FAST FIND : NR27268

Regolam. R. Lazio 07/02/2012, n. 2

Snellimento delle procedure per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico.

Con le modifiche introdotte da:
- Errata corrige in B.U. 28.3.2012, n. 12
- Regolam. R. 03/05/2016, n. 10

Scarica il pdf completo
630037 2981376
Art. 1 - (Oggetto e finalità)

1. Il presente regolamento autorizzato, ai sensi dell’articolo 27 della legge regionale 11 agosto 2009, n. 21 R (Misure straordinarie per il settore edilizio ed interventi per l’edilizia residenziale sociale) stabilisce, in conformità a quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981377
Art. 2 - (Domanda di autorizzazione sismica)

1. Nelle zone sismiche del territorio della Regione, chiunque intenda procedere a costruzioni, riparazioni e sopraelevazioni, prima dell’inizio dei lavori, deve acquisire la preventiva autorizzazione sismica rilasciata dalla competente area del genio civile regionale in conformità a quanto previsto dagli articoli 93 e 94 del D.P.R. 380/2001.

2. La doman

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981378
Art. 3 - (Progetti sottoposti a controllo. Commissione di sorteggio e commissioni sismiche)

N2

1. Sulle domande di autorizzazione sismica pervenute mensilmente ai sensi dell’articolo 2, la Commissione sismica di cui al comma 5 effettua un controllo su un campione sorteggiato nella misura del:

a) 15 % nelle zone sismiche classificate 1, 2A e 2B;

b) 5% nelle zone sismiche classificate 3A e 3B.

2. Il sorteggio di cui al comma 1 è effettuato mediante una procedura informatica, da un’apposita commissione di sorteggio, istituita presso la direzione regionale competente in materia di infrastrutture, entro la prima decade di ogni mese succ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981379
Art. 4 - (Progetti non sottoposti a controllo)

1. Non sono sottoposti al controllo di cui all’articolo 3 i progetti relativi alle seguenti opere, purché soddisfino anche le condizioni indicate al comma 2:

a) nuovi edifici di civile abitazione non di uso pubblico e relative pertinenze con strutture in muratura, muratura armata o in legno con fondazioni di tipo superficiale;

b) totem e torri faro fino a 15 m di altezza;

c) stalle, fienili e locali agricoli con strutture in muratura, muratura armata o in legno con fondazioni di tipo superficiale;

d) rimesse e depositi con strutture in muratura, muratura armata o in legno con fondazioni di tipo superficiale e relative pertinenze;

e) muri di sostegno fino ad altezza massima di 3,50 metri compresa la fondazione;

f) tombe e cappelle gentilizie fino ad altezza massima fuori terra di 5,00 m;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981380
Art. 5 - (Autorizzazione sismica e adempimenti per l’inizio lavori)

1. L’autorizzazione sismica, di cui all’articolo 94 del D.P.R. 380/2001 è rilasciata con provvedimento del dirigente dell’area del genio civile competente, su parere della commissione sismica di cui al comma 5, entro 60 giorni dalla data del sorteggio.

2. Per i progetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettere a) e b), non estratti, la direzione regionale competente in materia di infrastrutture rilascia un&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981381
Art. 6 - (Interventi non soggetti ad autorizzazione sismica)

1. Non sono soggette all’autorizzazione sismica di cui all’articolo 2 le seguenti categorie di interventi:

a) opere temporanee, rimovibili di cantiere o per esposizione, baracche di cantiere e gru, ponteggi provvisionali con vita nominale inferiore a due anni;

b) limitati interventi sui tramezzi che non modifichino il comportamento deformativo degli elementi strutturali, né l’aumento del loro stato tensionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981382
Art. 7 - (Controllo successivo all’ultimazione dei lavori)

1. Il controllo successivo all’ultimazione dei lavori, ai fini del rilascio del certi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981383
Art. 8 - (Responsabilità)

1. Il progettista è responsabile della conformità delle opere progettate ai requisiti tecnici ed ai vincoli strutturali indicati nel D.P.R. n. 380/2001 e ai decreti interministeriali previsti dallo stesso D.P.R. in materia di edilizia antisismica, nonch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981384
Art. 9 - (Relazione di fine lavori, certificato di rispondenza e certificato di collaudo)

1. La relazione di fine lavori, prevista dall’articolo 65 del D.P.R. 380/2001, è redatta dal direttore dei lavori e trasmessa dal medesimo attraverso il sistema informatico alla direzione regionale competente in materia di infrastrutture e allo s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981385
Art. 10 - (Progetti di adeguamento statico e sismico)

1. I progetti di adeguamento statico nonché quelli di adeguamento sismico, da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981386
Art. 11 - (Repressione delle violazioni e sanatoria )

1. I soggetti di cui all’articolo 103 del D.P.R. 380/2001, incaricati della vigilanza per l’osservanza delle norme tecniche, appena accertato un fatto costituente violazione alle vigenti norme sismiche, ai sensi dell’articolo 96 del citato D.P.R., compilano processo verbale trasmettendolo al comune e alla direzione regionale competente in materia di infrastrutture, ai fini dell’adozione dei provvedimenti previsti dagli articol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981387
Art. 12 - (Diritti di segreteria)

1. In conformità a quanto previsto dagli articoli 20 e 21 della legge regionale 13 agosto 2011, n.12

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981388
Art. 13 - (Abrogazioni)

1. Ai sensi della legge regionale 21/2009 e fatto salvo quanto previsto dall’ar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981389
Art. 14 - (Disposizioni finali e transitorie)

1. Fino alla realizzazione e alla relativa messa a regime del sistema informatico di cui all’articolo 1, comma 2, continua a trovare applicazione anche la trasmissione cartacea dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981390
Allegato A - D.P.R. n. 380/01 artt. 93 - 94 - Richiesta di autorizzazione sismica

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981391
Allegato B - Scheda tecnica - Relazione generale ai sensi dei punti 10.1 e 10.2 del D.M. 14/01/2008 “Norme tecniche per le costruzioni”

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
630037 2981392
Allegato C - Classi di Rischio Geologico e indagini di tipo geologico, geofisico e geotecnico minime da eseguire

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Ripubblicazione coordinata con errata corrige in B.U. 28.3.2012, n. 12.

Dalla redazione

  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche

Rischio sismico e adempimenti tecnici e amministrativi per gli interventi edilizi

CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO E DEGLI EDIFICI (Classificazione sismica del territorio ; Campo di applicazione delle norme tecniche per le costruzioni; Attribuzione della classe di rischio sismico ai singoli edifici) - DENUNCIA DEI LAVORI E AUTORIZZAZIONE SISMICA (Indicazioni generali; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Denuncia dei lavori nei territori a minore rischio sismico; Territori a rischio sismico molto basso; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

Riepilogo della classificazione sismica (zone sismiche) dei Comuni italiani, con tutti i provvedimenti di classificazione storici a partire dal 1927 e la situazione aggiornata sulla base dei provvedimenti delle Regioni, cui è stata demandata la competenza all’individuazione delle zone sismiche a partire dal 1998. Distinzione tra la classificazione sismica ai fini degli adempimenti tecnico-amministrativi e per la vigilanza, e quella da adottarsi dal 2009 per la definizione delle azioni sismiche ai fini progettuali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulo con contributi per la ricostruzione post-sisma) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Barriere architettoniche
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Istruzione, università e ricerca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Accise
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Previdenza professionale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Imposte sul reddito
  • Titoli abilitativi
  • Condominio
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Ospedali e strutture sanitarie

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Calamità/Terremoti
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità
  • Finanza pubblica
  • Norme tecniche
  • Protezione civile
  • Provvidenze

Campania: rischio sismico e contributi per la prevenzione sismica

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Applicazione Regolamento (UE) n. 813/2013 sulle emissioni di ossidi di azoto

  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Banca dati dei prodotti connessi all'energia: obblighi dei fornitori