FAST FIND : NR27109

L. R. Toscana 28/12/2011, n. 69

Istituzione dell’autorità idrica toscana e delle autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani. Modifiche alle leggi regionali 25/1998, 61/2007, 20/2006, 30/2005, 91/1998, 35/2011 e 14/2007.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 05/06/2012, n. 24
- L.R. 18/06/2012, n. 29
- L.R. 09/08/2013, n. 47
- L.R. 11/06/2014, n. 3
- L.R. 20/01/2015, n. 8
- L.R. 24/02/2016, n. 15
- L.R. 21/02/2018, n. 10
Scarica il pdf completo
611628 4637122
Preambolo

Il Consiglio regionale


Visto l’articolo 117, comma quarto, della Costituzione;

Visto l’articolo 4, comma 1, lettera n) dello Statuto;

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale);

Vista la legge 23 dicembre 2009, n. 191 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato “legge finanziaria 2010”), ed in particolare l’articolo 2, comma 186 bis;

Visto il decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225 (Proroga dei termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie),convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2011, n. 10, ed in particolare l’articolo 1;

Visto il decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia) convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, ed in particolare l’articolo 10;

Vista la legge regionale 29 dicembre 2010, n. 65 (Legge finanziaria per l’anno 2011) ed in particolare l’arti colo 81;

Vista la legge regionale 2 agosto 2011, n. 37 (Disposizioni sul commissariamento di cui all’articolo 81 della legge regionale 20 dicembre 2010, n. 65 “Legge finanziaria per l’anno 2011”);

Vista la legge regionale 21 luglio 1995, n. 81 (Norme di attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36 “Disposizioni in materia di risorse idriche”);

Vista la legge regionale 4 aprile 1997, n. 26 (Norme di indirizzo per l’organizzazione del servizio idrico integrato in attuazione degli articoli 11 e 12 della legge 5 gennaio 1994, n. 36);

Vista la legge regionale 31 maggio 2006, n. 20 (Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento);

Vista la legge regionale 18 maggio 1998, n. 25 (Norme per la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637123
Titolo I - OGGETTO E FINALITÀ
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637124
Capo I - Oggetto e finalità
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637125
Art. 1 - Ambito di applicazione

1. La presente legge detta norme in materia di servizio idrico integrato e di servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani provvedendo:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637126
Titolo II - NORME IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637127
Capo I - Disposizioni per l’organizzazione del servizio idrico integrato
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637128
Art. 2 - Individuazione dell’ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato

1. Ai fini della gestione del servizio idrico integrato è istituito l’ambito territoriale ottimale comprendente l’intera circoscrizione territoriale re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637129
Art. 3 - Autorità idrica toscana

1. E’ istituita l’autorità idrica toscana, ente rappresentativo di tutti i comuni appartenenti all’ambito territoriale ottimale di cui all’articolo 2, di seguito denominata autorit&agrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637130
Art. 4 - Attribuzione delle funzioni già esercitate dalle autorità di ambito territoriale ottimale

1. A decorrere dal 1° gennaio 2012, le funzioni già esercitate, secondo la normativa statale e regionale, dalle autorità di ambito territoriale ottimale di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637131
Art. 4 bis - Funzioni in materia di bonifica di siti contaminati

N8

1. Nell’ambito delle aree di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637132
Art. 5 - Ordinamento dell’autorità idrica

1. Fatto salvo quanto previsto dalla presente legge, all’autorità idrica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637133
Art. 6 - Organi dell’autorità idrica

1. Gli organi dell’autorità idrica sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637134
Art. 7 - Assemblea

1. L'assemblea è composta dai sindaci, o loro delegati, dei cinquanta comuni individuati ai sensi dell'articolo 13, comma 4.N23

1-bis. Il sindaco può delegare un assessore oppure un sindaco o assessore di altro comune, purché il comune appartenga alla medesima conferenza territoriale e il delegato sia componente dell'assemblea. Ciascun sindaco o suo delegato non può rappresentare più di tre amministrazioni oltre la propria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637135
Art. 8 - Funzioni dell’assemblea

N25

1. L'assemblea svolge funzioni di indirizzo e di alta amministrazione dell'autorità idrica. In particolare provvede:

a) all'approvazione dello statuto contenente le norme di funzionamento dell'autorità idrica e dei criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;

b) all'approvazione e aggiornamento del piano di ambi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637136
Art. 9 - Direttore generale

1. Il direttore generale è l’organo di amministrazione dell’autorità idrica ed è nominato dall’assemblea, d’intesa con il Presidente della Giunta regionale, "nell'ambito di una rosa di tre candidati, individuati, ad esito di procedura comparativa pubblica,"N26 tra soggetti in possesso di idonea laurea magistrale, o equivalente, e di alta professionalità e comprovata esperienza manageriale almeno quinquennale nel settore dei servizi pubblici locali o con documentata esperienza almeno quinquennale di direzione amministrativa, tecnica o gestionale in strutture pubblic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637137
Art. 10 - Funzioni del direttore generale

N25

1. Il direttore generale ha la rappresentanza legale dell'ente e svolge funzioni di natura regolatoria e gestionale, provvedendo in particolare:

a) all'affidamento del servizio;

b) alla ges

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637138
Art. 11 - Consiglio direttivo

1. Il consiglio direttivo è composto da tredici membri, nominati dall'assemblea tra i suoi componenti, garantendo la rappresentanza di almeno un comune di cui all'articolo 13, comma 5, e di almeno due membri per ciascuna conferenza territoriale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637139
Art. 11-bis - Funzioni del consiglio direttivo

N28

1. Il consiglio direttivo, sulla base delle proposte presentate dalle conferenze territoriali di cui all'articolo 13 e nel rispetto degli indirizzi generali formulati dall'assemblea:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637140
Art. 12 - Revisore unico dei conti

1. L’assemblea nomina il revisore unico dei conti ed il suo supplente fra i soggetti iscritti nel registro dei revisori contabili, "secondo la disciplina prevista dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637141
Art. 13 - Conferenze territoriali della Toscana

1. Il territorio della Toscana è ripartito in sei conferenze territoriali così individuate:

a) conferenza territoriale n. 1, denominata “Toscana Nord”;

b) conferenza territoriale n. 2, denominata “Basso Valdarno”;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637142
Art. 14 - Funzioni delle conferenze territoriali della Toscana

N25

1. I sindaci di ciascuna conferenza territoriale, o i loro delegati, in riferimento al territorio di propria competenza, si riuniscono al fine di:

a) individua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637143
Art. 15 - Funzionamento delle conferenze territoriali della Toscana

1. Le deliberazioni di ciascuna conferenza territoriale sono valide, in prima convocazione, con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei sindaci, o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637144
Art. 16 - Controllo dei comuni

1. Il piano di ambito, con particolare riferimento all’individuazione dell’ordine di priorità degli interve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637145
Art. 17 - Articolazione organizzativa dell’autorità idrica

1. Per lo svolgimento delle proprie attività tecniche ed operative, l’autorità idrica è dotata di una struttura centrale di live

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637146
Art. 18 - Gestore del servizio idrico integrato

1. Per garantire che la gestione unitaria risponda a criteri di efficienza ed efficacia, alla scadenza delle conces

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637147
Art. 19 - Piano di ambito

N25

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637148
Art. 20 - Piano operativo di emergenza per la crisi idropotabile

N25

1. L'autorità idrica predispone ed approva il piano operativo di emergenza per la crisi idropotabile, contenente le misure e gli interventi da attuare in caso di dichiarazione dello stato di emergenza idropotabile, nel rispetto delle prescrizioni contenute nel documento per la gestione sostenibile degli usi delle acque superficiali e sotterranee di cui all'articolo 16 della legge regionale 28 dicembre 2015, n. 80 (Norme in materia di difesa del suolo, tutela delle risorse idriche e tutela della costa e degli abitati costieri).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637149
Art. 21 - Misure per la riduzione delle perdite della rete di adduzione e distribuzione del servizio idrico integrato

1. L’autorità idrica provvede nell’ambito dei propri strumenti di programmazione, e tenuto conto di quanto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637150
Art. 22 - Approvazione dei progetti degli interventi e individuazione dell’autorità espropriante

1. I progetti definitivi degli interventi di cui all’articolo 10, comma 1, lettera d), sono approvati dall’autorità idrica "secondo quanto disciplinato dall'articolo 158-bis del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637151
Art. 23 - Vigilanza e controllo sul soggetto gestore

1. L’autorità idrica vigila sull’attività del soggetto gestore e controlla l’attuazione degli interventi previsti nel piano di ambito.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637152
Art. 24 - Relazione annuale

N25

1. Entro il 30 settembre di ogni anno, il direttore generale provvede alla predisposizi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637153
Capo II - Funzioni regionali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637154
Art. 25 - Individuazione degli interventi strategici

N25

1. Al fine di assicurare la gestione sostenibile delle risorse idriche, in coerenza con le previsioni del piano di tutela delle acque di cui all'articolo 121 del D.Lgs. n. 152/2006 e con il piano di gestione delle acque di cui alla direttiva 2000/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio 23 ottobre 2000, che istituisce un qu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637155
Art. 25-bis - Fondo per il finanziamento degli interventi strategici

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637156
Art. 26 - Poteri sostitutivi

1. La Regione esercita i poteri sostitutivi previsti dalla legge regionale 1° agosto 2011, n. 35 (Misure di accelerazione per la realizzazione delle opere pubbliche di interesse strategi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637157
Art. 27 - Disposizioni per la riduzione e l’ottimizzazione dei consumi di acqua erogata a terzi dal gestore del servizio idrico integrato

1. La Regione promuove iniziative per la riduzione dei consumi idropotabili, per il risparmio idrico, nonché per la costituzione di riserve idriche.

2. La Giunta regionale emana un regolamento finalizzato all’adozione, da parte degli utenti del servizio idrico integrato, di comportamenti miranti al conseguimento di obiettivi di risparmio e di tutela della risorsa destinata al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637158
Art. 28 - Disciplina delle aree di salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano erogate a terzi mediante impianto di pubblico acquedotto

1. In attuazione dell’articolo 94, commi 1 e 5, del d.lgs. n. 152/2006, e nel rispetto di quanto previsto nello stesso articolo, la Giunta regionale, stabilisce con regolamento le norme tecniche per individuare le aree di salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano sulla base dei criteri idrogeologici, temporali o geometrici, da applicare in relazione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637159
Art. 29 - Trasmissione dei dati e delle informazioni

1. Fermo restando quanto previsto all’articolo 49, oltre ai dati ed alle inform

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637160
Titolo III - NORME IN MATERIA DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637161
Capo I - Disposizioni per l’organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637162
Art. 30 - Delimitazione degli ambiti territoriali ottimali

1. Al fine della gestione integrata dei rifiuti urbani, gli ambiti territoriali ottimali (ATO), già istituiti ai sensi dell’articolo 24 della legge regionale 18 maggio 1998, n. 25 (Norme per la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati), abrogato dalla presente legge, sono i seguenti:

a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637163
Art. 31 - Autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani

1. Per ciascun ambito territoriale di cui all’articolo 30, è istituita l’autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, ente rappresentativo di tutti i comuni appartenenti all’ambito territor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637164
Art. 32 - Attribuzione delle funzioni già esercitate dalle autorità di ambito territoriale ottimale

1. A decorrere dal 1° gennaio 2012, le funzioni già esercitate, secondo la n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637165
Art. 33 - Ordinamento delle autorità servizio rifiuti

1. Fatto salvo quanto previsto dalla presente legge, alle autorità servizio ri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637166
Art. 34 - Organi delle autorità servizio rifiuti

1. Gli organi delle autorità servizio rifiuti sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637167
Art. 35 - Assemblea

1. L’assemblea è composta da tutti i sindaci, o loro assessori delegati, dei comuni appartenenti all’ambito territoriale ottimale di riferimento. I membri dell’assemblea eleggono al loro interno un presidente con funzioni di organizzazione e coordinamento dei lavori dell’assemblea medesima.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637168
Art. 36 - Funzioni dell’assemblea

1. L’assemblea svolge funzioni di indirizzo e di alta amministrazione dell’autorità servizio rifiuti. In particolare provvede:

a) all’approvazione dello statuto contenente le norme di funzionamento dell’autorità servizio rifiuti, sulla base dello schema tipo approvato dal Consiglio regionale entro il 30 giugno 2012;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637169
Art. 37 - Direttore generale

1. Il direttore generale è l’organo di amministrazione dell’autorità servizio rifiuti ed è nominato dall’assemblea, d’intesa con il Presidente della Giunta regionale, tra soggetti in possesso di idonea laurea magistrale, o equivalente, e di alta professionalità e comprovata esperienza manageriale, almeno quinquennale, nel settore dei servizi pubblici locali o con documentata esperienza, almeno quinquennale, di direzione amministrativa, tecnica o gestionale, in strutture pubbliche o private nel settore dei servizi pubblici locali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637170
Art. 38 - Funzioni del direttore generale

1. Il direttore generale ha la rappresentanza legale dell’ente e provvede in particolare:

a) all’affidamento del servizio;

b) alla gestione del contratto di servizio;

c) al controllo sull’attività del soggetto gestore del servizio ed all’applicazione delle sanzioni e delle penali contrattuali previste in caso di inadempienz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637171
Art. 39 - Consiglio direttivo

1. Il consiglio direttivo ha funzioni consultive e di controllo. Esso è composto da sette membri, nominati dall’assemblea tra i suoi componenti, garantendo la rappresentanza dei comuni individuati ai sensi dell’artic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637172
Art. 40 - Revisore unico dei conti

1. L’assemblea nomina il revisore unico dei conti ed il suo supplente fra i soggetti iscritti nel registro dei revisori contabili, di cui al d.lgs. 88/1992.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637173
Art. 41 - Articolazione organizzativa delle autorità servizio rifiuti

1. Ciascuna autorità servizio rifiuti è dotata di un ufficio per lo svolgimento delle attivit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637174
Art. 42 - Gestore del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani

1. Per garantire che la gestione unitaria risponda a criteri di efficienza ed efficacia, il servizio di gestione integ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637175
Art. 43 - Vigilanza e controllo sul soggetto gestore

1. L’autorità servizio rifiuti vigila sull’attività del soggetto gestore e controlla l’attuazione degli interventi previsti nel piano di ambito.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637176
Art. 44 - Poteri sostitutivi della Regione

1. Qualora l’autorità servizio rifiuti non intervenga ai sensi dell&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637177
Art. 45 - Trasmissione dei dati e delle informazioni

1. Fermo restando quanto previsto all’articolo 49, oltre ai dati ed alle inform

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637178
Art. 46 - Relazione annuale

1. Entro il 30 giugno di ogni anno, il direttore generale provvede alla predisposizione di una relazione annuale, con in contenuti di cui al comma 2, da inviare all’assemblea per la relativa approvazione. La relazione approvata è trasmessa ai consigli e alle giunte della R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637179
Titolo IV - DISPOSIZIONI COMUNI E TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637180
Capo I - Disposizioni comuni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637181
Art. 47 - Comitato regionale per la qualità del servizio

1. Presso il Consiglio regionale è istituito il comitato per la qualità del servizio idrico integrato e di gestione integrata dei rifiuti urbani, che, avvalendosi anche dei dati dell’osservatorio di cui all’articolo 49, segnala, all’autorità idrica e alle autorità servizio rifiuti, eventuali criticità e formula alle stesse proposte per la qualità, l’efficienza e l’efficacia del servizio. Esso formula all’autorità idrica e alle autorità servizio rifiuti pareri preventivi o osservazioni "sugli atti di cui all'articolo 8, comma 1, lettere b), f) ed h), sulla carta della qualità del servizio di cui all'articolo 11-bis, comma 1, lettera c), e sugli atti di cui all'articolo 36, comma 1, lettere b),

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637182
Art. 48 - Comitati locali per la qualità del servizio

1. Il comitato regionale per la qualità del servizio, nel rispetto dei criteri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637183
Art. 49 - Osservatorio regionale per il servizio idrico integrato e di gestione integrata dei rifiuti urbani

1. A supporto della Regione nell’esercizio delle proprie funzioni, è istituito presso la Giunta regionale l’osservatorio regionale per il servizio idrico integrato e di gestione integrata dei rifiuti urbani.

2. L’osservatorio è composto da quattro membri nominati dal Presidente della Giunta regionale di cui:

a) tre membri individuati tra esperti dotati di alta e riconosciuta professionalità nella materia del servizio idrico integrato e di quello di gestione integrata dei rifiuti urbani, di cui uno su proposta del Consiglio regionale;

b) un membro in rappresentanza dell’Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana (IRPET).

3. L’osservatorio, quando sono trattati argomenti inerenti il servizio di gestione integrata dei rifiuti, è integrato con un rappresentante dell’Agenzia regionale recupero risorse S.p.A..

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637184
Capo II - Disposizioni transitorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637185
Art. 50 - Disposizioni transitorie per la costituzione degli organi dell’autorità idrica

1. Gli organi dell’autorità idrica sono costituiti entro il 30 giugno 2012.

2. A decorrere dall’entrata in vigore della presente legge, e fino all’effettivo insediamento degli organi dell’autorità idrica, le funzioni di tali organi sono svolte da sei commissari individuati nei presidenti dei consigli di amministrazione delle soppresse autorità di ambito territoriale ottimale in ca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637186
Art. 51 - Disposizioni transitorie per la costituzione degli organi delle autorità servizio rifiuti

1. Gli organi delle autorità servizio rifiuti sono costituiti entro il 30 giugno 2012.

2. A decorrere dall’entrata in vigore della presente legge e fino all’effettivo insediamento degli organi di ciascuna autorità servizio rifiuti, l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637187
Art. 52 - Scioglimento dei consorzi e subentro dell’autorità idrica e delle autorità servizio rifiuti

1. Alla data del 1° gennaio 2012 i consorzi, di cui all’articolo 24 della l.r. 61/2007 e di cui all’articolo 4 della legge regionale 21 luglio 1995, n. 81 (Norme di attuazione della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637188
Art. 53 - Disposizioni transitorie relative al personale

1. A decorrere dal 1° gennaio 2012 il personale a tempo indeterminato in servizio, al momento dell’entrata in vigore della presente legge, nei ruoli organici delle autorità di ambito territoriale ottimale di cui all’articolo 4 della l.r. 81/1995, abrogata con la presente legge, è trasferito nei ruoli organici dell’autorità idrica.

2. A decorrere dalla data del 1° gennaio 20

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637189
Art. 53-bis - Disposizioni transitorie relative al direttore generale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637190
Art. 54 - Disposizioni transitorie relative al servizio idrico integrato

1. A decorrere dalla data del 1° gennaio 2012, l’autorità idrica subentra, senza effetti innovativi, nelle convenzioni per l’affidamento del servizio idrico integrato in essere alla data di entrata in vigore della presente legge, nonché in tutti i rapporti ad esse inerenti posti in essere dalle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637191
Art. 55 - Disposizioni transitorie relative al servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani

1. A decorrere dalla data del 1° gennaio 2012, le autorità servizio rifiut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637192
Art. 56 - Disposizioni transitorie relative all’esercizio dei poteri sostitutivi di cui alla l.r. 35/2011

1. Fino all’approvazione dei piani di ambito di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637193
Titolo V - NORME FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637194
Capo I - Disposizioni finali e di prima applicazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637195
Art. 57 - Disposizioni inali

1. Nella l.r. 25/1998 le parole “comunità d’ambito” e “comunità di ambito”, sono sostituite dalle seguenti: “autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani”.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637196
Art. 57-bis - Interventi ed opere strategici sovrambito. Coordinamento delle gestioni esistenti

N28

1. Nelle more dell'affidamento al gestore unico di cui all'articolo 18, l'autorità idrica assicura il coordinamento delle gestioni e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637197
Capo II - Modifiche legislative e abrogazioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637198
Art. 58 - Modifiche all’articolo 2 della l.r. 25/1998

1. La lettera c) del comma 1 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637199
Art. 59 - Modifiche all’articolo 6 ter della l.r. 25/1998

1. Al comma 4 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637200
Art. 60 - Modifiche all’articolo 8 bis della l.r. 25/1998

1. Al comma 3 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637201
Art. 61 - Modifiche all’articolo 9 della l.r. 25/1998

1. Dopo la lettera g) del comma 1 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637202
Art. 62 - Modifiche all’articolo 11 della l.r. 25/1998

1. Alla lettera c) del comma 1 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637203
Art. 63 - Modifiche all’articolo 12 della l.r. 25/1998

1. Al comma 1 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637204
Art. 64 - Modifiche all’articolo 22 della l.r. 25/1998

1. Al comma 4 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637205
Art. 65 - Modifiche alla rubrica del titolo VI della l.r. 25/1998

1. La rubrica del titolo VI della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637206
Art. 66 - Modifiche all’articolo 23 bis della l.r. 25/1998

1. Al comma 1 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637207
Art. 67 - Modifiche all’articolo 30 bis della l.r. 25/1998

1. Al comma 3 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637208
Art. 68 - Modifiche all’articolo 31 della l.r. 25/1998

1. Al comma 6 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637209
Art. 69 - Modifiche all’articolo 4 della l.r. 30/2005

1. La rubrica dell’articolo 4 della l.r. 30/2005 è sostituita dalla seguente: “Opere di bonifica rea

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637210
Art. 70 - Modifiche all’articolo 12 della l.r. 91/1998

1. Dopo il comma 1 ter dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637211
Art. 71 - Modifiche all’articolo 2 della l.r. 35/2011

1. Dopo la lettera b) del comma 1 dell’articolo 2 della l.r. 35/2011 è inserita la seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637212
Art. 72 - Modifiche all’articolo 3 della l.r. 14/2007

1. Dopo la lettera d) del comma 2 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637213
Art. 73 - Modifiche all’articolo 27 della l.r. 61/2007

1. Al comma 4 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637214
Art. 74 - Modifiche all’articolo 31 della l.r. 61/2007

1. Il comma 2 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637215
Art. 75 - Abrogazioni

1. A decorrere dall’entrata in vigore della presente legge sono abrogate le seguenti leggi e disposizioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637216
Capo III - Disposizioni finanziarie e entrata in vigore
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637217
Art. 76 - Norma finanziaria

1. Le risorse per la concessione dei contributi di cui all’articolo 25, comma 1 lettera c), sono definite, a partire dall’esercizio 2012, in coerenza con gli stanziamenti di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637218
Art. 77 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno stesso della data di pubblicazione sul

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
611628 4637219
Allegato A – Assegnazione dei comuni alle diverse conferenze territoriali


Conferenza Territoriale n. 1 - Toscana

Nord

Abetone

Aulla

Bagni di Lucca

Bagnone

Barga

Borgo a Mozzano

Camaiore

Camporgiano

Careggine

Carrara

Casola in Lunigiana

Castelnuovo Garfagnana

Castiglione di Garfagnana

Comano

Coreglia Antelminelli

Cutigliano

Fabbriche di Vallico

Filattiera

Fivizzano

Forte dei Marmi

Fosciandora

Fosdinovo

Gallicano

Giuncugnano

Licciana Nardi

Lucca

Massa

Massarosa

Minucciano

Molazzana

Montignoso

Mulazzo

Pescaglia

Piazza al Serchio

Pietrasanta

Pieve Fosciana

Piteglio

Podenzana

Pontremoli

San Marcello P.se

San Romano in Garfagnana

Seravezza

Sillano

Stazzema

Tresana

Vagli di Sotto

Vergemoli

Viareggio

Villa Collemandina

Villafranca in Lunigiana

Zeri


Conferenza Territoriale n. 2 Basso

Valdarno

Altopascio

Bientina

Buggiano

Buti

Calci

Calcinaia

Capannoli

Capannori

Capraia e Limite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Inquinamento acustico
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Gestione delle risorse idriche
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impianti elettrici
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Acque per consumo umano
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Demanio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Acque di balneazione

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Beni culturali e paesaggio
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Federalismo fiscale
  • DURC
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Lavoro e pensioni
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imposte sul reddito
  • Servizi pubblici locali
  • Provvidenze
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Tutela ambientale
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Urbanistica
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Fisco e Previdenza
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Terremoto regioni meridionali
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici

La legge di stabilità 2015 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella legge di Stabilità 2015 (L. 23 dicembre 2014 n. 190), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale
  • Scarichi ed acque reflue
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Le modifiche al Testo Unico ambientale introdotte dal D.L. 91/2014 (conv. L. 116/2014)

Presentiamo una panoramica completa dei numerosi articoli del Codice Ambientale di cui al D. Leg.vo 152/2006 interessati dalle modifiche ed integrazioni introdotte dal D.L. 90/2014, convertito in legge dalla L. 116/2014.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Distributori di carburanti
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Lavoro e pensioni
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Rifiuti
  • Tracciabilità
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

I DD.LL. 98/2011 e 138/2011 punto per punto (correzione conti pubblici 2011-2014)

Disamina delle numerose novità introdotte dai due decreti-legge di luglio e di agosto 2011 contenenti le misure di riordino e correzione dei conti pubblici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Scarichi ed acque reflue
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Toscana, scarichi: conclusione degli interventi di realizzazione o adeguamento

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Difesa suolo
  • Provvidenze

Sicilia: aiuti ai Comuni per la tutela e lo sviluppo del territorio

  • Rifiuti
  • Tutela ambientale
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), sostanze vietate: riutilizzo pezzi di ricambio

  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Veneto: bando per la rottamazione delle vecchie stufe a biomassa

02/12/2017

13/04/2018

24/02/2017