FAST FIND : NN9776

Risoluz. Ag. Entrate 12/08/2009, n. 215/E

Interpello ai sensi dell’art. 11 della legge n. 212 del 2000 - Detrazioni per interventi di risparmio energetico. Individuazione delle caratteristiche tecniche di un impianto termico - Art. 1, commi 344, 345, 346 e 347 della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
Scarica il pdf completo
62011 491655
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62011 491656
Quesito

TIZIA chiede se può fruire della detrazione fiscale del 55% per il risparmio energetico prevista dall’art. 1, commi 344, 345, 346, 347, 348 e 349 della Legge 296/2006 R al fine di incentivare la riqualificazione energetica degli edifici, relativamente ad un immobile di sua proprietà.

Al riguardo specifica che:

— l’edificio in questione si trova nel centro storico del Comune di …, in Via &

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62011 491657
Soluzione interpretativa prospettata dal contribuente

L’istante ritiene di aver diritto alla detrazione IRPEF del 55% per la riqualificazione energet

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62011 491658
Parere dell’Agenzia delle Entrate

L’art. 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria per il 2007), commi 344, 345, 346 e 347, ha introdotto una detrazione dall’imposta sul reddito pari al 55% delle spese sostenute nel 2007, per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Le spese agevolate devono essere effettivamente rimaste a carico dei contribuenti con la conseguenza che, come precisato con circolare n. 57 del 1998 in relazione alla detrazione IRPEF del 36% per le spese di ristrutturazione di edifici residenziali, «in caso di erogazione di contributi, sovvenzioni, etc. per l’esecuzione degli interventi... tali contributi devono essere sottratti interamente dalle spese sostenute prima di effettuare il calcolo della detrazione». Con l’art. 1, comma 20, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 R - legge finanziaria per il 2008 - la predetta agevolazione è stata prorogata comprendendo anche le spese sostenute entro il 31 dicembre 2010. In relazione alla individuazione degli edifici interessati al beneficio fiscale, con circolare 31 maggio 2007, n. 36/E, R questa Agenzia ha precisato che può

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Catasto e registri immobiliari
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

Questa pagina informativa chiarisce tutto quello che c’è da sapere riguardo ai fabbricati fatiscenti o inagibili, crollati e/o parzialmente demoliti. Viene trattata la normativa catastale, i presupposti e le modalità per l’iscrizione in catasto, le dichiarazioni catastali da inserire negli atti di compravendita o trasferimento, i titoli abilitativi edilizi necessari per l’intervento di ripristino, le condizioni per usufruire delle agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione o di risparmio energetico, l’imponibilità ai fini IMU.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

Interventi di riqualificazione energetica, c.d. “ecobonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, documentazione da trasmettere e portale ENEA per la trasmissione dei dati, vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ, guida Agenzia entrate); Interventi di ristrutturazione e per l’adozione di misure antisismiche, c.d. “sismabonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, guida Agenzia entrate); Acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, c.d. “bonus mobili”; Interventi di sistemazione a verde.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Immobili merce delle imprese: applicabilità del Sismabonus e dell’Ecobonus

Gli immobili “merce” delle imprese (che cosa sono, rilevanza ai fini fiscali); Applicabilità del bonus sulla riqualificazione energetica (l’orientamento dell’Agenzia delle Entrate, l’orientamento della giurisprudenza); Sismabonus applicabile a tutti gli immobili anche per l’agenzia delle entrate; Conclusioni e prospettive.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Interventi edilizi e regole fiscali: vantaggi, limiti, consigli ai tecnici

Attraverso esempi concernenti le più frequenti tipologie di intervento (ristrutturazione, sopraelevazione, recupero sottotetto, ampliamento con “Piano Casa”, demolizione e ricostruzione, efficientamento energetico, cambio destinazione d’uso, frazionamento ed accorpamento, ecc.) verranno illustrate le opportunità di conseguire risparmi d’imposta e le criticità di cui il tecnico deve tener conto per massimizzare il vantaggio fiscale per il cliente. Ne emerge l’importanza di una conoscenza precisa della materia - caratterizzata da regole e procedure in genere complesse, di difficile interpretazione, soggette a frequenti modificazioni - e di uno stretto coordinamento, già a partire dalla fase progettuale e di impostazione della pratica edilizia, tra il tecnico ed altri professionisti, al fine di evitare contestazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate con possibile perdita dei benefici ed irrogazione di sanzioni.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Agricoltura e Foreste
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

La tassazione dalla produzione e cessione di energia da fonte rinnovabile o fotovoltaica in capo all’imprenditore agricolo

Questo articolo riassume in forma pratica ed operativa, con tabelle sinottiche per rendere più agevole la comprensione, l’intricata materia della tassazione in capo alle imprese agricole dei redditi derivanti dalla produzione e dalla cessione di energia elettrica e calorica da fonti rinnovabili agroforestali e fotovoltaiche. L’articolo è aggiornato con l’art. 1, comma 910, della L. 208/2015 (Legge di stabilità 2016) che ha messo “a regime” dal 2016 le norme transitorie già introdotte dal D.L. 66/2014 per i soli anni 2014 e 2015, e con successive indicazioni e chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate (ultimo Agg. Risoluzione 27/10/2016, n. 98/E).
A cura di:
  • Dino de Paolis