FAST FIND : NN3378

L. 06/12/1991, n. 394

Legge quadro sulle aree protette.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D.L. 28/08/1995, n. 361 (L. 27/10/1995, n. 437)
- L. 08/10/1997, n. 344
- L. 09/12/1998, n. 426
- L. 23/03/2001, n. 93
- L. 27/12/2002, n. 289
- L. 08/07/2003, n. 172
- D.P.R. 14/05/2007, n. 90
- L. 27/12/2013, n. 147
- L. 28/12/2015, n. 221
- D.L. 16/10/2017, n. 148 (L. 04/12/2017, n. 172)
Scarica il pdf completo
55539 4280051
TITOLO I - PRINCIPI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280052
Art. 1. - Finalità e ambito della legge

1. La presente legge, in attuazione degli artt. 9 e 32 della Costituzione e nel rispetto degli accordi internazionali, detta principi fondamentali per l'istituzione e la gestione delle aree naturali protette, al fine di garantire e di promuovere, in forma coordinata, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale del paese.

2. Ai fini della presente legge costituiscono il patrimonio naturale le formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche e biologiche, o gruppi di esse, che hanno rilevante valore naturalistico e ambientale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280053
Art. 1-bis. - (Programmi nazionali e politiche di sistema)

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280054
Art. 2. - Classificazione delle aree naturali protette

1. I parchi nazionali sono costituiti da aree terrestri, fluviali, lacuali o marine che contengono uno o più ecosistemi intatti o anche parzialmente alterati da interventi antropici, una o più formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche, biologiche, di rilievo internazionale o nazionale per valori naturalistici, scientifici, estetici, culturali, educativi e ricreativi tali da richiedere l'intervento dello Stato ai fini della loro conservazione per le generazioni presenti e future.

2. I parchi naturali regionali sono costituiti da aree terrestri, fluviali, lacuali ed eventualmente da tratti di mare prospicienti la costa, di valore naturalistico e ambientale, che costituiscono, nell'ambito di una o più regioni limitrofe, un sistema omogeneo individuato dagli assetti naturali dei luoghi, dai valori paesaggistici ed artisti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280055
Art. 3. - Comitato per le aree naturali protette e Consulta tecnica per le aree naturali protette

1. È istituito il Comitato per le aree naturali protette, di seguito denominato "Comitato", costituito dai Ministri dell'ambiente, che lo presiede, dell'agricoltura e delle foreste, della marina mercantile, per i beni culturali e ambientali, dei lavori pubblici e dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica, o da sottosegretari delegati, e da sei presidenti di regione o provincia autonoma, o assessori delegati, designati, per un triennio, dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Alle riunioni del Comitato partecipano, con voto consultivo, i presidenti, o gli assessori delegati, delle regioni nel cui territorio ricade l'area protetta, ove non rappresentate. Alla costituzione del Comitato provvede il Ministro dell'ambiente con proprio decreto.

2. Il Comitato identifica, sulla base della Carta della natura di cui al terzo comma, le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280056
Art. 4. - Programma triennale per le aree naturali protette

1. Il programma triennale per le aree naturali protette, di seguito denominato "programma", sulla base delle linee fondamentali di cui all'art. 3, secondo comma, dei dati della Carta della natura e delle disponibilità finanziarie previste dalla legge dello Stato:

a) specifica i territori che formano oggetto del sistema delle aree naturali protette di interesse internazionale, nazionale e regionale quali individuate nelle vigenti disposizioni di legge, statali e regionali, operando la necessaria delimitazione dei confini;

b) indica il termine per l'istituzione di nuove aree naturali protette o per l'ampliamento e la modifica di quelle esistenti, individuando la delimitazione di massima delle aree stesse;

c) definisce il riparto delle disponibilità finanziarie per ciascuna area e per ciascun esercizio finanziario, ivi compresi i contributi in conto capitale per l'esercizio di attività agricole compatibili, con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280057
Art. 5. - Attuazione del programma; poteri sostitutivi

1. Il Ministro dell'ambiente vigila sull'attuazione del programma e propone al Comitato le variazioni ritenute necessarie. In caso di ritardi nell'attuazione del programma tali da pregiudica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280058
Art. 6. - Misure di salvaguardia

1. In caso di necessità ed urgenza il Ministro dell'ambiente e le regioni, secondo le rispettive competenze, possono individuare aree da proteggere ai sensi della presente legge ed adottare su di esse misure di salvaguardia. Per quanto concerne le aree protette marine detti poteri sono esercitati dal Ministro dell'ambiente. Nei casi previsti dal presente comma la proposta d'istituzione dell'area protetta e le relative misure di salvaguardia devono essere esaminate dal Comitato nella prima seduta successiva alla pubblicazione del provvedimento di individuazione dell'area stessa. Resta fermo quanto previsto dall'art. 5 della legge 8.7.1986, n. 349, in materia di individuazione di zone di importanza naturalistica nazionale ed internazionale, nonché dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280059
Art. 7. - Misure di incentivazione

1. Ai comuni ed alle province il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini di un parco nazionale, e a quelli il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini di un parco naturale regionale è, nell'ordine, attribuita priorità nella concessione di finanziamenti "dell'Unione Europea" N7 statali e regionali richiesti per la realizzazione, sul territorio compreso entro i confini

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280060
TITOLO II - AREE NATURALI PROTETTE NAZIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280061
Art. 8. - Istituzione delle aree naturali protette nazionali

1. I parchi nazionali individuati e delimitati secondo le modalità di cui all'art. 4 sono istituiti e delimitati in via definitiva con decreto del Presidente della Repubblica.

2. Le riserve natural

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280062
Art. 9 - Ente parco

1. L'Ente parco ha personalità di diritto pubblico, sede legale e amministrativa nel territorio del parco ed è sottoposto alla vigilanza del Ministro dell'ambiente.

2. Sono organi dell'Ente:

a) il Presidente;

b) il Consiglio direttivo;

c) la Giunt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280063
Art. 10. - Comunità del parco

1. La Comunità del parco è costituita dai presidenti delle regioni e delle province, dai sindaci dei comuni e dai presidenti delle comunità montane nei cui territori sono ricomprese le aree del parco.

2. La Comunità del parco è organo consultivo e propos

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280064
Art. 11. - Regolamento del parco

1. Il regolamento del parco disciplina l'esercizio delle attività consentite entro il territorio del parco ed è adottato dall'Ente parco, anche contestualmente all'approvazione del piano per il parco di cui all'art. 12 e comunque non oltre sei mesi dall'approvazione del medesimo.

2. Allo scopo di garantire il perseguimento delle finalità di cui all'art. 1 e il rispetto delle caratteristiche " naturali, paesistiche, antropologiche, storiche e culturali locali";N7proprie di ogni parco, il regolamento del parco disciplina in particolare:

a) la tipologia e le modalità di costruzione di opere e manufatti;

b) lo svolgimento delle attività artigianali, commerciali, di servizio e agrosilvo-pastorali;

c) il soggiorno e la circolazione del pubblico con qualsiasi mezzo di trasporto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280065
Art. 11-bis - Tutela dei valori naturali storici e ambientali e iniziative per la promozione economica e sociale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280066
Art. 12. - Piano per il parco

1. La tutela dei valori naturali ed ambientali " nonché storici, culturali, antropologici tradizionali "N7 affidata all'Ente parco è perseguita attraverso lo strumento del piano per il parco, di seguito denominato "piano", che deve, in particolare, disciplinare i seguenti contenuti:

a) organizzazione generale del territorio e sua articolazione in aree o parti caratterizzate da forme differenziate di uso, godimento e tutela;

b) vincoli, destinazioni di uso pubblico o privato e norme di attuazione relative con riferimento alle varie aree o parti del piano;

c) sistemi di accessibilità veicolare e pedonale con particolare riguardo ai percorsi, accessi e strutture riservati ai disabili, ai portatori di handicap e agli anziani;

d) sistemi di attrezzature e servizi per la gestione e la funzione social

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280067
Art. 13. - Nulla osta

1. Il rilascio di concessioni o autorizzazioni relative ad interventi impianti ed opere all'interno del parco è sottoposto al preventivo nulla osta dell'Ente parco. Il nulla osta verifica la conformità tra le disposizioni del piano e del regolamento e l'intervento ed è reso entro sessa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280068
Art. 14. - Iniziative per la promozione economica e sociale

1. Nel rispetto delle finalità del parco, dei vincoli stabiliti dal piano e dal regolamento del parco, la Comunità del parco promuove le iniziative atte a favorire lo sviluppo economico e sociale delle collettività eventualmente residenti all'interno del parco e nei territori adiacenti.

2. A tal fine la Comunità del parco, " avvia contestualmente all'elaborazione del piano del parco "N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280069
Art. 15. - Acquisti, espropriazioni ed indennizzi

1. L'Ente parco, nel quadro del programma di cui al settimo comma, può prendere in locazione immobili compresi nel parco o acquisirli, anche mediante espropriazione o esercizio del diritto di prelazione di cui al quinto comma, secondo le norme generali vigenti.

2. I vincoli derivanti dal piano alle attività agro-silvo-pastorali possono essere indennizzati sulla base di principi equitativi. I vincoli, temporanei o parziali, relati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280070
Art. 16. - Entrate dell'Ente parco ed agevolazioni fiscali

1. Costituiscono entrate dell'Ente parco da destinare al conseguimento dei fini istitutivi:

a) i contributi ordinari e straordinari dello Stato;

b) i contributi delle regioni e degli enti pubblici;

c) i contributi ed i finanziamenti a specifici progetti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280071
Art. 17. - Riserve naturali statali

1. Il decreto istitutivo delle riserve naturali statali, di cui all'art. 8, secondo comma, oltre a determinare i confini della riserva ed il relativo organismo di gestione, ne precisa le caratteristiche principali, le finalità istit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280072
Art. 18. - Istituzione di aree protette marine

1. In attuazione del programma il Ministro dell'ambiente, N9 d'intesa con il Ministro del tesoro, istituisce le aree protette marine, autorizzando altresì il finanziamento definito dal programma medesimo. L'istruttoria preliminare è in ogni caso svolta, ai sensi dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280073
Art. 19. - Gestione delle aree protette marine

1. Il raggiungimento delle finalità istitutive di ciascuna area protetta marina è assicurato attraverso l'Ispettorato centrale per la difesa del mare. Per l'eventuale gestione delle aree protette marine, l’Ispettorato centrale si avvale delle competenti Capitanerie di porto. Con apposita convenzione da stipularsi da parte del Ministro dell'ambiente, di concerto con il Ministro della marina mercantile, la gestione dell'area protetta marina può essere concessa ad enti pubblici, istituzioni scientifiche o associazioni riconosciute.

2. Qualora un'area marina protetta sia istituita in acque confinanti con un'area protett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280074
Art. 20. - Norme di rinvio

1. Per quanto non espressamente disciplinato dalla presente legge, ai parchi marini s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280075
Art. 21. - Vigilanza e sorveglianza

1. La vigilanza sulla gestione delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale è esercitata per le aree terres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280076
TITOLO III - AREE NATURALI PROTETTE REGIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280077
Art. 22. - Norme quadro

1. Costituiscono principi fondamentali per la disciplina delle aree naturali protette regionali:

a) la partecipazione delle province, delle comunità montane e dei comuni al procedimento di istituzione dell'area protetta, fatta salva l'attribuzione delle funzioni amministrative alle province, ai sensi dell'art. 14 della legge 8.6.1990, n. 142. Tale partecipazione si realizza, tenuto conto dell'art. 3 della stessa legge n. 142 del 1990, attraverso conferenze per la redazione di un documento di indirizzo relativo all'analisi territoriale dell'are

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280078
Art. 23. - Parchi naturali regionali

1. La legge regionale istitutiva del parco naturale regionale, tenuto conto del documento di indirizzo di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280079
Art. 24. - Organizzazione amministrativa del parco naturale regionale

1. In relazione alla peculiarità di ciascuna area interessata, ciascun parco naturale regionale prevede, con apposito statuto, una differenziata forma or

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280080
Art. 25. - Strumenti di attuazione

1. Strumenti di attuazione delle finalità del parco naturale regionale sono il piano per il parco e il piano pluriennale economico e sociale per la promozione delle attività compatibili.

2. Il piano per il parco è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280081
Art. 26. - Coordinamento degli interventi

1. Sulla base di quanto disposto dal programma nonché dal piano pluriennale economico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280082
Art. 27. - Vigilanza e sorveglianza

1. La vigilanza sulla gestione delle aree naturali protette regionali è eserci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280083
Art. 28. - Leggi regionali

1. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge le regioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280084
TITOLO IV - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280085
Art. 29. - Poteri dell'organismo di gestione dell'area naturale protetta

1. Il legale rappresentante dell'organismo di gestione dell'area naturale protetta, qualora venga esercitata un'attività in difformità dal piano, dal regolamento o dal nulla osta, dispone l'immediata sospensione dell'attività medesima ed ordina in ogni caso la riduzione in pristino o la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280086
Art. 30. - Sanzioni

1. Chiunque viola le disposizioni di cui agli artt. 6 e 13 è punito con l'arresto fino a dodici mesi e con l'ammenda da lire duecentomila a lire cinquantamilioni. Chiunque viola le disposizioni di cui agli artt. 11, terzo comma, e 19, terzo comma, è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda da lire duecentomila a lire venticinquemilioni. Le pene sono raddoppiate in caso di recidiva.

1-bis. Qualora l'area protetta marina non sia segnalata con i mezzi e gli strumenti di cui all'articolo 2, comma 9-bis, chiunque, al comando o alla conduzione di un'unità da diporto, che comunque non sia a conoscenza dei vincoli relativi a tale area, violi il divieto di navigazione a motore di cui all'articolo 19, comma 3, lettera e), è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280087
Art. 31. - Beni di proprietà dello Stato destinati a riserva naturale

1. Fino alla riorganizzazione, ai sensi dell'art. 9 della legge 18.5.1989, n. 183, del Corpo forestale dello Stato, le riserve naturali statali sono amministrate dagli attuali organismi di gestione dell'ex Azienda di Stato per le foreste demaniali. Per far fronte alle esigenze di gestione delle riserve naturali statali indicate nel programma, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280088
Art. 32. - Aree contigue

1. Le regioni, d'intesa con gli organismi di gestione delle aree naturali protette e con gli enti locali interessati, stabiliscono piani e programmi e le eventuali misure di disciplina della pesca, della caccia, delle attività estrattive e per la tutela dell'ambiente, relativi alle aree contigue alle aree protette, ove occorra intervenire per assicurare la conservazione dei valori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280089
Art. 33. - Relazione al Parlamento

1. Il Ministro dell'ambiente, previa deliberazione del Consiglio nazionale per l'ambi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280090
Art. 34

1. Sono istituiti i seguenti parchi nazionali:

a) Cilento e Vallo di Diano (Cervati, Gelbison, Alburni, Monte Stella e Monte Bulgheria);

b) Gargano;

c) Gran Sasso e Monti della Laga;

d) Maiella;

e) Val Grande;

f) Vesuvio.

2. É istituito, d'intesa con la regione Sardegna ai sensi dell'art. 2, comma 7, il Parco nazionale del Golfo di Orosei, Gennargentu e dell'isola dell'Asinara. Qualora l'intesa con la regione Sardegna non si perf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
55539 4280091
Art. 36

1. Sulla base delle indicazioni programmatiche di cui all'art. 4, possono essere istituiti parchi marini o riserve marine, oltre che nelle aree di cui all'art. 31 della L. 31 dicembre 1982, n. 979, nelle seguenti aree:

a) Isola di Gallinara;

b) Monti dell'Uccellina - Formiche di Grosseto - Foce dell'Ombrone - Talamone;

c) Secche di Torpaterno;

d) Penisola della Campanella - Isola di Capri;

e) Costa degli Infreschi;

f) Costa di Maratea;

g) Penisola Salentina (Grotte Zinzulusa e Romanelli);

h) Costa del Monte Conero;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Il nulla osta per interventi edilizi all’interno dei parchi naturali

Pagina informativa che riepiloga alla luce di normativa e giurisprudenza il regime di autorizzazione per interventi da eseguirsi all’interno delle aree naturali protette, chiarendo in particolare i confini di operatività del meccanismo di silenzio-assenso previsto per il rilascio di detta autorizzazione alla luce della giurisprudenza del Consiglio di Stato (AGGIORNAMENTO sentenza Consiglio di Stato 27/07/2016, n. 16).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Impiantistica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Impianti termici civili: requisiti tecnici, limiti di emissione, abilitazione alla conduzione, soggetti coinvolti, obblighi e sanzioni

Approfondimento aggiornato al D. Leg.vo 183/2017. Definizione di impianti termici civili; Requisiti tecnici e costruttivi; Abilitazione alla conduzione degli impianti; Valori limite di emissione degli impianti termici civili e controlli; Obblighi del produttore, del fabbricante e dell’installatore; Sanzioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Finanza pubblica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Punteggi premianti per utilizzo di materiali riciclati negli appalti

Con D.M. 24/05/2016 si è proceduto alla determinazione dei punteggi premianti per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione, e dei punteggi premianti per le forniture di articoli di arredo urbano.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica