FAST FIND : NN6337

Circ. Cassa DD.PP. 25/02/2003, n. 1250

Nuove istruzioni relative al Fondo rotativo per la progettualità.
Scarica il pdf completo
58563 415291
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415292
Premessa: le novità recate dalla legge finanziaria 2003

Il Fondo rotativo per la progettualità (d'ora in avanti, anche «FRP») è stato istituito a fine 1995, dalla legge n. 549 N1.

Nei sette anni trascorsi dalla sua istituzione, lo strumento ha registrato un costante incremento delle richieste di accesso, che ha determinato un notevole impegno di risorse in termini di formale concessione dei finanziamenti.

A tale fenomeno, tuttavia, n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415293
1. Dotazione del fondo e riserve

Il Fondo ha natura rotativa, in quanto le sue disponibilità vengono ricostituite attraverso i rimborsi da parte degli utilizzatori.

La nuova disciplina legislativa non fissa un puntuale importo per la dotazione del FRP, ma attribuisce alla Cassa depositi e prestiti il compito di stabilirla periodicamente, in relazione alle dinamiche di erogazione e di rimborso delle somme concesse in anticipazione e comunque nel rispetto dei limiti annuali di spesa sul bilancio dello Stato fissati dal comma 58 (dell'art. 1 della legge n. 549/1995).R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415294
2. Ambito soggettivo

Come accennato in premessa, la legge finanziaria 2003 ha ridefinito l'ambito soggettivo di intervento del Fondo, riconducendolo sostanzialmente a quello previsto per l'ordinaria attività di finanziamento dell'Istituto.

Il Fondo può oggi finanzia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415295
3. Ambito oggettivo

Anche l'ambito oggettivo risulta modificato dalle nuove disposizioni legislative.

Da un lato, il riferimento ai «documenti componenti» i vari stadi della progettazione, rende coerente la disciplina di tale ambito con la terminologia utilizzata dalla vigente normativa sui lavori pubblici: dall'altro, l'oggetto dei finanziamenti risulta ampliato con gli «studi per la rilevazione dei bisogni e delle esigenze».

È pertanto oggi possibile finanziare, oltre che l'intero ciclo di sviluppo dell'idea progettuale, in qualsiasi progressivo livello della sua definizione, anche le preliminari fasi programmatorie.

In

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415296
4. Spese non finanziabili

Si conferma la non finanziabilità delle seguenti spese:

incentivi di cui all'art. 18, comma 1, della legge n. 109/1994, per le progettazioni effettuate con risorse interne delle amministrazioni, trattandosi di spese corre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415297
5. Soglie per l'accesso

Il consiglio di amministrazione della Cassa, al fine di assicurare il più efficace utilizzo delle risorse, ha ritenuto di fissare i seguenti limiti di importo per l'accesso al Fondo (ad eccezione che per gli interventi relativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415298
6. Importo della anticipazione

Ai fini della presente circolare le spese finanziabili dal Fondo, relative all'intero ciclo programmatorio-progettuale, sono suddivise in cinque «fasi», di studio o di progettazione, secondo la seguente tabella:


Fase

Spesa finanziabile

1

studi per l'individ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415299
7. Rimborso

Le somme erogate in anticipazione sono rimborsate all'Istituto entro 60 giorni dal perfezionamento della provvista finanziaria N7 necessaria alla progettazione e/o alla realizzazione dell'opera.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415300
8. Criteri di valutazione

La legge finanziaria 2003, riformulando il comma 56 ed introducendo il comma 56-bis dell'art. 1 della legge n. 549/1995, ha prodotto una significativa innovaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415301
9. Procedura
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415302
9.1 Domanda

Tutte le domande di anticipazione, indipendentemente dalla quota di riserva a cui afferiscono, dall'importo dell'opera da progettare e dalla fase per la quale si richiede il finanziamento, devono essere redatte utilizzando lo schema di domanda/dichiarazione di cui all'allegato C, che fa parte integrante della presente circolare, e devono essere sottoscritte dal responsabile unico del procedimento di cui all'art. 7 della legge n. 109/1994 ed agli articoli 7 e 8 del decreto del Presidente della Repubblica n. 554/1999 N8 . Alla domanda/dichiarazione deve essere allegata la delibera di assunzione dell'anticipazione, adottata dall'organo competente secondo le vigenti normative utilizzando lo schema di cui all'allegato D, anch'esso parte integrante della presente circolare.

La documentazione base - domanda/dichiarazione e de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415303
9.2 Concessione

Dopo la valutazione della documentazione trasmessa, il direttore generale della Cassa, ai sensi del c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415304
9.3 Affidamento dell'incarico

Entro sei mesi dalla data di concessione il beneficiario deve comunicare alla Cassa l'avvenuto affida

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415305
9.4 Erogazione

Le anticipazioni sono somministrate, in una o più soluzioni, sulla base della domanda di erogazione e di una dichiarazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415306
9.5 Revoca e riduzione

La necessità di assicurare lo spedito funzionamento del Fondo, evitando l'impegno di risorse a favore di attività progettuali che non risultino in grado di s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415307
9.6 Rimborso

Come già esposto al punto 7, dalla data di valuta della prima somministrazione decorre il termine massimo, triennale, per la restituzione di tutte le somme dovute.

A seguito dell'acquisizione della provvista finanziaria per la progettazione o per la realizzazione dell'opera o allo scadere del termine massimo previsto per il r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415308
10. Disciplina transitoria

Le regole di funzionamento del Fondo introdotte dalla presente circolare si applicano alle anticipazioni da concedersi e, in quanto applicabili, anche alle anticipazioni già concesse e non ancora rimborsat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415309
Allegato A - LEGGE 28.12.1995, n. 549, art. 1

N1054. Al fine di razionalizzare e accelerare la spesa per investimenti pubblici, con particolare riguardo alla realizzazione degli interventi ammessi al cofinanziamento comunitario, di competenza dello Stato, delle regioni, degli enti locali e degli altri enti pubblici, è istituito presso la Cassa depositi e prestiti il Fondo rotativo per la progettualità. Il Fondo anticipa le spese necessarie per la redazione degli studi per l'individuazione del quadro dei bisogni e delle esigenze, degli studi di fattibilità delle valutazioni di impatto ambientale, dei documenti componenti i progetti preliminari, definitivi ed esecutivi previsti dalla normativa vigente. La dotazione del Fondo è stabilita periodicamente dalla Cassa depositi e prestiti, che provvede alla sua alimentazione, in relazione alle dinamiche di erogazione e di rimborso delle somme concesse in anticipazione, e comunque nel rispetto dei limiti annuali di spesa sul bilancio dello Stato fissati dal comma 58. La dotaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415310
Allegato B - Documenti componenti i progetti preliminari, definitivi ed esecutivi

Relazione illustrativa, relazione tecnica, planimetria generale e schemi grafici


Calcolo sommario della spesa


Studio di prefattibilità ambientale


Piano economico e finanziario di massima*


Capitolato speciale e prestazionale**

Progetto

Relazione di indagine geologica preliminare

preliminare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415311
Allegato C
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415312
Schema di Domanda/Dichiarazione per l'accesso al Fondo Rotativo per la Progettualità

M1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415313
Allegato D
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415314
FONDO ROTATIVO PER LA PROGETTUALITÀ SCHEMA DI DELIBERAZIONE DI ASSUNZIONE DELL'ANTICIPAZIONE

M2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415315
Allegato E
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415316
Capitolato d'oneri(indice dei requisiti minimi degli Studi di Fattibilità)

N11 1. Inquadramento territoriale e socio-economico del progetto, struttura ed obiettivi

2. Analisi della domanda attuale e prevista e specifica dei gruppi di beneficiari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415317
Allegato F
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415318
DICHIARAZIONE Al FINI DELL'ASSUNZIONE DELL'ANTICIPAZIONE

M3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415319
Allegato G
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415320
DICHIARAZIONE Al FINI DELL'ASSUNZIONE DELL'ANTICIPAZIONE

M4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415321
Allegato H
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58563 415322
RICHIESTA/DICHIARAZIONE Al FINI DELL'EROGAZIONE

M5



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Procedimenti amministrativi
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Pubblica Amministrazione
  • Impiantistica

Impianti alimentati da fonti rinnovabili: regime e procedure autorizzative

INDICAZIONI GENERALI SUGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI (Normativa di riferimento sugli impianti alimentati da fonti rinnovabili; Definizione di impianto per la produzione di energia da fonti rinnovabili; Libertà di installazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili; Incentivi; Prerogative regionali per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili) - PROCEDURE AUTORIZZATIVE PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI (Procedure a disposizione; L’autorizzazione unica (AU); La procedura abilitativa semplificata (PAS); Impianti alimentati da fonti rinnovabili in regime libero o previa comunicazione) - CASI PARTICOLARI (Impianti “ibridi”, alimentati solo parzialmente da fonti rinnovabili; Impianti off shore) - RIEPILOGO REGIME AUTORIZZATIVO IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI (Premessa e avvertenza; Fonte solare fotovoltaica; Fonte solare termica; Fonte eolica e torri anemometriche; Fonte da biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas; Fonte idraulica e geotermica; Pompe di calore, microcogenerazione, altre fattispecie residuali; Impianti per la produzione di biometano) - COLLEGAMENTO DEGLI IMPIANTI ALLA RETE ELETTRICA - SANZIONI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione

Veneto: 25 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico

La Regione Veneto ha messo a disposizione 25.000.000,00 euro per il secondo bando per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico. Si tratta di contributi a fondo perduto riconosciuti nell'aliquota massima del 90% della spesa ammissibile per un importo massimo di 1.500.000 euro. La finalità del bando è la promozione dell'eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche attraverso le seguenti misure: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti, anche attraverso l'utilizzo di "mix tecnologici".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Provvidenze
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Pubblica Amministrazione

P.A.: obblighi di pubblicazione su titolari di incarichi, enti in controllo e relative sanzioni

PREMESSA - OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE CONCERNENTI I TITOLARI DI INCARICHI E DELEGHE (Normativa di riferimento e Linee guida; Dati e informazioni oggetto di pubblicazione; Soggetti interessati; Elenco dei soggetti; Obblighi relativi ai soggetti cessati; Inconferibilità e incompatibilità; Obblighi per i dirigenti alla luce della Sentenza Costituzionale 20/2019; Ruolo e posizioni) - OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE RELATIVI AGLI ENTI VIGILATI E CONTROLLATI (Dati oggetto di pubblicazione; Modalità di pubblicazione; Altri dati da rendere pubblici; Inconferibilità e incompatibilità; Provvedimenti concernenti gli enti controllati) - SANZIONI E VIGILANZA (Mancato ottemperamento obblighi art. 14 D. Leg.vo 33/2013; Mancato ottemperamento obblighi art. 22 D. Leg.vo 33/2013) - IL REGOLAMENTO ANAC SULL’IRROGAZIONE DELLE SANZIONI - TABELLE RIEPILOGATIVE STRUTTURA SEZIONE SITO “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE” (Sottosezione di primo livello “Organizzazione”; Sottosezione di primo livello “Personale”; Sottosezione di primo livello “Enti controllati”).
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede agibile al 31/12/2018

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Finanza pubblica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Pubblica Amministrazione
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Leggi e manovre finanziarie

Locazione immobili pubblici: blocco adeguamento ISTAT dei canoni

  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture