 19
Scarica il pdf completo
678563 5598297
Art. 1 - (Oggetto)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598298
Art. 2 - (Amministrazione diretta e condizione giuridica)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598299
Art. 3 - (Locazione, affitto, uso)

N1

1. I beni del patrimonio disponibile regionale, non classificati di edilizia residenziale pubblica, possono essere dati in affitto, in locazione o in uso a titolo oneroso, con atto del direttore della direzione competente.

2. La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598300
Art. 4 - (Alienazione dei beni immobili)

N1

1. Ai fini dell’alienazione del patrimonio immobiliare disponibile della Regione, i beni immobili “, di cui all’articolo 19, comma 1, della legge regionale 28 aprile 2006, n. 4, recante norme in materia di valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale,” N5 si distinguono, in relazione alla loro specifica funzione ed al loro valore, in:

a) beni immobili ad uso abitativo situati nelle zone omogenee comprese nella fascia centrale del Comune di Roma Capitale, individuata dall’Osservatorio del mercato immo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598301
Art. 5 - (Prezzo di stima)

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598302
Art. 6 - (Diritto di prelazione e di opzione per l’acquisto dei beni immobili ad uso abitativo, di cui all’articolo 4, comma 1, lettera a)

N1

1. È riconosciuto ai conduttori dei beni immobili ad uso abitativo di cui all’articolo 4, comma 1, lettera a), il diritto di prelazione per l’acquisto degli stessi beni, da esercitarsi secondo le procedure e i termini di cui al comma 6, al prezzo di aggiudicazione dell’asta pubblica.

2. Sono altresì riconosciuti ai soggetti di cui al comma 1:

a) il diritto di opzione all’acquisto al prezzo a base d’asta, in caso di mancata aggiudicazione a segu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598303
Art. 7 - (Diritto di opzione e diritto di prelazione per l’acquisto dei beni immobili ad uso abitativo di cui all’articolo 4, comma 1, lettera b)

N1

1. È riconosciuto ai conduttori dei beni immobili ad uso abitativo di cui all’articolo 4, comma 1, lettera b), il diritto di opzione per l’acquisto degli stessi beni, da esercitarsi secondo le modalità e i termini di cui al comma 7.

2. Il prezzo di vendita dei beni immobili ad uso abitativo di cui al precedente comma 1, offerti in opzione agli aventi diritto, è determinato sulla base del prezzo di stima di cui all’articolo 5, diminuito del trenta per cento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598304
Art. 8 - (Diritto di prelazione e di opzione per l’acquisto dei beni immobili aventi destinazione diversa da quella abitativa, di cui all’articolo 4, comma 1, lett. c)

N1

1. È riconosciuto ai conduttori dei beni immobili aventi destinazione diversa da quella abitativa, di cui all’articolo 4, comma 1, lettera c), il diritto di opzione per l’acquisto degli stessi beni,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598305
Art. 9 - (Soggetti legittimati all’esercizio dei diritti di opzione e prelazione, di cui agli articoli 6, 7 e 8)

N1

1. I diritti di cui agli articoli 6, 7 e 8 sono riconosciuti ai conduttori titolari di un regolare contratto di locazione, che, al momento dell’offerta di acquisto, sono in regola con il pagamento dei canoni e degli oneri accessori della locazione. Gli stessi diritti sono riconosciuti ai predetti conduttori che, anche se morosi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598306
Art. 9 bis - (Diritto di opzione per l’acquisto di beni immobili ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale 14 agosto 2017, n. 9, concernente interventi per la valorizzazione del patrimonio regionale)

N6

1. In deroga a quanto previsto dall’articolo 9, ai soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, della l.r. 9/2017, è riconosciuto il diritto di opzione all’acquisto degli immobili individuati ai sensi dei commi 2 e 3, secondo le modalità previste dal presente articolo.

2. Il presente articolo si applica ai beni inseriti nell’inventario redatto ai sensi dell’articolo 544 del regolamento regionale 6 settembre 2002, n. 1, per i quali sia accertata la cessazione della destinazione all’uso pubblico e la conseguente disponibilità per la vendita, ai sensi dell’articolo 521 del r.r. 1/2002, limitatamente alle fattispecie di cui all’allegato A.

3. Sono esclusi dall’applicazione del presente articolo i beni immobili di cui all’articolo 4, com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598307
Art. 10 - (Procedure di alienazione)

N1

1. Nei casi di alienazione secondo le modalità di cui all’articolo 4, comma 2, lettere a) e c) è assicurata massima pubblicità all’avviso d’asta, che è pubblicato sul Bollettino uffi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598308
Art. 11 - (Acquisti, permute ed atti di liberalità)

N1

1. La Regione acquisisce la proprietà dei beni immobili con atti inter vivos e con atti mortis causa.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598309
Art. 12 - (Locazioni passive)

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598310
Art. 13 - (Utilizzo temporaneo di beni immobili di proprietà regionale)

N1

1. I beni appartenenti al patrimonio regionale, o parti di essi, possono essere destinati allo svolgimento di attività temporanee e transitorie, purché risultino compatibili con le caratteristiche del bene e tali da non pregiudicare altre forme di valorizzazione previste dal presente regolamento e da deliberazioni di indirizzo adottate dalla Giunta Regionale.

2. I soggetti interessati all’utilizzo in via temporanea e transitoria di un bene appartenente al patri-monio regionale presentano alla direzione competente apposita istanza, almeno trenta giorni prima del previsto utilizzo.

3. L’utilizzo temporaneo di beni appartenenti al patrimonio regionale non potrà eccedere la durata di sei mesi continu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598311
Art. 14 - Locazioni passive

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598312
Art. 15 - Entrata in vigore

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
678563 5598313
Allegato A - Fattispecie dei beni immobili (art. 9 bis)

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione

Il programma per la riqualificazione energetica degli immobili delle P.A. centrali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (l programma di interventi (C.D. “PREPAC”); Risorse finanziarie; Presentazione dei progetti e linee guida) - DETTAGLI ATTUATIVI ED ESECUTIVI (Ambito di applicazione; Esclusioni; Interventi ammessi ai finanziamenti; Criteri di valutazione dei progetti; Ulteriori dettagli attuativi).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione
  • Fonti alternative
  • Patrimonio immobiliare pubblico

Marche: interventi di efficienza energetica negli edifici pubblici

Il bando promuove la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici, non residenziali né sportivi, e l’integrazione di fonti rinnovabili per favorire uno sviluppo energetico regionale equilibrato e sostenibile. L’entità del contributo a fondo perduto è pari al 75% delle spese fino ad un massimo di 500 mila euro. Sono ammissibili le spese tecniche, nonché le spese per la realizzazione di opere civili murarie, l’installazione di impianti anche da fonti rinnovabili, l’acquisto di apparecchiature per il monitoraggio.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Patrimonio immobiliare pubblico

Toscana, efficientamento energetico degli immobili pubblici

Concessione di un contributo in c/capitale fino ad un massimo dell’80% delle spese totali per la realizzazione di progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici esistenti. Ammissibilità, fra le altre, delle spese per investimenti materiali (impianti, macchinari attrezzature, sistemi e materiali); opere edili e impiantistiche (inclusi oneri sicurezza e rimozione e smaltimento amianto su edifici costruiti o oggetto di interventi ante 28/04/1992); delle spese tecniche (progettazioni, diagnosi energetiche, studi e consulenze professionali, etc.); IVA se indetraibile.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Pubblica Amministrazione

Piemonte, efficientamento energetico e fonti rinnovabili nei piccoli comuni

Sostegno ai Comuni, in forma singola o associata, ed alle Unioni di Comuni, con popolazione fino a 5.000 abitanti, per interventi di riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti mediante la riqualificazione energetica e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili degli edifici pubblici.
A cura di:
  • Club Mep Network
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Patrimonio immobiliare pubblico

Locazione immobili pubblici: blocco adeguamento ISTAT dei canoni

  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede agibile al 31/12/2018

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018