FAST FIND : NN8890

D. Leg.vo 09/11/2007, n. 206

Attuazione della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/CE che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a seguito dell’adesione di Bulgaria e Romania.

In vigore dal 24.11.2007 Con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 26/03/2010 n. 59
- L. 24/03/2012, n. 27 (D.L. del 24/01/2012 n.1)
- L. 30/10/2014, n. 161
- D. Leg.vo 28/01/2016, n. 15

Scarica il pdf completo
61120 2574558
[Premessa]


Il Presidente della Repubblica


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la legge 25 gennaio 2006, n. 29, recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee ed in particolare l'articolo 1, commi 1, 3 e 4 e l'allegato B;

Vista la direttiva n. 2005/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 7 settembre 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali;

Vista la direttiva 2006/100/CE del Consiglio, del 20 novembre 2006, che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a motivo dell'adesione della Bulgaria e della Romania;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574559
TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574560
CAPO I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574561
Art. 1. - Oggetto

1. Il presente decreto disciplina il riconoscimento, per l'accesso alle professioni regolamentate e il loro esercizio, con esclusione di quelle il cui svolgimento sia riservato dalla legge a professionisti in quanto partecipi sia pure occasionalment

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574562
Art. 2. - Ambito di applicazione

1. Il presente decreto si applica ai cittadini degli Stati membri dell'Unione europea che vogliano esercitare sul territorio nazionale, quali lavoratori subordinati o autonomi, compresi i liberi professionisti, una professione regolamentata in base a qualifiche professionali conseguite in uno Stato membro dell'Unione europea e che, nello Stato d'origine, li abilita all'esercizio di detta professione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574563
Art. 3. - Effetti del riconoscimento

1. Il riconoscimento delle qualifiche professionali operato ai sensi del presente decreto legislativo permette di accedere, se in possesso dei requisiti specificamente previsti, alla professione corrispondente per la quale i soggetti di cui all'articolo 2, comma 1, sono qualificati nello Stato membro d'origine e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574564
Art. 4. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto si applicano le seguenti definizioni:

a) «professione regolamentata»:

1) l'attività, o l'insieme delle attività, il cui esercizio è consentito solo a seguito di iscrizione in Ordini o Collegi o in albi, registri ed elenchi tenuti da amministrazioni o enti pubblici, se la iscrizione è subordinata al possesso di qualifiche professionali o all'accertamento delle specifiche professionalità;

2) i rapporti di lavoro subordinato, se l'accesso ai medesimi è subordinato, da disposizioni legislative o regolamentari, al possesso di qualifiche professionali;

3) l'attività esercitata con l'impiego di un titolo professionale il cui uso è riservato a chi possiede una qualifica professionale;

4) le attività attinenti al settore sanitario nei casi in cui il possesso di una qualifica professionale è condizione determinante ai fini della retribuzione delle relative prestazioni o della ammissione al rimborso;

5) le professioni esercitate dai membri di un'associazione o di un organismo di cui all'Allegato I.

b) «

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574565
Art. 5. - Autorità competente

1. Ai fini del riconoscimento di cui al titolo II e al titolo III, capi II e IV, sono competenti a ricevere le domande, a ricevere le dichiarazioni e a prendere le decisioni:

a) la Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per gli affari regionali, le autonomie e lo sport, per tutte le attività che riguardano il settore sportivo e per quelle esercitate con la qualifica di professionista sportivo, ad accezione di quelle di cui alla lettera l-septies);N6

b) N9

c) il Ministero titolare della vigilanza per le professioni che necessitano, per il loro esercizio, dell'iscrizione in Ordini, Collegi, albi, registri o elenchi, fatto salvo quanto previsto "alle lettere f) e l-sexies)"N10;

d) la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, per le professioni svolte in regime di lavoro subordinato presso la pubblica amministrazione, salvo quanto previsto alle lettere e), f) e g);

e) il Ministero della salute, per le professioni sanitarie;

f) "il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574566
Art. 5-bis - Tessera professionale europea (EPC)

N13

1. È possibile richiedere il rilascio della tessera professionale europea alle autorità competenti di cui all'articolo 5, per le professioni di:

a) infermiere responsabile dell'assistenza generale;

b) farmacista;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574567
Art. 5-ter - Domanda di tessera professionale europea e creazione di un fascicolo IMI

N13

1. La domanda di rilascio della tessera professionale europea pu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574568
Art. 5-quater - Tessera professionale europea per la prestazione temporanea e occasionale di servizi diversi da quelli di cui all'articolo 11

N13

1. L'autorità competente di cui all'articolo 5, in qualità di Stato membro di origine, è tenuta a verificare la domanda e i documenti giustificativi caricati dal richiedente nel fascicolo IMI e a rilasciare allo stesso la tessera professionale europea per la prestazione temporanea e occasionale di servizi diversi da quelli previsti all'articolo 11, entro il t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574569
Art. 5-quinquies - Tessera professionale europea per lo stabilimento e per la prestazione temporanea e occasionale di servizi di cui all'articolo 11

N13

1. L'autorità competente di cui all'articolo 5, in qualità di Stato membro di origine, verifica l'autenticità e la validità dei documenti giustificativi caricati dal richiedente nel fascicolo IMI ai fini del rilascio di una tessera professionale europea per lo stabilimento o per la prestazione temporanea e occasionale di servizi di cui all'articolo 11. Tale verifica è effettuata entro un mese dal ricevimento della domanda di tessera professionale europea o, nel caso di documenti mancanti, entro un mese dal ricevimento degli stessi, ai sensi dell'articolo 5-ter, comma 3. L'autor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574570
Art. 5-sexies - Elaborazione e accesso ai dati riguardanti la tessera professionale europea

N13

1. Le autorità competenti di cui all'articolo 5, in qualità di Stato membro d'origine e ospitante, nel rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante approvazione del Codice in materia dei dati personali e fermo restando l'obbligo di allerta di cui all'articolo 8-bis, aggiornano tempestivamente il corrispondente fascicolo IMI dei titolari di tessera professionale europea con le informazioni riguardanti le sanzioni disciplinari e penali relative a un divieto o una restrizione, che hanno conseguenze sull'esercizio delle attività. Gli aggiornamenti includono la soppressione delle informazioni non più richieste. Il titolare della tessera professionale europea e le autorità competenti che hanno accesso al corrispondente fascicolo IMI devono essere informate immediatamente di ogni aggiornamento.

2. Le autorità giudiziarie nazionali che hanno emesso un provvedimento che limita o vieta al titolare di tessera professionale europea, anche solo a titolo temporaneo, l'esercizio totale o parziale sul territorio, informano tempest

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574571
Art. 5-septies - Accesso parziale

N13

1. Le autorità competenti di cui all'articolo 5, previa valutazione di ciascun singolo caso, accordano l'accesso parziale a un'attività professionale sul territorio nazionale unicamente se sono soddisfatte congiuntamente le seguenti condizioni:

a) il professionista è pi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574572
Art. 6 - Centro di assistenza

N14

1. La Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le politiche europee assolve i compiti di:

a) Coordinatore nazionale presso la Commissione europea;

b) Centro di assistenza per il riconoscimento delle qualifiche professionali.

2. Il coordinatore di cui al comma 1, lettera a), ha i seguenti compiti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574573
Art. 7. - Conoscenze linguistiche

1. Fermi restando i requisiti di cui al titolo II ed al titolo III, per l'esercizio della professione i beneficiari del riconoscimento delle qualifiche professionali devono possedere le conoscenze linguistiche necessarie.

1-bis. Nel caso in cui la professione ha ripercus

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574574
CAPO II - RAPPORTI CON AUTORITÀ NON NAZIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574575
Art. 8. - Cooperazione amministrativa

1. Ogni autorità di cui all'articolo 5 assicura che le informazioni richieste dall'autorità dello Stato membro d'origine nel rispetto della disciplina nazionale relativa alla protezione dei dati personali siano fornite non oltre trenta giorni. Lo scambio di informazioni "deve avvenire attraverso il sistema di Informazione del mercato interno (IMI)."N10

2. Lo scambio di informazioni di cui al comma 1 può riguardare, in particolare, le azioni disciplinari e le sanzioni penali adottate nei riguardi del professionista oggetto di specifica procedur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574576
Art. 8-bis - Meccanismo di allerta

N13

1. Gli ordini o i collegi professionali competenti e, nel caso in cui per la professione regolamentata non esistano ordini o collegi professionali, le autorità competenti di cui all'articolo 5 informano le autorità competenti di tutti gli altri Stati membri, mediante un'allerta attraverso il sistema IMI, dei provvedimenti che limitano o vietano ad un professionista, anche solo a titolo temporaneo, l'esercizio totale o parziale sul territorio nazionale delle seguenti attività professionali:

a) medico e medico generico, in possesso di un titolo di formazione di cui all'allegato V, punti 5.1.1 e 5.1.4;

b) medico specialista, in possesso di un titolo di cui all'allegato V, punto 5.1.3;

c) infermiere responsabile dell'assistenza generale, in possesso di un titolo di formazione di cui all'allegato V, punto 5.2.2;

d) dentista in possesso di un titolo di formazione di cui all'allegato V, punto 5.3.2;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574577
TITOLO II - LIBERA PRESTAZIONE DI SERVIZI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574578
CAPO I - PRINCIPI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574579
Art. 9. - Libera prestazione di servizi e prestazione occasionale e temporanea

1. Fatti salvi gli articoli da 10 a 15, la libera prestazione di servizi sul territorio nazionale non può essere limitata per ragioni attinenti alle qualifiche professionali:

a) se il prestatore è legalmente stabilito in un altro Stato membro per esercitarvi la corrispondente professione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574580
CAPO II - ADEMPIMENTI PER L'ESERCIZIO DELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI TEMPORANEA E OCCASIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574581
Art. 10. - Dichiarazione preventiva in caso di spostamento del prestatore

1. Il prestatore che ai sensi dell'articolo 9 si sposta per la prima volta da un altro Stato membro sul territorio nazionale per fornire servizi è tenuto ad informare “in anticipo”N2, l'autorità di cui all'articolo 5 con una dichiarazione scritta, contenente informazioni sulla prestazione di servizi che intende svolgere, nonché sulla copertura assicurativa o analoghi mezzi di protezione personale o collettiva per la responsabilità professionale. Tale dichiarazione ha validità per l'anno in corso e deve essere rinnovata, se il prestatore intende successivamente fornire servizi temporanei o occasionali in tale Stato membro. Il prestatore può fornire la dichiarazione con qualsiasi mezzo idoneo di comunicazione.

2. In occasione della prima prestazione, o in qualunque momento interviene un mutamento oggettivo della situazione attestata dai documenti, la dichiarazione di cui al comma 1 dev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574582
Art. 11. - Verifica preliminare

1. Nel caso delle professioni regolamentate aventi ripercussioni in materia di pubblica sicurezza o di sanità pubblica, che non beneficiano del riconoscimento ai sensi del "titolo III, capi III, IV e IV-bis"N10, all'atto della prima prestazione di servizi le Autorità di cui all'articolo 5 possono procedere ad una verifica delle qualifiche professionali del prestatore prima della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574583
Art. 12. - Titolo professionale

1. Per le professioni di cui al titolo III, capo IV e nei casi in cui le qualifiche sono state verificate ai sensi dell'articolo 11, la prestazione di servizi è effettuata con i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574584
Art. 13. - Iscrizione automatica

1. Copia delle dichiarazioni di cui all'articolo 10, comma 1, è trasmessa dall'autorità competente di cui all'articolo 5 al competente Ordine o Collegio professionale, se esistente, che provvede ad una iscrizione automatica in apposita sezione degli albi istituiti e tenuti presso i consigli provinciali e il consiglio nazionale con oneri a caric

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574585
Art. 14. - Cooperazione tra autorità competenti

1. Le informazioni pertinenti circa la legalità dello stabilimento e la buona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574586
Art. 15. - Informazioni al destinatario della prestazione

1. Nei casi in cui la prestazione è effettuata con il titolo professionale dello Stato membro di stabilimento o con il titolo di formazione del prestatore, il prestatore è tenuto a fornire al destinatario del servizio, in lingua italiana o in altra lingua comprensibile dal destinatario del servizio, le seguenti informazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574587
TITOLO III - LIBERTÀ DI STABILIMENTO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574588
CAPO I - NORME PROCEDURALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574589
Art. 16. - Procedura di riconoscimento in regime di stabilimento

1. Ai fini del riconoscimento professionale come disciplinato dal presente titolo, il cittadino di cui all'articolo 2 presenta apposita domanda all'autorità competente di cui all'articolo 5.

2. Entro trenta giorni dal ricevimento della domanda di cui al comma 1 l'autorità accerta la completezza della documentazione esibita, e ne dà notizia all'interessato. Ove necessario, l'Autorità competente richiede le eventuali necessarie integrazioni.

3. Fuori dai casi previsti dall'articolo 5, comma 2, per la valutazione dei titoli acquisiti, l'autorità "può indire"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574590
Art. 17. - Domanda per il riconoscimento

1. La domanda di cui all'articolo 16 è corredata dei seguenti documenti:

a) un certificato o copia di un documento che attesti la nazionalità del prestatore;

b) una copia degli attestati di competenza o del titolo di formazione che dà accesso alla professione ed eventualmente un attestato dell'esperienza professionale dell'interessato;

c) nei casi di cui all'articolo 27, un attestato relativo alla natura ed alla durata dell'attività, rilasciato dall'autorità o dall'organismo competente dello Stato membro d'origine o dello Stato membro da cui proviene il cittadino di cui all'articolo 2, comma 1.

2. Le autorità competenti di cui all'articolo 5 possono invitare il richiedente a fornire inform

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574591
Art. 17-bis - Riconoscimento del tirocinio professionale

N13

1. Se l'accesso a una professione regolamentata in Italia è subordinato al compimento di un tirocinio professionale, le autorità competenti al rilascio delle abilitazioni per l'esercizi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574592
CAPO II - REGIME GENERALE DI RICONOSCIMENTO DI TITOLI DI FORMAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574593
Art. 18. - Ambito di applicazione

1. Il presente capo si applica a tutte le professioni non coperte dai capi III e IV del presente titolo e nei seguenti casi:

a) alle attività elencate all'allegato IV, qualora il migrante non soddisfi i requisiti di cui agli articoli da 28 a 30;

b) ai medici chirurghi con formazione di base, i medici chirurghi spec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574594
Art. 19. - Livelli di qualifica

1. Ai soli fini dell'applicazione delle condizioni di riconoscimento professionale di cui all'articolo 21 "e all'articolo 22, comma 8-bis"N5, le qualifiche professionali sono inquadrate nei seguenti livelli:

a) attestato di competenza: attestato rilasciato da un'autorità competente dello Stato membro d'origine designata ai sensi delle disposizioni legislative, regolamentari o amministrative di tale Stato membro, sulla base:

1) o di una formazione non facente parte di un certificato o diploma ai sensi delle lettere b), c), d) o e), o di un esame specifico non preceduto da una

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574595
Art. 20. - Titoli di formazione assimilati

1. È assimilato a un titolo di formazione che sancisce una formazione di cui all'articolo 19, anche per quanto riguarda il livello, ogni titolo di formazione o insieme di titoli di formazione rilasciato da un'autorità competente di un altro Stato membro, "che sancisce il completamento con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574596
Art. 21. - Condizioni per il riconoscimento

1. Al fine dell'applicazione dell'articolo 18, comma 1, per l'accesso o l'esercizio di una professione regolamentata sono ammessi al riconoscimento professionale le qualifiche professionali che sono prescritte da un altro Stato membro per accedere alla corrispondente professione ed esercitarla. Gli attestati di competenza o i titoli di formazione ammessi al riconoscimento "sono rilasciati"N10 da un'autorità competente in un altro Stato membro, designata ai sensi delle disposizioni legislative, regolamentari o amministrative di tale Stato;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574597
Art. 22. - Misure compensative

1. Il riconoscimento di cui al presente capo può essere subordinato al compimento di un tirocinio di adattamento non superiore a tre anni o di una prova attitudinale, a scelta del richiedente, in uno dei seguenti casi:

a) N20

b) se la formazione ricevuta riguarda materie sostanzialmente diverse da quelle coperte dal titolo di formazione richiesto in Italia;

c) se la professione regolamentata include una o più attività professionali regolamentate, mancanti nella corrispondente professione dello Stato membro d'origine del richiedente, e se "la formazione richiesta dalla normativa nazionale riguarda"N10 materie sostanzialmente diverse da quelle dell'attestato di competenza o del titolo di formazione in possesso del richiedente.

2. Nei casi di cui al comma 1 per l'accesso alle professioni di avvocato, dottore commercialista, ragioniere e perito commerciale, consulente per la proprietà industriale, consulente del lavoro, attuario e revisore contabile, nonché per l'accesso alle professioni di maestro di sci e di guida alpina, il riconoscimento è subordinato al superamento di una prova attitudinale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574598
Art. 23. - Tirocinio di adattamento e prova attitudinale

1. Nei casi di cui all'articolo 22, la durata e le materie oggetto del tirocinio di adattamento e della prova attitudinale sono stabilite dall'Autorità competente a seguito della Conferenza di servizi di cui all'articolo 16, se convocata. In caso di valutazione finale sfavorevole il tirocinio può essere ripetuto. Gli obblighi, i diritti e i benefici sociali di cui god

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574599
Art. 24. - Esecuzione delle misure compensative

1. Con riferimento all'articolo 5, comma 1, con "provvedimento dell'Autorità c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574600
Art. 25. - Disposizioni finanziarie

1. Gli eventuali oneri aggiuntivi derivanti dall'attuazione delle misure previste "da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574601
Art. 26. - Piattaforma comune

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574602
CAPO III - RICONOSCIMENTO SULLA BASE DELL'ESPERIENZA PROFESSIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574603
Art. 27. - Requisiti in materia di esperienza professionale

1. Per le attività elencate nell'allegato IV il cui accesso o esercizio &egrav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574604
Art. 28. - Condizioni per il riconoscimento delle attività di cui alla Lista I dell'allegato IV

1. In caso di attività di cui alla Lista I dell'allegato IV, l'attività deve essere stata precedentemente esercitata:

a) per sei anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda; oppure

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574605
Art. 29. - Condizioni per il riconoscimento delle attività di cui alla Lista II dell'Allegato IV

1. In caso di attività di cui alla Lista II dell'allegato IV, l'attività in questione deve essere stata precedentemente esercitata:

a) per cinque anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda; oppure

b) per tre an

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574606
Art. 30. - Condizioni per il riconoscimento delle attività di cui alla Lista III dell'allegato IV

1. In caso di attività di cui alla Lista III dell'allegato IV, l'attività in questione deve essere stata precedentemente esercitata:

a) per tre anni consecutivi come lavoratore a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574607
CAPO IV - RICONOSCIMENTO SULLA BASE DEL COORDINAMENTO DELLE CONDIZIONI MINIME DI FORMAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574608
SEZIONE I - DISPOSIZIONI COMUNI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574609
Art. 31. - Principio di riconoscimento automatico

1. I titoli di formazione di medico, che danno accesso alle attività professionali di medico con formazione di base e medico specialista, infermiere responsabile dell'assistenza generale, odontoiatra, odontoiatra specialista, veterinario, farmacista e architetto, di cui all'allegato V e rispettivamente ai punti 5.1.1, 5.1.2, 5.2.2, 5.3.2, 5.3.3, 5.4.2, 5.6.2 e 5.7.1, conformi alle condizioni minime di formazione di cui rispettivamente "agli articoli 33, 34, 38, 41, 42, 44, 50 e 52,"N10 rilasciati a cittadini di cui all'articolo 2, comma 1, da altri Stati membri, sono riconosciuti dalle autorità di cui all'articolo 5 con gli stessi effetti dei titoli rilasciati in Italia per l'accesso, rispettivamente, all'attività di medico chirurgo, medico chirurgo specialista, infermiere responsabile dell'assistenza generale, odontoiatra, odontoiatra specialista, veterinario, farmacista e architetto.

2. I titoli di formazione di cui al comma 1 devono essere rilasciati dalle autorità competenti degli altri Stati membri e essere accompagnati dai certificati di cui all'allegato V e rispettivamente ai punti 5.1.1, 5.1.2, 5.2.2, 5.3.2, 5.3.3, 5.4.2, 5.6.2 e 5.7.1.

3. Le disposizioni del primo e secondo comma, n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574610
Art. 32. - Diritti acquisiti

1. Fatti salvi i diritti acquisiti relativi alle professioni di cui al presente capo i titoli di formazione che danno accesso alle attività professionali di medico con formazione di medico di base e di medico specialista, di infermiere responsabile dell'assistenza generale, di odontoiatra, di odontoiatra specialista, di veterinario, di farmacista in possesso dei cittadini di cui all'articolo 2, comma 1 e che non soddisfano l'insieme dei requisiti di formazione di cui agli articoli 33, 34, 38, 41, 42, 44, 46 e 50 sono riconosciuti se sanciscono il compimento di una formazione iniziata prima delle date indicate nell'allegato V, punti 5.1.1, 5.1.2, 5.2.2, 5.3.2, 5.3.3, 5.4.2, 5.5.2, 5.6.2 e se sono accompagnati da un attestato che certifica l'esercizio effettivo e lecito dell'attività in questione per almeno tre anni consecutivi nei cinque anni che precedono il rilascio dell'attestato stesso.

2. Il riconoscimento è altresì assicurato ai titoli di formazione in medicina che danno accesso alle attività professionali di medico con formazione di base e di medico specialista, di infermiere responsabile dell'assistenza generale, di odontoiatra, di odontoiatra specialista, di veterinario, di ostetrica e di farmacista acquisiti sul territorio della ex Repubblica democratica tedesca, che non soddisfano i requisiti minimi di formazione di cui agli articoli 33, 34, 38, 41, 42, 44, 46 e 50 se tali titoli sanciscono il completamento di una formazione iniziata:

a) prima del 3 ottobre 1990 per i medici con fo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574611
SEZIONE II - SEZIONE VII - OMISSIS


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574612
SEZIONE VIII - ARCHITETTO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574613
Art. 52. - Formazione di architetto

1. La formazione di un architetto prevede alternativamente:

a) almeno cinque anni di studi a tempo pieno, in un'università o un istituto di insegnamento comparabile, sanciti dal superamento di un esame di livello universitario;

b) non meno di quattro anni di studi a tempo pieno, in un'università o un istituto di insegnamento comparabile, sanciti dal superamento di un esame di livello universitario, accompagnati da un attestato che certifica il completamento di due anni di tirocinio professionale a norma del comma 4.N19

1-bis. L'architettura deve essere l'elemento principale della formazione di cui al comma 1. Questo insegnamento deve mantenere un equilibrio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574614
Art. 53. - Deroghe alle condizioni della formazione di architetto

1. N24

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574615
Art. 54. - Esercizio dell'attività

1. Il riconoscimento attribuisce ai diplomi, certificati ed altri titoli, la stessa e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574616
Art. 55. - Diritti acquisiti specifici degli architetti

1. "Sono riconosciuti i titoli di formazione"N10 di architetto, di cui all'allegato VI, punto 6, rilasciati dagli Stati membri, che sanciscono una formazione iniziata entro l'anno accademico di riferimento di cui al suddetto allegato, anche se non soddisfano i requisiti minimi di cui "all'articolo 52"N10, attribuendo loro ai fini dell'accesso e dell'esercizio delle attività professionali di architetto, lo stesso effetto sul suo territorio dei titoli di formazione di architetto che esso rilascia.

1-bis. Il comma 1 si applica, inoltre,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574617
Art. 56. - Esercizio della professione di architetto in altri Stati membri

1. Ai fini del riconoscimento in altri Stati dell'Unione europea o negli altri Stati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574618
Art. 57. - Servizi di informazione

1. I Consigli dell'ordine degli architetti, in collaborazione con il Consiglio nazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574619
Art. 58. - Regolamento

1. Con decreto del Ministro dell'università e della ricerca, di concerto con i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574620
CAPO IV-BIS - RICONOSCIMENTO AUTOMATICO SULLA BASE DI PRINCIPI DI FORMAZIONE COMUNI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574621
Art. 58-bis - Quadro comune di formazione

N13

1. Si definisce quadro comune di formazione l'insieme delle conoscenze, abilità e competenze minime necessarie per l'esercizio di una determinata professione.

2. Il quadro comune di formazione, stabilito con atto delegato della Commissione europea, non si sostituisce ai programmi nazionali di formazione. Ai fini dell'accesso e dell'eser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574622
Art. 58-ter - Prove di formazione comuni

N13

1. Per prova di formazione comune si intende una prova attitudinale standardizzata disponibile tra gli Stati membri partecipanti e riservata ai titolari di determinate qualifiche professionali. Il superamento di detta prova in uno Stato membro abilita il titolare di una determinata qualifica professionale all'esercizio della professione nel territorio italiano alle stesse condizioni applicabili ai possessori di qualifiche professionali acquisite sul te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574623
TITOLO IV - DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574624
Art. 59. - Libera prestazione di servizi per l'attività di guida turistica e di accompagnatore turistico

1. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Ministro per le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574625
Art. 59-bis - Accesso centralizzato online alle informazioni

N13

1. Le autorità competenti di cui all'articolo 5 garantiscono che le seguenti informazioni siano disponibili online attraverso il punto di contatto unico, di cui all'articolo 25 del decreto legis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574626
Art. 59-ter - Trasparenza

N13

1. La Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le politiche europee notifica alla Commissione europea:

a) le eventuali modifiche apportate all'elenco nazionale d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574627
Art. 60. - Abrogazioni

1. A fare data dall'entrata in vigore del presente decreto, è abrogato il comma 5 dell'articolo 201 del decreto legislativo 10 febbraio 2005, n. 30, recante codice della proprietà industriale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574628
Art. 61. - Clausola di invarianza finanziaria

1. Dall'attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574629
Allegato I

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574630
Allegato II

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574631
Allegato III

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574632
Allegato IV

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574633
Allegato V

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
61120 2574634
Allegato VI

Parte di provvedimento in formato grafico

Modifiche introdotte dalla L. 161/2014 (in formato grafico) N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Professioni

Il riconoscimento delle qualifiche professionali in ambito UE e la Tessera professionale europea

Questo articolo illustra in sintesi le previsioni del D. Leg.vo 206/2007, sul riconoscimento in Italia delle qualifiche professionali conseguite in altri Stati membri dell’UE, come modificato dal successivo D. Leg.vo 15/2016 che ha introdotto, tra l’altro, le norme sulla cosiddetta “Tessera professionale europea”. Sono trattate le disposizioni generali e procedurali e quelle concernenti lo specifico riconoscimento delle qualifiche professionali di Architetto nonché di Ingegnere (su cui è stato emanato il D.M. 03/12/2014, n. 200) e di Perito industriale e Perito industriale laureato (su cui è stato emanato il D.M. 15/04/2016, n. 68). Viene poi fornita una breve informativa pratica su cosa è la Tessera professionale europea e cosa fare per richiederla.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Impresa, mercato e concorrenza

La Tessera professionale europea: che cosa è, come richiederla

Con il recepimento della Direttiva 2013/55/UE (D. Leg.vo 15/2016) prende il via la Tessera professionale europea, certificato elettronico che facilita lo spostamento dei professionisti nei vari stati dell’Unione Europea. Si applica inizialmente solo ad alcune professioni tra le quali quella di Agente immobiliare, ne è prevista in un secondo tempo l’estensione ad altre professioni tra cui quella di Ingegnere. Che cosa è, come funziona, come richiederla.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disposizioni antimafia

Rating di legalità delle imprese: in cosa consiste, come richiederlo e come è considerato da banche e PA

Il rating di legalità è uno strumento introdotto nel 2012 per le imprese italiane, volto alla promozione e all'introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale, tramite l’assegnazione di un riconoscimento misurato in "stellette" indicativo del rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta. All'attribuzione del rating l’ordinamento ricollega vantaggi in sede di concessione di finanziamenti pubblici e agevolazioni per l’accesso al credito bancario.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Professioni

Compensi dei professionisti: normativa e consigli pratici (preventivo, contratto, comunicazioni varie)

LA RIFORMA DELLE PROFESSIONI DEL 2012 (Principi generali; Norme di riferimento sulla riforma delle professioni) - I COMPENSI NEL NUOVO ASSETTO DELLE PROFESSIONI - INDICAZIONI PRATICHE APPLICATIVE E CONSIGLI DI COMPORTAMENTO PER IL PROFESSIONISTA (Come redigere il preventivo; Prova di aver reso il preventivo; Polizza assicurativa, titoli e specializzazioni; Come redigere il contratto; Come rendere le comunicazioni di dettaglio; Come determinare la misura dei compensi; Visto di conformità dell’Ordine/Collegio) - PERITI E CONSULENTI TECNICI D’UFFICIO.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi

Il nuovo Codice deontologico degli Ingegneri italiani

Commento completo al nuovo Codice deontologico degli Ingegneri, emanato il 14/05/2014 e con il quale si è provveduto, tra l’altro, ad adeguare i precetti alle direttrici della riforma degli ordinamenti professionali resa esecutiva con il D.P.R. 137/2012. Viene dettagliatamente illustrata la nuova disciplina, cercando da un lato, tramite la costante comparazione con la precedente, di agevolare la messa a fuoco delle principali novità, dall’altro di declinare i precetti deontologici in una accezione pratica che aiuti il professionista a collocarli nell’attività quotidiana traducendoli in concreti comportamenti «deontologicamente» corretti.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

03/04/2018

10/11/2017

03/08/2017

22/03/2017