FAST FIND : NN8169

Circ. Min. Sviluppo Econ. 23/05/2006, n. 20

Chiarimenti e precisazioni riguardanti le modalità applicative del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, di attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia.
Scarica il pdf completo
60396 385115
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385116
Premessa

1. Il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, R pubblicato nel Supplemento ordinario n. 158/L alla Gazzetta Ufficiale Serie Generale, n. 222, del 23 settembre 2005 (nel seguito il decreto legislativo n. 192/05) ha int

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385117
Finalità del decreto legislativo n. 192/05

3. Il decreto legislativo, come si evince dagli atti parlamentari ha, tra gli altri, gli obiettivi di:

a) miglioramento dell'efficienza energetica e riduzione delle emissioni inquinanti del settore civile (residenziale e terziario) che assorbe oltre il 30% dell'energia utilizzata dal Paese, orientando le modalità costruttive verso soluzioni più efficienti sotto il profilo dei costi, caratterizzate da un più elevato risparmio di energia nell'esercizio degli edifici e degli impianti in essi installati o ad essi associati;

b) minimizzazione ed equa distribuzione degli oneri a carico dei cittadini;

c) ricerca di un diverso ed equilibrato assetto dei compiti attribuiti dalla legislazione precedente alle amministrazioni locali;

d) maggiore competitività e sviluppo per le imprese nazionali interessate;

e) utilizz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385118
Descrizione delle norme
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385119
ARTICOLO 3 (AMBITO DI INTERVENTO)

Le disposizioni previste da questo articolo si riferiscono alle nuove norme di progettazione e di realizzazione di opere (edifici, impianti o parti di essi), in occasione di ristrutturazioni o sostituzioni di apparecchiature, e in quanto tali sono riferimento per i successivi articoli in cui vengono richiamate, in particolare per l'articolo 6, con le limitazioni ivi stabilite.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385120
ARTICOLO 4 (ADOZIONE DI CRITERI GENERALI, DI UNA METODOLOGIA DI CALCOLO E REQUISITI DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA)

Il decreto legislativo n. 192/05 è in vigore dall'8 ottobre 2005, e la disciplina transitoria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385121
ARTICOLO 8 (RELAZIONE TECNICA, ACCERTAMENTI E ISPEZIONI)

Un edificio per il quale la richiesta del permesso di costruire sia stata presentata anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto legislativo, tenendo conto della definizione di «edificio di nuova costruzione» riportata all'articolo 2, va cons

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385122
ARTICOLO 9 (FUNZIONI DELLE REGIONI E DEGLI ENTI LOCALI)

In questo articolo si riconosce, a norma della Costituzione vigente, la competenza legislativa concorrente sulla materia delle regioni e delle province autonome, attribuendo loro il compito di provved

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385123
ARTICOLO 11 (REQUISITI DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI)

L'ambito di intervento dell'articolo, e del connesso allegato I, è quello definito all'articol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385124
ARTICOLO 12 (ESERCIZIO, MANUTENZIONE E ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI)

Le norme previste per il periodo transitorio riguardano tutti gli impianti termici per il riscaldamento invernale, siano essi nuovi o già esistenti all'entrata in vigore del decreto legislativo, come dichiarato esplicitamente nel testo dell'articolo.

Molti sono i passaggi normativi nel testo del dec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385125
ARTICOLO 16 (ABROGAZIONI E DISPOSIZIONI FINALI)

In relazione ad una apparente eterogeneità nella stesura delle disposizioni abrogative presenti in questo articolo, per principio giuridico generale e nell'ambito della delega conf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385126
ALLEGATO A (ULTERIORI DEFINIZIONIComma 12 (Impianto termico)

Nell'applicare l'ultimo periodo della definizione del concetto di impianto termico, si deve tenere conto solo degli apparecchi fissi, alimentati ad energia elettrica o a combu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385127
ALLEGATO E (RELAZIONE TECNICA)Punto 1 (Informazioni generali)

La classificazione dell'edificio richiesta al 5° capoverso deve evidentemente avvenire in base alla categoria di cui all'articolo 3 del decreto Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, regolamento attuativo della le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385128
Punto 6 (principali risultati dei calcoli)

Nel testo si fa più volte riferimento ai «valori limite riportati all'articolo 10 del de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385129
ALLEGATI F E G (RAPPORTI DI CONTROLLO TECNICO)Punto A (Identificazione dell'impianto)

Nel caso di impianti dotati di più generatori di calore, alla prima scheda va allegata una scheda per ogni ulteriore generatore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385130
ALLEGATO I (REGIME TRANSITORIO PER LA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI)Comma 1

Con questo comma sono fissate, per tutte le categorie di edifici, le prestazioni energetiche minime d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385131
Comma 2

Il comma impone, nel caso di interventi sull'involucro edilizio che non ricadano nel campo di applica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385132
Comma 3

Nel caso di nuova installazione o ristrutturazione integrale di impianti termici, la norma prevede il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385133
Comma 4

Nel caso di mera sostituzione del generatore di calore (con installazione di un nuovo generatore di potenza non superiore a quella del preesistente per oltre il 10%) gli adempimenti sono ulteriormente semplificati e circoscritti all'adozione di generatori di qualità e di adeguati sistemi di termoregolazione.

Con questa norma di semplificazione il decreto legislativo n. 192/05 stabilisce che l'innalzamento dell'efficienza media del parco caldaie del Paese sia una delle misure più importanti per il contenimento dei consumi energetici e per la riduzione delle emissioni inquinanti del settore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385134
Comma 5

Questo comma, come il comma 2 e per le medesime ragioni, si applica a partire dall'1 gennaio 2006. Le disposizioni ivi previste vogliono costituire un'alternativa, a scelta dell'interessato, a quanto fissato al comma 1, per tutti gli edifici nuovi, ampliati o ristrutturati.

Se si rispettano pertanto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385135
ALLEGATO L (REGIME TRANSITORIO PER ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI)Comma 1

Secondo le segnalazioni pervenute da diverse Associazioni di operatori o consumatori, questo comma è stato da taluni interpretato come una modifica della frequenza dei controlli di sicurezza sugli impianti di riscaldamento e sugli apparecchi.

A maggior chiarimento del testo normativo si precisa quanto segue:

a) Sia la precedente legislazione (decreto Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, come modificato dal decreto Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 551) che la nuova (questo comma), lasciano al costruttore dell'impianto (nel caso dei piccoli impianti all'installatore) o al fabbricante dell'apparecchio la responsabilità di definire la frequenza e la tipologia delle operazioni di controllo e manutenzione necessarie per mantenere gli impianti e gli apparecchi in condizioni di sicurezza per le persone e per le cose ed in condizioni di perfetta efficienza.

b) I fabbricanti di apparecchi a gas, in particolare, hanno l'obbligo ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre 1996, n. 661, [R0DPR66196] di corredare l'apparecchio di istruzioni tecniche per l'installatore e di istruzioni per l'uso e la manutenzione redatte nella lingua del Paese di commerc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385136
Comma 3

Il comma considera anche le centrali alimentate a combustibili solidi, come affermazione di principio. In realtà, il rimando al decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre 1996, n. 660, per i generatori ad acqua calda ed all'allegato E del decreto Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385137
Commi 4, 5 e 6

I livelli minimi di rendimento di combustione riportati nell'allegato H del decreto legislativo n. 19

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385138
Comma 13

A norma di questo comma, le delibere e le convenzioni risalenti agli anni passati che sono alla base delle attività di accertamento e ispezione attualmente in corso costituiscono presupposto per completare le attività secondo le normative preesistenti, fino alla scadenza prevista dalle convenzioni medesime, ma comunque non oltre il biennio previsto dal comma medesimo.

È rimessa quindi alla discrezionalità dell'amministrazione locale la valutazione della possibilità di tenere conto delle nuove norme nella fase attuativa sul campo. Tuttavia, le nuove norme vanno comunque attentamente considerate in caso di eve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60396 385139
Entrata in vigore del decreto legislativo

Il decreto legislativo è entrato in vigore l'8 ottobre 2005 (corrispondente al decorso di quindici giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Uff

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi, decorrenze e proroghe

In questo articolo sono esaminati dal punto di vista normativo gli obblighi relativi alla produzione di energia da fonti rinnovabili per gli edifici di nuova costruzione e per quelli sottoposti ad interventi di ristrutturazione rilevante introdotti dal D. Leg.vo 03/03/2011, n. 28 (percentuali di copertura dei consumi, potenza elettrica minima da installare). AGG. GENNAIO 2017: proroghe alla decorrenza degli obblighi ad opera del D.L. 244/2016.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Relazione tecnica di progetto per la prestazione energetica degli edifici (D.M. 26/06/2015)

Il D.M. 26/06/2015 reca i nuovi schemi da compilare a cura del progettista per attestare le prescrizioni ed i requisiti minimi concernenti la prestazione energetica degli edifici (cosiddetta "relazione Legge 10"), che dal 01/10/2015 sostituiscono i precedenti schemi contenuti.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

Requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici (D.M. 26/06/2015)

Il D.M. 26/06/2015 definisce le modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche e dell'utilizzo delle fonti rinnovabili negli edifici, nonché dell'applicazione di prescrizioni e requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici e unità immobiliari.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi