FAST FIND : NN5919

D. Min. Interno 24/05/2002

Norme di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione.

In vigore dal 21/06/2002. Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Min. Interno 28/06/2002
- D. Min. Interno 27/01/2006
- D. Min. Interno 11/09/2008
- D. Min. Interno 31/03/2014
- D. Min. Interno 12/03/2019

Scarica il pdf completo
58143 5457161
Premessa

IL MINISTRO DELL’INTERNO

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457162
Art. 1. - Scopo e campo di applicazione

1. Il presente decreto ha per scopo l’emanazione di disposizioni di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione, che possono essere di due tipi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457163
Art. 2. - Obiettivi

1. Ai fini della prevenzione degli incendi ed allo scopo di raggiungere i primari obiettivi di sicurezza relativi alla salvaguardia delle persone e alla tutela dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457164
Art. 3. - Disposizioni tecniche

1. Ai fini del raggiungimento degli obiettivi di cui all’art. 2, è approvata la regola tecnica allegata al pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457165
Art. 4. - Ubicazione

1. Gli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione non possono sorgere:

a) nella zona territoriale omogenea totalmente edificata, individuata come zona A nel piano regolatore generale o nel programma di fabbricazione, ai sensi dell’art. 2 del decreto ministeriale 2 aprile 1968, n. 1444 e, nei comuni sprovvisti dei predetti strumenti urbani

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457166
Art. 5. - Commercializzazione CE

1. I prodotti provenienti da uno dei Paesi dell’Unione europea, o da uno dei Paesi contraenti l’accordo SEE, legalmente riconosciuti sulla base di norme armonizzate ovvero di norme o regole tecniche applicate in ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457167
Art. 6. - Disposizioni complementari e finali

Sono abrogate tutte le disposizioni di prevenzione incendi impartite in materia.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457168
ALLEGATO - Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione.

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457169
Titolo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457170
1.1. Termini, definizioni e tolleranze dimensionali.

Per i termini, le definizioni e le tolleranze dimensionali si rimanda a quanto stabilito con decreto ministeriale 30 novembre 1983 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 339 del 12 dicembre 1983). Inoltre, ai fini della presente regola tecnica, si definisce:


Linea di alta pressione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457171
1.2. Elementi costitutivi.

I vari elementi che costituiscono l’impianto di distribuzione devono avere le caratteristiche, i dispositivi di sicurezza e le apparecchiature di cui al successivo Titolo II.


1.2.1 Impianti alimentati da condotta.

Gli impianti possono essere costituiti da:

a) cabina di riduzione della pressione e di misura del gas;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457172
1.3. Gradi di sicurezza.

Agli elementi costituenti l’impianto elencati al punto 1.2.1, lettere a), b), c), ed e), nonché al punto 1.2.2, lettere a), b), e d), possono essere conferit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457173
Titolo II - Modalità costruttive
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457174
2.1. Generalità.

Per la realizzazione dei locali di cui al punto 1.3 è consentito l’impiego di elementi prefabbricati, a condizione che siano soddisfatti i seguenti requisiti nel rispetto di quanto previsto ai successivi punti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457175
2.2. Recinzione.

Le aree su cui sorgono gli elementi pericolosi dell’impianto di cui al punto 1.2.3, fatta eccezione per gli apparecchi di distribuzione automatici, devono essere recintate.

La recinzione deve essere realizzata alla distanza di protezione di cui al successiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457176
2.3. Cabina di riduzione con dispositivo di misura.

La cabina, con sicurezza sia di primo che di secondo grado, può avere uno o due dei quattro lati completamente aperti a condizione che tali aperture non siano rivolte verso zone ove è prevista o consentita la presenza di persone estranee all’impianto.

Gli eventuali apparecchi di riscaldamento a fiamma libera di impianti di riduzione e regolazione della pressione devono risultare separati dal locale degli apparecchi di riduzione e di misura del gas a mezzo di strutture di resistenza al fuoco non inferiore a REI 120, al fine di evitare la propagazione dell’incendio.

Qualora non necessiti la riduzione di pressione,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457177
2.4. Locale compressori.

N8 Nel locale compressori i recipienti adibiti a smorzare le pulsazioni di pressione devono avere capacità non superiore a 300 Nm³ di gas.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457178
2.5. Locale recipienti di accumulo.

Deve essere realizzato con sicurezza di primo grado, con muri in calcestruzzo armato dello spessore minimo di 15 cm e copertura costituita da elementi di travi o da soletta continua in calcestruzzo armato o in acciaio, tale da assicurare il contenimento di eventuali schegge proiettate verso l’alto.

Nel c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457179
2.6. Box per i carri bombolai.

Box impiegati per alloggiare i carri bombolai presso gli impianti alimentati con questi mezzi, o per l’alimentazione di emergenza di impianti alimentati da condotta nel caso di temporanee interruzioni del flusso del gas.


a) Con sicurezza di primo grado.

I box devono essere delimitati da due muri parasche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457180
2.7. Impianto gas.

Impianto costituito dall’insieme di tubazioni, valvole di intercettazione, di scarico e di sicurezza, nonché di apparecchiature che compongono la rete di alimentazione, compressione, smorzamento, accumulo, distribuzione del gas e sistema di emergenza.

Le pressioni di progetto dell’impianto devono essere almeno del 10% superiori alle massime pressioni nominali di esercizio e, in ogni caso, non inferiori alle pressioni di intervento delle valvole di sicurezza.

La sovrappressione nella linea di alimentazione degli apparecchi distributori non deve essere superiore all’1% della pressione di erogazione, con pulsazioni della pressione non superiori al 4%.

Le macchine installate debbono essere conformi alle vigenti norme.


2.7.1. Dispositivo di misura.

Quando non esiste riduzione di pressione, il dispositivo di misura può essere installato all’aperto, con adeguata protezione dagli agenti atmosferici. La distanza di protezione tra il dispositivo di misura e la recinzione deve essere non inferiore a 2 metri.


2.7.2. Tubazioni rigide.

Le installazioni dal punto di consegna del gas fino alla rete di adduzione ai compressori, devono essere progettate, costruite e collaudate secondo quanto prescritto dal decreto ministeriale 24 novembre 1984, parte prima, sezione 5a.

I materiali devono essere conformi a quanto prescritto dal decreto ministeriale 24 novembre 1984, parte prima, sezione 2a, punto 2.2.1, e successive modifiche ed integrazioni.

Le tubazioni rigide, relative alla linea di alta pressione, devono essere sistemate:

a) in cunicoli carrabili dotati alle estremità di griglie di aerazione con superficie almeno pari alla sezione del cunicolo;

b) nel sottosuolo, a profondità di interramento non inferiore a 0,50 m e protette come prescritto dal decreto ministeriale 24 novembre 1984, parte prima, sezione 2a, punto 2.6.1; le giunzioni non saldate devono essere ispezionabili.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457181
2.8. Sistema di emergenza.

Sistema comandato da pulsanti di sicurezza, con riarmo manuale, collocati in prossimità del locale compressori, della zona rifornimento veicoli e del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457182
2.9. Impianti elettrici, di terra e di protezione dalle scariche atmosferiche.

L’impianto di distribuzione di gas naturale per autotrazione deve essere dotato di impianti elettrici, di terra e di protezione dalle scariche elettriche atmosferiche realizzati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457183
2.10. Protezione antincendio.

Deve essere previsto:

a) per le installazioni di cui al punto 2.6, una rete idranti, con attacchi DN 45, tale da poter raggiungere con il getto tutti i punti dei box dei carri bombolai, avente le segu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457184
Titolo III - Distanze di sicurezza
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457185
3.1. Entità delle distanze di sicurezza.

In relazione al grado di sicurezza con cui gli elementi sono realizzati, devono essere rispettate le seguenti distanze di sicurezza, fatto salvo quanto disposto per gli impianti misti al successivo punto 3.2.


A) Elementi con sicurezza di primo grado.


Elemento

Distanza di protezione (m)

Distanza di sicurezza interna (m)

Distanza di sicurezza esterna (m)





Cabina di riduzione e misura

2

-

10

Locale compressori

5

-

20 (*)

Locale recipienti di accumulo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457186
3.2. Impianti misti.

È consentita la costruzione di impianti di distribuzione di gas naturale per autotrazione installati nell’ambito di stazioni di distribuzione stradale di altri carburanti, a condizione che siano rispettate le seguenti distanze di sicurezza:

a) metri 10 tra gli elementi perico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457187
Titolo IV - Norme di esercizio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457188
4.1. Generalità.

Nell’esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione devono essere osservati, oltre agli obblighi di cui all’art. 5, commi 1 e 2, del decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998, n. 37, e alle disposizioni riportate nel decreto ministeriale 10 marzo 1998, le prescrizioni specificate nei punti seguenti.

Il responsabile dell’attività è normalmente individuato nel titolare dell’autorizzazione amministrativa prevista per l’esercizio dell’impianto, tuttavia alcuni obblighi gestionali possono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457189
4.3. Prescrizioni generali di emergenza.

Il personale addetto all’impianto deve:

a) essere edotto sulle norme contenute nel presente allegato, sul regolamento interno di sicurezza e sul piano di emergenza predisposto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457190
4.5. Segnaletica di sicurezza.

N3

Devono osservarsi le vigenti disposizioni sulla segnaletica di sicurezza di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Inoltre nell'ambito dell'impianto ed in posizione ben visibile deve essere esposta idonea cartellonistica riproducente uno schema di flusso dell'impianto gas ed una pl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457191
4.6. Chiamata di soccorso.

I servizi di soccorso (Vigili del fuoco, servizio di assistenza tecnica, ecc.) devono poter essere avvertiti in caso di ur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457192
4.7. Funzionamento in modalità self-service.

N8

È consentito il rifornimento in modalità self-service, nel rispetto delle prescrizioni contenute nella presente regola tecnica, sia nell'ambito degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione mono carburante sia negli impianti misti.

È consentito il funzionamento in modalità self-service presso gli impianti di distribuzione di gas di tipo presidiato, se è presente un addetto in grado di intervenire con cognizione di causa e tempestivamente in caso di emergenza. A tal fine l'addetto deve seguire un corso antincendio per attività a rischio di incendio elevato ai sensi del decreto del Ministro dell'interno 10 marzo 1998 e acquisire la perfetta conoscenza del piano di emergenza e delle relative modalità di intervento per mettere in sicurezza l'impianto.

È consentito il rifornimento di gas naturale per autotrazione in modalità self-service non presidiato alle seguenti condizioni:

a) gli impianti siano dotati di un sistema di videosorveglianza, con registrazione delle immagini in conformità alla normativa vigente, che consenta la visione dell'apparecchio di distribuzione, della zona di rifornimento dei veicoli, della targa e del veicolo che ha effettuato il rifornimento. Il sistema deve essere in grado di archiviare opportunamente le immagini, per un tempo conforme alle disposizioni di legge, in modo tale che possano essere consultate esclusivamente dagli organi di controllo nell'ambito delle attività di competenza;

b) gli impianti siano dotati di un sistema di riconoscimento dell'utente, che viene identificato mediante l'inserimento dello strumento di pagamento elettronico che f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457193
Titolo V - Impianti esistenti

Gli impianti esistenti devono essere adeguati alle disposizioni riportate ai seguenti punti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457194
5.1. Apparecchi di distribuzione automatici.

Gli apparecchi di distribuzione devono essere di tipo approvato dal Ministero dell’interno.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457195
5.2. Sistema di emergenza.

Gli impianti di distribuzione stradale di gas naturale devono essere dotati di un sistema di emergenza avente le caratteri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457196
5.3. Norme di esercizio.

Devono essere osservate le norme di esercizio di cui al Titolo IV.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457197
Titolo VI - Impianti ad uso privato per il rifornimento di flotte
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457198
6.1. Premessa.

Gli impianti regolamentati al presente Titolo sono destinati unicamente al rifornimento dei veicoli aziendali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457199
6.2. Caratteristiche costruttive.

Gli elementi costituenti gli impianti di distribuzione di gas naturale ad uso privato per il rifornimento di flotte devono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457200
6.3. Recinzione.

Se l’impianto è ubicato all’interno di una struttura aziendale la cui recinzione è realizzata co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457201
6.4. Distanze di sicurezza.

6.4.1. Distanze di protezione.

Devono essere rispettate le distanze di protezione indicate al punto 3.1.


6.4.2. Distanze di sicurezza interne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457202
APPENDICE A - Prove sulle tubazioni flessibili degli apparecchi di distribuzione automatici
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457203
Esame a vista della superficie interna.

Su uno spezzone lungo 200 mm si pratica un taglio longitudinale in modo da dividere la tubazione in due parti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457204
Prova di resistenza a trazione.

Si pone in una stufa a regolazione termostatica uno spezzone di 500 mm di tubo completo di raccordi terminali e lo si mant

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457205
Prova di resistenza allo schiacciamento.

Si effettua su uno spezzone di tubo della lunghezza di 300 mm posto tra due supporti lisci paralleli che vengono avvicinat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457206
Prova di curvatura.

Si effettua su uno spezzone lungo 14 volte il diametro esterno, posto nel dispositivo di prova precedente; con moto parallelo i supporti vengono avvicinati fino a che la loro distanza sia pa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457207
Determinazione della pressione di sfilamento del tubo dall’apparecchio di distribuzione e dal mandrino.

Si procede con uno spezzone di tubo preparato come per la prova di resistenza a trazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457208
Prova alla pressione idraulica.

Si prepara una provetta lunga 800 mm come nella prova di resistenza a trazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457209
Prova di scoppio.

Nelle condizioni di cui al punto precedente si fa crescere la pressione del fluido contenuto nel tubo con un incremento di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457210
Prova di resistenza all’invecchiamento.

Una provetta lunga 500 mm, dotata dei raccordi terminali, viene posta in una stufa a regolazione termostatica su apposito supporto che la mantenga orizzontale. In ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457211
Prova di permeabilità al gas naturale.

Su un provino lungo 1000 mm, dotato dei raccordi terminali, uno dei quali collegato ad un manometro, si immette gas natura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
58143 5457212
Prova di piegamento.

Dopo la prova di resistenza all’invecchiamento, si procede alla piegatura della provette mantenendo le generatrici parallele e combacianti fra di loro per 60 minuti. Ripetuta la prova di permeabilità al gas naturale, i valori devono rimanere entro i limiti della norma.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Distributori di carburanti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Energia e risparmio energetico
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Distributori di carburanti

Punti di ricarica per veicoli elettrici: norme edilizie, urbanistiche e incentivi

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Piano per le infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici; Aspetti edilizi e urbanistici; Detrazioni fiscali; Definizioni) - NORME EDILIZIE E URBANISTICHE (Obblighi ai fini del conseguimento del titolo edilizio; Documentazione da allegare alla SCIA per le infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici; Maggioranze condominiali; Norme di carattere urbanistico) - I PIANO NAZIONALE PER LE RETI DI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI (Contenuti del Piano; Categorie di aree individuate dal Piano; Attuazione del Piano e finanziamenti) - INCENTIVI PER PUNTI DI RICARICA NON ACCESSIBILI AL PUBBLICO.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Prevenzione Incendi
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Alberghi e strutture ricettive

Antincendio strutture ricettive, classificazione, normativa, adeguamento

CLASSIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE A FINI DI PREVENZIONE INCENDI - NORME DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE RICETTIVE (Generalità; Norme di base per le varie tipologie di strutture; Misure alternative per le strutture tra 26 e 50 posti letto; Regola tecnica verticale) - TERMINI DI ADEGUAMENTO STRUTTURE ESISTENTI ALL’11/05/1994 (Ultima proroga disposta dalla L. 205/2017; Ulteriore proroga per le zone colpite da eventi meteorologici; Eventuali altre attività presenti nella struttura ricettiva; Piano straordinario biennale di adeguamento; Indirizzi applicativi e modulistica per il Piano di adeguamento) - RIEPILOGO TERMINI, CASISTICHE E ADEMPIMENTI PER L’ADEGUAMENTO - PREVENZIONE INCENDI RIFUGI ALPINI: REGOLA TECNICA E SCADENZE PER L’ADEGUAMENTO (Rifugi esistenti con capienza superiore a 25 posti letto; Rifugi esistenti con capienza inferiore a 25 posti letto; Ulteriori prescrizioni; Esclusioni) - PREVENZIONE INCENDI STRUTTURE RICETTIVE ALL'APERTO: REGOLA TECNICA E ADEGUAMENTO DELLE ATTIVITÀ ESISTENTI (La regola tecnica; Adeguamento delle attività esistenti).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Certificazioni e procedure
  • Professioni

Competenze, requisiti e formazione dei professionisti antincendio

PREMESSA; COMPETENZE, SOGGETTI AUTORIZZATI E REQUISITI (Competenze riservate ai professionisti antincendio; Requisiti per l’iscrizione negli elenchi) - CORSI DI FORMAZIONE, PROGRAMMI, ENTI FORMATORI, ESONERI (Corsi di specializzazione ed enti formatori; Articolazione e programmi dei corsi; Esonero dalla frequenza del corso base di specializzazione; Richieste di iscrizione negli elenchi) - AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO E CONSEGUENZE IN CASO DI MANCANZA (Mantenimento dell’iscrizione e corsi di aggiornamento; Soggetti iscritti agli elenchi alla data di entrata in vigore dal D. Min. Interno 05/08/2011; Cancellazione nominativo dagli elenchi - Conseguenze; Periodo di sospensione in caso di mancato aggiornamento; Controlli) - CONFERIMENTO DI INCARICHI A FUNZIONARI TECNICI DELLA P.A. - TABELLA RIEPILOGATIVA E DIFFERENZE CON LA NORMATIVA PRECEDENTE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Prevenzione Incendi
  • Scuole

Adeguamento antincendio di scuole e asili nido: normativa, adempimenti e scadenze

Le norme antincendio per le scuole (le norme tecniche prescrittive di cui al D.M. 26/08/1992, la Regola Tecnica Verticale (RTV) di cui al D.M. 07/08/2017); Adeguamento strutture esistenti: proroghe varie e scadenze (ultima proroga al 31/12/2018, definizione di priorità ai sensi del D.M. 21/03/2018); Classificazione delle scuole e requisiti per quelle di minori dimensioni; Adempimenti burocratici; Asili nido (normativa di riferimento, adeguamento degli asili nido).
A cura di:
  • Alfonso Mancini

20/02/2019

22/09/2014

13/05/2019