FAST FIND : NN7848

Circ. Ag. Territorio 06/12/2005, n. 12

Soggetti passivi dei tributi speciali catastali - Termine per l’azione di accertamento in tema di tributi speciali catastali e tasse ipotecarie - Individuazione della normativa di riferimento.
Scarica il pdf completo
60075 389143
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60075 389144
Premessa

Pervengono alla Scrivente numerose richieste di chiarimenti, in ordine alle seguenti delicate questioni interpretative:

a) carenza di soggettività passiva in capo ai professionisti incaricati di presentare in Catasto gli atti di aggiornamento cartografico (tipi ma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60075 389145
1. Tributi speciali catastali: soggettività passiva

L’art. 5 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 650 dispone, tra l’altro, che, quando un trasferimento di beni immobili comporta il frazionamento di particelle, il corrispondente tipo di frazionamento deve essere presentato all’Ufficio tecnico erariale (oggi Ufficio Provinciale dell’Agenzia del Territorio) firmato da uno dei professionisti ivi elencati.

L’art. 1, comma 8, del D.M. 19 aprile 1994, n. 701, ha previsto, tra l’altro, che i tipi di frazionamento e i tipi mappali devono essere sottoscritti, oltre che dai tecnici che li hanno redatti, anche dai soggetti che hanno la titolarità di diritti reali sui beni interessati dalle variazioni. La ratio di tale ultima disposizione appare ravvisabile nella esigenza di garantire la correttezza e completezza dell’atto tecnico anche sotto il profilo civilistico e pubblicistico.

Per quanto riguarda l’aspetto fiscale, si precisa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60075 389146
2. Tributi speciali catastali: termini di decadenza dell’azione della finanza

La seconda questione riguarda l’individuazione della disciplina applicabile in tema di decadenza dell’azione della finanza, nello specifico settore dei tributi speciali catastali.

La soluzione della problematica non appare del tutto agevole, sia per la complessità del quadro normativo di riferimento, sia per la carenza di specifici orientamenti giurisprudenziali e indirizzi di prassi amministrativa.

Come in precedenza accennato, la disciplina dei tributi speciali catastali risulta essenzialmente delineata dal Titolo III della Tabella A allegata al D.L. 31 luglio 1954, n. 533, come sostituita dall’allegato 2-quinquies alla L. 30 dicembre 2004, n. 311, R inserito dall’art. 7 del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1 della L. 31 marzo 2005, n. 43.R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60075 389147
3. Tasse ipotecarie: termini di decadenza dell’azione della finanza

L’individuazione della disciplina applicabile in tema di decadenza dell’azione della finanza non riguarda soltanto i tributi speciali catastali, ma anche le tasse ipotecarie dovute per le operazioni inerenti al servizio ipotecario, sebbene la relativa disciplina, diversamente da quanto osservato in tema di tributi speciali catastali, trovi espressa collocazione nell’ambito del D. Leg.vo 347/90 (cfr. art. 19 e allegata tabella).

Tenuto conto di tale circostanza, quindi, sull’argomento, un utile e proficuo riferimento normativo è rappresentato proprio dall’art. 17 del D. Leg.vo 347/90.

Tale disposizione contiene una specifica disciplina in tema di decadenza dell’azione della finanza sia per le imposte da corrispondere all’ufficio del registro (pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Agricoltura e Foreste
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Reddito dominicale: definizione, variazioni e relativa denuncia, esenzione

IL REDDITO DOMINICALE NELL’AMBITO DEL REDDITO FONDIARIO - LE VARIAZIONI DEL REDDITO DOMINICALE (Fattispecie che danno luogo a variazioni; Revisione del classamento catastale) - ESENZIONE DALL’OBBLIGO DI DENUNCIA DELLE VARIAZIONI (Casistica; Aggiornamento d’ufficio della banca dati catastale; Elenchi dei comuni per i quali è stato completato l’aggiornamento).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fonti alternative
  • Edilizia e immobili
  • Leasing immobiliare
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico

Profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

ACCATASTAMENTO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E LORO COMPONENTI (Profili generali e inquadramento normativo; Quando sussiste e quando non sussiste l’obbligo di accatastare l’impianto; Qualificazione degli impianti come beni mobili o immobili) - PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA NELL’AMBITO DI ATTIVITÀ AGRICOLA (Connessione tra attività agricola e produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica; Immobili ospitanti gli impianti fotovoltaici realizzati su fondi agricoli) - CESSIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce un bene immobile ; Cessione di lastrico solare comprendente impianto fotovoltaico ; Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce pertinenza) - REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di parti destinate alla realizzazione di impianti fotovoltaici; Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti fotovoltaici) - LOCAZIONE O LEASING DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Locazione o leasing di impianti fotovoltaici ; Locazione di terreni destinati a ospitare impianti fotovoltaici) - COSTITUZIONE O CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE (Diritto di superficie e impianti fotovoltaici; Trattamento fiscale cessione o costituzione del diritto di superficie).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

COSA SONO LE UNITÀ IMMOBILIARI “COLLABENTI” - NORMATIVA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI - PRESUPPOSTI PER L’ISCRIZIONE IN CATASTO - MODALITÀ PER L’ACCATASTAMENTO - COMPRAVENDITA E DICHIARAZIONI CATASTALI - INTERVENTI EDILIZI - AGEVOLAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Catasto e registri immobiliari

La stima catastale delle componenti non strutturali negli immobili a destinazione speciale e particolare

La rendita catastale degli immobili a destinazione speciale e particolare (Gruppo d e Gruppo e); Norme fondamentali del R.D.L. 652/1939; La stima degli “imbullonati” fino alla fine del 2015; La stima degli “imbullonati” dopo il 2016; Presentazione degli aggiornamenti catastali e loro validità; Chiarimenti vari dell’agenzia delle entrate; Decorrenza delle nuove norme.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili

Efficacia temporale, decadenza e proroga del permesso di costruire

Normativa sulla decadenza del permesso di costruire in caso di decorso dei termini; Proroga dei termini; Previsioni urbanistiche contrastanti sopravvenute; La giurisprudenza sui termini di efficacia del permesso di costruire: decadenza di diritto e principali conseguenze, individuazione del dies a quo per il calcolo dei termini, proroga dei termini, quando si configura l’inizio dei lavori, sopravvenute previsioni urbanistiche contrastanti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Standards
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019