FAST FIND : NN8061

D. Leg.vo 08/03/2006, n. 139

Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell'articolo 11 della legge 29 luglio 2003, n. 229.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D.P.R. 01/08/2011, n. 151
- L. 12/11/2011, n. 183
- D.L. 31/08/2013, n. 101 (L. 30/10/2013, n. 125)
- D. Leg.vo 26/06/2015, n. 105
- D. Leg.vo 29/05/2017, n. 97

Scarica il pdf completo
60288 3958781
Premessa

Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Visto l'articolo 11 della legge 29 luglio 2003, n. 229, recante delega al Governo per il riassetto delle disposizioni relative al Corpo nazionale dei vigili del fuoco;

Visto l'articolo 2, comma 7, del decreto-legge 28 maggio 2004, n. 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958782
CAPO I - ORDINAMENTO DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958783
Art. 1. - Struttura e funzioni (articoli 1, 3 e 9, legge 13 maggio 1961, n. 469; articolo 11, legge 24 febbraio 1992, n. 225; articolo 14, comma 3, decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300)

1. Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, di seguito denominato:

«Corpo nazionale», è una struttura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958784
Art. 2. - Organizzazione centrale e periferica del Corpo nazionale (articoli 10, 11, 12, legge 13 maggio 1961, n. 469; articolo 4, comma 4 e articolo 15, comma 2, decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300)

1. L'organizzazione a livello centrale del Corpo nazionale si articola in direzioni centrali e in uffici del Dipartimento, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, Re successive modificazioni, dall'articolo 12 del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, e dall'articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2001, n. 398.

2. Le strutture periferic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958785
Art. 3. Dirigente generale - Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (articolo 8, comma 9, legge 8 dicembre 1970, n. 996; articoli 1, 2, 8, legge 10 agosto 2000, n. 246; articolo 24, legge 5 dicembre 1988, n. 521; articolo 10, decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

1. Al vertice del Corpo nazionale è posto un dirigente generale del Corpo nazionale che assume la qualifica di dirigente generale - Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e svolge le funzioni, già affidate all'Ispettore generale capo del Corpo, ed in particolare:

a) sostituisce il Capo del Dip

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958786
Art. 4. - Distaccamenti volontari (articolo 10, commi 1 e 2, legge 10 agosto 2000, n. 246)

1. Per lo svolgimento delle attività di cui all’articolo 1, il Ministero dell’interno, nell’ambito delle ordinarie previsioni di b

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958787
Art. 5. - Regioni a statuto speciale e province autonome

1. Nella regione Valle d'Aosta e nelle province autonome di Trento e di Bolzano le ma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958788
CAPO II
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958789
Sezione I - Personale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958790
Art. 6. -Disposizioni generali (articolo 7, commi 1 e 2, articoli 8 e 17, legge 27 dicembre 1941, n. 1570; articoli 14 e 16, legge 13 maggio 1961, n. 469; articoli 1 e 2, legge 30 settembre 2004, n. 252)

1. Il personale del Corpo nazionale si distingue in personale di ruolo e volontario, fatta salva la sovraordinazione funzionale del personale di ruolo negli interventi di soccorso. Il rapporto d’impiego del personale di ruolo è disciplinato in regime di diritto pubblico, secondo le disposizioni previste nei decreti legislativi emanati ai sensi dell’articolo 2 della legge 30 settembre 2004, n. 252. Il personale volontario è iscritto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958791
Art. 7. - Disposizioni in materia di opera nazionale di assistenza per il personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (articolo 17, legge 7 dicembre 1984, n. 818)

1. Il personale di cui all'articolo 6, che esplica il servizio di istituto nelle loca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958792
Sezione II - Personale volontario
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958793
Art. 8. - Reclutamento del personale volontario (articolo 13, legge 8 dicembre 1970, n. 996)

1. Il personale volontario viene reclutato a domanda ed impiegato nei servizi di istituto a seguito del superamento di un periodo di addestramento iniziale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958794
Art. 9. - Richiami in servizio del personale volontario (articolo 70, commi 1 e 2, legge 13 maggio 1961, n. 469; articolo 41, legge 23 dicembre 1980, n. 930; articolo 12, comma 1, legge 10 agosto 2000, n. 246)

1. Il personale volontario può essere richiamato in servizio temporaneo in occasione di calamità naturali o catastrofi e destinato in qualsiasi località.

2. Il personale di cui al comma 1 può inoltre essere richiamato in servizio:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958795
Art. 10. - Trattamento economico ed assicurativo (articoli 71 e 74, legge 13 maggio 1961, n. 469 articolo 16, legge 27 dicembre 1973, n. 850)

1. Al personale volontario richiamato in servizio temporaneo, per l'intera durata di tale richiamo, spetta il trattamento economico iniziale del personale “di ruolo”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958796
Art. 11. - Disciplina (articolo 35, legge 5 dicembre 1988, n. 521)

1. Il personale volontario del Corpo nazionale è tenuto ai medesimi obblighi di servizio del personale “di ruolo” N11 ed è assoggettato alle seguenti sanzioni disciplinari:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958797
Art. 12. - Cessazione dal servizio (articoli 72 e 73, legge 13 maggio 1961, n. 469)

1. Il personale volontario cessa dal servizio al raggiungimento dei limiti di et&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958798
CAPO III - PREVENZIONE INCENDI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958799
Art. 13. - Definizione ed ambito di esplicazione (articoli 1 e 2, legge 13 maggio 1961, n. 469; articolo 1, comma 7, lettera e), legge 23 agosto 2004, n. 239; articoli 1, 2 e 4, decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

1. La prevenzione incendi è la funzione di preminente interesse pubblico diretta a conseguire, secondo criteri applicativi uniformi sul territorio nazionale, gli obiettivi di sicurezza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958800
Art. 14. - Competenza e attività (articoli 22 e 30, legge 27 dicembre 1941, n. 1570; articolo 2, legge 26 luglio 1965, n. 966; articolo 14, decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; articoli 1, 6 e 8, decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

1. La prevenzione incendi è affidata alla competenza esclusiva del Ministero dell'interno, che esercita le relative attività attraverso il Dipartimento e il Corpo nazionale.

2. Le attività di prevenzione incendi di cui al comma 1 sono in particolare:

a) l'elaborazione di norme di prevenzione incendi;

b) il rilascio “di certificati di prevenzione incendi, di pareri, di verbali,” N9, di atti di autorizzazione, di benestare tecnico, di collaudo e di certificazione, comunque denominati, attestanti la conformità alla normativa di prevenzione incendi di attività e costruzioni civili, industriali, artigianali e commerciali e di impianti, prodotti, “materiali,”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958801
Art. 15. - Norme tecniche di prevenzione incendi (articolo 3, legge 7 dicembre 1984, n. 818; articolo 1, comma 7, lettera e), legge 23 agosto 2004, n. 239; articoli 3 e 13, decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

N15

1. Le norme tecniche di prevenzione incendi sono adottate con decreto del Ministro dell'interno, di concerto con i Ministri interessati, sentito il Comitato centrale tecnico-scientifico per la prevenzione incendi. Esse sono fondate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958802
Art. 16 - Procedure di prevenzione incendi

N16

1. Le procedure di prevenzione incendi sono avviate dai comandi competenti per territorio su iniziativa dei titolari delle attività individuate ai sensi del comma 2. I comandi provvedono all’esame dei progetti di nuovi impianti o costruzioni nonché dei progetti di modifiche da apportare a quelli esistenti; all’acquisizione delle segnalazioni certificate di inizio attività; all’effettuazione di controlli attraverso visite tecniche; all’istruttoria dei progetti in deroga all’integrale osservanza delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958803
Art. 17. - Formazione (articoli 8-bis e 12, decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626; articolo 3, commi 1, 2 e 3, decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 609; articolo 7, decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577; articolo 18, comma 6, legge 10 agosto 2000, n. 246)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958804
Art. 18. - Servizi di vigilanza antincendio (articolo 2, lettera b), e articolo 3, lettera b), legge 26 luglio 1965, n. 966; articolo 4, comma 3, decreto-legge 28 agosto 1995, n. 361, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1995, n. 437)

1. La vigilanza antincendio è il servizio di presidio fisico reso in via esclusiva e a titolo oneroso dal Corpo nazionale con proprio personale e mezzi tecnici nelle attività in cui fattori comportamentali o sequenze di eventi incontrollabili possono assumere rilevanza tale da determinare condizioni di rischio non preventivabili e quindi non fronteggiabili soltanto con misure tecniche di prevenzione. La vigilanza antincendio è finalizzata a completare le misure di sicurezza peculiari dell'attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958805
Art. 19. - Vigilanza ispettiva (art. 23, decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626)

N19

1. Il Corpo nazionale esercita, con i poteri di polizia amministrativa e giudiziaria, la vigilanza “ispettiva” N8 sull'applicazione della normativa di prevenzione incendi in relazione alle attività, costruzioni, impianti, apparecchiature e prodotti ad essa assoggettati “nonché nei luoghi di lavoro ai sensi del decreto legis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958806
Art. 20 - Sanzioni penali e sospensione dell’attività

N16

1. Chiunque, in qualità di titolare di una delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, ometta di presentare la segnalazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958807
Art. 21. - Comitato centrale tecnico-scientifico per la prevenzione incendi (articoli 10 e 11 decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

1. Nell'ambito del Dipartimento è istituito il Comitato centrale tecnico-scientifico per la prevenzione incendi, quale organo tecnico consultivo e propositivo sulle questioni riguardanti la prevenzione degli incendi. Il Comitato svolge in particolare i seguenti compiti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958808
Art. 22. - Comitato tecnico regionale per la prevenzione incendi (articolo 19, decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334; articolo 19, lettera c), e articolo 20 decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577)

1. Nell'ambito di ciascuna Direzione regionale “o interregionale” N7 dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile è istituito un Comitato tecnico regionale per la prevenzione incendi, quale organo tecnico consultivo territoriale sulle questioni riguardanti la prevenzione degli incendi. Il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958809
Art. 22-bis - Comitato tecnico regionale in materia di pericolo di incidenti rilevanti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958810
Art. 23 - Oneri per l’attività di prevenzione incendi

N16

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958811
CAPO IV - SOCCORSO PUBBLICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958812
Art. 24 - Interventi di soccorso pubblico

N16

1. Il Corpo nazionale, al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e l’integrità dei beni, assicura, in relazione alla diversa intensità degli eventi, la direzione e il coordinamento degli interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell’immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche anche ad alto contenuto specialistico ed idonee risorse strumentali. Al medesimo fine effettua studi ed esami sperimentali e tecnici nello specifico settore, anche promuovendo e partecipando ad attività congiunte e coordinate con enti e organizzazioni anche internazionali.

2. Sono compresi tra gli interventi di cui al comma 1:

a) l’opera tecnica di soccorso in occasione di incendi, di incontrollati rilasci di energia, di improvviso o minacciante crollo strutturale, di incidenti ferroviari, stradali e aerei e, ferma restando l’attribuzione delle funzioni di coordinamento in materia di protezione civile, di frane, di piene, di terremoti, di alluvioni o di ogni altra pubblica calamità in caso di eventi di protezione civile, ove il Corpo nazionale opera quale componente fondamentale del Servizio nazionale della protezione civile ai sensi dell’articolo 11 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958813
Art. 25. - Oneri per i servizi di soccorso pubblico (articolo 1, legge 26 luglio 1965, n. 966 articolo 18, legge 10 agosto 2000, n. 246)

1. I servizi di soccorso pubblico resi dal Corpo nazionale non comportano oneri finanziari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958814
Art. 26 - Servizio di salvataggio e antincendio negli aeroporti e soccorso portuale

N16

1. Negli aeroporti civili e militari aperti al trasporto aereo commerciale, il Corpo nazionale esercita la funzione di Autorità competente per gli aspetti di certificazione e sorveglianza del servizio di salvataggio e antincendio, in accordo con l’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC) e nel rispetto di quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958815
Capo IV-bis - Formazione

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958816
Art. 26-bis - Formazione

N25

1. Le politiche di formazione riguardano le materie di cui all’articolo 1 e comprendono la diffusione della cultura sulla sicurezza nelle medesime materie. Lo svolgimento delle attività formative, promosso anche attraverso seminari, convegni, cicli di formazione, collegamenti con le istituzioni, le strutture scolastiche e universitarie, anche internazionali, e la comunità scientifica, avviene attraverso il Corpo nazionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958817
Art. 26-ter - Oneri per l’attività di formazione

N25

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958818
CAPO V - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958819
Art. 27 - Introiti derivanti da servizi a pagamento, da convenzioni e dalla attività di vigilanza

N16

1. Gli introiti derivanti dai servizi a pagame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958820
Art. 28. -Norme in materia di amministrazione e contabilità(articolo 5, decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 609; decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1999, n. 550)

1. Con regolamento da emanare a norma dell'articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, su proposta del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro dell'economia e finanze, sono emanate le norme di amministrazione e contabilità del Corpo nazionale, anche in dero

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958821
Capo VI - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RISORSE LOGISTICHE E STRUMENTALI

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958822
Art. 29 - Mezzi, materiali, attrezzature, sedi di servizio e servizi tecnici e logistici

N16

1. Il Ministero dell’interno - Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile provvede alle necessità tecnicologistiche del Corpo nazionale, anche per il tramite delle direzioni regionali e interregionali di cui all’articolo 2, comma 2, lettera a). È fatto salvo quanto previsto dalle vigenti disposizioni in materia di servizio antincendio negli aeroporti. I beni mobili in uso diretto al Corpo nazionale possono essere oggetto di convenzione o di contratti di permuta, di cui all’articolo 1, comma 206, della l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958823
Art. 30. - Alloggi di servizio (articolo 129, regio decreto 16 marzo 1942, n. 699; articolo 21, legge 27 dicembre 1941, n. 1570; articolo 3, decreto-legge 18 maggio 1995, n. 176, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 1995, n. 284; articolo 8, legge 10 agosto 2000, n. 246)

1. Gli alloggi di servizio sono attribuiti al personale del Corpo nazionale in relazione all'incarico ricoperto ed all'esigenza di garantire una immediata presenza in servizio, secondo quanto indicato nel regolamento di cui al comma 4.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958824
Art. 31. - Uniformi ed equipaggiamento (articolo 70, legge 27 dicembre 1941, n. 1570; articoli 101 e 102, regio decreto 16 marzo 1942, n. 699)

1. Le uniformi e gli equipaggiamenti individuali in dotazione al personale N28 del Corpo nazionale per lo svolgimento dei servizi di istituto s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958825
Capo VI-bis - DISPOSIZIONI FINALI E ABROGAZIONI

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958826
Art. 32. - Ricompense (articoli 62-72, regio decreto 16 marzo 1942, n. 699 articolo 80, legge 13 maggio 1961, n. 469)

1. Al personale del Corpo nazionale, oltre alle ricompense al valore ed al merito civ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958827
Art. 33. - Associazione nazionale dei vigili del fuoco

1. Il Dipartimento promuove, anche mediante la stipula di apposite convenzioni, l'att

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958828
Art. 34. - Disposizioni di attuazione

1. Fatte salve le ipotesi in cui la disciplina di specifici istituti è espress

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958829
Art. 34-bis - Clausola di invarianza della spesa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958830
Art. 35. - Norme abrogate

1. Sono e restano abrogate le seguenti disposizioni, fatti salvi gli effetti già prodotti:

a) regio decreto-legge 10 ottobre 1935, n. 2472;

b) regio decreto 10 ottobre 1935, n. 1971;

c) legge 10 aprile 1936, n. 833; regio decreto 16 aprile 1940, n. 454;

d) legge 27 dicembre 1941, n. 1570, ad eccezione degli articoli 7, quarto comma; 8, primo comma; 9 fino alla attuazione dei decreti legislativi di cui all'articolo 6, comma 1; 13, quarto comma; 18; 19; 22; 24; 30;

e) regio decreto 16 marzo 1942, n. 699, ad eccezione degli articoli da 62 a 72 limitatamente alle parti ancora in vigore e fino all'emanazione del regolamento di cui all'articolo 32;

f) regio decreto 16 marzo 1942, n. 702;

g) regio decreto 30 novembre 1942, n. 1502;

h) decreto legislativo C.P.S. 2 ottobre 1947, n. 1254;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958831
Art. 36. - Norma finale

1. Eccetto i casi di abrogazione per incompatibilità, il riferimento, contenuto in leggi, regolamenti, decreti, o altre norme o provvedimenti, a disposizioni espressament

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60288 3958832
Tabella A (Articolo 26, comma 2)

N30


Milano Malpensa

Roma Fiumicino

Torino

Venezia

Ancona

Bari

Brescia Montichiari

Catania

Genova

Milano - Linate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Certificazioni e procedure
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni

Competenze, requisiti e formazione dei professionisti antincendio

Competenze riservate ai professionisti antincendio; Requisiti per l’iscrizione negli elenchi; Corsi di specializzazione ed enti formatori; Articolazione e programmi dei corsi; Esonero dalla frequenza del corso base di specializzazione; Richieste di iscrizione negli elenchi; Mantenimento dell’iscrizione e corsi di aggiornamento; Soggetti iscritti agli elenchi alla data di entrata in vigore dal D.M. 05/08/2011; Cancellazione nominativo dagli elenchi - Conseguenze; Periodo di sospensione in caso di mancato aggiornamento; Controlli; Conferimento di incarichi a funzionari tecnici della p.a.; Tabella riepilogativa e differenze con la normativa precedente.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Prevenzione incendi: il decreto di riforma dei Vigili del fuoco

Le principali novità in tema di prevenzione incendi contenute nel decreto legislativo 97/2017, attuativo della "Riforma Madia", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23/06/2017.
A cura di:
  • Valentina Rampulla

Istanze di prevenzione incendi: le nuove modalità per la presentazione individuate dal D.M. 07/08/2012

Presentiamo una guida punto per punto all’applicazione del combinato disposto tra il D.P.R. 151/2011, recante la disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi, ed il D.M. 07/08/2012, recante le modalità di presentazione delle istanze concernenti detti procedimenti e la documentazione da allegare.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Regolamento di prevenzione incendi: indirizzi applicativi

In attesa dei decreti attuativi del nuovo Regolamento, le prime istruzioni operative con l’indicazione della documentazione e della modulistica da presentare a corredo delle pratiche, e le direttive per la gestione delle richieste e del tariffario nel periodo transitorio.
A cura di:
  • Denis Peraro

09/09/2017

31/07/2017

31/03/2017

08/03/2017