FAST FIND : NN7970

Acc. Conf. Stato-Regioni 26/01/2006, n. 2407

Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell’articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.
Scarica il pdf completo
60197 490495
[Premessa]



LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI
E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E DI BOLZANO


Nell'odierna seduta del 26 gennaio 2006:

Premesso che: il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, come integrato dal decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195 - nel recare disposizioni per l'individuazione delle capacità e dei requisiti professionali richiesti agli addetti ed ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione dei lavoratori, a norma dell'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490496
ALLEGATO 1

Il presente accordo costituisce attuazione del citato art. 8 bis del decreto legislativo 626 del 1994

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490497
1. Corsi di formazione in attuazione dei commi 2, 4 dell'art. 8 bis del decreto legislativo 626 del 1994, introdotto dal decreto legislativo n. 195 del 2003

I percorsi di formazione delle due figure professionali di Responsabile dei servizi di prevenzione e protezione - RSPP e di Addetto dei servizi di prevenzione e protezione - ASPP sono strutturati in tre moduli (A, B e C), per i cui indirizzi e i requisiti, il presente accordo ha tenuto conto:

1) del contesto di riferimento, che è caratterizzato da:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490498
1.1. TERMINE PER L'ATTIVAZIONE DEI CORSI FORMATIVI

Il termine per l'attivazione dei percorsi formativi, considerata la necessità di mettere a pun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490499
2. Indirizzi e requisiti dei corsi


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490500
2.1. ORGANIZZAZIONE

In ordine all'organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490501
2.2. MEOTODOLOGIA DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO

Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie "attive", che comportano la c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490502
2.3 ARTICOLAZIONE DEI PERCORSI FORMATIVI

I percorsi formativi, sono strutturati in tre moduli: A, B e C.

IL MODULO A) costituisce il corso di base, per lo svolgimento della funzione di RSPP e di ASPP. La sua durata è di 28 ore. I contenuti delle attività formative:

a) sono conformi a q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490503
2.4 VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

Quanto ai criteri di valutazione dei tre moduli A, B e C, si concorda quanto segue:

2.4.1 Il MODULO A è il modulo di base ed è obbligatorio per RSPP e ASPP:

Valutazione:

Al termine di questo modulo, obbigatorio per tutte le classi di attività lavorative e propedeutico agli specifici moduli di specializzazione, i partecipanti devono conseguire l'idoneità alla prosecuzione del corso, mediante test di accertamento delle conoscenze acquisite.

Tale idoneità, una volta conseguita, resta valida per tutti i percorsi formativi successivi e relativi alle diverse specializzazioni.

L'elaborazione delle prove è di competenza del Gruppo Docente, supportato da un Coordinatore/Tutor del corso.

Attestato:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490504
2.5. CERTIFICAZIONI

L'accertamento dell'apprendimento, tramite le varie tipologie di verifiche finali, viene effettuato da una Commissione di docenti interni che formula il proprio giudizio in termini di valutazione globale e redige il relativo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490505
2.6. RICONOSCIMENTO DEI CREDITI PROFESSIONALI E FORMATIVI PREGRESSI

Il riconoscimento dell'esperienza lavorativa già maturata dai RSPP e degli ASPP, è ripo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490506
2.7. SPERIMENTAZIONE

In considerazione dell'elevato gap tematico tra la formazione prevista dal decreto legislativo n. 626

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490507
3. Corsi di aggiornamento di cui all'art. 8 bis, comma 5, del decreto legislativo n. 262 del 1994

L'art. 8 bis del decreto legislativo n. 626 del 1994, introdotto dal decreto legislativo n. 195 del 2003, al comma 5, prevede per i responsabili e per gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro la partecipazione a corsi di formazione di aggiornamento, da effettuarsi con periodicità quinquennale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490508
4. Individuazione di altri soggetti formatori, in attuazione dell'art. 8 bis, comma 3, del decreto legislativo n. 626 del 1994, introdotto dall'art. 2 del decreto legislativo n. 195 del 2003.

L'art. 8 bis, comma 3, del decreto legislativo n. 626 del 1994, introdotto dall'art. 2 del decreto le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490509
4.1 ULTERIORI SOGGETTI FORMATORI DI CUI AL COMMA 3 DELL'ART. 8 BIS DEL DECRETO LEGISLATIVO 626 DEL 1994, INTRODOTTO DAL DECRETO LEGISLATIVO N. 195 DEL 2003

4.1.1 con il presente accordo, ai sensi del comma 3 dell'art. 8 bis del decreto legislativo 626 del 1994, introdotto dal decreto legislativo n. 195 del 2003, sono individuati i seguenti ulteriori soggetti formatori:

a) le Amministrazioni statali e pubbliche di seguito elencate, che - limitatamente al personale della P.A., sia esso allocato a livello centrale che dislocato a livello periferico - svolgeranno attività di formazione, valutazione e attestazione della formazione stessa:

1) Ministero del lavoro e delle politiche sociali;

2) Ministero della salute;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490510
4.2. ALTRI SOGGETTI FORMATORI

4.2.1. I soggetti pubblici e privati, in possesso dei requisiti di cui al punto 4.2.2., possono svolgere l'attività formativa di cui al presente accordo. la verifica del possesso di detti requisiti viene effettuata dalla Regione o Provincia autonoma territorialmente interessata, su richiesta dei soggetti stessi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490511
ALLEGATO A1

Il MODULO A è relativo al corso generale di base. ha una durata di 28 ore ed è comune per Responsabili SPP e Addetti SPP.

Obiettivi generali:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490512
Programma

TITOLO

ARGOMENTI

TEMPI

Modulo A 1


4 ore

Presentazione del corso



L'approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori.

La filosofia del D. Lgs. 626/94 in riferimento alla organizzazione di un Sistema di Prevenzione aziendale, alle procedure di lavoro, al rapporto uomo-macchina e uomo ambiente/sostanze pericolose, alle misure generali di tutela della salute dei lavoratori e ala valutazione dei rischi.


Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento

- La gerarchia delle fonti giuridiche

- Le Direttive Europee

- la Costituzione, Codice Civile e Codice Penale

- L'evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro

- Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni

- Il D.Lgs. 626/94: l'organizzazione della prevenzione in azienda, i rischi considerati e le misure preventive esaminati in modo associato alla normativa vigente collegata

- La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc.

- le norme tecniche UNI, CEI e loro validità.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490513
ALLEGATO A2

Il MODULO B di specializzazione, è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia da 12-68 ore, a seconda del macrosettore di riferimento. Come il modulo A, anche il modulo B è comune alle due figure professionali di Responsabile SPP e di Addetto SPP.

Questo modulo si articola in macrosettori, costruiti tenendo conto dell'analogia dei rischi presenti nei vari comparti in base alla classificazione dei settori ATECO. Nel sistema ATECO sono rappresentate tutte le tipologie lavorative, mediante una classificazione ad albero che consente di andare a ricercare la propria attività lavorativa nel raggruppamento di riferimento indicato nel prospetto con una o due lettere.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490514
Prospetto 1


ARGOMENTO


Rischi agenti cance-rogeni e mutageni

Rischi chimici

Rischi biolo-gici

Rischi fisici


Classificazione Macro-Settori di attività (ATECO)















Set-tori ATECO


Gas Vapori Fumi

Pol-veri Fumi Neb-bie

Liqui-di

Etichet-tatura


Rumore

Vibra-zione

Video-termi-nali

Micro-clima e illumina-zione

Radia-zioni

1

Agricoltura

A

X

X

X

X

X

X

X

X


X


2

Pesca

B




X

X

X

X

X


X


3

Estrazioni minerali

CA













Altre industrie estrattive

CB

X

X

X

X

X


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490515
Prospetto 2


ARGOMENTO













Classificazione Macro-Settori di attività (ATECO)


Rischi organiz-zazione lavoro



Rischi infortuni



Rischio da esplo-sione

Sicurez-za antincen-dio

DPI

Tot. ore



Set-tori ATECO

Ambien-ti di lavoro

Movimen-tazione manuale dei carichi

Movimen-tazione merci: app. sollevam./ mezzi di trasporto

Rischio elettrico

Rischio meccanico Macchine Attrezzature

Cadute dall'alto

Atmos-fere esplo-sive

Preven-zione Incendi (decreto ministe-riale 10 marzo 1998)

Carat-teristi-che e scelta DPI


1

Agricoltura

A

X

X

X

X

X

X

X

X

X

36

2

Pesca

B

X

X

X

X

X

X


X

X

36

3

Estrazioni minerali

CA












Altre industrie estrattive

CB

X

X

X

X

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490516
Quadro sintetico CORSI RSPP e ADDETTI SPP


Classificazione Macro-Settori di attività

Settori

ATECO

ASPP

A + B

RSPP

A + B + C
















1

Agricoltura

A

64

88

2

Pesca

B

64

88

3

Estrazioni minerali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490517
ALLEGATO A3

Il MODULO C è un modulo di specializzazione per soli Responsabili SPP  e riguarda la formazione su prevenzione e protezione dei rischi anche di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico-amministrative e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490518
Programma

TITOLO

ARGOMENTI

TEMPI

Modulo C 1


8 ore

Presentazione del corso



Organizzazione e sistemi di gestione




- La valutazione del rischio come:



a) processo di pianificazione della prevenzione



b) conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l'individuazione e l'analisi dei rischi


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490519
Tabella A4 - Riconoscimento ai Responsabili SPP dei crediti professionali e formativi pregressi

Esperienza lavorativa

Titolo di studio

Modulo A

Modulo B

Modulo C

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60197 490520
Tabella A5 - Riconoscimento agli Addetti SPP dei crediti professionali e formativi pregressi

Esperienza lavorativa

Titolo di studio

Modulo A

Modulo B

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Sicurezza
  • Formazione

La formazione di RSPP e ASPP dopo l’Accordo Stato Regioni 07/07/2016

PREMESSA - INDICAZIONI GENERALI SULLA FORMAZIONE DI RSPP E ASPP (Titoli di studio validi ai fini dell’esonero dalla frequenza ai corsi; Individuazione dei soggetti formatori; Formazione e-learning; Requisiti dei docenti; Organizzazione dei corsi) ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO (Durata; Contenuti - Modulo A; Contenuti - Modulo B; Contenuti - Modulo C) - VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI (Modulo A; Modulo B; Modulo C; Verbali di esame) - RICONOSCIMENTO FORMAZIONE PREGRESSA (EX ACC. CONF. STATO-REGIONI 26/01/2006, N. 2407) RISPETTO AL NUOVO MODULO B - AGGIORNAMENTO (Modalità di aggiornamento; Tematiche delle ore di aggiornamento; Numero dei partecipanti ai corsi di aggiornamento; Valenza della formazione anche per coordinatori e formatori, e viceversa; Decorrenza dell’aggiornamento; Mantenimento dell’abilitazione) - ATTESTAZIONI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI.
A cura di:
  • Stefano Bergagnin
  • Sicurezza
  • Trasporti
  • Formazione

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici: tipologie, scadenze e indicazioni

CONTESTO NORMATIVO E DEFINIZIONI (Macchine agricole; Macchine operatrici) - OBBLIGHI PER LA REVISIONE, SCADENZE E SANZIONI VEICOLI DI NUOVA IMMATRICOLAZIONE (Macchine agricole; Macchine operatrici) - OBBLIGHI PER LA REVISIONE, SCADENZE E SANZIONI VEICOLI IN CIRCOLAZIONE - FORMAZIONE PROFESSIONALE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Appalti e contratti pubblici
  • Cantieri temporanei e mobili
  • Sicurezza
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Costo del lavoro nei contratti pubblici: tabelle ministeriali e giurisprudenza

COSTO DEL LAVORO E VALUTAZIONE ANOMALIA OFFERTE - TABELLE MINISTERIALI DI RIFERIMENTO - CRITERI DI VALUTAZIONE - VALORE DELLE “TABELLE” MINISTERIALI E NUOVI ORIENTAMENTI CON IL D. LEG.VO 50/2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Sicurezza
  • Uffici e luoghi di lavoro

Protezione dei lavoratori da sostanze pericolose (agenti chimici, cancerogeni e amianto)

AGENTI CHIMICI (Normativa di riferimento; Valori limite di esposizione professionale (VLEP); Obblighi del datore di lavoro nel D. Leg.vo 81/2008) - AGENTI CANCEROGENI O MUTAGENI (Normativa di riferimento; Modifiche alla Direttiva 2004/37/CE non ancora recepite; Valori limite di esposizione; Obblighi del datore di lavoro nel D. Leg.vo 81/2008) - AMIANTO (Premessa e normativa di riferimento; Valori limite di esposizione; Obblighi del datore di lavoro e valutazione del rischio) - SANZIONI.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Sicurezza
  • Agenti fisici

Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - AMBITO DI APPLICAZIONE - MISURE DI PREVENZIONE GENERALI (Dimostrazione del rispetto dei valori limite; Superamento dei valori limite) - VALORI LIMITE (Grandezze; Effetti non termici; Effetti termici; Deroghe ai valori limite; Deroghe ministeriali) - VALUTAZIONE DEI RISCHI E VERIFICA DEL SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE (Precisazione delle misure adottate; Luoghi accessibili al pubblico già oggetto di valutazione; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro privati; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro pubblici; Aggiornamento della valutazione dei rischi) - INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI - MISURE SPECIFICHE ALLA LUCE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (Superamento dei VA; Superamento dei VLE; Misure specifiche in caso di superamento di VLE relativi agli effetti sanitari; Personalizzazione delle misure di sicurezza; Segnaletica) - SORVEGLIANZA SANITARIA (Lavoratori che segnalano effetti indesiderati; Superamento dei VLE) - SANZIONI (Sanzioni a carico del datore di lavoro; Sanzioni a carico del datore di lavoro e/o del dirigente; Sanzioni a carico del medico competente) - RAPPORTO CON LA DISCIPLINA SUGLI AGENTI FISICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia

28/05/2016

18/05/2016

08/04/2016

21/03/2016

20/01/2016