FAST FIND : NN9324

D. Leg.vo 30/05/2008, n. 116

Attuazione della direttiva 2006/7/CE relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione e abrogazione della direttiva 76/160/CEE.

Con le modifiche introdotte da:
- D.L. 30/12/2008, n. 207 (L. 27/02/2009, n. 14)
- D. Min. Salute 30/03/2010
- L. 06/08/2013, n. 97

Scarica il pdf completo
61554 2531578
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la legge 6 febbraio 2007, n. 13R, recante delega al Governo per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'It

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531579
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531580
Art. 1. - Finalità e campo di applicazione

1. Il presente decreto è finalizzato a proteggere la salute umana dai rischi derivanti dalla scarsa qualità delle acque di balneazione anche attraverso la protezione ed il miglioramento ambientale ed integra le disposizioni di cui alla parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152R, e successive modific

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531581
Art. 2. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto, si intende per:

a) «autorità competente»: l'autorità o le autorità di cui agli articoli 3, 4, e 5, designate per garantire il rispetto delle prescrizioni del presente decreto;

b) «permanente/permanentemente»: in relazione al divieto di balneazione, della durata almeno di un'intera stagione balneare;

c) «inquinamento»: la presenza di contaminazione microbiologica o di altri organismi o di materiale/sostanza di cui agli articoli 11 e 12 e all'allegato I, colonna A, che influiscono sulla qualità delle acque di balneazione e comportano un rischio per la salute dei bagnanti;

d) «inquinamento di breve durata»: la contaminazione microbiologica di cui all'al

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531582
Art. 3. - Competenze statali

1. Sono di competenza statale:

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531583
Art. 4. - Competenze regionali

N3

1. Sono di competenza regionale:

a) l'individuazione delle acque di balneazione e dei punti di monitoraggio. Le acque di balneazione individuate sono riportate in appositi registri

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531584
Art. 5. - Competenze comunali

1. Sono di competenza comunale:

a) la delimitazione, prima dell'inizio della stagione balneare, delle acque non adibite alla balneazione e delle acque di balneazione

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531585
Capo II - Qualità e gestione delle acque di balneazione
IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531586
Art. 6. - Monitoraggio

1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano individuano ogni anno, entro e non oltre il 31 dicembre, le acque di balneazione e determinano la durata della stagione balneare così come definita dall'articolo 2, comma 1, lettera e).

2. Le regioni e le province autonome provvedono affinché il monitoraggio dei parametri indicati nell'allegato I, colonna A, sia effettuato secondo le modalità dell'allegato VI. Il primo programma di monitoraggio dei parametri indicati nell'allegato I, colonna A, avviene a decorrere dalla stagione balneare 2009. I risultati di tale monitoraggio possono essere utilizzati per determinare la serie di dati sulla qualità delle acque di balneazione di cui all'articolo 7. Non appe

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531587
Art. 7. - Valutazione della qualità delle acque di balneazione

1. La serie di dati sulla qualità delle acque di balneazione è ottenuta dalle regioni e dalle province autonome attraverso il monitoraggio dei parametri di cui all'allegato I, colonna A.

2. Le valutazioni della qualità delle acque di balneazione vengono effettuate:

a) in relazione a ciascuna acqua di balneazione;

b) al termine di ciascuna stagione balneare;

c) sulla base delle serie di dati sulla qualit&agr

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531588
Art. 8. - Classificazione e stato qualitativo delle acque di balneazione

1. A seguito della valutazione sulla qualità delle acque di balneazione effettuata ai sensi dell'articolo 7 le regioni e le province autonome, conformemente ai criteri stabiliti nell'allegato II, classificano tali acque come acque di qualità:

a) «scarsa»;

b) «sufficiente»;

c) «buona&ra

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531589
Art. 9. - Profili delle acque di balneazione

1. Le regioni e le province autonome predispongono, riesaminano e aggiornano i profili delle acque di balneazi

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531590
Art. 10. - Misure di gestione in circostanze eccezionali

1. Le autorità competenti provvedono affinché vengano adottate misure d

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531591
Art. 11. - Rischi da cianobatteri

1. Qualora il profilo delle acque di balneazione indichi un potenziale di proliferazi

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531592
Art. 12. - Altri parametri

1. Qualora il profilo delle acque di balneazione mostri una tendenza alla proliferazione di macroalghe o fitoplancton m

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531593
Art. 13. - (Cooperazione)

N2

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531594
Capo III - Scambio di informazioni
IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531595
Art. 14. - Partecipazione del pubblico

1. Le autorità competenti, ciascuna per quanto di competenza, incoraggiano la partecipazione del pubblico all'attuazione del presente decreto e assicurano che siano fornite al pubblico interessato opportunità di informarsi sul process

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531596
Art. 15. - Informazione al pubblico

1. I comuni assicurano che le seguenti informazioni siano divulgate e messe a disposizione con tempestività durante la stagione balneare in un'ubicazione facilmente accessibile nelle immediate vicinanze di ciascuna acqua di balneazione:

a) classificazione corrente delle acque di balneazione ed eventuale divieto di balneazione di cui al presente decreto mediante una simbologia che risponda agli indirizzi comunitari;

b) descrizione generale delle acque di balneazione, in un linguaggio non tecnico, basata sul profilo delle acque di balneazione predisposto in base all'allegato III;

c) nel caso di acque di balneazione identificata a rischio di inquinamento di breve durata:

1) avviso di acqua di balneazione a rischio di inquinamento di br

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531597
Art. 16. - Comunicazione delle informazioni

1. Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali trasmette alla Commissione europea i risultati del monitoraggio e della valutazione della qualità delle acque di balneazione, nonché una descrizione delle specifiche misure di gestione adottate. Le informazioni sono trasmesse annualmente, entro il 31 dicembre, per quanto riguar

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531598
Art. 17 - Norme transitorie e finali

1. Le disposizioni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 1982, n. 470, cessano di avere efficacia a decorrere dal 31 dicembre 2014. Le norme tecniche adottate ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 1982, n. 470, restano in vigore, ove compatibili, con le disposizioni del presente decreto, fino all'adozione di diverse specifiche tecniche in materia. Il parametro dell'ossigeno disciolto non rileva ai fini del giudizio sulla balneabilità ma deve essere sempre mo

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531599
Art. 18. - Disposizioni finanziarie

1. Dall'attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri, n

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531600
Art. 19. - Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubbli

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531601
Allegato I (previsto dall'articolo 2)

Acque interne


A Parametro

B Qualità eccellente

C Qualità buona

D Qualità sufficiente

E Metodi di riferimento dell'analisi

1 Enterococchi intestinali espressi in ufc/100 ml

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531602
Allegato II - Valutazione e classificazione delle acque di balneazione (previsto dall'articolo 2)

1. Qualità scarsa

Le acque di balneazione sono classificate di «qualità scarsa» se, nella serie di dati sulla qualità delle acque di balneazione per l'ultimo periodo di valutazione (a), i valori percentili (b) delle enumerazioni microbiologiche sono peggiori (c) rispetto ai valori corrispondenti alla «qualità sufficiente» indicati nell'allegato I, colonna D.


2. Qualità sufficiente

Le acque di balneazione sono classificate di «qualità sufficiente»:

1) se, nella serie di dati sulla qualità delle acque di balneazione per l'ultimo periodo di valutazione, i valori percentili delle enumerazioni microbiologiche sono uguali a o migliori (d) rispetto ai valori corrispondenti alla «qualità sufficiente» indicati nell'allegato I, colonna D;

2) se le acque di balneazione sono soggette a inquinamento di breve durata, a condizione che:

a) siano adottate misure di gestio

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531603
Allegato III - Profilo delle acque di balneazione (previsto dall'articolo 4)

1. Il profilo delle acque di balneazione di cui all'articolo 6 contiene:

a) la descrizione delle caratteristiche fisiche, geografiche e idrologiche delle acque di balneazione e di altre acque di superficie nel bacino drenante delle acque di balneazione interessate, che potrebbero essere una fonte di inquinamento, rilevanti ai sensi della presente direttiva e come previsto nella direttiva 2000/60/EC;

b) l'identificazione e la valutazione delle cause di inquinamento che possono influire sulle acque di balneazione e danneggiare la salute dei bagnanti;

c) la valutazione del potenziale di proliferazione cianobatterica;

d) la valutazione del potenziale di proliferazione di macroalghe e/o fitoplancton;

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531604
Allegato IV - Monitoraggio delle acque di balneazione (previsto dall'articolo 6)

1. Poco prima dell'inizio di ciascuna stagione balneare deve essere prelevato un campione. Considerando tale campione aggiuntivo e fatto salvo il punto 2, per ogni stagione balneare sono prelevati e analizzati almeno quattro campioni.

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61554 2531605
Allegato V - Norme per la manipolazione dei campioni per le analisi microbiologiche (previsto dall'articolo 6)

1. Procedure di campionamento N4

a) Il campionamento deve essere effettuato ad una profondità di circa 30 centimetri sotto il pelo libero dell’acqua ad una distanza dalla battigia tale che il fondale abbia una profondità tra gli 80 e i 120 cm; in corrispondenza di scogliere a picco o di fondali rapidamente degradanti i prelievi vengono effettuati vicino alla scogliera o alla battigia.

b) Il prelievo deve essere effettuato dalle ore 9,00 alle ore 16,00.

c) Il campionamento deve prevedere la rilevazione dei seguenti parametri meteomarini da riportare nel verbale di campionamento:

- temperatura (°C) dell’aria;

- temper

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

RAEE, recepimento Direttiva 2012/19/UE (D. Leg.vo 49/2014): applicazione ai pannelli fotovoltaici

Pubblicato in Gazzetta il Decreto di recepimento della Direttiva 2012/19/UE, che riordina e completa il quadro normativo in materia. Applicazione estesa a tutte le AEE dal 2018 salvo applicazione immediata ai pannelli fotovoltaici. Il GSE tratterrà dai meccanismi incentivanti una quota a copertura dei costi di gestione dei rifiuti derivanti dai pannelli fotovoltaici, secondo modalità da stabilire.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Verifica di assoggettabilità alla VIA progetti di competenza delle Regioni e delle Province autonome: i nuovi criteri nel D.M. 30/03/2015

Questo articolo tratta delle novità in tema di verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale introdotte dal D.L. 91/2014 (L. 116/2014), cui ha fatto seguito il D.M. 30/03/2015 che - con riguardo ai progetti di competenza delle Regioni e delle Province autonome di cui all’Allegato IV alla Parte II del D. Leg.vo 152/2006 - reca nuovi criteri e soglie per ciascuna tipologia di progetto ai fini dell’assoggettamento alla procedura di screening (verifica di assoggettabilità). I nuovi criteri sono integrativi di quelli già definiti dall’Allegato IV. Consultabili in allegato all’articolo anche i documenti per la gestione della fase transitoria precedente all’entrata in vigore del nuovo provvedimento 26/04/2015
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica